Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Grand Magus
Wolf God
Demo

The Core
Flesh and Bones
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

23/04/19
LUCE D`INVERNO
Ljetzan

26/04/19
LONELY ROBOT
Under Stars

26/04/19
TEN
Opera Omnia - The Complete Works

26/04/19
VAURA
Slabes

26/04/19
THE DAMNED THINGS
High Crimes

26/04/19
PARAGON
Controlled Demolition

26/04/19
CHEVALIER
Destiny Calls

26/04/19
IMMINENCE
Turn The Light On

26/04/19
NORSEMEN
Bloodlust

26/04/19
LOST IN KIEV
Persona

CONCERTI

23/04/19
WRONG (USA) + COILGUNS + GUEST TBA
LOCATION TBA

24/04/19
EKTOMORF + GUESTS TBA
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

24/04/19
WRONG (USA) + COILGUNS + GUEST TBA
TBA - PERUGIA

25/04/19
MARK BOALS + GUESTS
LET IT BEER - ROMA

26/04/19
NACHTMAHR + GUESTS TBA
TRAFFIC CLUB - ROMA

26/04/19
MARK BOALS + GUESTS
PIKA FUTURE CLUB - VERONA

27/04/19
FRONTIERS ROCK FESTIVAL
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

27/04/19
NACHTMAHR + GUESTS TBA
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

27/04/19
MORTADO
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

27/04/19
CRADLE OF FILTH + THE SPIRIT
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

Ruinside - The Hunt
( 1396 letture )
Formatisi nel 2005 e con all'attivo due demo e altrettanti EP (To Only Kill for Sport del 2008 e Rise Up!... to Extermination?, uscito l'anno successivo) i finlandesi Ruinside, dopo l'entrata in formazione nel 2010 del nuovo singer Toni Salminen, sono finalmente pronti al grande salto.
Il 2011 è tutto dedicato alla registrazione di questo album d'esordio, che varrà loro il contratto con la label Mighty Music nel corso dell'anno corrente.

Fin dalla copertina del disco (raffigurante un corpo che si sta consumando tra le fiamme di un rogo illuminato dalle ultime luci del tramonto), oltre che dai titoli stessi delle canzoni, si possono intuire le tematiche dei testi: in The Hunt si parla di persecuzioni e caccia alle streghe, raccontate soprattutto dal punto di vista della "vittima", spesso ignara delle motivazioni di tale furioso accanimento nei propri confronti. Ciò che ne consegue è lo smarrimento, l'incapacità di difendersi e la paura -di più, il terrore- delle sentenze e delle pene inflitte da altri "esseri umani" che si arrogano il diritto di giudicare in nome di un ostentato "Potere Superiore" che essi stessi si fregiano di rappresentare.
L'ignoranza di massa -spesso celata sotto un velo di buoni propositi- unita al fanatismo formano un'arma invincibile e a nulla valgono spiegazioni e spergiuri, tutto è già stato deciso: se sul corpo di una presunta strega non viene trovato il marchio del Demonio, allora vuol dire che questo è stato nascosto dal Maligno all'interno dello stesso e la sentenza non può che essere comunque di colpevolezza. Una sorta di concept-album quindi che ci racconta delle brutture e delle atrocità compiute dall'uomo verso i propri simili in nome della Salvezza Eterna, andando a cozzare proprio con gli insegnamenti divini di fratellanza e perdono. Brani come Shower of Accusations e Hunters of Divine Society narrano di tali nefandezze affidandosi ad accordi di chitarra sparati e sfuriate di doppia cassa, cercando di rendere il panico della "preda" in episodi quali Hide-And-Seek o ancora la resa finale nel lento Forced Confession. In questo brano, data la natura semi-acustica del medesimo, si possono apprezzare strumenti particolari quali il clavicembalo e il contrabbasso che altrove, seppur presenti, risultano più "coperti" da chitarre e batteria.
La voce di Salminen ben si adatta alla particolarità di questo progetto, mentre la coppia d'asce formata dal duo Tarvainen/Jankkari svolge il proprio compito in maniera egregia pur senza far gridare al miracolo, e lo stesso si può dire della precisa sezione ritmica composta da Lauri Aitonurmi e Timo Anttonen la quale dà l'impressione di non voler strafare oltre il dovuto.

In sostanza si tratta di un buon album che offre anche alcuni spunti interessanti, se la band di Tampere saprà evolvere ulteriormente la propria proposta musicale ne potrà certamente scaturire qualcosa di ancor più interessante in futuro.



VOTO RECENSORE
70
VOTO LETTORI
0 su 0 voti [ VOTA]
BILLOROCK fci.
Lunedì 28 Gennaio 2013, 14.18.34
3
perchè te non copiavi mai ??
forbiddenevil
Lunedì 28 Gennaio 2013, 14.00.47
2
Buon disco davvero.....mi piace!!! E basta però con: questi copiano di qua, quegli altri copiano di la.....e che palle, ascoltate le bands e giudicatele per quello che sono....
CONCLAVE DEL LAMBRU
Mercoledì 19 Dicembre 2012, 11.09.05
1
Ho sentito solo un pezzo, bravi, ma soprattutto a scopiazzare gli ultimi Testament (che comunque non mi piacciono troppo), anzi, parlerei proprio di plagio, hehe....
INFORMAZIONI
2012
Mighty Music
Thrash
Tracklist
1. The End (intro)
2. Shower of Accusations
3. Beware!
4. Hunters of Divine Society
5. Witch Hammer
6. Hide-And-Seek
7. Labyrinth of Silence
8. Wounded and Defeated
9. Within Hammer and Tongs
10. Beleaguered
11. T.O.R.T.U.R.E.
12. Forced Confession
13. Burst Into Flames
Line Up
Toni Salminen (Voce)
Erno Tarvainen (Chitarra)
Kimmo Jankkari (Chitarra, Growl)
Lauri Aitonurmi (Basso)
Timo Anttonen (Batteria)

Musicisti Ospiti:
Mirva Tarvainen (Contrabbasso traccia 12, Violino su tracce 2, 5, 12 & 13)
Katri Antikainen (Violoncello su tracce 2, 5, 10, 12 & 13)
Seppo Kolehmainen (Synths & Tastiere, Guitar Solo su traccia 3)
Jussi Kulomaa (Synths & Tastiere)
Erkki Seppänen (Cori su traccia 9)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]