Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Metallica
S&M²
Demo

Black Spirit Crown
Gravity
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

25/09/20
STEVE HACKETT
elling England By The Pound & Spectral Mornings: Live at Hammersmith

25/09/20
SAPIENCY
For Those Who Never Rest

25/09/20
VOUS AUTRES
Sel de Pierre

25/09/20
TRANSCENDENCE
Towards Obscurities Beyond

25/09/20
ATLAS
Parallel Love

25/09/20
KATAKLYSM
Unconquered

25/09/20
SPELLBOOK
Magick & Mischief

25/09/20
ANNA VON HAUSSWOLFF
All Thoughts Fly

25/09/20
MORTA SKULD
Suffer for Nothing

25/09/20
OBSIDIAN KINGDOM
Meat Machine

CONCERTI

26/09/20
STAY STEEL FEST
SKULLS CLUB - SERRAVALLE (SAN MARINO)

27/09/20
VISIONS OF ATLANTIS + YE BANISHED PRIVATEERS + AD INFINITUM
LEGEND CLUB - MILANO

29/09/20
WITHIN TEMPTATION + EVANESCENCE
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

03/10/20
PAGAN FEST
LAGHI MARGONARA - GONZAGA (MN)

03/10/20
SKELETOON
LEGEND CLUB - MILANO

08/10/20
HOUR OF PENANCE + GUEST TBA
TRAFFIC CLUB - ROMA

08/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
TEATRO CELEBRAZIONI - BOLOGNA

09/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

09/10/20
ESOTERIC + NAGA + (ECHO) (ANNULLATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

09/10/20
HOUR OF PENANCE + GUEST TBA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

Helloween - Straight Out Of Hell
( 10812 letture )
Sono tornati! In barba a gufi, detrattori, prefiche, fan nostalgici che da 20 anni rivorrebbero Michael Kiske e magari anche Kai Hansen, gli Helloween hanno fatto ritorno ancora una volta! Sono trascorsi poco più di due anni dalla pubblicazione del grintoso 7 Sinners ed in questo lasso di tempo, grazie anche ad un tour capillare in cui hanno fatto vedere di essere in ottima forma, gli alfieri del power tedesco sono tornati di nuovo sulla cresta dell’onda dopo alcuni anni non particolarmente fortunati; si può dire e scrivere di tutto a proposito del power, che sarà anche un genere stantio, ma se suonato come si deve resta uno dei più belli e divertenti da ascoltare. E, in questo, proprio i nostri amici facenti parte delle ormai leggendarie Zucche di Amburgo hanno dimostrato in passato e continuano a dimostrare di avere pochi rivali, grazie al loro connubio di pesantezza, melodia ed una sana dose di divertimento.

Ma non credo sia necessario raccontare a voi lettori la storia del gruppo, o parlarvi dell’importanza che ha avuto per lo sviluppo dell’intero movimento metal europeo; sono argomenti trattati, ritrattati ed a volte anche bistrattati, che ormai interessano relativamente poco. E’ molto più interessante, pertanto, avvicinarsi senza ulteriori indugi alla nuova fatica di Michael Weikath e soci, la quattordicesima di una lunga e nobile carriera: la copertina, già ampiamente nota a tutti grazie alla progressiva rivelazione che ne hanno fatto i nostri, torna a mostrare gli sgargianti colori cui siamo abituati e, anche se a mio giudizio sembra un incrocio non bello fra Nightmare Before Christmas e Rambo, indubbiamente colpisce. E la musica? Anche quella ci è già parzialmente nota grazie agli immancabili samples, all’ep Burning Sun ed alla recente pubblicazione del singolo Nabataea, ma c’è molta altra carne al fuoco da analizzare e gustare. Pronti? Avete preso forchetta, coltello e cucchiaio per le parti più dolci? Ed allora prepariamoci al fiero pasto: si inizia proprio con Nabataea, che, seppur ormai ampiamente conosciuta, resta senza ombra di dubbio uno dei vertici dell’intero lavoro; l’iniziale riff di chitarra di stampo orientale lascia poi il posto ad un brano veloce, potente e sorprendentemente variegato, con tanto di rallentamenti verso la metà e la fine e ritornello fatto appositamente per esser cantato dal vivo. E’ un brano eccellente, un inizio perfetto, in cui l’ottimo Andi Deris narra la storia della civiltà nabataea, a suo dire una delle prime democrazie del mondo ed una delle poche nazioni a non aver mai dichiarato guerra a nessuno; proprio questo argomento viene ripreso nella traccia numero due, ma al contrario: World of War infatti tratta la guerra dal punto di vista moderno, paragonandola ad un affare come un altro nel quale, in nome dei soldi, si è disposti a sacrificare tutto, anche la vita umana. Dal punto di vista musicale è un altro brano variegato, ma più improntato sulla durezza dei riff di chitarra della coppia Weikath/Gerstner, nonché sull’incisività della sezione ritmica, con il solo ritornello a costituire un momento di apertura melodica. Da segnalare, sempre a proposito della sezione ritmica, un breve ma interessante assolo di Markus Grosskopf a circa tre quarti del brano, prima che anche i chitarristi si scatenino. L’idea, in sostanza, è quella di un gruppo di esperienza consumata che suona all’unisono e, probabilmente, anche il fatto che la line-up sia ormai stabile da sette anni aiuta molto la coesione sonora complessiva. Live Now! è la prima, vera sorpresa dell’album, ma starà a voi decidere se in positivo o in negativo: ci troviamo infatti davanti ad un brano decisamente leggero, non solo nel ritornello ma anche nelle strofe, con inserti tastieristici ancor più presenti che sui primi due brani. Se state pensando che potrebbe esser tratta dal tanto discusso Chameleon, forse non siete troppo lontani dal vero, anche se questa è sicuramente una versione modernizzata di quanto potevamo ascoltare sul lavoro del 1993. Come ho già detto sta a voi principalmente decidere se si tratta di un brano valido o meno, il mio giudizio è che si tratti di una canzone carina che permette di respirare un po’ dopo il tiro delle prime due, ma che non sia la cosa migliore dell’album. Si prosegue con Far From The Stars; che gioca ancora una volta sull’alternanza fra ritornello arioso e melodico e strofe tirate ai limiti con il thrash, grazie anche all’apporto del micidiale Daniel Löble alla batteria; l’impressione è che i primi due brani fossero migliori, ma è gradevole nel suo complesso e nell’argomento trattato, vale a dire la necessità di qualcosa in cui credere, non necessariamente una divinità. Burning Sun, che parla di un uomo bizzarro sempre con gli occhi rivolti al cielo, è un brano potente ed epico, con un ritornello a tratti quasi da musica lirica ed una strofa di durezza considerevole, probabilmente uno degli apici dell’intero lavoro; Waiting For The Thunder, incentrata invece su un uomo che ha commesso un crimine ed attende la sua punizione (un fulmine di zeusiana memoria?), punta al contrario più sulla melodia, anche se in modo più sostenuto rispetto a quanto ascoltato in Live Now!, ma non ci pare eccezionale nel suo complesso. Hold Me In Your Arms è l’immancabile ballad che non può mancare in un disco degli Helloween, è pienamente prevedibile nella sua evoluzione e non particolarmente brillante, ma dopotutto è comunque di buona fattura. Ne avete abbastanza? Noi no, anche se abbiamo già avuto modo di vedere come ci sia qualche momento di stanca, pertanto andiamo avanti con convinzione, anche perché ora c’è una traccia che ci sorprende ancora una volta: Wanna Be God è infatti una canzone anthemica, con un ritornello da stadio ed una struttura che, fino a poco dalla fine, vede impegnati solo voce e batteria; vi ricorda qualcosa? Ebbene sì, i nostri omaggiano We Will Rock You dei Queen e non è un caso che anche il testo, opera di Deris al pari della (poca) musica, sia dedicato alla memoria del leggendario e compianto Freddie Mercury. Ci avviciniamo lentamente verso i brani che concludono il disco, pertanto gli Helloween piazzano un bel colpo per tenere viva l’attenzione: stiamo parlando della title-track di Straight Out Of Hell, simile per la sua evoluzione e le sue caratteristiche a Nabataea, forse meno brillante ma con un ritornello che invoglia ancor di più al canto; Asshole è più ragionata e carica di groove grazie al consueto, granitico lavoro di chitarre e sezione ritmica, ma, a parte il simpatico ritornello in cui Deris da…ehm, dell’escremento al suo interlocutore immaginario, non si fa notare per motivi particolari. Years, scritta e composta da Michael Weikath, è un classico brano di metal melodico tipico delle Zucche di Amburgo, non sgradevole ma non eccezionale; più interessante è il suo testo, in cui il chitarrista ci dice che, dal momento che la vita e gli anni passano senza che noi possiamo farci nulla, dobbiamo vivere in base a ciò che sentiamo e vogliamo, non in base a ciò che altre persone vorrebbero per noi. Make Fire Catch The Fly parla di un uomo con alle spalle diverse delusioni amorose, che pertanto ha paura di scottarsi di nuovo, ma finisce inevitabilmente per cedere nuovamente all’impulso dei sentimenti e finisce, ovviamente, per scottarsi ancora una volta; non è una canzone troppo ottimistica e, non a caso, è carica di groove e più oscura rispetto a parecchi dei brani presenti su questo disco, nonché a quelli cui ci hanno abituato i nostri amici molto spesso allegri e festosi. Si chiude con un brano che risolleva le sorti di queste ultime tracks, vale a dire Church Breaks Down, tirata e potente quanto basta, incentrata sui crimini commessi dalla Chiesa nel corso dei secoli. In realtà, se non ne avete ancora abbastanza, non è la Chiesa il dessert di questo ricco pasto musicale: gli Zucconi di Amburgo, infatti, avevano ancora qualche cartuccia da sparare ed hanno deciso di inserire come tracce bonus la piacevole Another Shot Of Life, il consueto misto fra pesantezza e melodia e poi una versione di Burning Sun con aggiunta di organo Hammond, dedicata alla memoria di un altro grande della musica come Jon Lord. Adesso sì, abbiamo veramente finito.

Il pasto insomma è stato lungo, forse anche troppo (due o tre brani in meno sarebbero stati l'ideale), ma sicuramente molto ricco e con molte cose di cui esser contenti. In sostanza gli Helloween hanno senza ombra di dubbio fatto centro ancora una volta: Straight Out Of Hell forse non è un capolavoro, dato che, come abbiamo visto, presenta più di qualche traccia non all’altezza delle altre, ma è al tempo stesso un lavoro potente, di freschezza sorprendente, con il giusto mix di durezza e melodia e con alcuni ritornelli più che azzeccati, che faranno la felicità di coloro che accorreranno ad assistere alle performance live dei tedeschi. Quanto alla prestazione collettiva dei nostri, credo non vi fossero dubbi a prescindere sulla sua qualità, ma ciò nonostante spendo comunque due parole in più per Daniel Löble, vera macchina da guerra e motore trainante della band e per il buon Andi Deris, troppo spesso maltrattato e qui autore di una prova eccellente. Mi trovo dunque con piacere a dare il bentornato agli Helloween per l’ennesima volta e vi invito caldamente ad ascoltare un album che, pur non esente da qualche sbavatura di troppo e da qualche momento di noia, conferma nuovamente la band di Amburgo come una delle migliori realtà metal del nostro continente. Ad averne, di gruppi così!



VOTO RECENSORE
77
VOTO LETTORI
84.03 su 106 voti [ VOTA]
megna
Martedì 26 Marzo 2019, 22.17.34
123
Sarò schietto. È uno degli album che mi ha meno colpito. Ricordo appena la title track e poco altro. Cosa inusuale per un fan di lunga data di Weikath e soci...
ELIO MARRACINY
Sabato 26 Maggio 2018, 11.43.13
122
ALBUM DERIVATIVO IN MANIERA ASSURDA...LIVE NOW! È FARSAKEN DEI DREAMS THEATERS...WANNA BE GOD È SATELITE 15 DEGLI IRONNE MAIDEN!
Aceshigh
Sabato 23 Dicembre 2017, 9.34.58
121
Bel disco, tirato forse un po' troppo per le lunghe. Un pelo sotto ai due album che lo precedono, ma meglio dell'ultimo MGGR. Voto 83
ivancarli86
Lunedì 31 Ottobre 2016, 10.51.35
120
Così...solo perchè oggi è Halloween e Radamanthis lo scriverà sicuro: happy happy Helloween!!!
Mattia
Mercoledì 26 Agosto 2015, 17.56.43
119
Non so se vi siete accorti del numero di volte in cui appare il termine "consueto" in questa recensione, ed è ciò che maggiormente mi preoccupa: è da troppi anni che gli Helloween si sono impantanati su paradigmi triti e ritriti. Ormai i loro lavori sembrano fossili tutti uguali, incapaci di stupire davvero se non tramite qualche degno colpo di coda in ciascun album..
Buona
Giovedì 6 Agosto 2015, 11.00.11
118
strepitoso e bellissimo, i testi poi sono molto interessanti
Matteo
Martedì 10 Marzo 2015, 19.37.03
117
A prescindere dal fatto che Burning Sun vale da sola più di tutti gli album da "Keeper" 3 in avanti, a prescindere dal fatto che Years = fapfapfap, a prescindere dal fatto che Nabataea è un pezzone azzoppato da un finale osceno, a prescindere dal fatto che Straight out of Hell regna, a prescindere dal fatto che Far from the stars ha una strofa brutta ma un ritornello da urlo, a prescindere dal fatto che Wanna be God dovrebbe essere messa all'indice, questo è un bell'album. Vai così!
Radamanthis
Venerdì 31 Ottobre 2014, 15.07.11
116
Come lo scorso anno: Così...solo perchè oggi è Halloween: happy happy Helloween!!!
matt2
Martedì 19 Agosto 2014, 15.23.20
115
assolutamente non un brutto disco ,ma a mio parere, al secondo posto dietro a gambling nell'era "senza roland grapow" . deris stavolta autore dei pezzi migliori del lotto , sarà dura rivedere in formazione kai e kiske.
Free alpaca
Mercoledì 6 Novembre 2013, 19.13.32
114
Finalmente l'ho preso, che dire un grande disco, superiore anche a gambling. P.s sono l'unico a cui piace asshole?
Radamanthis
Giovedì 31 Ottobre 2013, 10.53.42
113
Così...solo perchè oggi è Halloween: happy happy Helloween!!!
Legacy
Domenica 12 Maggio 2013, 20.25.04
112
È proprio vero che gallina vecchia fa buon brodo...non ascoltavo degli Helloween così ispirati da Better Than Raw e nonostante gli anni '00 non abbiano fatto bene ai nostri (vedi Rabbit e Keeper III) finalmente sembrano aver trovato una buona strada (se togliamo Unarmed)...da Gambling With The Devil, passando per 7 Sinners, arrivano infine al loro migliore album degli ultimi dieci anni, dimostrando di essere ancora in forma. Questo Straight Out Of Hell mi ha in parte impressionato per la freschezza e la grinta di Deris così come Loeble alla batteria...una vera macchina da guerra. Le note positive sono molte: la title track, Nabataea e World Of War in primis...degne di attenzione a mio avviso sono Church Breaks Down, Wanna Be God, Far From Stars, Burning Sun, Waiting For The Thunder e anche Hold Me In Your Arms...le altre le ho trovate sottotono in particolare Years e Asshole ma che comunque non influiscono più di tanto nel risultato generale che è molto buono. Gli appioppo un bel 83 e anche un bentornati Helloween
Curte
Mercoledì 1 Maggio 2013, 8.51.37
111
Spettacolo di album! Non è super-orecchiabile al primo ascolto ma è forse uno dei più bei lavori delle zucche di Amburgo! INOSSIDABILI!!!!
nicco
Venerdì 26 Aprile 2013, 11.00.12
110
Secondo il mio modesto parere quest' album fa le buche... Non è certo un top album ma direi che in attesa dell' album dei Gamma Ray in uscita nel 2014 e considerando che viene da un ottimo 7 sinners io me lo faccio ampiamente bastare e non vedo l' ora di sentire come evolverà la situazione. Helloween \m/.
enzo
Giovedì 25 Aprile 2013, 16.56.00
109
praticamente da quando andi deris 20 anni or sono e entrato negli helloween non hanno sbagliato un disco e si confermano anche con questa ultima fatica anche se wanna be god e make fire catch sky se le potevano risparmiare comunque sempre grandi burning sun capolavoro otiima nabatea live now waiting for the thunder world of war e asshole grande deris come sempre
Surymae
Venerdì 15 Febbraio 2013, 20.19.41
108
Ascoltato anch'io, anche se non approfonditamente quanto avrei voluto, questo "Straight". Che dire? Senza dubbio un buon lavoro, onesto, ben suonato e ben cantato - come sempre con Andi Deris, peccato che nessuno se ne accorga. Tuttavia, potrei dire lo stesso anche di "Seven Sinners", che era partito con il botto ma che adesso non ascolto più per tutti i suoi filler, e di "Gambling..." che a dire il vero non mi ha mai entusiasmato più di tanto. Potrebbe essere perché i miei gusti musicali si stanno orientando sempre più fuori dal metal, ma di veri pezzi da novanta, che avrei voglia di ascoltare a getto continuo, ce ne sono solo due: "Nabataea" e "Burning Sun". Il resto si divide tra tracce buone, anche molto ("Far from the Stars", nonostante in genere non mi piacciano i brani di Grosskopf, e l'atipica "Wanna Be God"), alcune che si fanno ascoltare ma non fanno gridare al miracolo ed infine altre proprio bruttine. "Hold Me in Your Arms", ad esempio: ora, sarà che ultimamente ascolto artisti che mi hanno abituato fin troppo bene, ma è davvero una ballad scontata, anche se bene interpretata da Deris. "Years" è banalissima, soprattutto alla luce della splendida "Burning Sun", ed "Asshole"...lasciamo stare, che è meglio. In sostanza, "Straight Out of Hell" mi sembra un disco molto di mestiere. E' buono, in alcuni frangenti ottimo, ma non so se lo acquisterò.
IanMorpheusm666
Martedì 12 Febbraio 2013, 21.03.36
107
Bell'album strana effettivamente asshole sembra hip-hop americano in chiave metal cmq disco potente di power tedesco
xXx
Domenica 10 Febbraio 2013, 9.29.59
106
Questo disco doveva restare in album in evidenza ancora x un mese!!!!! Asshole è un pò fuori dai canoni degli helloween ma tutto il disco spacca!
Gamma
Sabato 9 Febbraio 2013, 20.58.13
105
Siamo 4 pazzi, fino ad ora la più bella del disco...
AlinoSky
Sabato 9 Febbraio 2013, 15.37.15
104
3 ,adoro asshole , sembra un testo rap messo su base metal =)
claudio
Sabato 9 Febbraio 2013, 13.35.19
103
@ me stesso : io non la considero meravigliosa ma mi piace al contrario di tutti gli altri che la considerano disastrosa quindi diciamo che i pazzi siamo 2
Gamma
Sabato 9 Febbraio 2013, 13.09.53
102
Sono uscito di casa stamane alle 8:30 solo per acquistare il disco.....lo sto giusto ascoltando adesso. la prima impressione è buona, Nabatea un pò mielosotta ma per il resto mi piace..
Radamanthis
Sabato 9 Febbraio 2013, 12.57.28
101
Push - Liar - Kill it, ecco le tre songs più violente degli Helloween con un Deris spettacolare. Grandissime songs anche se gli preferisco quelle più melodiche ma gli Helloween sono così immensi da essere il top assoluto dalla ballad al brano speed!!!
enry
Sabato 9 Febbraio 2013, 12.37.05
100
Nessuno che vuole ascoltare 'Push'? Per me è fra le migliori 5 dell'era Deris, strana 'sta cosa...
Radamanthis
Sabato 9 Febbraio 2013, 12.28.41
99
@me stesso: a me Asshole è la traccia che piace di meno in assoluto non solo di questo disco ma anche di ogni disco degli Helloween da post Rabbit don't come easy ad oggi...
Me Stesso
Venerdì 8 Febbraio 2013, 22.38.11
98
p.s sono io pazzo o asshole è meravigliosa?
Me Stesso
Venerdì 8 Febbraio 2013, 22.29.25
97
@vichingo la parte debole del disco è quella che va dalla 2 alla 3 traccia, il resto vai tranquillo spaccano tutte
AlinoSky
Venerdì 8 Febbraio 2013, 21.29.19
96
01 starlight 02 Still we go 03 Power 04 Final fortune 05 Eagle fly free 06 I can 07 Liar 08 World of fantasy 09 Windmill 10 Dr. Stein 11 Straight Out of Hell 12 Nabataea 13 Get it up 14 Future World 15 I Want Out 16 Someone's crying 17 How many tears
Radamanthis
Venerdì 8 Febbraio 2013, 21.07.42
95
Beh difficile da dire...potrei dirti quello che mi piacerebbe ma credo che non facciano questa scaletta che ho in mente, più probabile peschino dall'ultimo disco 4/5 brani, qualcosa da 7 sinners e Gambling, il Keeper triology, una lenta (spero A tale that wasn't right, sempre la miglior ballad della band) e 3/4 grandi classici (penso da scegliere tra I'm alive / March of time / I want out / Future world / How many tears / Starlight / Ride the sky). Di queste ultime bisognerà vedere che sceglieranno con Hansen, forse qualcosa che non t'aspetti del leggendario Walls of Jericho, se poi per caso ci fosse Kiske (ma non credo, leggasi sotto mio post) allora ci si butterebbero diretti sui Keeper per buona parte del finale...
claudio
Venerdì 8 Febbraio 2013, 20.46.41
94
invece parliamo di questo tour ecco la scaletta che spero di ascoltare a bologna: intro, Nabatea, Sole Survivor, Guardians, I'm alive, The Saints, Immortal, World of war, Revelation, Mr Madman, Perfect Gentlamen,Power, If I Could Fly, Eagle Fly Free, Mr Torture, Burnin Sun, Make Fire Catch the flies,My life for one more day, where the rain grows , Dr.Stein. Encore: Ride the sky, Future World, I Want Out, How Many Tears. Adesso aspetto La vostra
Radamanthis
Venerdì 8 Febbraio 2013, 20.34.33
93
@AlinoSky: eh eh, sarebbe fantastico vedere MK sullo stesso palco di Hansen e Weiki / Markus ma credo che per il momento resterà solo una speranza...da parte di Weikath c'è stata un'apertura e anche Deris era disposto a condividere il palco per qualche brano con Kiske ma dopo pochi giorni sul profilo fb ufficiale di Kiske colui che gestisce il tutto (il grande Basti...) ha scritto quanto segue: "I just talked to Michael Kiske and he confirmed that he has absolutely NO interest at all in what certain persons are dreaming about loudly in a lot of interviews according to a possible reunion with H. or similar bullshit. Don't worry! But what he will do is sit and talk with Weikath to forgive him. But no musical reunion!" Quindi credo che per il momento ce la sognamo sia la reunion sia qualche partecipazione dal vivo ma se si incontrano e parlano / si chiariscono da quel che posso aver capito di come ragiona Kiske (dopo esserci anche scritti e avuto delle risposte a mie domande riguardo alla situazione Kiske-Helloween) penso che qualcosa possa accadere ma credo i tempi siano lunghi e comunque tutto dipenderà da questa chiacchierata, di come avverrà e se avverrà...Per ora mi gusto Unisonc, Gamma Ray ed Helloween...poi si vedrà!
claudio
Venerdì 8 Febbraio 2013, 20.33.47
92
ma siete sicuri di volere questa reunion in pianta stabile quando gli helloween attuali sono in grandissima forma un tour x il trentennale della band bellissimo ma tornare indietro alla vechhia formazione dopo 20 di storia non la vedo una buona idea uno xche hansen a livello di songwriting e spompatissimo come dimostrano le ultime fatiche dei gamma ray piene di socpiazzature e kiske (sua maesta dal punto di vista vocale) non è mai stato un primo della classe nello scrivere canzoni poi paragonato alle capacita di songwriter di andi deris fa un magra figura quindi io mi terrei questi helloween fino alla fine della carriera e aprirei un parentesi reunion x il tour del trentennale cosi d'appagare la smania di vedere almeno una volta nella vita la formazione originale
Invictus
Venerdì 8 Febbraio 2013, 17.06.28
91
Grandi zucche, non sbagliano mai un colpo. Nabatea e Burning sun sono i capolavori.
il vichingo
Venerdì 8 Febbraio 2013, 16.48.24
90
Ascoltate le prime quattro-cinque tracce ieri sera, finalmente. Ottime Nabataea e Far from the stars, la altre a mio avviso tranquillamente trascurabili e a tratti noiose. Questa sera mi ascolto l'altra metà .
Painkiller
Venerdì 8 Febbraio 2013, 16.21.29
89
Capiamoci.....se dovessero farlo (e non ci credo proprio) sarebbe impossibile fermare l'onda.....di coloro che mentre suonano gli helloween attuali urlano "kiske kiske" o "kai kai".....sarebbe a dir poco stucchevole.....a meno che non sia tutto pianificato come già discusso col Rada tempo fa....nuovo disco degli helloween, nuovo gamma, nuovo unisonic, poi reunion......IMPOSSIBILE
xXx
Venerdì 8 Febbraio 2013, 14.39.15
88
Alino quello sarebbe il massimo in assoluto!!!
AlinoSky
Venerdì 8 Febbraio 2013, 13.38.31
87
Per il live di milano...speriamo che Hansen porti con se Kiske per due canzoni cosi abbiamo tutti gli Helloween in un solo tour =)
AlinoSky
Venerdì 8 Febbraio 2013, 13.37.37
86
Ciao Radamantis. Diciamo che l'album è comunque molto bello , più lo ascolto e più mi convince , ritornelli grandiosi , batteria che spacca e un andi in gran forma. Preferisco 7 sinners perchè lo trovo più vario e duro , ma è una questione du gusti. Tieni conto che mi sta arrivando il cd col vinile da amazon.uk quindi il voto lo aumenterò sperando di ascoltarlo con una qualità superiore all'mp3 =)
Radamanthis
Venerdì 8 Febbraio 2013, 10.25.45
85
@AlinoSky: ecco finalmente che commenti sull'album Helloween...mi chiedevo perchè non l'avessi ancora fatto visto che come gusti musicali mi sembra siamo abbastanza in sintonia...Non per farmi i cavoli tuoi ma volevo sapere appunto il tuo parere su questo disco ed il perchè gli preferisci 7 sinners!? Ciao, a presto AlinoSky!
AlinoSky
Venerdì 8 Febbraio 2013, 0.14.20
84
Preferisco 7 sinners , ma non mi dispiace. Comunque oggi ho preso i biglietti per la data di milano =)
MaTTeO Y2J 2013
Giovedì 7 Febbraio 2013, 20.59.44
83
Buon album,anche se NON è il capolavoro che molti dicono che sia! A mio parere è superiore al pur gradevole 7Sinners e allo stesso livello di Gambling with the Devil. Mi hanno colpito molto Burning Sun ( Weikath non scriveva un pezzo così cazzuto da Salvation di The Dark Ride) e Nabateaa (ottima canzone) Live Now (intro potente,melodica e moderna : mi piace!! ) Far From the Stars e Straight out of Hell classicisime ma molto piacevoli. interessanti pure Waiting for the Thunder e Church Breaks Down. L'unica vera Ciofeca dell'album rimane (per me ovviamente) Asshole. VOTO : 83
Radamanthis
Giovedì 7 Febbraio 2013, 14.27.41
82
Straight Out Of Hell: Charts Austria: #22 Belgium: #82 Canada: #75 Czech Republic: #4 Finland: #4 France: #29 Germany: #4 Greece: #20 Hungary: #10 Japan: #2 Norway: #21 Poland: #38 Sweden: #6 Switzerland: #12 USA: #97 In Italia però abbiamo Giggggi D'alessio...che culo eh...ma vaff! HAPPY HAPPY HELLOWEEN!
DAVIDE
Giovedì 7 Febbraio 2013, 7.32.58
81
Basta una sola parola: bellissimo, grazie a Nabataea,World of war,Burning sun,Straight..,Church and Make fire..
claudio
Mercoledì 6 Febbraio 2013, 23.11.28
80
intanto straight è entrato nelle classifiche di mezzo mondo tranne che in italia ma siamo diventati cosi pochi i metallari in sto paese anche se la Sony con la sua distribuzione scadente c'è ne sta mettendo del suo ad oggi a Palermo non vi è traccia del cd . cmq oggi ho comprato il biglietto x la data di Bologna e prenotato l'aereo happy happy helloween ohohohohohoho
guglio2k
Lunedì 4 Febbraio 2013, 21.42.46
79
Avete ragione, l'ho messo dentro perchè comunque fa parte del periodo Grapow/Kusch. Rimane uno dei miei dischi preferiti (è il primo che ho ascotlato degli Helloween).
Radamanthis
Lunedì 4 Febbraio 2013, 20.22.35
78
@painkiller: davvero non ti piace time of the oath? A me moltissimo, più del precedente Master of the rings e del successivo Better than raw, fino a Dark Ride (che mi fa impazzire) era il mio preferito degli Helloween post Kiske. Contiene delle hit spettacolari: We burn (nella sua semplicità è magistrale), Steel tormentor, Wake up the mountain, Power, Before the war, King will be kings, la title track...stupende! Peccato per un lento di troppo (una tra Neverland e If I knew potevano risparmiarsela) le bruttine A Million To One e Anything My Mama Don’t Like e forse Mission motherland potevano studiarla un pò meglio...poi sul discorso produzione / suoni ti dò ragione, non era certo il massimo come non lo era Master of the rings e per fortuna il successivo Better è notevole sotto questo aspetto ma ripeto: Time of the oath x me contiene davvero grandi tracce!
Painkiller
Lunedì 4 Febbraio 2013, 19.38.56
77
Condivido, ride ha atmosfere piu oscure e suoni molto diversi, in ogni caso mi piace sempre tantissimo.
xXx
Lunedì 4 Febbraio 2013, 18.43.15
76
giulio credo invece che dark ride non possa essere ritenuto incassonato nel blocco master oath better...è molto differente soprattutto per quelle atmosfere che con gli helloween sino ad allora nn si erano mai incrociate!
guglio2k
Lunedì 4 Febbraio 2013, 17.59.22
75
Gambling comunque decisamente disco dell'ultimo decennio Helloween. Sinners è un po una brutta copia del precedente, ma con Straight sono assolutamente tornati in piena forma; vero comunque che le ultime 3 uscite sono da considerarsi un blocco unico un po come è successo con Master, Oath, Better e Ride. La vera sorpresa comunque è arrivata con Gambling, anche perchè Legacy mi convinse davvero poco all'epoca.
LJK
Lunedì 4 Febbraio 2013, 17.16.22
74
un ottimo cd,condivido a piena l analisi di painkiller! certo non è un missile di cd pero è davvero carino! non vedo l ora di gustarmeli dal vivo a bologna ^__^
xXx
Lunedì 4 Febbraio 2013, 17.05.18
73
bè painkiller, sul fatto che se uno dovesse scegliere quali dischi degli helloween ascoltare o meglio, consigliare l'ascolto è ovvio e straovvio che direi TUTTI quelli con Kiske alla voce...poi il resto vien da se e a ruota ma ciò ke han fatto con kiske è qualcosa di unico che sia il keeper 1, il keeper 2, pink bubbles, chameleon, il live in the uk, the best the rest the rare o qualunque bootleg di qualunque qualità audio!
Undercover
Lunedì 4 Febbraio 2013, 14.39.42
72
Sul fattore fantasia zero mi accodo a coloro che hanno già dato spiegazioni esaurienti Rada in primis, per il resto invece sono più incline alla visione di Painkiller anche se io con Deris "Time Of The Oath" e soprattutto "Better Than Raw" li ascolto molto volentieri, mentre degli ultimi per quanto piacevoli in alcune occasioni mi è rimasto quasi nulla, questo in particolare mi sembra poca cosa, valutandolo numericamente propenderei per dieci punti al di sotto del voto dato dal recensore.
Painkiller
Lunedì 4 Febbraio 2013, 14.31.28
71
@xXx: capiamoci, sono comunque una grande band e concordo con te, mai un disco uguale all'altro., almeno fino a gambling. Però se voglio ascoltarli alla fine nel lettore inserisco walls, quelli con Kiske, dark ride, il primo CD di Keeper III, Gambling. Fine. Time of the oath non l'ho mai digerito, non mi piacciono proprio un sacco di canzoni...dal vivo sono una garanzia di qualità e Deris è un signor cantante e songwriter che ha tenuto in piedi la band, però ultimamente i dischi mi sembrano una fotocopia l'uno dell'altro a livello di sonorità, non bastano gli inserti o gli arrangiamenti di tastiera a mascherare riffs troppo uguali tra loro e suoni delle chitarre identici da tre album a questa parte. Resto però dell'idea che possano fare ancora dei bei dischi, e spero già dal prossimo...
xXx
Lunedì 4 Febbraio 2013, 14.23.11
70
io invece è proprio nel post 56 di rada ke mi trovo d'accordissimo: mai un disco uguale all'altro, mai una ripetitività, sempre qualcosa di nuovo di disco in disco...poco da dire, band cm gli helloween cn 30 anni alle spalle di carriera han ancora da dire e molto. poi quoto il post 66 di claudio riguardo a qs disco. su rabbit ho le mie perplessità ma tutto sommato rada ben ha detto nel post 60 e è l'unico disco leggermente sotto la suff.
Painkiller
Lunedì 4 Febbraio 2013, 14.15.39
69
Caro Rada, non concordo affatto (post 56) ma è bello vedere una persona difendere così tanto i propri idoli senza sbroccare! . Oath per me è così brutto e mal registrato che non risco ad ascoltarlo più!!! L'unica che mi piace è la titla track ma meriterebbe davvero un suono decente.
xXx
Lunedì 4 Febbraio 2013, 14.10.36
68
Straquoto claudio e radamanthis
Ulo Ditark
Lunedì 4 Febbraio 2013, 2.12.39
67
Boh
claudio
Domenica 3 Febbraio 2013, 23.16.21
66
ma basta co sta fantasia zero io non discuto che ildisco non possa piacere ma accusare gli helloween di scarsa fantasia è eresia pura e da trentanni che allargano i confini del loro power metal gli unici in questo genere a trovare sempre delle nuove soluzioni o ammalgamare altri generi e trasformarli in power prendi world of war dove il power melodico degli helloween si ammalgama alla grande all riff new metal della strofa. in live now bon jovi incontra gli helloween pianistici di if i could fly. Il turbinio di atmosfere di nabatea dove i 7 minuti volano. Ecco il segreto che rende gli helloween inarrivabili x tutti gli atri gruppi del filone e che i seguaci riescono ad esaltare solo un singolo aspetto del genere che gli helloween hanno creato e rimodellato nel corso degli anni chi solo il lato speed e gioioso chi il lato goliardico e scanzonato, chi il lato hard rock, chi il lato epico e cosi via...... Ma solo le immense zucche riescono a suonare (salvo alcune eccezioni) convincenti ed esaltanti in tutto lo spettro di stili che hanno fatto abbraciare al power metal in un certo senso il loro power metal e un immenso e lungo "chameleon"
Radamanthis
Domenica 3 Febbraio 2013, 20.52.39
65
Un saluto a te rebelmind65, heavy metal is the law!
Rebelmind65
Domenica 3 Febbraio 2013, 20.47.08
64
Caro Radamanthis sono contento che il link ti sia piaciuto (video canzone), ma devi sapere che il mondo e' bello perche' e' vario !!! Non e detto che quello che piace a te debba per forza piacere alle altre persone, sicuramente per il sottoscritto questo album degli helloween non e' un grande album, forse voglio essere magnanimo : cerchero' di ascoltarlo meglio cercando di smussare molti degli angoli che in questo album non mi sono piaciuti !!! Comunque se' riuscite a recensire il cd degli EUMERIA - REBEL MIND MI FATE UN FAVORE, E SARANNO CONTENTI ANCHE TUTTE LE ALTRE PERSONE METALLARE COME ME' !!!! UN SALUTO RADAMANTHIS ARISENTIRCI PRESTO. STAY METAL FOREVER
Radamanthis
Domenica 3 Febbraio 2013, 20.05.34
63
@Rebelmind65: non mi trovi d'accordo nella maniera più assoluta riguardo a quanto hai scritto nel tuo post sugli Helloween e nello specifico riguardo a questo disco ma nel frattempo ti ringrazio per avermi fatto conoscere questa band e questo brano di cui hai messo il link è davvero bello...mi ascolterò tutto il disco!
Rebelmind65
Domenica 3 Febbraio 2013, 19.32.05
62
[EDIT: niente link su Metallized] FORSE CAPIRETE !!!!!
Ulo Ditark
Domenica 3 Febbraio 2013, 11.42.24
61
Non sono riuscito ad andare oltre il 4° pezzo, disco moscio, fantasia zero, produzione finta e fastidiosa.
Radamanthis
Domenica 3 Febbraio 2013, 0.49.45
60
@rocco: Sua maestosità Rocco,chiedo umilmente perdono..lei è il mio indiscusso idolo da anni ormai!Porgo distinti saluti! @Diego: che dire...Rabbit don't come easy già dal titolo fa capire la difficoltà che la band ebbe in quel momento a tirar fuori dal cilindro qualcosa di buono; l'uscita di Grapow e Kursh fu molto sentita soprattutto a livello di songwriting poichè Uli era in vena pazzesca in quegli anni, i pezzi migliori di Better than raw e Dark ride erano a firma sua e poi a ruota il solito Deris e Grapow quindi la band si trovò con un giovane Sasha Gerstner che forse non era ancora maturo a livello compositivo per essere calato in una realtà così grande come il mondo Helloween (la sua breve esperienza nei Freedom Call se pur importante non può essere paragonata al blasone delle zucche). Inoltre i problemi che ebbero con la sostituzione di Uli furono notevoli: Mark Cross (Metalium) che si ammalò e dovette abbandonare la band e le canzoni già pronte furono poi suonate da Mikkey Dee (Motörhead), un periodo di scarsissima vena compositiva di Weikath (a sua firma le tracce peggiori del disco: The Tune, Do You Feel Good e la stanissima ma non per questo azzeccata Nothing to Say). Per fortuna Deris è sempre Deris e ha tirato su il livello compositivo con le varie Just a Little Sign, Open Your Life, Listen to the Flies (non il massimo ma almeno migliore di altre) e la stupenda Far Away (che anche qui chissà poi perchè una bella canzone è una bonus track...mistero delle zucche!). Il lato positivo è che Grosskopf a differenza di qualcosina sartuario del passato inizia a scrivere capolavori e qui parte con Hell was made in Heaven (la top song del disco e una delle tracce migliori degli Helloween del nuovo millennio) e (con Deris e Gerstner) Liar (la nuova Push per intenderci). Un pò poco per una band che fino a quel momento non aveva sbagliato un disco no? Poi anche io nei commenti di questo disco sotto la rece e qui al post 56 fui un pò troppo avventato e superficiale (spero qui di aver approfondito un pò meglio) e lo valutai una merda bella e buona ma un disco degli helloween da 50 / 55 per me, che amo la band di cui sono il fan number 1 è una vera pugnalata al cuore: dagli Helloween voglio sempre il massimo (e oltre che dagli Helloween anche da tutto ciò che gira intorno al mondo Helloween ovvero Gamma Ray, Unisonic, Kiske solista e Masterplan)! Non accetto (neanche mezzi) passi falsi!
Diego
Domenica 3 Febbraio 2013, 0.15.21
59
Ma perché Rabbit non piace a nessuno? Io non lo trovo così scandaloso... Per il resto concordo con radamantis
rocco
Sabato 2 Febbraio 2013, 23.03.18
58
@rada, non nominarmi invano o stai attento sempre alle spalle
guglio2k
Sabato 2 Febbraio 2013, 22.54.58
57
stra d'accordo con radamanthis
Radamanthis
Sabato 2 Febbraio 2013, 19.47.54
56
E comunque sono pienamente d'accordo con te Claudio...nella discografia degli Helloween non trovi (se non in rare eccezioni) un disco uguale all'altro...Walls of Jericho è speed; Keeper I / II sono l'essenza del power metal; Pink bubbles go ape è più vicino all'heavy; Chameleon è un mix di rock, prog, heavy, pop, jazz e chi più ne ha più ne metta; il trittico Master - Oath - Better hanno la potenza sonora in crescendo; Dark è oscuro in tutto e per tutto; Rabbit fa cagare ma vabbè, poi c'è Legacy che strizza molto l'occhio al power prog; e ora il trittico nuovo Gambling, Sinner, Hell...anche qui un pò come nel trittico precedente l'evoluzione naturale della band...se questa band è ripetitiva io sono Rocco Siffredi!
Radamanthis
Sabato 2 Febbraio 2013, 19.42.05
55
ok claudio, perfect!
claudio
Sabato 2 Febbraio 2013, 16.20.04
54
ah Rada sulla questione songwriting di weikath non c'è l'avevo con te direttamente ma un altro utente che aveva ripreso la questione prendendo spunto dalla nostra discussione avvenuta a rigurdo della biografia degli helloween in cui noi 2 avvevamo ampiamente declamato le nostre opinnioni a riguardo
claudio
Sabato 2 Febbraio 2013, 16.16.46
53
ora tornando a straight out of hell dopo il 5 ascolto le cose vanno sempre meglio il disco è molto bello ai livelli di 7 sinners e leggermente al di sotto di gamblin che è un assoluto capolavoro. l'unica canzone che non mi convince a pieno rimane live now che ha un riff e una strofa meravigliosa ma poi il ritornello non è all altezza e me l'ammoscia invece di fargli raggiungere l'apoteosi dell anthem assoluto da gridare a squarciagola. Top songs che diventerranno assoluti classici: Nabatea, Burnin Sun, World of War, Make fire catch the flies, Waiting for the thunder, Another Shot Of LIFE (ma perche mai solo bonus? misteri degli helloween non è la prima volta che succede) . Buone: Far From the stars, years, Straight out of hell, Wanna be God (passato la perplessità del primo ascolto non si toglie dalla mente riesce nel suo intento di essere un anthem da stadio) hold me in your arms. sufficiente : live now e ora me lo vado a riascoltare
claudio
Sabato 2 Febbraio 2013, 16.03.40
52
ma come si fa a dire che gli helloween non si siano evoluti o proposto cose trite e ritrite pur mantenedosi all'interno del power metal e metal classico in generale hanno prodotto sempre album uno diverso dall'altro aggiungendo sempre nuovi elementi e mantenedosi al passo dei tempi ma li ascoltate realmente gli album o cosa walls of.... e uguale ai keeper non mi sembra persino i due keeper sono differenti tra loro pur essendo scritti come un tutt'uno e poi per motivi discografici divisi in 2 parti e potrei andare all'infinito con i vari master, better, dark ride ............. e se in piu c'infiliamo dentro i due dischi del presunto scandalo pink e chamaleon che invece sono molto buoni soprattuto il secondo tutte queste accuse d'immobilismo gia sentito cadono come cstelli di carta
xXx
Sabato 2 Febbraio 2013, 14.39.47
51
io vorrei sapere tanto quali sono queste affermazioni ke tanto han fatto scalpore...ne ho lette tante di interviste a kiske e nell'articolo the metallized observed viene ben spiegato da chi scrive l'articolo la cosa per filo e per segno...se poi uno vuole interpretare ciò che vuole faccia pure ma la realtà è un'altra...basta mettere parole in bocca alla gente senza ke questa le ha dette...
Kupu
Sabato 2 Febbraio 2013, 14.24.04
50
....vabbè è un parere personale, non ce la faccio a fossilizzarmi, detto questo le passate affermazioni di kiske lo rendono un buffone e anche un po' paraculo, ci credo si fidati, ma ci credo di brutto.
xXx
Sabato 2 Febbraio 2013, 14.13.30
49
ma caro kupu che vorresti ascoltare dagli helloween? un disco di black? che vorresti ascoltare dai metallica? power metal? che vorresti ascoltare dagli Amon Amarth? glam? e che cazzo, è ovvio che gli helloween facciano power e lo fanno anche bene? evoluzione? Vai a dirlo alle band che per 20 anni han fatto la stessa cosa per poi fare un disco che non c'entra nulla col loro passato ed ecce mazzate su mazzate, vai a dirlo aglis tessi helloween che fanno chameleon che non c'entra una minchia con i keeper e han preso mazzate (nonostante abbiano sfornato un capolavoro per me). e poi kiske è un buffone? si si, come no...credici!
Kupu
Sabato 2 Febbraio 2013, 12.56.08
48
....io capisco essere dei fanboy ecc ecc ma qua siamo di fronte alla solita, ennesima roba, cioè ma come si fa ad ascoltare per 20 fottuti anni sempre il solito, sempre il solito, sempre il solito e sempre il solito, un minimo di evoluzione cristo!!! Poi per carità il suo lo sanno fare eh nulla da eccepire, ma la chiusura metale del metallaro medio italiano mi lascia sempre più allibito. Non c'entra nulla con questo disco ma ogni tanto lo devo dire, kiske è un buffone
Diego
Sabato 2 Febbraio 2013, 11.44.01
47
Niente da dire sull'artwork, a me piace e più ascolto il disco pù mi piace anche quello!!
Delirious Nomad
Sabato 2 Febbraio 2013, 7.03.26
46
...Però fa cagare comunque eh.
Radamanthis
Venerdì 1 Febbraio 2013, 23.29.47
45
Anzi, sinceramente il primo momento interlocutorio mi portò a dire che mi fa cagare, ma ora, guardandola bene e avendo la cover tra le mani non posso non notare particolari interessanti che me la fan piacere e che ben si amalgamano col disco inteso a livello musicale...
Radamanthis
Venerdì 1 Febbraio 2013, 23.27.25
44
Ah, 2 righe sulla copertina...gli Helloween ci hanno abituato a copertine stupende che si alternano a cose obrobriose...le stupende Walls, Keeper 1, Keeper 2, Master, Oath, Better, Dark, Legacy e Gambling, le orrende Pink, Chameleon, Rabbit e Sinner; questa si colloca a mio parere tra le prime. Dopo un primo momento interlocutorio devo dire che mi piace! Happy happy Helloween...
Oudeis
Venerdì 1 Febbraio 2013, 21.35.20
43
@xXx Fast & Furious: ho scritto "anche... per collocazione cronologica". Ad ogni modo il senso del mio precedente intervento è un altro...
piemme
Venerdì 1 Febbraio 2013, 20.50.04
42
ho adorato i primi Helloween che sono stati un po' come il primo grande amore, ma ho amato anche il periodo di Master of the rings e time of the oath, ritengo comunque che le zucche si siano sempre assestate su buoni livelli, non sono certo degli sprovveduti, sto ascoltando questo SOOH e devo dire che non è affatto male, cosa si può volere dagli helloween oggi? Che facciano bei dischi, ben suonati, ben prodotti, con belle canzoni e bei cori da canticchiare... allora ci siamo, questo è un bel disco, consigliato ai fans del gruppo, chi non li conosce... beh, non dovrebbe dire di ascoltare metal...
lux chaos
Venerdì 1 Febbraio 2013, 20.03.48
41
Grande rada!! Lo spero vivamente!! Non mollo ciao mastro helloween
Radamanthis
Venerdì 1 Febbraio 2013, 19.52.50
40
E rada ringrazia per il "maestro" il sempre gentile d.r.i., conferma ciò che ha detto l'amico xxx (fast and furious...GREAT!!!) e saluta il buon painkiller e il buon lux chaos consigliandogli ripetuti ascolti del disco in questione...vedrete che il vostro giudizio lieviterà come il vostro voto!
lux chaos
Venerdì 1 Febbraio 2013, 19.15.53
39
A malincuore e pur possedendo (e apprezzando) tutta la discografia Deris-Era (tranne la ciofeca Rabbit..), al terzo ascolto continuo a ritenere questo album un mezzo flop...sufficiente...banale, scontato...peccato, spero che salga ai prossimi ascolti, ma mi sa di minestra riscaldata assurda...65
Salvo
Venerdì 1 Febbraio 2013, 19.03.19
38
è un pò inferiore al precedente che rimane un bellissimo disco per me. comunque il nuovo è un buon lavoro, sono ancora in grande forma. voto 80.
Vecchio Sunko
Venerdì 1 Febbraio 2013, 18.20.08
37
Troppo buoni, Sufficienza risicata e non più...
Drummer Furio
Venerdì 1 Febbraio 2013, 16.49.54
36
87 almeno, album eccezionale pochi c***i . Adoro i due Keepers, ma adoro al pari l'era Deris e questo è un grande album, pieno di ottima musica e personalità e questo mi basta.
xXx Fast & Furious
Venerdì 1 Febbraio 2013, 15.58.16
35
Oudeis ma i Keeper sono irraggiungibili e x me anche Walls of jericho, pink bubbles e chameleon per vari motivi: 1-cronologia / anni 80 (ti do ragione) 2-Michael kiske (mai nessuno potrà raggiungere certi livelli qualitativi a livello vocale nel genere power metal, in molti lo hanno provato a copiare e in molti han voluto essere suoi cloni) 3-Kain hansen (almeno per i Keeper, a livello di songwriting è a dir poco eccellente e ciò che ha fatto nei primi anni con i Gamma ray è la naturale prosecuzione dei keeper). Il resto posso quotarti circa la bravura degli Helloween attuali, immensi, forse la top band di quelle storiche!
Oudeis
Venerdì 1 Febbraio 2013, 14.31.43
34
Per molti "Keeper... I & II" rimarranno album irraggiungibili, anche, mi permetto di aggiungere, per collocazione cronologica. Domanda: cosa deve fare una band dalla indiscutibile perizia esecutiva e dalle eccellenti capacità compositive per soddisfare sia i vecchi fan che la propria label (e quindi, anche, avvicinarsi a sonorità più moderne)? Risposta ovvia: produrre sia brani per i primi, sia brani per i secondi (allungando così la durata dell'album). Il talento di costoro è per me comunque innegabile, si evince da tanti, tanti passaggi veramente riusciti. Tra questi segnalo proprio il denigrato ritornello di "Live Now!" con il suo intrigante tempo composto (in quarti), ma ce n'è per tutti i gusti... Vi sono tuttavia episodi di fattura inferiore: alcuni ritornelli power triti e ritriti, così come alcune soluzioni "moderniste" un po' banali. È evidente che gli Helloween versione 2.0 non sono quelli degli anni '80, tuttavia rimangono troppo legati a quel periodo. Questo non può che essere controproducente: anche se pubblicassero canzoni meglio suonate ed arrangiate rispetto a "Keeper...", ma con lo stesso indirizzo compositivo, queste non potrebbero essere altro che sbiadite imitazioni. Preferirei pertanto che con più coraggio i Nostri tentassero il superamento del legame con il proprio passato. Preferirei che ci regalassero musica in cui la coesistenza dei tanti elementi che caratterizzano la loro proposta non fosse indirizzata al soddisfacimento di altrui aspettative. Reinventarsi è arduo e pericoloso: anche se si hanno le capacità e le si ben utilizza, si rischia comunque di essere fraintesi (soprattutto per una band non emergente). Questa è però la strada dell'artista, ed è il tempo a decidere il valore dell'arte. Gli Helloween mostrano di essere dei bravissimi artigiani della musica, non dissimilmente da altre band di fama ed esperienza, ma ho fiducia che se volessero, gli Helloween come anche quelle altre band, potrebbero ancora stupire.
d.r.i.
Venerdì 1 Febbraio 2013, 13.51.47
33
Per me da 85, concordo con la recensione e con quanto detto dal 'maestro' Rada. Per quanto riguarda il post 23 di Rebelmind65: cazzo uno dei miei dischi preferiti!
xXx
Venerdì 1 Febbraio 2013, 13.17.25
32
si rada era a quello che mi riferivo. cmq quoto il tuo pensiero anke se è indubbio ke weikath abbia scritto dei capolavori ma il motore creativo della band prima era hansen ora è deris e grosskopf sono anni ke scrive le top songs assolute dei dischi! w gli helloween, grande band...la migliore assolutamente!
Painkiller
Venerdì 1 Febbraio 2013, 12.05.10
31
lo ascolterò ma aspetto a comprarlo...ormai i loro dischi son tutti uguali e dopo un po' mi annoiano...bravissimi mestieranti, sicuramente più in forma rispetto ad altri gruppi storici ma alla fine sento sempre cha manca qualcosa. Per capirci, i tanti (da me) criticati Maiden post reunion hanno comunque scritto album parecchio diversi l'uno dall'altro, poi alcuni mia piacciono parecchio (amolad e dance of death), altri abbastanza (brave new world) e the final frontier...va beh...lasciamo perdere. Ma almeno sono album molto diversi. Vedrò...magari crescerà con gli ascolti...
Radamanthis
Venerdì 1 Febbraio 2013, 11.46.34
30
@G'mork777: Burning Sun è una delle tracce più belle del disco ma perchè hai citato solo brani scritti da Weikath? Hai giustamente citato grandissime canzoni a firma Weiki ma se la tua voleva essere una risposta (anche parziale dato che io ho sempre deto che Burning Sun è una grandissima canzone) alle mie affermazioni circa Weikath come songwriter ti invito a leggere i miei post nell'articolo sulla biografia degli Helloween dove meglio spiego il mio pensiero; se invece non era riferito a me pace!
BILLOROCK fci. (con i nuovi acquisti)
Venerdì 1 Febbraio 2013, 11.37.30
29
Justin !! oh io mi prenoto, vengo con te !!
G'mork777
Venerdì 1 Febbraio 2013, 11.12.07
28
Non per polemizzare ...ma anche per polemizzare...ma ho l'impressione che chi non apprezza Burning Sun forse non gli piacciono gli Helloween ...sarebbe meglio farsene una ragione. Voglio dire ...How Many Tears, Eagle Fly Free, Sole Sourvivor, Steel Tormentor, Kings will be Kings, Falling Higher, Midnight Sun,The Saints ecc... sono l'essenza del power speed. Giudicare una song veloce ed articolata come Burning Sun NOIOSA significa non apprezzare questo genere di metal. Va bene, non c'è niente di male ma è una premessa necessaria se si commenta un disco degli Helloween...no?
Justin B.
Venerdì 1 Febbraio 2013, 9.38.05
27
Thank you guys! Listen to me and not to this...you call it...mmm i think it's MERDA! Lambruscos come to Los Angeles, we could drink great vini and birre poi i will give my young faaaaans for una notte e che notte di extreme sex!!! ok????? c'mooooonnnnnnnnn!!!
blurcry
Venerdì 1 Febbraio 2013, 9.37.31
26
disco da 70 come voto e non di più....perchè inferiore ai due album precedenti. Ottime e memorabili sono : "world of war" e "church breaks down" (sopratutto quest'ultima!) spensierate & simpatiche "asshole" e "wanna be god" buonissimi pure i brani più lenti come "waiting for the thunder" e "hold me in your arms" ...mentre senza infamia ne lode i restanti brani con "burning sun" e "years" davvero pallose da sentire... (e forse evitabili)
LAMBRUSCBIEBER
Venerdì 1 Febbraio 2013, 9.34.00
25
@I LOVE BIEBER, si può apprezzare sia questo che anche Justino, non credi? A me ad esempio l'ultimo, Believe, ha dato forti emozioni, ma anche gli Helloween sanno fare la loro musica, dai....
Rebelmind65
Venerdì 1 Febbraio 2013, 9.21.15
24
Scusate ragazzi, il titolo e' REBEL MIND
Rebelmind65
Venerdì 1 Febbraio 2013, 9.16.00
23
cari ragazzi della redazione, abbiamo fatto tutti il callo alle orecchieascoltando queste sonorità' triste e ritrite, io sono nauseato sempre dela stessa minestra. Il consiglio che voglio darvi e' questo : cercate di trovare e di recensire un album per me' fantastco!!! Si chiamano EUMERIA , il titolo : REMEL MIND, un album spettacolare suonato in modo magistrale!!!!!!! Lo consiglio vivamente, una volta ascoltato vi piacerà' da matti. Un grosso saluto a tuta la redazione, e aspetto un vostr riscontro, ciao a risentirci fratelli !!!
tenebra occulta
Venerdì 1 Febbraio 2013, 2.03.54
22
Lo considero uno dei dischi peggiori degli Helloween. A parte un gran bel pezzo come Nabataea, il resto dell'album è piatto, scontato, banale. Non pretendo innovazione da questa band, ma nemmeno che ci siano ritornelli scontatssimii, parti di canzoni scopiazzate da loro pezzi precedenti e riempitivi a non finire. Si regge a malapena in piedi grazie al grande Deris e alla prestazione di Daniel Löble sempre in prima linea e incazzatissimo nel suo drumming. 7 Sinners e soprattutto Gambling sono tutt'altra roba... Un tuffo nel vuoto. voto: 59
Radamanthis
Venerdì 1 Febbraio 2013, 0.13.27
21
Mah Claudio, io sinceramente tirai in ballo in questo sito la cosa che Weiki non sia il massimo come songwriter ma già ne discutemmo nell'articolo riguardante la biografia degli Helloween e devo constatare che anche qui, a parte la bellissima Burning Sun non è che faccia molto...se leggi i credits delle songs del disco vedrai quanto segue: Nabataea (M: Deris, L: Deris), World of War (M: Gerstner, L: Gerstner), Live Now! (M: Deris, Gerstner, L: Deris), From the Stars (M: Grosskopf, L: Grosskopf), Burning Sun (M: Weikath, L: Weikath), Waiting For the Thunder (M: Deris, L: Deris), Hold Me in Your Arms (M: Gerstner, L: Gerstner), Wanna Be God (M: Deris, L: Deris), Straight Out of Hell (M: Grosskopf, L: Grosskopf), Asshole (M: Gerstner, L: Gerstner), Years (M: Weikath, L: Weikath), Make Fire Catch The Fly (M: Deris, L: Deris), Church Breaks Down (M: Gerstner, L: Gerstner), Another Shot of Life" (M: Grosskopf, L: Grosskopf); come vedi a firma di Weikath oltre alla stupenda Burning Sun come già detto c'è solo Years (non un granchè per me e l'ho scritto anche nel post 16 indicandola come una tra le flop songs. Da Weikath ci si aspetterebbe di più, no? Alla fin della fiera è sempre Deris a farla da padrone come songwriter; poi per il resto ti straquoto quando dici "forse gli unici o comunque tra i pochissimi gruppi storici che ancora riescono a proppore degli album validi dopo trent'anni di carriera".
Er Trucido
Giovedì 31 Gennaio 2013, 23.53.13
20
@claudio: nessuna scelta redazionale, solo impegni di lavoro. sai com'è è in home da oggi pomeriggio, mica da una settimana, può capitare che non si abbia il tempo materiale di farlo.
I_Love_Bieber
Giovedì 31 Gennaio 2013, 23.32.31
19
77?!? ma è musica questa?? è inascoltabile sta schifezza preferisco di gran lunga ascoltarmi Justin Bieber lui si ke sa cantare nn sti RINCOGLIONITI io gli avrei dato un bel -77 ciao a tutti
claudio
Giovedì 31 Gennaio 2013, 23.09.42
18
ma come cavolo si fa a non mettere questo disco come top album ma che cavolo di scelta redazionale è? L'album e molto bello come d'altronde i due precednti e solo due giorni che c'è lo quindi ancora non ho deciso se sia supoeriore o leggermente inferiore ai vari capolavori precedenti l'unica modifica che avrei fatto è sostituire live now (che ha un bel tiro ma poi si ammoscia un po nel ritornello) con la magnifica another shot of life fortunatamente ho la limited edition e le ho entrambe. weikath non ha scritto le canzoni piu deboli del album come qualcuno ha sostenuto ma burnin sun che una delle top song dell'album e years che è molto buona ora aspettiamo marzo x goderceli dal vivo lunga vita agli Helloween forse gli unnici o cmq tra i pochissimi gruppi storici che ancora riescono a proppore degli album validi dopo trentanni di carriera
claudio
Giovedì 31 Gennaio 2013, 23.09.41
17
ma come cavolo si fa a non mettere questo disco come top album ma che cavolo di scelta redazionale è? L'album e molto bello come d'altronde i due precednti e solo due giorni che c'è lo quindi ancora non ho deciso se sia supoeriore o leggermente inferiore ai vari capolavori precedenti l'unica modifica che avrei fatto è sostituire live now (che ha un bel tiro ma poi si ammoscia un po nel ritornello) con la magnifica another shot of life fortunatamente ho la limited edition e le ho entrambe. weikath non ha scritto le canzoni piu deboli del album come qualcuno ha sostenuto ma burnin sun che una delle top song dell'album e years che è molto buona ora aspettiamo marzo x goderceli dal vivo lunga vita agli Helloween forse gli unnici o cmq tra i pochissimi gruppi storici che ancora riescono a proppore degli album validi dopo trentanni di carriera
Radamanthis
Giovedì 31 Gennaio 2013, 20.50.49
16
Ecco qui la recensione tanto attesa della mia band preferita! PREMESSA: Non cito in alcun modo i Keeper o Michael Kiske, si sa che quei dischi erano leggenda e resteranno per sempre leggenda e si sa che la voce di Sua Maestà Michael Kiske non è neanche lontanamente paragonabile a quella del seppur bravo Andreas Deris, quindi largo da facili supposizioni e cose ovvie (anche Barry in recensione cita Chameleon...altro capolavoro indiscusso degli Helloween, di poco inferiore ai Keeper e a Walls e lievemente superiore a Pink bubbles go ape, disco stupendo per lo scrivente) ma concentriamoci sul disco! LA MUSICA: ottima, di ottima fattura, di classe, di mestiere; veloce, potente, cambi di tempo azzeccati, arrangiamenti mai banali, sezione ritmica da urlo e parte solista non male (anche se ci si potrebbe aspettare di meglio). LA VOCE: un plauso al sempre migliore Andi, bravo nelle parti acute e altre, grezzo quanto serve in quelle più violente, melodico e potente proprio come gli Helloween devono essere e sono! E' un vino...migliora invecchiando! Molto bravo inoltre nell'azzeccare quasi sempre melodie vincenti ed avvincenti! LE TOP SONGS: Sicuro Nabatea, Burning Sun, Waiting For The Thunder, Straight Out Of Hell, Make Fire Catch The Fly oltre che alla bonus track Another Shot Of Life (perchè bonus? Sarebbe stata molto bene nel disco) FLOP SONGS: l'inascoltabile Asshole, Years, la ballad Hold me in your arms, Live Now e l'inutile bonus tributo a Jon Lord (decisamente troppe...) CONCLUSIONE: Bel disco con delle tracce favolose (quelle che ho indicato Top songs) e altre di comunque ottima fattura (Far From The Stars e Church Breaks Down), eccessivamente lungo per me o almeno ne avrebbe giovato l'inserimento di Another shot of life al posto delle 3 Asshole, Years, Live now; magari la ballads poteva essere fatta meglio, un pò meno lagnosa...e vabbè, passi per Wanna be God che è più un joke che una vera e propria traccia, quindi tutto sommato un disco ottimo con qualche calo di troppo, sicuramente inferiore a Gamblig with the devil, al pari di Legacy (non nominiamo invano il nome Keeper per favore...) e 7 sinners, sicuramente superiore al flop della loro discografia Rabbit don't come easy. Resto fermo qui per poterlo paragonare con un minimo di logica e limite di paragone ai dischi sfornati da questa formazione, non scomodiamo invano i grandi Kiske e Hansen (irraggiungibili all'ennesima potenza) ma neppure i dischi a firma Kiske - Grapow (irraggiungibili) e neppure quelli che videro Deris dietro al microfono dell'era Grapow - Kursh (superiori anche se con un Deris inferiore all'attuale)...lasciamo i masterpieces là dove sono, pensiamo al presente e apprezziamo questo più che apprezzabile disco chiudendo con la chiusura perfetta di Barry: "Ad averne, di gruppi così! " Voto 87 pieno! HAPPY HAPPY EALLOWEEN, HELLOWEEN, HELLOWEEN!!!
Fast
Giovedì 31 Gennaio 2013, 20.01.43
15
preferisco il disco precedente..... mezza delusione......
G'mork77
Giovedì 31 Gennaio 2013, 19.26.16
14
Album valido. Da 7 su 10. Burning Sun, Nabatea, World of War, Staright out of Hell, Far from the stars e Years su tutte. Ascoltatevi però anche No Eternity, la bunus japponese, a me ricorda molto le b-sides dei due keepers.
LuisaDeris!
Giovedì 31 Gennaio 2013, 19.05.40
13
EBBASTA! basta con il riferimento a Kiske e ai Keeper! Buon album, non ai livelli del mitico Time of The oath, ma comunque piacevole. Ottima Nabataea! Anche straight out of hell, bellisima, sembra essere uscita da master of the rings...spero vivamente la suonino a Bologna! )
blackinmind
Giovedì 31 Gennaio 2013, 17.32.01
12
Lo paragonerei come tipo di disco a "Endgame" dei Megadeth, lo senti che è ben suonato, che ci sanno fare, ma poi spengo lo stereo e non mi resta niente di particolare. Sarà che a me non impressiona affatto che pestino duro e le melodie mi appaiono piuttosto banali, boh. Gli darei un 65 e via. Massimo 70...
Diego
Giovedì 31 Gennaio 2013, 17.16.16
11
Per favore, non tiriamo fuori i due keeper ogni volta...sono rimasti in due delle cinque zucche che composero quei dischi e passati più di 20 anni. A me il disco piace, a volte cade nel banalotto e scontato, ma contiene anche pezzi molto validi. Come al solito meglio 3 ascolti e poi commentare.
Ayatrax
Giovedì 31 Gennaio 2013, 17.07.16
10
Disco pallosissimo , mi sono pentito dell"acquisto . 59 di voto.
Luca "Diablo"
Giovedì 31 Gennaio 2013, 17.05.46
9
come termine di paragone potrei dire che questo album sta ai 2 keeper come scary movie sta a scream. Una parodia non può che far sorridere.
wonderghio
Giovedì 31 Gennaio 2013, 16.52.27
8
10 punti in più ci stavano TRANQUILLAMENTE. Album FANTASTICO.
Me stesso
Giovedì 31 Gennaio 2013, 15.59.49
7
Voto recensione un po' bassino almeno un 84. Gran bel disco
Master Killer
Giovedì 31 Gennaio 2013, 15.48.40
6
Finalmente la recensione , credevo che aspettavo di peggio, però posso dire che è vero che Gambling è molto superiore, però ormai sono innamorato di 7 Sinners, album duro e spettacolare, ma in compenso posso dire che questo anno è iniziato bene con il nuovo full Leght degli Helloween. Spettacolare Burning Sun, Nabataea, Waiting for the Thunder e Far from the Stars (che stranamente Waiting for the Thunder mi ricorda I Live for your Pain di The Dark Ride) Voto 88
Simone
Giovedì 31 Gennaio 2013, 15.40.03
5
Piatto,scontato,ritornelli al limite del banale (asshole?!?!ma per favore). mi sembra di ascoltare 'The Saints' di Gambling 13 volte! si salvano Burning Sun,Nabatea,Wanna be god e forse forse waiting for the thunder! HELLOWEEN CHE è SUCCESSO??? mi è piaciuto parecchio 7 Sinners e mò?!?!?!?!
xXx
Giovedì 31 Gennaio 2013, 15.25.13
4
Si, Gambling è superiore...dell'era post Grapow - Kursh direi che Gambling è proprio il top però anche questo è un gran disco! Constatazione: i brani di Weikath sono sempre i peggiori salvo rarissime eccezioni e non da questo disco ma da parecchi anni ormai! Ricordo qualcuno (forse Radamanthis massimo esperto degli Helloween) lo scrisse anche qui su metallized in qualche articolo o roba simile...e io condivido il pensiero!
guglio2k
Giovedì 31 Gennaio 2013, 14.32.57
3
Disco incredibile, le zucche in perfetta forma da diversi anni a sta parte. Anche se il mio preferito tra le ultime uscite rimane Gambling with the Devil. Per me 85.
xXx
Giovedì 31 Gennaio 2013, 14.30.15
2
Disco molto bello, poco da dire...i difetti li ha già sottolineati barry (lunghezza eccessiva, 2 tracce di troppo, alcune che potevano essere migliori, una ballata non riuscitissima) ma ad averne di gruppi così! Il mio voto è 85
marduk
Giovedì 31 Gennaio 2013, 13.35.50
1
disco spettacolare....il miglior album power dell'anno....senza un momento di tregua...pezzi tutti riuscitissimi....voto 90
INFORMAZIONI
2013
Sony Music
Power
Tracklist
1. Nabataea
2. World Of War
3. Live Now!
4. Far From The Stars
5. Burning Sun
6. Waiting For The Thunder
7. Hold Me In Your Arms
8. Wanna Be God
9. Straight Out Of Hell
10. Asshole
11. Years
12. Make Fire Catch The Fly
13. Church Breaks Down
14. Another Shot Of Life (Bonus Track)
15. Burning Sun (Hammond Version) (Bonus Track)
Line Up
Andi Deris (Voce)
Michael Weikath (Chitarra)
Sascha Gerstner (Chitarra)
Markus Grosskopf (Basso)
Daniel Löble (Batteria)
 
RECENSIONI
70
77
40
75
72
74
55
58
68
75
80
80
70
64
67
82
90
95
90
ARTICOLI
23/11/2017
Live Report
HELLOWEEN
Mediolanum Forum, Assago (MI), 18/11/2017
27/07/2015
Intervista
HELLOWEEN
La vita è più facile se ascolti gli Helloween!
19/08/2012
Articolo
HELLOWEEN
La biografia
24/01/2011
Live Report
HELLOWEEN + STRATOVARIUS
Atlantico, Roma, 19/01/2011
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]