Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Armored Saint
Punching the Sky
Demo

Lazy Legs
Moth Mother
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

30/10/20
WILDNESS
Ultimate Demise

30/10/20
LIKE MOTHS TO FLAMES
No Eternity in Gold

30/10/20
DEEP RIVER ACOLYTES
Alchemia Aeterna

30/10/20
YAWNING MAN
Live at Giant Rock

30/10/20
NOTHING
The Great Dismal

30/10/20
OCCULT BURIAL
Burning Eerie Lore

30/10/20
EVILDEAD
United $tate$ of Anarchy

30/10/20
STALKER
Black Majik Terror

30/10/20
URIAH HEEP
Fifty Years in Rock

30/10/20
VISIONS OF ATLANTIS
A Symphonic Journey To Remember

CONCERTI

30/10/20
ULVEDHARR + GUESTS
DRUSO - RANICA (BG)

30/10/20
OTTONE PESANTE
INK CLUB - BERGAMO

30/10/20
HELLUCINATION + NEBULAE
TRAFFIC CLUB - ROMA

31/10/20
DEATHLESS LEGACY + DAMNATION GALLERY
CRAZY BULL CAFE' - GENOVA

31/10/20
OTTONE PESANTE
IL CASTELLO - PARMA

31/10/20
CLAUDIO SIMONETTI`S GOBLIN + VICOLO INFERNO
LOCOMOTIV CLUB - BOLOGNA

02/11/20
SCOTT STAPP
NEW AGE CLUB - RONCADE (TV)

03/11/20
FIT FOR A KING + GUESTS
CIRCOLO SVOLTA - MILANO

04/11/20
W.A.S.P. (CANCELLATO)
HALL - PADOVA

05/11/20
W.A.S.P. (CANCELLATO)
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

Armored Saint - March Of The Saint
( 8153 letture )
Gli Armored Saint fanno parte di quella schiera di band, non troppo nutrita in verità, che io giudico fondamentali per ricordare correttamente ciò che furono gli anni 80.
E come per molte di queste anche per loro il giudizio dei Kids fu entusiasta, ma il vero grosso successo non arrise mai ai cinque di Los Angeles più che altro per colpa della casa discografica, ed il fatto è quasi scandaloso, perché gli Armored Saint erano veramente ottimi musicisti pur senza raggiungere vette eccelse, dotati di un certo gusto nel songwriting, capaci di armonie potenti ed aggressive, (di tanto in tanto con qualche caduta di tono di poco conto che un buon produttore avrebbe certamente corretto), e di riffs in grado di scatenare un immediato headbanging, in special modo nelle esibizioni live.
La band era inoltre capace di produrre una atmosfera che pur essendo sicuramente americana, ma non nel senso negativo del termine, non perde di vista la grande lezione della nwobhm.

Le note biografiche del gruppo parlano di una esperienza scolastica (Royal Decree), per Bush, Vera e G. Sandoval, prima di annettere gli altri due e poi arrivare, dopo una intensa attività nei clubs, a partecipare allo storico Vol. 2 di Metal Massacre e quindi ad un’EP di tre pezzi che procurò loro il contratto con la Chrysalis.
Una scelta purtroppo infelice, perché la Chrysalis sarà stata anche una Major, ma non aveva alcuna idea di cosa significasse produrre e promuovere un gruppo Heavy, col risultato che l’album, pur essendo stato inciso presso studi di alto livello che avevano già visto all’opera gente come Barbra Streisand, risultò piuttosto piatto dal punto di vista della dinamica del suono, (da qui il mio riferimento ad un buon produttore nel paragrafo precedente), e per di più fu prmosso in maniera indecente. March of the Saint era invece un disco di assolutamente ottimo, da cui è difficile estrarre dei brani in particolare, in quanto tutti si mantenevano su livelli almeno buoni con non rare punte di eccellenza, e soprattutto erano Heavy così come lo si intendeva all’epoca: ritmica pesante, pochi fronzoli, svisi aggressivi, melodie riconoscibili, voce piena e roca.
Citabili in particolare March of the Saint, Can U Deliver, Seducer, -quest’ultima molto sinuosa- Stricken By Fate e la conclusiva False Alarm.

Piercing shrill that keeps you awake
You're the example he's ready to take
Laugh when you lose hung by the noose
Anyway the fire still burns to the core
Another false alarm, another false alarm
Just another false alarm False alarm


Purtroppo la Chrysalis agi’ come vi ho testè spiegato col risultato di rovinare una promettente carriera praticamente sul nascere, ciò a dispetto di altre ottime prove come Delirious Nomad. Il chitarrista Dave Prichard, responsabile di più di un memorabile assolo, e' purtroppo deceduto sei anni dopo a causa di un male incurabile.
Da avere, per sapere cosa era il vero Heavy a metà degli 80 e , perché no? Anche per sentire come lavorava una “grande” casa discografica.



VOTO RECENSORE
86
VOTO LETTORI
61.93 su 65 voti [ VOTA]
Aceshigh
Lunedì 4 Febbraio 2019, 10.43.24
22
Strepitoso primo full lenght di una tra le migliori metal bands americane degli eighties. Il punto di partenza è già a livelli altissimi e - se possibile - riuscirono addirittura a migliorarsi album dopo album fino a Symbol of Salvation, per me il loro vertice. Ma fino al 91 comunque non hanno sbagliato un colpo (e neppure dopo in realtà). 10 tracce di sudato e sanguigno metallo; in particolare va ricordata la tripletta iniziale : March of The Saint / Can U Deliver / Madhouse : standing ovation! Voto 88
InvictuSteele
Venerdì 12 Giugno 2015, 15.47.46
21
Non la prendere come un insulto o una critica Nosferatu 94. Non mi permetterei mai di criticare i tuoi gusti, perciò prendila come un consiglio pace e rock n roll!!!!!
InvictuSteele
Venerdì 12 Giugno 2015, 15.45.50
20
Si dai hanno rotto le palle, sono la metal band più famosa al mondo insieme ai metallica però basta su. Ci sono decine e decine di band geniali e, almeno per me, nettamente superiori. Magari tu sei giovane (del 94?) e devi ancora scoprire mille band, capisco che tutti partiamo dalle solite 5-6 più famose e le consideriamo uniche, però poi uno cresce e matura e si accorge che esistono migliaia di gruppi della madonna, tra cui gli Armored Saint, e che magari non campano di rendita coi dischi degli anni 80 ma che continuano ancora oggi a pubblicare album stupendi.
Nosferatu_94
Venerdì 12 Giugno 2015, 15.15.17
19
ma sti cazzo de maiden propio no guarda !!
Nosferatu_94
Venerdì 12 Giugno 2015, 15.15.17
18
ma sti cazzo de maiden propio no guarda !!
Nosferatu_94
Venerdì 12 Giugno 2015, 15.12.25
17
@InvictuSteele, OK TI Dò RAGIONE li sentirò meglio ...
InvictuSteele
Venerdì 12 Giugno 2015, 14.52.03
16
Cover band dei Maiden? Non scherziamo, gli Armored Saint sono una band della madonna che fa U.S. metal vecchio stile. Ascoltali per bene Nosferatu, un disco loro a casaccio e ti accorgerai della grandezza di questa band. E poi basta co sti cazzo di Maiden che li mettete ovunque, campano di rendita da una vita.
Nosferatu_94
Venerdì 12 Giugno 2015, 14.34.23
15
A ME SEMBRANO UN Pò UNA COVER BAND AMERICANA DEI MAIDEN... BHO POI DITEMI VOI
Nosferatu_94
Venerdì 12 Giugno 2015, 14.20.48
14
PLAGGIO*
Nosferatu_94
Venerdì 12 Giugno 2015, 14.20.20
13
A REGà SBAGLIO O TRA LORO C'è DEL PAGGIO CON GLI IRON MAIDEN ..TIPO LA TITLE-TRACK A ME SEMBRA "SANCTUARY"!!!!! AIUTO DA PANICO!!
nat 63
Sabato 28 Dicembre 2013, 13.32.03
12
poche storie,un must dell'U.S. metal. Can you deliver e Mutiny on the world da gelare il sangue,ma tutte le songs sono di altissimo livello.
Vecchio Sunko
Domenica 13 Gennaio 2013, 17.13.35
11
Un classico, da avere e ascoltare in religioso silenzio voto: 90
The Nightcomer
Domenica 1 Luglio 2012, 23.06.55
10
Un classico dell'US metal a cui sono affezionato! Non avevo ancora commentato, ma rimedio oggi, lasciando pure un bel 99 alla faccia dei soliti simpaticoni.
Radamanthis
Domenica 1 Luglio 2012, 18.31.14
9
Un disco favoloso...un classico dell'heavy USA anni 80, da avere!!!! Voto 95
jek
Sabato 10 Settembre 2011, 20.21.40
8
Bel disco non troppo "americano", bei riff piacevole e duro al punto giusto proprio un gran metal. Non sapevo tutta la storia della casa discografica ma Raven serve a questo, informare.
Nightbreaker
Giovedì 25 Agosto 2011, 15.49.25
7
I primi a fare un Heavy metal muscolare in America, mettendo in secondo piano le inflenze più Hard rockish della NWOBHM. Anche se per me il must rimane Raising fear, con la mitica Frozen will/Legacy, questo è comunque un capolavoro. Brani come "March of the saint" "Can u deliver" e "Glory hunter" sono da insegnare a scuola di US metal.
fabio
Mercoledì 20 Luglio 2011, 10.57.34
6
Che grande band! Bush fantastico; per non parlare delle doppie chitarre che si sfidano e rincorrono come scimitarre impazzite. 'March of the saint' è un classico, il mio preferito rimane comunque 'Delirious Nomad'
LIzard
Domenica 12 Dicembre 2010, 18.11.50
5
Grandissimo gruppo, assolutamente d'accordo sia sul voto che sulla recensione. Fondamentali!! "Symbol of Salvation" è una delle punte massime dell'heavy anni '80 e Dave Prichard era proprio un ottimo chitarrista. Davvero peccato per la produzione.
Electric Warrior
Giovedì 9 Dicembre 2010, 12.46.55
4
Decisamente uno dei gruppi più sottovalutati della scena metal. Immensi, disco ottimo, come i tre che seguiranno.
AL
Venerdì 30 Aprile 2010, 15.02.01
3
grande gruppo di cui però non ho mai sopportato la voce...
nima t
Venerdì 30 Aprile 2010, 12.51.35
2
peccato che un gruppo fondamentale di metal classico come gli armored non abbia mai sfondato come avrebbe dovuto !
pincheloco
Lunedì 22 Marzo 2010, 11.35.08
1
Disco che ogni metallaro della vecchia guardia deve avere. Consigliato anche ai nuovi.
INFORMAZIONI
1984
Chrysalis
Heavy
Tracklist
1. March Of The Saint
2. Can U Deliver
3. Mad House
4. Take A Turn
5. Seducer
6. Mutiny On The World
7. Glory Hunter
8. Stricken By Fate
9. Envy
10. False Alarm
Line Up
John Bush (vocals)
Dave Prichard (guitar)
Phil E. Sandoval (guitar)
Joey Vera (bass)
Gonzo Sandoval(drums)
 
RECENSIONI
77
83
79
83
92
82
84
86
ARTICOLI
16/11/2018
Live Report
ARMORED SAINT + ATHROX
Legend Club, Milano (MI), 11/11/2018
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]