Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Falconer
From a Dying Ember
Demo

Chaosaint
In the Name of
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

14/07/20
INISANS/SEPULCHRAL FROST
Death Fire Darkness

15/07/20
THE FUNERAL ORCHESTRA
Negative Evocation Rites

15/07/20
EISENKULT
...gedenken wir der Finsternis

16/07/20
NOCTEM AETERNUS
Landscape of Discord

17/07/20
LONELY ROBOT
Feelings Are Good

17/07/20
SERENE DARK
Enantiodromia

17/07/20
THYRANT
Katabasis

17/07/20
U.D.O.
We Are One

17/07/20
GUARDIAN OF LIGHTNING
Cosmos Tree

17/07/20
MEAN STREAK
Eye of the Storm

CONCERTI

17/07/20
GIACOMO VOLI + EMPATHICA
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

23/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

24/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

25/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

26/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

29/07/20
DROPKICK MURPHYS
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

09/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

Deicide - Legion
( 8372 letture )
Il periodo tra la fine degli anni ottanta e l'inizio degli anni novanta ha visto un profondo sconvolgimento all'interno del mondo della musica dura: la scena metal, che aveva dominato il mondo rock nel decennio degli '80 in termini di vendite e seguito, stava avviandosi alla fine della sua età dell'oro sopraffatta dall'avvento della nascente scena grunge. Parallelamente, le ramificazioni più estreme all'interno della scena metal si preparavano a vivere il loro periodo di massimo splendore; similmente a quanto accaduto negli anni settanta con il punk, il death metal rappresentava un'estremizzazione dell'esperienza musicale sotto tutti i punti di vista: un'immagine ed un'attitudine oscure ed inquietanti, tecnica spinta fino al limite, soluzioni ritmiche ed armoniche mutuate dal thrash più spinto e l'interesse per tematiche violente o legate al mondo dell'occulto.
Il movimento death metal di quegli anni fu la nicchia che contribuì a mantenere vivo l'interesse nei confronti della scena metal e da quella nicchia nacquero etichette e band che avrebbero influenzato il gusto delle future generazioni di metal fans; curiosamente le etichette egemoni in questo periodo furono in maggioranza europee: l'inglese Earache, la tedesca Nuclear Blast, e l'olandese Roadrunner. Ed è proprio alla Roadrunner che dobbiamo una larghissima fetta della produzione death metal di quegli anni, in particolare del metal proveniente dalla Florida; una scena importantissima che diede i natali ai prime-movers dell'intero movimento: Death, Cannibal Corpse, Morbid Angel ed Obituary provenivano tutti da lì ed insieme a loro anche i Deicide.

Nati nel 1987 col nome di Carnage, arrivati in maniera molto rock'n'roll al contratto con la Roadrunner: si narra infatti che Glen Benton abbia fatto irruzione nell'ufficio di Monte Conner, storico A&R dell'etichetta, brandendo il demo appena registrato e gridando qualcosa del tipo "Sign us, you fucking asshole!". I Nostri dovettero cambiare il proprio monicker dall’iniziale Amon in Deicide su suggerimento od imposizione della stessa etichetta prima di pubblicare l'album d'esordio, a questo punto omonimo, nel 1990: la questione non è molto chiara e probabilmente dovuta a questioni di diritti.
Due anni più tardi venne rilasciato Legion ed il gruppo confermò la propria caratura portando al contempo il proprio stile e l'intera scena death su un nuovo livello; in questo lavoro l'influenza slayeriana che aveva caratterizzato l'esordio è stata meglio assimilata ed il sound risulta molto più personale, la prestazione del gruppo è ancora più compatta a monolitica, il muro di suono che ne scaturisce è qualcosa di inaudito per l'epoca ed un elemento con cui le bands dell'intera scena hanno dovuto fare i conti. A partire dal pezzo di apertura “Satan Spawn The Caco Deamon” il disco colpisce incessantemente anche l'ascoltatore più smaliziato grazie al riffing serratissimo e complesso dei fratelli Hoffman, sostenuti nell'assalto dal solidissimo e vario lavorio di Steve Asheim alla batteria; a fissarsi immediatamente nella testa dell'ascoltatore però è la grandiosa ed orgogliosamente priva di manipolazioni, come indicato nel booklet, prova vocale di Benton divisa fra un growl tra i più potenti e catacombali in circolazione ed uno screaming lancinante e ferale. In ventinove minuti Legion non concede una pausa, non un rallentamento che lascino riposare l'ascoltatore: l'aggressione è totale e volutamente implacabile.
Le tematiche sataniche e violentemente anticristiane trattate nelle canzoni allora suscitavano ancora un certo timore, in un periodo in cui Benton si incideva a fuoco per la prima volta la croce rovesciata sulla fronte e rilasciava dichiarazioni inquietanti circa la sua fede nel satanismo teistico e la volontà di suicidarsi alla simbolica età di trentatre anni, prima che tali dichiarazioni fossero ampiamente, e fortunatamente, smentite dai fatti e da varie interviste rilasciate dai fratelli Hoffman e da Asheim nel corso degli anni.

Grazie all'esordio i Deicide conquistarono i favori del pubblico metal, mentre con Legion confermarono tutto il loro potenziale portando il death metal ad una delle massime vette di estremismo ed oltranzismo sonoro. Nonostante gli alti e bassi che sono seguiti alla pubblicazione di questo disco i Deicide tutt'ora rimangono fra i gruppi più amati e riveriti dell'intera scena, merito anche della figura di Glen Benton, tra le più inquietanti e “folkloristiche” dell'universo metal.



VOTO RECENSORE
91
VOTO LETTORI
91.64 su 57 voti [ VOTA]
LUCIO 77
Venerdì 10 Luglio 2020, 22.00.52
50
Appena riascoltato dopo tanto tempo... Effettivamente è inattaccabile nel suo genere.. Musicisti di altissimo livello... Benton ci è o ci fa'? Boh..
David D.
Domenica 10 Maggio 2020, 17.34.20
49
Quando il Death Metal era una cosa seria. Seppur ritenga Benton un emerito caz*one, musicalmente non posso dirgli niente con questo disco. Una mazzata tremenda dall'inizio alla fine, solo applausi. 95.
MetallaroNero
Mercoledì 21 Marzo 2018, 20.30.20
48
uno dei migliori album death metal di quell'annata, stendiamo un velo sui testi non molto spiccati ma i Deicide meritano di più per la loro musica che per i testi, e risiedono tra i miei gruppi death metal preferiti , voto 100.
thrasher
Giovedì 18 Gennaio 2018, 21.11.33
47
Visti 18 anni fa giusti al no mercy festival... suonavano per ultimi e posso dire che le canzoni di quest album le eseguivano perfettamente... delle macchine e cattivissimi... I due fratelli chitarristi non sbagliavano un colpo
Andrea
Giovedì 18 Gennaio 2018, 16.45.54
46
Rimane ancora uno dei dischi più violenti del genere.
Shadowplay72
Venerdì 1 Dicembre 2017, 16.57.46
45
Album pazzesco.insieme a once upon the cross il meglio della loro discografia!
El castigamàtt
Lunedì 16 Ottobre 2017, 8.46.14
44
Quanta cattiveria !!! Album immortale, come il primo di questi matti.
MetallaroRosso
Giovedì 29 Dicembre 2016, 22.38.56
43
merito secondo me va anche alla traccia Holy Deception, dove si assiste ad una melodia cattiva che ancora oggi mi da i brividi.
MetallaroRosso
Giovedì 29 Dicembre 2016, 22.36.28
42
direi che i Deicide hanno fatto loro la lezione Slayeriana, dato che sono diretti proprio come Araya e co.
thrasher
Lunedì 26 Dicembre 2016, 9.30.34
41
Gli Slayer hanno fatto scuola a tante band come questa... l album è violentissimo e i due fratelli chitarristi una potenza
MetallaroRosso
Domenica 25 Dicembre 2016, 23.34.24
40
voto 100, uno dei migliori album death metal di quell'annata insieme a Tomb of The Mutilated dei Cannibal Corpse.
lisablack
Lunedì 14 Novembre 2016, 21.14.43
39
Album violentissimo e malsano, mega classico del death metal. Giusto il voto.
el castigamatt
Venerdì 14 Ottobre 2016, 11.20.18
38
100 pieno! cattivi, veloci, precisi...tra altri 25 anni faranno sempre questo effetto!
Memento mori
Mercoledì 7 Settembre 2016, 21.43.10
37
Superbo,geniale...è difficile essere imparziali.Per me è uno dei mie album preferiti sia dei deicide che del death in generale.Massimo dei voti per tale capolavoro.
Hellhammer99
Sabato 27 Febbraio 2016, 19.26.40
36
Legion ( senza alcun sentimento di nostalgia per i vecchi album ) rappresenta secondo me il lavoro più tecnico e brutale fatto dai Deicide, forse secondo solo ad Once upon the cross. L'album è stupendo, racchiude dentro di se una bella atmosfera, brani fatti di una materia " tormentata ". Concordo con l'autore della recensione sul fatto che non c'è veramente un attimo di pausa, particolari attenzioni vanno anche alla prima "Satan spawn, the caco-daemon" che apre in bellezza. Voto 90 tondo tondo
Jack Sabbath
Martedì 23 Febbraio 2016, 12.13.40
35
Altars of Madness dei Morbid Angel è il più grande Death album di tutti i tempi per quanto riguarda i miei personalissimi gusti. Dopo metto Cause of Death e Once Upon The Cross.
Mister Or
Venerdì 11 Settembre 2015, 22.17.43
34
I Deicide stanno veramente fuori di testa (benton primo tra tutti) ! l'album al contrario è estremamente curato e ragionato! è insolito....molto insolito,ma forse è per questo che l'ho acquistato e continuo a sentirlo anche oggi ! Cazzutissimo ! un viaggetto turistico negli inferi ... non adatto a tutti !
Giovanni
Lunedì 30 Dicembre 2013, 22.35.31
33
Capolavoro assoluto, imperdibile!
Flv
Martedì 13 Novembre 2012, 12.20.51
32
la storia
fabio II
Martedì 13 Novembre 2012, 11.29.51
31
Nightblast potrebbe essere un tema interessante; vediamo se Rino, o altri, ci accontentano
Nightblast
Lunedì 12 Novembre 2012, 23.08.36
30
Mah...che vincano i Morbid Angel ho serissimi dubbi...de gustibus...
Blackout
Lunedì 12 Novembre 2012, 13.28.25
29
L'ultimo capolavoro dei Deicide.
matteo37
Lunedì 12 Novembre 2012, 13.18.52
28
in un ipotetica gara con i "rivali" morbid angel , vince la band di trey 100 a 0. bisogna ammettere però che a metà anni 90 con once upon the cross si fecero un certo seguito. per questo legion il voto è sui 70.
Nightblast
Lunedì 12 Novembre 2012, 12.21.39
27
A mio avviso i primi 4 album sono dei capolavori del genere...Dopo hanno perso completamente la bussola...
brainfucker
Lunedì 12 Novembre 2012, 11.53.54
26
mica cotiche!!
fabio II
Lunedì 12 Novembre 2012, 10.42.39
25
Dietro il debutto, davanti a 'Once Upon The Cross': '90/'95 comunque lustro perfetto, concordo con Samba su 'Serpents' che è praticamente carta carbone
enri sixx
Lunedì 12 Novembre 2012, 9.55.25
24
grandissimo album voto 100 e lode uno dei migliori album di death metal insieme a deicide e unce upon ..... gli altri non sanno di nulla , con l'abbandono dei fratelli hoffman hanno perso la loro omogeneita' e vera cattiveria satanica sempre nel mio cuore perche' quando li ho ascoltati avevo 15 anni ed erano appena usciti questi album
Sambalzalzal
Lunedì 12 Novembre 2012, 9.10.00
23
Vado con Undercover@ in un'ipotetica classifica con marchio Deicide metterei il debut, questo e poi Once UTC! Non mi dispiacque neanche Serpents ma li fecero semplicemente il verso a Once...
LAMBRUSCORE
Lunedì 12 Novembre 2012, 9.04.47
22
HAHA, ho capito chi sei, però mi sembra che anche voi non scherzavate, in quanto a "freschezza"......
Ad astra
Domenica 11 Novembre 2012, 11.18.10
21
lambru il problema che ogni volta ci siam visti tu eri molto in la con i lavori.... ma non ti preoccupare... l'ultima è successa n due annetti fà credo...insieme a waste ero
Enrico
Domenica 11 Novembre 2012, 3.14.59
20
I primi 3 sono devastanti. Per il resto... facciamoci una risata
l'Accademico
Domenica 11 Novembre 2012, 2.39.15
19
L'unico neo del progetto DEICIDE è il mancato suicidio di Benton. A consacrazione della grandezza dei loro primi tre album (io ci ficco dentro anche Once) e alla luce delle AUTENTICHE PORCHERIE partorite da Serpents in avanti, la morte fisica del cantante avrebbe cristallizzato definitivamente IL MITO deicide. Purtroppo, loro stessi si sono resi profanatori dell'immensità dei loro capolavori. LEGION 100 e con lode!!! Il biker panzone di oggi che vada a fare in culo. Per me i realizzatori di quei capolavori si sono suicidati a 33 anni, altri non ne riconosco. E questo vale anche per quel dischetto a nome AMON partorito qualche mese fa...
LAMBRUSCORE
Sabato 10 Novembre 2012, 21.50.43
18
Ad astra, scusa, ma ci siamo visti a Fabbrico forse? Non mi ricordo bene, se sì dimmi chi eri, haha....
Sudparadiso
Sabato 10 Novembre 2012, 20.16.00
17
Capolavoro indiscusso del genere!!
Nightblast
Sabato 10 Novembre 2012, 17.44.02
16
Un totale ed assoluto capolavoro. 100.
Giasse
Sabato 10 Novembre 2012, 17.33.28
15
Probabilmente è più importante Legion rispetto a Deicide, però la furia cieca dell'esordio per me (e parlo sentimentalmente) non è raggiungibile da nessun altro disco dei enton e soci. Comunque Silvano ha ragione: è con Legion che ai tempi si consolidò la loro posizione! Qui, come in Deicide, il lavoro degli Hoffman mi fa impazzire!
xXx
Sabato 10 Novembre 2012, 14.26.57
14
E' vero Lambruscore...i Deicide han quel qualcosa di romantico che non so descrivere...ahahaha!
Ad Astra
Sabato 10 Novembre 2012, 14.25.12
13
@lambro... tu si che ci sai fare ocn le donne.... prossima volta che ti rivedo devi darmi consigli sul trittico metal-alcol donne.... ho sempre da imparare
Doomale
Sabato 10 Novembre 2012, 13.11.38
12
Non cè bisogno nemmeno di dare il voto stavolta...Masterpiece assoluto insieme al primo e insieme ad altri usciti nello stesso anno sempre dallo stesso studio....L'apice del Death metal..e l'apice dei DEICIDE.....Il solo rivedere la copertina mi fà tornare indietro nel tempo...Che spettacolo...Che anni..!!
Undercover
Sabato 10 Novembre 2012, 12.59.05
11
Rimane il secondo in classifica, il debut per me è l'apice della band ma siamo su livelli assurdi, il 99 qui e per il primo sarebbero da obbligo morale per qualsiasi amante del death.
LAMBRUSCORE
Sabato 10 Novembre 2012, 12.57.23
10
Continuando il commento di Ad Astra, io direi che è uno dei dischi che reputo addirittura romantico, nei periodi in cui ero innamorato di una donna (in 20 anni dall'uscita del disco lo sono stato varie volte) e con una discreta quantità di alcol in corpo, per me è stata la colonna sonora di una bella storia d'amore, anche se le signorine in questione, magari non sono state spesso d'accordo....
enry
Sabato 10 Novembre 2012, 12.33.21
9
Difficile scegliere fra questo e il debut, due capolavori del genere. ..Voto meritato.
SNEITNAM
Sabato 10 Novembre 2012, 12.32.17
8
Il mio preferito dei Deicide. Qunado ho ascoltato per la prima volta quest'album i Demoni hanno completamente preso possesso della mia anima. Holy Deception!
manaroth85
Sabato 10 Novembre 2012, 12.17.33
7
voto 10!!! dead but dreamingggggggggggggg
Er Trucido
Sabato 10 Novembre 2012, 11.54.35
6
Probabilmente il mio preferito dei deicide e Revocate The Agitator è assolutamente devastante
Thrash 1969
Sabato 10 Novembre 2012, 11.51.24
5
Assolutamente un CAPOLAVORO..........DEVASTANTE
Ad Astra
Sabato 10 Novembre 2012, 11.19.46
4
questo è amore.
il vichingo
Sabato 10 Novembre 2012, 11.10.50
3
Per quanto mi riguarda l'ultimo capolavoro dei Deicide, anche se della band ho sempre preferito il magnifico debut. Il prossimo mi piace già meno, e sui lavori successivi preferisco non esprimermi.
Lizard
Sabato 10 Novembre 2012, 11.08.45
2
La prima volta che l'ho ascoltato (si parla di sedici anni fa più o meno), non ci ho capito niente. Ma niente!!! Eppure c'era qualcosa che mi diceva che questo era un disco assurdo, da scoprire assolutamente. Da allora è una costante nella mia vita: devo riascoltarlo ogni tanto per ricordarmi quanta musica c'è dentro questa belva spaventosa.
Sorath
Sabato 10 Novembre 2012, 11.03.29
1
Una delle grandi perle del death metal e uno dei migliori episodi nella carriera della band capitanata da Benton e soci.
INFORMAZIONI
1992
Roadrunner Records
Death
Tracklist
1. Satan Spawn, The Caco-Daemon
2. Dead But Dreaming
3. Repent To Die
4. Trifixion
5. Behead The Prophet (No Lord Shall Live)
6. Holy Deception
7. In Hell I Burn
8. Revocate The Agitator
Line Up
Glen Benton (Voce, Basso)
Eric Hoffman (Chitarra)
Brian Hoffman (Chitarra)
Steve Asheim (Batteria)
 
RECENSIONI
78
85
75
84
80
49
75
90
91
89
ARTICOLI
18/12/2014
Live Report
ROCK HARD FESTIVAL - CORONER + DEICIDE + BULLDOZER
Live Club 13/12/2014 Trezzo Sull'Adda
17/12/2014
Live Report
DEICIDE + SVART CROWN + SAWTHIS
Padova/Roma, 11-12/12/2014
26/01/2009
Live Report
DEICIDE + SAMAEL + VADER
Rolling Stone, Milano, 18/01/2009
08/11/2004
Articolo
DEICIDE
La biografia
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]