Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Summoning
With Doom We Come
Demo

Steven Wilson
Last Day of June
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

19/01/18
RISE OF AVERNUS
Eigengrau

19/01/18
XENOSIS
Devour and Birth

19/01/18
VERHEERER
Maltrér

19/01/18
WALKING PAPERS
WP2

19/01/18
ARKONA
Khram

19/01/18
DEATHLESS LEGACY
Rituals of Black Magic

19/01/18
SONIC PROPHECY
Savage Gods

19/01/18
FACELESS BURIAL
Grotesque Miscreation

19/01/18
DRUID LORD
Grotesque Offerings

19/01/18
OF MICE & MEN
Defy

CONCERTI

17/01/18
ARCH ENEMY + WINTERSUN + TRIBULATION + JINJER
ALCATRAZ - MILANO

17/01/18
KREATOR + VADER + DAGOBA
ZONA ROVERI - BOLOGNA

20/01/18
BANCO DEL MUTUO SOCCORSO + HAMNESIA + LA STANZA DI IRIS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

20/01/18
FATES WARNING + METHODICA
LEGEND CLUB - MILANO

20/01/18
VEXOVOID + EXPLORER + SHENANIGANS
CASEIFICIO LA ROSA - POVIGLIO (RE)

20/01/18
AMRAAM + A TASTE OF FEAR + TRACTORS
ALVARADO STREET - ROMA

20/01/18
SAIL AWAY + GUESTS
PADIGLIONE 14 - COLLEGNO (TO)

20/01/18
RAW POWER + TRUTH STARTS IN LIES
BE MOVIE - SANT'ILARIO D'ENZA (RE)

21/01/18
FATES WARNING + METHODICA
ORION - CIAMPINO (RM)

21/01/18
ASTRAL FIRE + STINS
BIRRERIA HB - PISTOIA

Unburied (USA) - Murder 101
( 1518 letture )
Attivi nella scena underground della Virginia, USA, sin dal lontano 1996, gli Unburied arrivano con questo Murder 101 al secondo full-length.

Il loro è un death metal grezzo e primitivo, forse fin troppo grezzo e primitivo:Trapped In A Delusion apre il lavoro instillando ben poche aspettative per il resto dell’album, regalando all'ascoltatore un unico riff suonato per i circa tre minuti del pezzo con l'unica variante del palm-muting di tanto in tanto; lo stesso riff, purtroppo, ritorna per altri tre minuti nella conclusiva title-track accompagnato da un differente cantato. I restanti brani si muovono intorno alle stesse coordinate stilistiche ma riescono ad ottenere risultati migliori, con l'eccezione in positivo di Stalked, Fucked And Buried, che si dimostra il brano più vario e meglio congegnato dell'intero lavoro; ad allungare il minutaggio complessivo sono presenti anche le cover di Abraxas Annihilation degli Integrity e di Witchburner di G.G Allin.
La prova strumentale è quadrata e senza svolazzi, in linea con il genere proposto, con una menzione positiva per il lavoro di Brian Forman alla batteria che si rivela potente al punto giusto ed una negativa per la prova vocale incostante di Matt Pike. La produzione supporta degnamente il tutto, non presenta scelte particolarmente innovative ma non delude, se non per il suono del basso che risulta piuttosto insipido ed a tratti fastidioso.
L'immaginario violento della band risulta piuttosto disturbante e l'insistenza su tematiche riguardanti la violenza sulle donne può risultare greve anche per un pubblico come quello metal, notoriamente abituato ad ogni tipo di atrocità.

Fondamentalmente un disco che non dice molto, scorre senza lasciare grandi spunti anche all'ascoltatore più assetato di death metal e nella sua staticità finisce quasi per annoiare. Se gli Unburied fossero il proverbiale gruppo di amici li si andrebbe anche a vedere nel locale sotto casa, ma l’interesse non credo potrebbe andare oltre.



VOTO RECENSORE
50
VOTO LETTORI
85.33 su 6 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2012
Selfmadegod
Death
Tracklist
1. Trapped in a Delusion
2. I'm Going to Fuckin' Kill You
3. Stalked, Fucked, and Buried
4. Abraxas Annihilation
5. Homicidal Sex Rage
6. Reborn Unto Hades
7. Impulse To Kill
8. Heartless Corpse Defilement
9. Witchburner
10. The Kidnapper
11. Murder 101
Line Up
Matt Pike (Voce, Chitarra)
Mark Riddick (Basso)
Brian Forman (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]