IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Nerij
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

27/02/15
HELRUNAR
Niederkunfft

27/02/15
ENFORCER
From Beyond

27/02/15
MELECHESH
Enki

27/02/15
MANIFEST
…And For This We Should Be Damned?

27/02/15
A FOREST OF STARS
Beware The Sword You Cannot See

27/02/15
DECLINE OF THE I
Rebellion

27/02/15
WOLFPAKK
Rise Of The Animal

27/02/15
IN OTHER CLIMES
Leftover

27/02/15
CODE
Mut

27/02/15
NEGURA BUNGET
Tau

CONCERTI

27/02/15
TYGERS OF PAN TANG + guest.
SANTOMATO - PISTOIA (FI)

27/02/15
DGM + SECRET RULE
INIT CLUB - ROMA

27/02/15
RUNOVER
OFFICINE SONORE, Vercelli

28/02/15
TYGERS OF PAN TANG + guest.
BLUE ROSE SALOON - BRESSO (MI)

28/02/15
ODR + CALICO JACK + DRAGONHARP
THE ONE - CASSANO D`ADDA (MI)

28/02/15
BLOODTRUTH + DECEPTIONIST + ONICECTOMY + BIBLIOPEGIA ANTROPODERMICA
ISTANBUL CAFÉ - SQUINZANO (LE)

28/02/15
UNBIRTH + KARMIAN + BLACK ROSES FOR HER
MUSIC KITCHEN LIVE CLUB - CARPI (MO)

28/02/15
VISION DIVINE + guest.
CYCLE CLUB - FIRENZE

28/02/15
FUROR GALLICO
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

28/02/15
BUS 666 FEST (DISTRUZIONE + guests)
CIRCOLO ARCI MCQUEEN - GAIONE (PR)

Nerij - Fato Ottenebrato Ghermente Anime Inquiete
( 554 letture )
Mentre si è intenti a scandagliare scaffali polverosi di dischi in cerca di stimolanti novità con cui eludere probabili abissi paranoici, è bene gettare un occhio interessato all’underground non corrotto dalla distribuzione che s’attesta sulle centinaia di copie, l’underground angelico, ingenuo, essenzialmente invisibile, ectoplasmatico. Per un’ironia della sorte sono proprio questi ultimi prodotti ad avere nel loro mazzo gli assi in grado di deviare l’attenzione, seppure siano necessarie la pazienza di rito, l’accondiscendenza verso inevitabili difetti ed errori di gioventù (disse Gabriel Garcia Marquez, cogliendo appieno il senso della primavera della vita, che nessun primo romanzo è buono, essendo appunto un primo romanzo), il desiderio di accogliere proposte nuove che non godono della luce riflessa dalle gigantografie dei numi tutelari.

Così, scostando il leggero filo di polvere argentea, emerge da dimensioni sconosciute il primo demo della one man band pugliese Nerij, la quale decide di esprimere il male di vivere attraverso una prima traccia d’impatto, dal testo criptico, involuto, il quale, in ogni caso, trasmette il terrore claustrofobico di rimanere intrappolati nella corporeità che castra la spiritualità. Benché il riffing non denoti una vena compositiva matura e particolarmente originale (il frutto non cade troppo lontano dall’albero xasthuriano), il pezzo sfugge alla monotonia, appoggiandosi ad una produzione volutamente (o necessariamente) ruvida, imperfetta, la quale esalta l’orizzonte strutturale seghettato dell’episodio, in uno stile non dissimile dalla sulfurea atmosfera plasmata dalla scelta dei suoni nell’immenso Death-Pierce Me dei Silencer.
La seguente Barbiturico Al Crepuscolo Di Una Notevole Letizia ricorda ancora una volta il canone scandinavo, arricchito da un intelligente uso delle tastiere, nel doppio ruolo di linee d’accompagnamento e di conduttrici del soggetto tematico melodico che sostengono l’architettura non esageratamente ardita della traccia. Ben presto ai synth si affianca la sei corde pesantemente distorta, richiamando vagamente le strutture ambient-industrial, in virtù del vento di decomposizione e decadenza che spira dalle righe tormentate del pentagramma.
La conclusiva Individuo Catatonico Nei Giorni Solenni è invece, a sorpresa, una composizione dark-ambient, asfissiante e ripetitiva: basati su un’attitudine che incorona come principio supremo la morbosa essenzialità, i nove minuti di runtime scorrono inesorabilmente lenti, scavando nella pelle cicatrici che nemmeno la luce del sole potrà curare. Impossibile distinguere armonia, melodia, progressione degli accordi, essendo il nucleo pulsante una rappresentazione nichilistica della desolazione inarrestabile, vincitrice indiscussa.

Contraddistinto da una diversificazione probabilmente da interpretare come la volontà del musicista solitario di dare sfoggio delle sue potenzialità trasversali, il demo, uscito in dieci copie nel maggio 2012, ha in sé in egual misura pregi e difetti, per quanto tale valutazione possa sembrare una formulazione istituzionale di un giudizio per sua natura incompleto, data la scarsezza di materiale disponibile.
Se la presenza dei primi è stata dimostrata nelle poche righe sovrastanti, i secondi sono agevolmente intuibili. L’assenza di una riflessione in fase di missaggio penalizza basso ed impatto delle tastiere -su base teorica piuttosto interessanti- e le ristrettezze di mezzi dovute all’autoproduzione costringono il valore di Fati Ottenebrati Ghermenti Anime Inquiete ad un riconoscimento solo in potenza per il momento, senza la legittimità di un’uscita pianificata e sostenuta da un’etichetta. I venti minuti offerti non hanno il peso specifico sufficiente per predire chiaramente uno sviluppo della band in senso discendente o ascendente (come si auspica, visti i presupposti). La reale forza di volontà tassativamente richiesta all’atto di distaccarsi dalle influenze ingombranti, azione imprescindibile se l’obbiettivo prefissato è dare un significato alla propria presenza nel panorama estremo -schivando la definizione pericolosa di “fotocopia”-, è da verificare fattualmente.
Soppesate le pregiudiziali suesposte, la coda di Minosse non condanna il debutto discografico del talentuoso artista italico ad una caduta nei gironi dei condannati, né ad un poco elegante respiro affannoso per nuotare fino ai pressi delle rive abitate dai salvati.



VOTO RECENSORE
62
VOTO LETTORI
85.75 su 4 voti [ VOTA]
Greatest_Tiz
Giovedì 3 Gennaio 2013, 16.55.00
1
Dite a Nerij che farebbe meglio ad usare l'inglese..
INFORMAZIONI
2012
Autoprodotto
Black
Tracklist
1. Claustrofobiche Pareti Impercettibili
2. Barbiturico Al Crepuscolo Di Una Notevole Letizia
3. Individuo Catatonico Nei Giorni Solenni
Line Up
Nerij (everything)
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]