Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Long Distance Calling
How Do We Want to Live?
Demo

Mordred
Volition
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/09/20
OSSUARY ANEX
Obscurantism Apogee

23/09/20
MYSTHICON
Silva-Oculis-Corvi

25/09/20
WHITE DOG
White Dog

25/09/20
LONEWOLF
Division Hades

25/09/20
VOUS AUTRES
Sel de Pierre

25/09/20
KATAKLYSM
Unconquered

25/09/20
MORTA SKULD
Suffer for Nothing

25/09/20
BLOODRED
The Raven/s Shadow

25/09/20
SAPIENCY
For Those Who Never Rest

25/09/20
ANNA VON HAUSSWOLFF
All Thoughts Fly

CONCERTI

23/09/20
STEVEN WILSON (ANNULLATO)
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

26/09/20
STAY STEEL FEST
SKULLS CLUB - SERRAVALLE (SAN MARINO)

27/09/20
VISIONS OF ATLANTIS + YE BANISHED PRIVATEERS + AD INFINITUM
LEGEND CLUB - MILANO

29/09/20
WITHIN TEMPTATION + EVANESCENCE
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

03/10/20
PAGAN FEST
LAGHI MARGONARA - GONZAGA (MN)

03/10/20
SKELETOON
LEGEND CLUB - MILANO

08/10/20
HOUR OF PENANCE + GUEST TBA
TRAFFIC CLUB - ROMA

08/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
TEATRO CELEBRAZIONI - BOLOGNA

09/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

09/10/20
ESOTERIC + NAGA + (ECHO) (ANNULLATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

Primitive Man - Scorn
( 2178 letture )
Autori di uno sludge inequivocabilmente intriso di doom e di drone, i Primitive Man - originari di Denver, Colorado - si presentano sul mercato discografico con il loro primo full lenght, Scorn, registrato da Dave Otero presso il Flatline Studio e pubblicato dalla Throatruiner Records in collaborazione con la Mordgrimm Records.
Non c’è alcun dubbio sulla strada intrapresa da Ethan McCarthy, fondatore della band ed ex membo di fomazioni grind locali come Clinging to the Trees of a Forest Fire e Death of Self: il cammino che i Primitive Man percorrono è accostabile a quello di gruppi come The Body, Neurosis, Sunn O)), senza dimenticare le lezioni di elegante psichedelia del passato offerta dagli Astra, act purtroppo spesso dimenticato, a cui il terzetto aggiunge una dose letale di cattiveria di casa neworleansiana, a cui ovviamente fanno capo gli Eyehategod.

In primis, c’è da sottolineare il fatto che i Primitive Man non propongono alcuna istanza innovatrice nella loro proposta musicale, ma d’altro canto sono in grado di mettere a punto con efficacia e naturalezza sonorità che molti cercano di raggiungere invano: le sette composizioni presenti all’interno di Scorn sono fluide anche se non tutte incisive. Tra le migliori tracce ci sono sicuramente la malevola I Can’t Forget, che mostra una notevole parte ritmica, e Black Smoke, che lascia intravedere dei chiari rimandi agli Electric Wizard; mentre passano in secondo piano brani come Strethed Thin, che profuma di Buzzov’en sin dalle prime note, risultando tuttavia poco incandescente come si vorrebbe.

Nel complesso, questo Scorn si dimostra essere una buona prova, ma privo di reali spunti d’interesse. I Primitive Man devono evidentemente ancora aprirsi un varco all’interno della propria creatività, e lavorare in maniera più analitica nella proposizione delle loro sonorità, anche se l’attitudine è certamente già dalla loro parte.



VOTO RECENSORE
72
VOTO LETTORI
90 su 1 voti [ VOTA]
Undercover
Mercoledì 27 Marzo 2013, 17.34.51
1
Non l'ho ancora ascoltato, dovrebbe arrivare, sempre che le poste non lo perdano... e dagli States è sempre un casino.
INFORMAZIONI
2013
Mordgrimm Records
Sludge
Tracklist
1. Scorn
2. Rags
3. I Can't Forget
4. Antietam
5. Black Smoke
6. Stretched Thin
7. Astral Sleep
Line Up
Ethan McCarthy (voce e chitarra)
Zach Harlan (basso)
John P. Damron (batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]