Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Falconer
From a Dying Ember
Demo

Chaosaint
In the Name of
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

14/07/20
INISANS/SEPULCHRAL FROST
Death Fire Darkness

15/07/20
THE FUNERAL ORCHESTRA
Negative Evocation Rites

15/07/20
EISENKULT
...gedenken wir der Finsternis

16/07/20
NOCTEM AETERNUS
Landscape of Discord

17/07/20
LONELY ROBOT
Feelings Are Good

17/07/20
SERENE DARK
Enantiodromia

17/07/20
THYRANT
Katabasis

17/07/20
U.D.O.
We Are One

17/07/20
GUARDIAN OF LIGHTNING
Cosmos Tree

17/07/20
MEAN STREAK
Eye of the Storm

CONCERTI

17/07/20
GIACOMO VOLI + EMPATHICA
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

23/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

24/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

25/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

26/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

29/07/20
DROPKICK MURPHYS
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

09/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

Speculum Mortis - 1348
( 4742 letture )
Davvero interessante il concept proposto da questo italianissimo quintetto : raccontare, attraverso il black metal, la terribile tragedia storica della peste in Italia nel 1348, con ogni brano dedicato ad una particolare fase del racconto, aggiungendo delle riflessioni personali sull'avvenimento, e di come il comportamento della gente coinvolta si rifletteva sulla societa' e sul comportamento umano. Il concept storico e' supportato da una struttura musicale con fortissime basi black molto old-school (Darkthrone, Bathory), ma con intuizioni particolari che dimostrano la volonta' comunque innovativa degli Speculum Mortis (in latino "Specchio della morte", ovvero un riferimento diretto al libro del medioevo [cito dalla biografia] che narrava appunto della catastrofe macabra dell'avvento della peste in Italia); piu' in particolare, da notare un impetuoso tocco sinfonico/dark (ma attenzione, non parliamo del classico, e permettetemi di dirlo, noioso black sinfonico trito e ritrito, bensi' di parti cupe, quasi da musica classica, con un feeling davvero sincero, e non piazzato li' solo perche' le tastiere, spesso inutili, vanno di moda), dei tocchi folkeggianti/medioevali (soprattutto nella cupa e malinconica outro), e nella triste "Vado Mori", che e' davvero un piccolo capolavoro struggente, grazie alla voce da tenore che recita in latino e sovrasta il tappeto dark/folk/sinfonico, e mostra un lato degli Speculum Mortis che non ti aspetteresti, avendo ascoltato gli altri brani.
Se, dal punto di vista prettamente musicale e concettuale siamo decisamente ad alti livelli, non mi sento di affermare la stessa cosa per le screaming vocals, che hanno, in questo disco, due tonalita' diverse...una migliore, piu' "demoniaca" e gelida, ispirata a quella di Quorton o di Nocturno Culto, l'altra (quella piu' usata), che potrebbe essere associata a quella strillata di Dani Filth (dei primi album, non degli ultimi), ma con una tonalita', a mio parere, quasi fastidiosa, che non si adatta alla perfezione al sound black proposto dalla band : modificando la voce, e rientrando in un piu' canonico screaming tipico della maggior parte delle band black, o tentando altre soluzioni alternative (e a giudicare dall'originalita' degli Speculum Mortis, mi sembra questa sicuramente la strada piu' adatta), si avranno senza dubbio risultati piu' efficaci.
Nonostante questo difetto che inficia un po' la riuscita globale dell'album, non posso che ammirare la cura e l'intelligenza con la quale la band ha confezionato questo disco, e spero vivamente di riascoltarli al piu' presto, nei loro prossimi lavori, che potrebbero uscire per Griffin Music, se le trattative tra la label ucraina e il gruppo andranno in porto.
Finalmente aria nuova in campo black...



VOTO RECENSORE
81
VOTO LETTORI
27.68 su 29 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2005
Vomitarcanus
Black
Tracklist
1. 1347 - Prelude
2. Macabre Triumph
3. Livor Mortis
4. Speculum Verae Penitentiae
5. Pogrom
6. Speculum Mortis
7. Vado Mori
8. San Leonardo Fossamala
9. 1350 - Outro
Line Up
Lord of Pestilence - voce, chitarra elettrica e acustica
Nurthur - basso e seconda voce
Saligia - chitarra ritmica
Count Decameron - batteria e cori
Nicola Pannofino - tastiera in studio

Contatti :
http://xoomer.virgilio.it/speculummortis
speculummortis@virgilio.it
nurthur@yahoo.it
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]