Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Esoteric
A Pyrrhic Existence
Demo

Prysma
Closer To Utopia
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

11/12/19
ETERNAL SILENCE
Renegades

11/12/19
THE RIVER
Vessels into White Tides

12/12/19
ALASTOR
Šumava

13/12/19
NIGHTBEARER
Tales of Sorcery and Death

13/12/19
VOLTUMNA
Ciclope

13/12/19
SATYRICON
Rebel Extravaganza (rimasterizzato)

13/12/19
STONE SOUR
Hello, You Bastards

13/12/19
COMANDO PRAETORIO
Ignee Sacertà Ctonie

13/12/19
ARKONA (PL)
Age Of Capricorn

13/12/19
GLI ATROCI
Metal Pussy

CONCERTI

11/12/19
MUNICIPAL WASTE + TOXIC HOLOCAUST + ENFORCER + SKELETAL REMAINS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

11/12/19
LAST IN LINE
CAMPUS INDUSTRY MUSIC - PARMA

12/12/19
SKINDRED + GUESTS
LEGEND CLUB - MILANO

12/12/19
MARILLION
AUDITORIUM DELLA CONCILIAZIONE - ROMA

12/12/19
MONKEY3 + GUESTS TBA
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

13/12/19
MARILLION
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

13/12/19
GWAR + VOIVOD + CHILDRAIN
ROCK PLANET - PINARELLA DI CERVIA (RA)

13/12/19
SCALA MERCALLI
BUFFALO GRILL - CIVITANOVA MARCHE (MC)

13/12/19
GLI ATROCI
ALCHEMICA MUCIS CLUB - BOLOGNA

13/12/19
NATIONAL SUICIDE + TERBIOCIDE
UFO ROCK PUB - MOZZO (BG)

Hatriot - Heroes Of Origin
( 1840 letture )
Gli Hatriot. Chi sono costoro?
I nostri lettori più assidui, ed in generale tutti quelli che seguono costantemente il mondo del metal, probabilmente hanno già sentito parlare di questo progetto, ma per coloro i quali non fossero già stati notiziati in merito dirò solo un nome: Steve "Zetro" Souza. Se anche questa "dritta" non dovesse contribuire a farvi alzare le antenne allora vuol dire o che siete molto, ma molto giovani ed inesperti, oppure che vi siete ubriacati una volta di troppo, tanto da avere seri problemi di memoria. Lo storico singer degli Exodus infatti (per non parlare del primo nucleo dei Testament), ha scritto pagine memorabili per la band in questione e per l'intero settore thrash metal. Dopo la partecipazione ai progetti Dublin Death Patrol e Tenet, il nostro torna in pista con una band che potremmo definire di ambito quasi casalingo.

Perché casalingo? Perchè oltre allo stesso Souza, a Kosta Varvatakis e Miguel Esparza alle chitarre, rispettivamente al basso ed alla batteria troviamo Cody e Nick Souza, figli d'arte di cotanto padre. Detto questo, che in definitiva è poco più di una nota di colore, passiamo al disco vero e proprio. Heroes Of Origin -questo il titolo del loro esordio- è introdotto da una cover invero piuttosto bruttina (specialmente per i due scudi da Capitan America con pentacoli al centro), anche se in linea col moniker e col titolo, che presenta un lavoro pienamente riconducibile allo stile Souza, ovvero al thrash americano anni '80, dominato dalla voce del nostro e da una produzione cruda ed immediata che si presta in verità a qualche critica, in particolare per ciò che riguarda il mixaggio della batteria molto alto, anche se probabilmente si tratta di una scelta precisa dettata dalla voglia di mettere in primo piano l'irruente songwriting che non concede pause. In questo senso il produttore prescelto -Juan Urteaga, già al lavoro con Exodus, Testament e Machine Head- è di sicuro affidamento.

Entrando nel dettaglio di Heroes Of Origin, l'album pare partire molto bene, con l'accoppiata Suicide Run/Weapons Of Class Destruction abbastanza piacevole, che mette subito in chiaro le coordinate stilistiche dell'album: un martellamento continuo dall'inizio alla fine, con pochi momenti meno in apnea, basato su una batteria ossessiva, su una serie di soli tipicamente thrash e soprattutto sulla voce più che caratteristica di "Zetro", il quale col passare degli anni sembra aver pagato il minimo del dazio necessario allo scorrere dei decenni, conservando il suo tono particolare ed il suo modo animalesco e selvaggio di interpretare le canzoni che farà ancora battere il cuore a chi ha amato il suo lavoro con i già citati Exodus.

Dopo un po' però, tutto si fa di maniera, i riff tendono a somigliarsi troppo, soprattutto mancano di qualità e non presentano il guizzo giusto per colpire nel segno, mentre alcune canzoni risultano anche macchinose e poco in grado di piazzare il colpo vincente. Inoltre i richiami alle band di riferimento sono fin troppo evidenti e ripetuti. Piacevole a tratti, ma poco ispirato nel suo complesso. Un full-lenght che lascia l'amaro in bocca, soprattutto perchè la presenza di Steve Souza lasciava sperare di più. Chissà che in futuro non sia così, per ora c'è da accontentarsi.



VOTO RECENSORE
64
VOTO LETTORI
83.16 su 6 voti [ VOTA]
The Void
Mercoledì 10 Aprile 2013, 14.08.07
31
Souza riuscirebbe a rendere cattivo e abrasivo anche "tanti auguri a teee"
fabriziomagno
Mercoledì 10 Aprile 2013, 13.52.04
30
tutto quello che voglio dal thrash: mazzate, ritmi quadrati, un bravo cantante e nussuna inutile innovazione. bentornato steve! VOTO: 75
vitadathrasher
Lunedì 11 Febbraio 2013, 9.04.11
29
Si, un album sufficiente, ma nulla più....Poi andrebbero visti anche live. Le qualità tecniche sembrano esserci, e il valore aggiunto di Zetro dà quel punto in più.....A livello compositivo, niente di nuovo all'orizzonte, qualche strascico exodussiano ma non paragonabile alla qualità di certi riffaggi: Holt-Hunolt.
Raven
Domenica 10 Febbraio 2013, 18.01.39
28
Senza riferimento a questo voto ed a questa recensione, ma leggete le recensioni lasciando il voto come ultima cosa tra quelle importanti. Spesso il voto dice poco, è lo scritto che spiega la posizione del recensore
Steelminded
Domenica 10 Febbraio 2013, 17.54.42
27
No certo, ma non si può ascoltare tutto tutto, il voto serve come orientamento per fare un minimo di selezione all'ingresso (-;
Raven
Domenica 10 Febbraio 2013, 17.27.31
26
Certo che devi ascoltarlo, ma non perchè c'è chi gli ha dato 80, ma per farti un'idea tua.
Steelminded
Domenica 10 Febbraio 2013, 16.57.33
25
C'è chi gli ha dato 80 altrove, ho ascoltato un pezzo e mi è parso promettente - lo ascolterò.
Raven
Domenica 10 Febbraio 2013, 14.42.09
24
All'inizio anch'io avrei dato un voto più alto, ma col procedere degli ascolti è sceso. Ovviamente può darsi che ad altri faccia un diverso effetto
jek
Domenica 10 Febbraio 2013, 14.22.58
23
@ Raven su una consa si può convenire al 100%, "il disco picchia forte". Mi piace, effettivamente molto '80. Alzo il voto.
MrH
Venerdì 8 Febbraio 2013, 10.59.48
22
Il guro è il guru , non ci sono palle , percentuale recensioni bucate quasi nulle
The Void
Venerdì 8 Febbraio 2013, 10.47.31
21
Appunto
Raven
Venerdì 8 Febbraio 2013, 10.01.07
20
No, no. Non esistono guru, solo persone che -in maniera magari qualificata, sta ai lettori stabilirlo- forniscono opinioni ed analisi su basi oggettive. Il pubblico però, deve comunque farsi un'idea sua. Ascoltalo, mai concordare a scatola chiusa
MrH
Venerdì 8 Febbraio 2013, 9.30.34
19
Mi fido del guru , non perdo tempo ad ascoltare niente .
vitadathrasher
Venerdì 8 Febbraio 2013, 9.02.25
18
Secondo me ora vuole fare tutto in famiglia.....Ho sentito un pezzo del disco e i pargoli sanno il fatto suo. Non so per quale motivo ha lasciato o è stato costretto a lasciare gli Exodus....I nuovi album con lui alla voce avrebbero spaccato di brutto.....
brainfucker
Giovedì 7 Febbraio 2013, 21.48.06
17
ma come è possibile che le bands famose non fanno a botte per accapparrarsi zetro?
Raven
Giovedì 7 Febbraio 2013, 21.00.47
16
La prestazione di SOuza è buona ed il disco picchia forte ed in maniera tradizionale, ma per me tende troppo ad autocitarsi.
jek
Giovedì 7 Febbraio 2013, 20.11.44
15
Il nome Souza mi spingerebbe all'acquisto ma la rece di Raven un po' meno. Sentirò qualche cosa sul tubo poi vedrò se seguire il consiglio di Lambru o di Void.
max
Giovedì 7 Febbraio 2013, 19.36.20
14
gran disco!!! 90 pochi cazzi, headbanging forever
jeffwaters
Giovedì 7 Febbraio 2013, 19.32.46
13
Apparte le unioni familiari che possono piacere o no,concordo con The Void che Souza è in gran forma e ben vengano i 'richiami exodussiani',ce ne sarà sempre bisogno....
Lizard
Giovedì 7 Febbraio 2013, 18.20.24
12
Corretto, grazie Ubik!!
Ubik
Giovedì 7 Febbraio 2013, 17.51.30
11
Line-up e tracklist sono invertite
The Void
Giovedì 7 Febbraio 2013, 15.40.13
10
Lambru, io l'ho comprato a scatola (quasi) chiusa e non ne sono affatto rimasto deluso, secondo me vale molto
Raven
Giovedì 7 Febbraio 2013, 15.07.10
9
Ad ogni modo qui i figli fanno il loro, specialmente il batterista.
LAMBRUSCORE
Giovedì 7 Febbraio 2013, 14.08.58
8
La produzione mi piace poco (come spesso accade ultimamente) lo comprerò se lo troverò più avanti a 5/6 euro usato, perchè comunque anche se il passato (di verdure) mi fa venire un po' di caghetto, il passato di Souza non si discute e qua ce n'è un po' ma non abbastanza, per me, per comprare un album a prezzo pieno....hehe....
d.r.i.
Giovedì 7 Febbraio 2013, 13.47.20
7
Beh, l'aiutare i propri cari fa parte della natura di molti musicisti. Esempi (negativi) che ricordo al volo: Van Halen e Ozzy
LAMBRUSCORE
Giovedì 7 Febbraio 2013, 13.20.43
6
Non l'ho ascoltato tutto e sono convinto non ne valga la pena, so di avere pregiudizi, ma questi "ritorni" con aggiunta di famigliari dietro per farli lavorare un po' ,non mi sono mai piaciuti, mi è bastato un pezzo un po' di tempo fa...non buttate qua i vostri soldini, ci son tanti gruppi che meritano di più per me, a prescindere....
Raven
Giovedì 7 Febbraio 2013, 9.13.36
5
In realtà nemmeno a me dispiace troppo quel mixaggio, e poi è certamente fatto apposta per enfatizzare l'impatto mitragliante.
Sambalzalzal
Giovedì 7 Febbraio 2013, 9.10.27
4
Adesso inizio a capire a chi si sono ispirati i Manowar per anni con il guerriero senza volto... oppure è il contrario?!?!?
The Void
Giovedì 7 Febbraio 2013, 9.09.25
3
Ma certo, l'avevo capito tranquillo (: solo che io l'ho preso appena è uscito e per ora non se n'è ancora andato dallo stereo, mi piace e anche la qualitá mi ha molto soddisfatto poi la batteria a ultra volume da batterista mi fa solo che piacere ahahah
Raven
Giovedì 7 Febbraio 2013, 8.59.13
2
Non è certo per i richiami che non gli ho dato una valutazione molto alta, ma per una qualità generale che non mi ha soddisfatto al di là di quanto i pezzi sembrino restare in testa. Ad ogni modo dissentire è normale
The Void
Giovedì 7 Febbraio 2013, 8.51.25
1
A sto giro mi tocca dissentire e pure assai...a me sto disco è piaciuto e anche assai! Come ho giá scritto in altra sede per me è terremotante, con un Souza in grandissima forma e molto coinvolgente, e soprattutto le cui canzoni ti restano in testa. Ok, i richiami exodussiani si sento ma per me non è un male, anzi, sono rielaborati per farlo più personale. Per me, promossi! 85
INFORMAZIONI
2013
Massacre Records
Thrash
Tracklist
1. Suicide Run
2. Weapons Of Class Destruction
3. Murder American Style
4. Blood Stained Wings
5. The Violent Time Of My Dark Passenger
6. Globicidal
7. And Your Children To Be Damned
8. The Mechanics Of Annihilation
9. Shadows Of The Buried
10. Heroes Of Origin
Line Up
Steve "Zetro" Souza (Voce)
Kosta Varvatakis (Chitarra)
Miguel Esparza (Chitarra)
Cody Souza (Basso)
Nick Souza (Batteria)
 
RECENSIONI
64
ARTICOLI
12/01/2014
Intervista
HATRIOT
Zetro non scriverà MAI canzoni d'amore!
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]