Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Myrath
Shehili
Demo

Degraey
Reveries
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/05/19
VISIGOTH
Bells of Awakening (EP)

24/05/19
ULVEDHARR
World of Chaos

24/05/19
DESTRAGE
The Chose One

24/05/19
STORMLORD
Far

24/05/19
ODYSSEY
The Swarm

24/05/19
MARCO HIETALA
Mustan Sydämen Rovio

24/05/19
LEFUTRAY
Human Delusions

24/05/19
SOTO
Origami

24/05/19
REVEAL
Overlord

24/05/19
X-ROMANCE
Voices From The Past

CONCERTI

23/05/19
BLACK TUSK
LIGERA - MILANO

24/05/19
SHINING (SWE) + GUESTS
Pika Future Club, Verona

24/05/19
METAL QUEEN`S FESTIVAL (day 1)
IL PEOCIO - TROFARELLO (TO)

24/05/19
STORMLORD + GUESTS
TRAFFIC CLUB - ROMA

25/05/19
NECRODEATH + GUESTS
JAILBREAK - ROMA

25/05/19
SHINING (SWE) + GUESTS
Alchemica Music Club, Bologna

25/05/19
SCUORN + GUESTS TBA
ZIGGY CLUB - TORINO

25/05/19
METAL FOR KIDS UNITED
CROSSROADS - ROMA

25/05/19
METAL QUEEN`S FESTIVAL (day 2)
IL PEOCIO - TROFARELLO (TO)

25/05/19
ELECTROCUTION + GUESTS
ROCK HEAT - AREZZO

Attacker - Battle At Helm’s Deep
( 4061 letture )
Immagino che la cosa stia cominciando ad annoiare qualcuno, ma non posso che ripetermi: altro gruppo importante e misconosciuto che ha fatto un pezzo di storia del metal degli anni 80, che conserva ancora oggi intatta la sua importanza. I più attenti di voi forse avranno già pensato: “Attacker? C’è già un gruppo con questo nome, sono quelli di Soul Taker”; ebbene non c’è un altro gruppo con quel nome, sono proprio loro, che nel 2004 sono risorti dalle loro ceneri ed hanno firmato per la teutonica Iron Glory e prodotto appunto l'album citato. Se però pochi di voi dovessero conoscerli non mi stupirei troppo, in tempi in cui sembra che certe caratteristiche siano diventata quasi in crimine, sentire lo spirito originario del metal, con tanti assoli, testi fantasy/epic e compagnia, fa un effetto particolare. Si possono rintracciare in questa incisione anche tracce di thrash abbastanza marcate, in quanto l’attitudine al songwriting di questo primo album degli Attacker era abbastanza ruvida e sporca, specialmente per ciò che riguarda il cantato di Mitchell, da amare o da odiare, ma che fruttò al singer il riconoscimento di miglior cantante dell’84 per Metal Force.

La Battaglia al fosso di Helm inoltre, è forse il primo disco ispirato alla saga Tolkieniana, circa un ventennio prima che diventasse prepotentemente di moda grazie alla nota trilogia cinematografica. Il disco si snoda in maniera omogenea e compatta, costellato -come detto- di riff fulminanti, cambi continui di ritmo e acuti del singer a profusione. Fra gli altri pezzi segnalerei The Hermit, Slayer's Blade, la title-track e Disciple, dove si apprezza la voce per una volta pulita di Mitchell; ancora, su tutte, (Call On) The Attacker, vero inno della band. Sempre efficacissimi e profondamente heavy/epic gli incroci delle chitarre di Jim Mooney e Pat Marinelli, e preziosissimo il lavoro al basso di Ciarlo.

Più maturo, ma meno immediato, il seguente The Second Coming, scritto quasi tutto da Ciarlo, purtroppo rovinato dalla distribuzione inesistente della Mercenary, con John Leone -poi deceduto per un tumore- alla voce. Anche Mooney purtroppo, è deceduto nel 2000. Di Battle At Helm's Deep esiste una ristampa della Sentinel del 1999 comprendente anche quattro bonus-tracks, che può essere una buona soluzione per avvicinarsi agli Attacker. Una band da sostenere, perché porta ancora il vessillo della musica vera, epica nel senso letterale del termine, quella che viene dallo stomaco e non dalla moda.



VOTO RECENSORE
83
VOTO LETTORI
38.94 su 36 voti [ VOTA]
Andrea Salvador
Sabato 2 Marzo 2019, 20.05.24
5
Grande cantato e ottimi riff tipicamente americani. Gli Attacker hanno studiato ed attualizzato molto di ciò che gli USA avevano prodotto a livello Hard Rock ed Heavy Metal. Un album che è sempre un piacere ascoltare.
LAMBRUSCORE
Sabato 9 Febbraio 2013, 20.15.21
4
Ce l'ho in vinile, bel disco anche se non l'ascolto spesso, poi uno dei chitarristi è il cugino della "nostra" Selenia, non lo sapevate?
nerchiopiteco
Mercoledì 16 Novembre 2011, 19.24.46
3
Ledies and Gentlemen: THE HEAVY METAL!!!
Undercover
Mercoledì 24 Agosto 2011, 23.59.20
2
Concordo con Nightbreaker, il secondo "The Second Coming" è un disco epocale ancor più bello e intenso di quanto sia questo grandissimo debutto.
Nightbreaker
Mercoledì 24 Agosto 2011, 23.31.34
1
Capolavoro sensazionale! Una delle migliori ristampe della Sentinel steel. Anche se, per me, il secondo è decisamente migliore (l'ho sempre ritenuto il Reign in blood dello US metal).
INFORMAZIONI
1985
Metal Blade/Roadrunner
Heavy
Tracklist
1. The Hermit
2. The Wrath Of Nevermore
3. Disciple
4. Downfall
5. Slayer's Blade
6. Battle At Helms Deep
7. Kick Your Face
8. Dance Of The Crazies
9. (Call On) The Attacker
Line Up
Bob Mitchell (vocals)
Jim Mooney (guitar)
Pat Marinelli (guitar)
Lou Ciarlo (bass)
Mike Sabatini (drums)
 
RECENSIONI
78
80
83
ARTICOLI
15/06/2013
Intervista
ATTACKER
I Giganti dello U.S. Power
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]