Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Uriah Heep
Living the Dream
Demo

Raum Kingdom
Everything & Nothing
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

23/09/18
CULTES DES GHOULES
Sinister

24/09/18
AZAGHAL
Valo Pohjoisesta

24/09/18
HUMAN DECAY
Mefitico

25/09/18
SINATRAS
God Human Satan

25/09/18
TO END IT ALL
Scourge of Woman

26/09/18
OSSUARY ANEX
Holy Blasphemition

27/09/18
STELLAR DESCENT
The Future is Dark

28/09/18
NAZARETH
Loud & Proud! The Box Set

28/09/18
VULCAIN
Vinyle

28/09/18
GORY BLISTER
1991. Bloodstained

CONCERTI

23/09/18
ERIC MARTIN
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

23/09/18
BIGFOOT
LEGEND CLUB - MILANO

23/09/18
INJECTION + SAKEM
ROCK'N'ROLL CLUB - RHO (MI)

23/09/18
DISEASE ILLUSION
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

23/09/18
ARCANA OPERA
GOTHIKA - SANTA LUCIA DI PIAVE (TV)

28/09/18
HOUR OF PENANCE
ENJOY CLUB - VICENZA

28/09/18
GRAVEYARD + BOMBUS
ZONA BRONSON - BOLOGNA

28/09/18
THE SECRET + GUESTS
KRAKATOA FEST - TPO - BOLOGNA

28/09/18
EDU FALASCHI
DEFRAG - ROMA

28/09/18
SVLFVR + GUESTS
EXENZIA - PRATO

Spasmodic - Mondo Illustrated
( 1341 letture )
Se non amassi davvero tanto la mia Italia, vorrei essere nato in Svezia. Sì, perché sfornano gruppi come una pizzeria il sabato sera, perché il metal lì è come la nostra stramaledetta musica pop.
La cosa che più mi stupisce di tutta la zona scandinava è l’incredibile numero di musicisti capaci di suonare praticamente ogni stile ognuno con un’atmosfera diversa. Dalla Finlandia, i Sonata Arctica con il loro power metal sdolcinato, dalla Svezia i Dark Tranquillity con il loro melodic death sperimentale, dalla Norvegia i Dimmu Borgir con il loro black metal sinfonico. Tutto questo è spettacolare.

E ora mi trovo a recensire un’altra band con gli attributi che toccano terra. Gli Spasmodic, quintetto svedese amante del death metal crudo abbinato al comico, o meglio a una sorta di auto-ironia che si riscontra in pezzi dalle atmosfere brutali ma con titoli come Strawberries o Fabulous Love Making. E leggendo i testi, c’è anche di peggio. Questi ragazzi vogliono divertirsi, lo si capisce sin da subito.

Il fatto è che lo fanno veramente bene: le tredici tracce di Mondo Illustrated sono un concentrato atomico di death vario, brutale velocissimo, così come lento e massiccio. La melodia (nel senso stretto del termine) è un lontano ricordo, tutti i riff sono costruiti sulle corde alte ma non per questo sono confusionari o inscindibili dal resto degli strumenti. Anzi, tutto il contrario. Gli Spasmodic hanno fatto un lavoro di post produzione encomiabile, giustissimo per il loro primo full length. Hanno dato subito tutto, non hanno tenuto niente in cantina. Hanno giudicato il loro primo album il mezzo più veloce per un nome in rilievo nell’underground death attuale.

Dovendo fare un’analisi accurata, le canzoni sono tutte da prendere in considerazione. Ognuna è diversa dall’altra, ognuna ha una propria identità e delle proprie caratteristiche peculiari. Un songwriting variopinto aiuta l’ascoltatore a focalizzarsi meglio su questa o sull’altra traccia e riesce nella difficile impresa di farti rimanere una canzone in mente. Intelligenti, per aumentare l’audience della loro musica, gli Spasmodic si avvalgono del carismatico Emperor Magus Caligula, voce dei Dark Funeral nelle tracce Wanda Le Put (sì, il titolo è proprio questo) e Ugly Sad; il suo scream gutturale si abbina alla perfezione al growl basso di Högbom, cantante in grado di alternare il suo timbro base a uno scream potente o al pig squeal – o altre voci strane di sottofondo. Degne di nota anche le performance degli altri musicisti; il fatto è che presi singolarmente possono anche sembrare tecnici ma non " speciali " ma il bello è poterli ascoltare tutti insieme, riuniti nel macello celebrale che è Mondo Illustrated.

Concludo con uno spaccato di Strawberries, giusto per rendervi l’idea di quanto siano malati i loro testi:

Warble through the berry bushes.
We are greeted by a musty stench
Created by our savior.
We pick berries as presents
Gifts for each other.
While Sonny´s standing bye.
My children sees me as a leader.
Cause I was born to be a dancer.



VOTO RECENSORE
85
VOTO LETTORI
92 su 2 voti [ VOTA]
Ascarioth
Giovedì 28 Marzo 2013, 21.20.14
1
Fantastico, assolutamente fantastico Condivido il voto
INFORMAZIONI
2013
Unexploded Records
Death
Tracklist
1. Din Satans Grisjävel
2. Thirst
3. Wanda La Put
4. Shelter
5. Trendy Mexico
6. Fabulous Love Making
7. Eject
8. Ugly Sad
9. Club Bounce
10. Ruthless Pounding
11. Strawberries
12. Mondo Illustrated
13. Domestic Entertainers
Line Up
Alexander Högbom (voce)
Johan Haglund (chitarra)
Johan Kvastegård (chitarra)
Tommy Haglund (basso)
Jimmy Holmgren (batteria)

Musicisti Ospiti:
Emperor Magus Caligula – Dark Funeral (voce)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]