Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Kansas
The Absence of Presence
Demo

Northern Crown
In a Pallid Shadow
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

14/08/20
NUG
Alter Ego

14/08/20
CHASTAIN
For Those Who Dare – 30th Anniversary Edition

14/08/20
INGESTED
Where Only Gods May Tread

14/08/20
ROBBY KRIEGER
The Ritual Begins at Sundown

14/08/20
WARKINGS
Revenge

14/08/20
TERRA ATLANTICA
Age Of Steam

14/08/20
HAVUKRUUNU
Uinuos Syömein Sota

14/08/20
PRIMITIVE MAN
Immersion

14/08/20
KAMELOT
I Am The Empire - Live From The 013

14/08/20
HALESTORM
Reimagined

CONCERTI

19/08/20
PALAYE ROYALE
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

26/08/20
GRAHAM BONNET & ALCATRAZZ + GIRLSCHOOL + ASOMVEL
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

27/08/20
WOLFMOTHER + HARDCORE SUPERSTAR (SOSPESO)
PIAZZA DUOMO - PRATO

04/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (SALA SINOPOLI) - ROMA

05/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
2DAYS PROG - VERUNO (NO)

06/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
POLITEAMA GENOVESE - GENOVA

10/09/20
THE HOLLYWOOD VAMPIRES
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

11/09/20
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

12/09/20
DOMINE + AEHTER VOID + CHAOS FACTORY
DAGDA LIVE CLUB - RETORBIDO (PV)

12/09/20
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
TRAFFIC CLUB - ROMA

Convulse - Inner Evil EP
( 1019 letture )
Mah, ti dirò.
Onesta? Non è che questo EP Inner Evil mi abbia entusiasmata più di tanto.
Due brani registrati senza aiuto di trigger, senza moderni sostegni tecnologici.
Due brani lunghi. Tanto lunghi. Troppo lunghi.
Si tratta del solito logoro, consumato, inflazionato death metal finlandese dal quale però mi aspettavo qualcosa di più malvagio e incisivo.
Intro lenta e atmosferica come apertura dei sipari, riffature passabili, batteria scontata, vocalism pertinente.
A voler fare un rapidissimo confronto, tra Inner Evil (title track e prima traccia) e God is Delusion personalmente preferisco la seconda.
La prima la trovo piatta e insipida, molto amministrativa insomma, il minimo sindacale.
Non centra, non ferisce e non si impone. Forse è più diretta ma è palesemente meno violenta.
Purtroppo il loro dire di voler limitare orpelli e riempitivi inutili (ma quelle introduzioni non sanno un po’ di sugo allungato?) recinta irrimediabilmente la creatività della resa.
God is Delusion complessivamente non è una traccia vigorosa, ma il risultato di impatto e immediatezza è buono; contiene derivazioni thrash, la sezione atmosferica è ben eseguita, l’acustica di apertura tinge il mood di cupo e lugubre. Le riffature non sono marcate né penetranti ma i rallentamenti, gli stacchi e il retrogusto doom riescono a rimpolpare un esito altrimenti spigoloso e asciutto.
La vocalità, espressa in un cavernicolo growl, non è ben definita, certo ha una buona tempra brutale ma l’effetto finale è di una marchiatura smussata, senza tenacia e monotona.
I suoni delle corde sono fradici e marci, ben diretti ma mal montati: come dicevo prima passaggi, refrain, melodie chitarristiche sono scialbi e inespressivi.
Ok, non che nel death si possa muovere chissà quale pretesa di trovare partizioni emotive e significative ma certo un grigiore simile in termini di riuscita lo si potrebbe ovviare con qualche spunto creativo.
Il basso è chiaramente distinguibile, le pelli sostengono un buon ritmo senza mai eccedere in estro e inventiva. Non sia mai.
La produzione, ahimè, non aiuta. Non ci troviamo di fronte a un assemblaggio sintetico, anestetizzato e chimico: i suoni sono caliginosi e opachi, c’è quasi la sensazione che debbano spegnersi da un momento all’altro. Indubbiamente la miscela conclusiva è torva e maligna, ma delle angolature sonore un po’ più nitide e rifinite non avrebbero guastato.
Tornano così i Convulse dopo 18 anni di pausa, uno stop che evidentemente ha indebolito la lucentezza e la vivacità dei loro lontani rilasci storici death’n’roll.
Peccato.



VOTO RECENSORE
60
VOTO LETTORI
0 su 0 voti [ VOTA]
Undercover
Mercoledì 20 Febbraio 2013, 22.27.03
5
Eh, mi sembra il discorso che han fatto in tanti e la maggior parte han tirato fuori lavori utili solo per il campo da tiro... comunque, attendiamo il full e poi se ne riparlerà, una cosa però voglio farla notare, la Svart Records sta perdendo colpi, è un periodo che tira fuori parecchia roba da sei in pagella e altra di poco conto, strano.
Irastrana
Mercoledì 20 Febbraio 2013, 22.08.52
4
mah, forse solo voglia di tornare alla ribalta, senza ovviamente considerare che in questi 18 anni le loro premesse sono state largamente già viste da altri. o forse l'hanno anche considerato ma se ne sono sbattuti, l'importante è fare uscire qualcosa, tornare sulle scene e poi si vedrà.
Undercover
Mercoledì 20 Febbraio 2013, 22.02.35
3
E' probabile che sia come dici, proprio per questo perché non evitarseli certi ritorni? Tipo i Sorcery che han fatto un disco decisamente bruttarello.
Irastrana
Mercoledì 20 Febbraio 2013, 21.36.51
2
Bè, forse è proprio per i 18 anni di pausa, no? dai, ci può stare. 18 anni sono un'eternità, in sti 18 anni si sono arrugginiti e non poco. purtroppo temo che il disco non sia meglio
Undercover
Mercoledì 20 Febbraio 2013, 20.47.36
1
In una parola: inutile e non spreco altro tempo perché sarebbe cosa di mandarli a quel paese, non puoi ripresentarti con una prestazione così scialba e poco significativa, se il disco fosse su questa falsariga, altro sputtanamento in corso e alla grande.
INFORMAZIONI
2013
Svart Records
Death
Tracklist
1. Inner Evil
2. God is Delusion
Line Up
Rami Jämsä (voce, chitarra)
Kristian Kangasniemi (chitarra)
Juha Telenius (basso)
Markos Rolle (batteria)
 
RECENSIONI
78
89
ARTICOLI
08/11/2013
Live Report
CONVULSE + DISMA + GUEST
Blue Rose Saloon, Bresso, 02/11/2013 - Closer Club, Roma, 03/11/2013 - Freakout Club, Bologna, 04/11/2013
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]