Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Destrage
The Chosen One
Demo

E.G.O
Everything Goes On
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

26/06/19
BLOODY HAMMERS
The Summoning

26/06/19
H.E.A.T
Live at Sweden Rock Festival

26/06/19
ROB MORATTI
Renaissance

27/06/19
ORDER OF THE EBON HAND
VII: The Chariot

28/06/19
HOLY TIDE
Aquila

28/06/19
TURILLI/LIONE RHAPSODY
Zero Gravity (Rebirth And Evolution)

28/06/19
HE IS LEGEND
White Bat

28/06/19
DREAMS IN FRAGMENTS
Reflections Of A Nightmare

28/06/19
DENIAL OF GOD
The Shapeless Mass

28/06/19
VICTIMS
The Horse And Sparrow Theory

CONCERTI

25/06/19
LACUNA COIL + DAWN OF MEMORIES
PARK NORD STADIO EUGANEO - PADOVA

25/06/19
FLOGGING MOLLY + DESCENDENTS
CARROPONTE - SESTO SAN GIOVANNI (MI)

25/06/19
CANNIBAL CORPSE + SADIST
Parma Music Park c/o Villa del Fulcino - Parma

27/06/19
SLIPKNOT + AMON AMARTH + TESTAMENT + TRIVIUM + LACUNA COIL + ELUVEITIE + GUESTS TBA
ARENA PARCO NORD - BOLOGNA

27/06/19
ELUVEITIE
SONIC PARK - BOLOGNA

27/06/19
KADAVAR (GER) + THE OBSESSED + GUESTS TBA
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

29/06/19
GODS OF MEL
LOCALITA' PIAN DEL TORO - MEL (BL)

02/07/19
KISS
IPPODROMO SNAI SAN SIRO - MILANO

04/07/19
CROWBAR + GUESTS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

05/07/19
ROCK THE CASTLE (day 1)
CASTELLO SCALIGERO - VILLAFRANCA (VR)

Karnya - Coverin’ Thoughts
( 3109 letture )
In una dimensione in cui l’offerta supera di gran lunga la domanda è sempre più complicato riuscire ad emergere; pescare band meritevoli in un coacervo di proposte diventa man mano più arduo; non si può tuttavia pensare che la fortuna di una band sia affidata più alla fortuna che al merito, o che il talento più brillante prima o poi non emerga.

È questo il caso dei Karnya, band romana all’album di esordio; gruppo tra l’altro tutto fuorché alle prime armi, considerate le notevoli esperienze precedenti dei membri, sicuramente ben calati nella scena underground cittadina ed italiana. Ma questo non basta a spiegare tanta esplosiva bellezza nel disco di esordio della band. Certo, non è da tutti vantare già alla prima comparsa la collaborazione di Giuseppe Orlando (batterista dei Novembre, in questo autore del missaggio dell’album) e di Jens Bogren (produttore di fama mondiale già alle prese con protagonisti della scena metal come Symphony X, Amon Amarth, Katatonia, Opeth e molti altri); ma è la maturità e l’abilità compositiva dei Karnya a dover essere evidenziata, così come il gusto per la selezione di un ampissimo spettro di suoni.

In effetti, i Karnya sono ovviamente debitori nei riguardi dei grandi maestri, ma è inutile cercare un forzato confronto. La band è stata in grado di assorbire ogni genere di direzione presa dal proprio genere dagli anni settanta ad oggi e di riassumere il tutto in quello che è un concept album coerente e molto moderno; d’altronde, la lunghezza di Coverin’ Thoughts consente al gruppo non solo di esprimere le proprie ragguardevoli capacità tecniche, ma anche di fare una proposta estremamente variegata: non c’è una canzone che assomigli all’altra e tutte sono ben costruite e un’ora e mezza di musica scorre molto velocemente. Si strizza l’occhio più volte al prog rock, al progressive metal più o meno recente e anche a forme di metal moderne con inserti elettronici; tirando le somme  i Karnya sembrano incarnare la naturale evoluzione del genere, sentiero percorso da band ben più acclamate e da queste spesso fallito, forzandolo o andando fuori strada.

In conclusione è abbastanza evidente che questo Coverin’ Thoughts sia un album d’esordio brillante, un esperimento perfettamente riuscito con cui una band nostrana può rivaleggiare con le più celebri band internazionali in quanto a qualità e freschezza. Resta poco da aggiungere se non sperare in una futura prossima conferma da parte della band.



VOTO RECENSORE
85
VOTO LETTORI
90 su 7 voti [ VOTA]
Michele
Domenica 17 Marzo 2013, 2.21.28
4
Ho sentito qualcosa su yt..davvero impressionante...da acquistare!
Loco
Mercoledì 13 Marzo 2013, 8.31.36
3
Messo tra i preferiti di Spotify! Molto molto bravi, e finalmente un cantante prog metal che sa anche essere graffiante!
Ocuto
Martedì 12 Marzo 2013, 19.08.48
2
La copertina dell'album è una scultura di un artista. I karnya sono veramente mostruosi...poi live sono supremi! Vedere e ascoltare per credere! Sarebbe bello vedere presto i Karnya in qualche gods of metal!
KENSHIRO ( Hokuto Shinken )
Martedì 12 Marzo 2013, 18.45.13
1
La cover mi ricorda il film dell'Esercista, può essere ?!
INFORMAZIONI
2013
Bakerteam Records
Prog Metal
Tracklist
1. Mechanical Mixtures
2. Flooding Blood
3. Coverin' Thoughts
4. Wait 4 More
5. Fallen Angel
6. Stronger
7. Where The Silence Remains...
8. Sliver
9. Hariel
10. Ego's End
11. A Paraphreniac Menticide
12. Still Alive?
Line Up
Riccardo Nardocci (Voce/Chitarra)
Dario Di Pasquale (Tastiere)
Enrico Sandri (Basso)
Luca Ciccotti (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]