Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Turilli / Lione Rhapsody
Zero Gravity (Rebirth And Evolution)
Demo

Wraith (USA)
Absolute Power
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

20/09/19
MYSTERY BLUE
8red

20/09/19
KADAVAR
For the Dead Travel Fast

20/09/19
WHITE WARD
Love Exchange Failure

20/09/19
TUNGSTEN
We Will Rise

20/09/19
BELENOS
Argoat

20/09/19
LEE AARON
Power, Soul, Rock N Roll

20/09/19
KURGAN
Yggdrasil Burns

20/09/19
URN
Iron Will of Power

20/09/19
MONOLORD
No Comfort

20/09/19
EXHORDER
Mourn the Southern Skies

CONCERTI

19/09/19
DER WEG EINER FREIHEIT + DOWNFALL OF GAIA
LEGEND CLUB - MILANO

19/09/19
NILE + HATE ETERNAL + VITRIOL + OMOPHAGIA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

20/09/19
LIGHT THIS CITY
DAGDA - RETORBIDO (PV)

20/09/19
SOTO + GUEST TBA
LEGEND CLUB - MILANO

20/09/19
RAM + VULTURE + INDIAN NIGHTMARE
DEDOLOR MUSIC HQ - ROVELLASCA (CO)

20/09/19
NILE + HATE ETERNAL + VITRIOL + OMOPHAGIA
LARGO VENUE - ROMA

20/09/19
S.R.L. + VIOLENT INNER PROTEST + ORGANIC ILLUSION
SAXA BEACH - PORTO S. ELPIDIO (FM)

20/09/19
HORRID + STIGE
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

20/09/19
TMA FEST (day 1)
PADIGLIONE 14 - COLLEGNO (TO)

21/09/19
NILE + HATE ETERNAL + VITRIOL + OMOPHAGIA
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

Karnya - Coverin’ Thoughts
( 3171 letture )
In una dimensione in cui l’offerta supera di gran lunga la domanda è sempre più complicato riuscire ad emergere; pescare band meritevoli in un coacervo di proposte diventa man mano più arduo; non si può tuttavia pensare che la fortuna di una band sia affidata più alla fortuna che al merito, o che il talento più brillante prima o poi non emerga.

È questo il caso dei Karnya, band romana all’album di esordio; gruppo tra l’altro tutto fuorché alle prime armi, considerate le notevoli esperienze precedenti dei membri, sicuramente ben calati nella scena underground cittadina ed italiana. Ma questo non basta a spiegare tanta esplosiva bellezza nel disco di esordio della band. Certo, non è da tutti vantare già alla prima comparsa la collaborazione di Giuseppe Orlando (batterista dei Novembre, in questo autore del missaggio dell’album) e di Jens Bogren (produttore di fama mondiale già alle prese con protagonisti della scena metal come Symphony X, Amon Amarth, Katatonia, Opeth e molti altri); ma è la maturità e l’abilità compositiva dei Karnya a dover essere evidenziata, così come il gusto per la selezione di un ampissimo spettro di suoni.

In effetti, i Karnya sono ovviamente debitori nei riguardi dei grandi maestri, ma è inutile cercare un forzato confronto. La band è stata in grado di assorbire ogni genere di direzione presa dal proprio genere dagli anni settanta ad oggi e di riassumere il tutto in quello che è un concept album coerente e molto moderno; d’altronde, la lunghezza di Coverin’ Thoughts consente al gruppo non solo di esprimere le proprie ragguardevoli capacità tecniche, ma anche di fare una proposta estremamente variegata: non c’è una canzone che assomigli all’altra e tutte sono ben costruite e un’ora e mezza di musica scorre molto velocemente. Si strizza l’occhio più volte al prog rock, al progressive metal più o meno recente e anche a forme di metal moderne con inserti elettronici; tirando le somme  i Karnya sembrano incarnare la naturale evoluzione del genere, sentiero percorso da band ben più acclamate e da queste spesso fallito, forzandolo o andando fuori strada.

In conclusione è abbastanza evidente che questo Coverin’ Thoughts sia un album d’esordio brillante, un esperimento perfettamente riuscito con cui una band nostrana può rivaleggiare con le più celebri band internazionali in quanto a qualità e freschezza. Resta poco da aggiungere se non sperare in una futura prossima conferma da parte della band.



VOTO RECENSORE
85
VOTO LETTORI
90 su 7 voti [ VOTA]
Michele
Domenica 17 Marzo 2013, 2.21.28
4
Ho sentito qualcosa su yt..davvero impressionante...da acquistare!
Loco
Mercoledì 13 Marzo 2013, 8.31.36
3
Messo tra i preferiti di Spotify! Molto molto bravi, e finalmente un cantante prog metal che sa anche essere graffiante!
Ocuto
Martedì 12 Marzo 2013, 19.08.48
2
La copertina dell'album è una scultura di un artista. I karnya sono veramente mostruosi...poi live sono supremi! Vedere e ascoltare per credere! Sarebbe bello vedere presto i Karnya in qualche gods of metal!
KENSHIRO ( Hokuto Shinken )
Martedì 12 Marzo 2013, 18.45.13
1
La cover mi ricorda il film dell'Esercista, può essere ?!
INFORMAZIONI
2013
Bakerteam Records
Prog Metal
Tracklist
1. Mechanical Mixtures
2. Flooding Blood
3. Coverin' Thoughts
4. Wait 4 More
5. Fallen Angel
6. Stronger
7. Where The Silence Remains...
8. Sliver
9. Hariel
10. Ego's End
11. A Paraphreniac Menticide
12. Still Alive?
Line Up
Riccardo Nardocci (Voce/Chitarra)
Dario Di Pasquale (Tastiere)
Enrico Sandri (Basso)
Luca Ciccotti (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]