Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Esoteric
A Pyrrhic Existence
Demo

Prysma
Closer To Utopia
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

11/12/19
ETERNAL SILENCE
Renegades

11/12/19
THE RIVER
Vessels into White Tides

12/12/19
ALASTOR
Šumava

13/12/19
NIGHTBEARER
Tales of Sorcery and Death

13/12/19
VOLTUMNA
Ciclope

13/12/19
SATYRICON
Rebel Extravaganza (rimasterizzato)

13/12/19
STONE SOUR
Hello, You Bastards

13/12/19
COMANDO PRAETORIO
Ignee Sacertà Ctonie

13/12/19
ARKONA (PL)
Age Of Capricorn

13/12/19
GLI ATROCI
Metal Pussy

CONCERTI

08/12/19
CORELEONI
DRUSO - RANICA (BG)

08/12/19
AGENT STEEL + FINGERNAILS + MESSERSCHMITT
TRAFFIC LIVE - ROMA

11/12/19
MUNICIPAL WASTE + TOXIC HOLOCAUST + ENFORCER + SKELETAL REMAINS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

11/12/19
LAST IN LINE
CAMPUS INDUSTRY MUSIC - PARMA

12/12/19
SKINDRED + GUESTS
LEGEND CLUB - MILANO

12/12/19
MARILLION
AUDITORIUM DELLA CONCILIAZIONE - ROMA

12/12/19
MONKEY3 + GUESTS TBA
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

13/12/19
MARILLION
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

13/12/19
GWAR + VOIVOD + CHILDRAIN
ROCK PLANET - PINARELLA DI CERVIA (RA)

13/12/19
SCALA MERCALLI
BUFFALO GRILL - CIVITANOVA MARCHE (MC)

DIO - Dream Evil (Deluxe Edition)
( 5295 letture )
Che la scomparsa di una delle più grandi icone dell’heavy metal sia pesata come un macigno per tutti i fan sparsi ai quattro angoli del globo è cosa risaputa, che ora si cerchi di riportare alla luce vecchie registrazioni andate perdute o si voglia ridar vita a memorabilia più o meno rari, è cosa altrettanto normale e, si potrebbe quasi affermare, rituale. E così, ancora una volta, siamo qua a chiederci l’utilità di questa operazione -una delle tante- che oggi ci offre una “nuova” edizione deluxe di un “vecchio” album, Dream Evil dei DIO, uscito per la prima volta nel 1987 ed ora pubblicato insieme ad un secondo disco, contenente una canzone appartenente ad un EP del 1986, Hide in the Rainbow, il singolo di I Could Have Been a Dreamer ed il live tenuto presso la città inglese di Donington nel 1987, in occasione del Monsters of Rock. Tutto materiale succoso per un collezionista, ma di poca utilità per il fan medio che, pur adorando la discografia di Ronnie James Dio, non saprebbe cosa farsene di un doppione (tutto il primo disco) ed un live interessante, ma che magari si sarebbe potuto acquistare in separata sede, dato che, come vedremo fra poco, è già esistente in commercio.
Fatte le dovute premesse, e saltata a piè pari l’analisi di un disco che viene definito “ristampa”, ma che non si differenzia di una virgola dall'originale, passiamo a descrivere quanto di “nuovo” gentilmente messoci a disposizione dalla Universal Music nel secondo CD.

Hide in the Rainbow, estrapolata come detto dall’EP pubblicato nel 1986 dalla Vertigo, prima canzone del lato A di quel disco e ottimo preambolo di quel che sarà Dream Evil, è una canzone dai ritmi blandi ma potenti, in perfetto stile DIO, che poggia molto sulle tastiere di Claude Schnell e che presenta un cantato ispirato, seppur poco propenso a variazioni. Il singolo di I Could Have Been a Dreamer non ha bisogno di essere descritto nei dettagli, in quanto non è altro che la canzone presente su disco ma tagliata nel minutaggio, con circa un minuto in meno rispetto alla versione che noi tutti conosciamo. Un discorso a parte va fatto per il live, la cui importanza è sicuramente notevole trattandosi dell’esibizione tenutasi al Monsters of Rock del 1987, la stessa edizione che vide solcare quel palco da band quali i Bon Jovi, i Metallica, gli Anthrax, gli W.A.S.P. ed i Cinderella. Va detto, però, che queste canzoni non sono per noi una novità assoluta, dato che già nel 2010 è uscito un live album intitolato DIO at Donington UK: Live 1983 & 1987, in cui sono per l’appunto presenti i due concerti inglesi dell’83 e dell’87. Tra le canzoni in scaletta, tre sono quelle tratte da Dream Evil, ovvero la titletrack, Naked in the Rain e All the Fools Sailed Away, mentre Rock ‘n’ Roll Children è l’unica tratta dal precedente Sacred Heart, The Last in Line è presa dall’omonimo album del 1984 e le immancabili Holy Diver e Rainbow in the Dark provengono ovviamente dall’immortale disco d’esordio Holy Diver. C’è spazio anche per il periodo Black Sabbath, con Neon Knights ed Heaven and Hell, mentre Long Live Rock ‘n’ Roll e Man on the Silver Mountain testimoniano la permanenza del cantante statunitense nei Rainbow. Grandiosa la prestazione live di tutta la band, composta in quel periodo da Ronnie James Dio alla voce, Craig Goldy all’unica chitarra, Claude Schnell alle tastiere, Jimmy Bain al basso e Vinny Appice alla batteria. Una formazione tuttora invidiabile e che dimostra come dietro ad un grandissimo cantante quale Dio è stato ci sia sempre stata una line-up di tutto rispetto. E ovviamente questo disco è a testimonianza di come la buona musica faccia davvero fatica a scomparire nonostante l’implacabile destino degli anni che passano.

È impossibile ora assegnare un voto numerico a questa release, non ce ne sarebbe nemmeno il motivo visto che di nuovo non c’è niente, ma si può valutare l’operazione della Universal Music secondo varie prospettive, tra cui l’intento puramente commerciale e a fini di lucro, quello nostalgico da puri amanti della musica e così via. Insomma, sta a voi decidere se varrà la pena spenderci dei soldi oppure no. Certo, è piacevole leggere il nome di Ronnie James Dio tra le nuove uscite del 2013, ma non possiamo neppure vivere soltanto di ricordi.



VOTO RECENSORE
s.v.
VOTO LETTORI
89.33 su 9 voti [ VOTA]
evil cat
Martedì 22 Gennaio 2019, 20.50.31
27
Che dire? E' l'album che mi ha fatto conoscere il metal ormai 35 anni fa. Solo per questo dovrei dargli un 100 pieno....ma bando ai sentimentalismi non lo faccio. Delle nove canzoni presenti solo 2 non mi convincono e cioè Sunset Superman ed Overlove. Una menzione particolare la merita la superba All the fools sailed away. Autentico gioiello e sono contento di leggere che anche altri la apprezzino molto. Ai tempi dell'uscita del disco Ronnie aveva dato secondo me molta importanza a questa canzone (e' l'unica cui il testo compare nell'album...ed occupa un intera facciata dello sleeve). Poi però col passare degli anni questa canzone e' stata accantonata, non la eseguiva più ai concerti e non e' stata inclusa nei due BEST OF che posseggo (Diamonds e The very beast of Dio), anche nel CD tributo che gli è stato dedicato nessuno ha pensato di eseguirla...PECCATO!! per me è una canzone capolavoro e quest'album merita un 90 e la gloria eterna. Grande Dio! Il migliore!
Salvatore
Venerdì 23 Giugno 2017, 17.58.08
26
Altro grande capolavoro Dell Elfo dall' ugola d'acciaio,altro grande esempio di energia ,phatos,e ,melodia (produzione sonora eccellente,unica pecca dei diamanti precedenti,secondo me) con Viv. e i suoi assoli infuocati e scheletrici in evidenza,atmosfere,refrain da urlare a "CAPPELLA".....Vero spirito hard&Heavy ! non deve mancare sugli scaffali di nessun Defender!....Metallo senza tempo! Voto 97
Steelminded
Venerdì 12 Giugno 2015, 21.17.55
25
Secondo me gli ultimi tre grand magus (quelli epic, metal classico per intenderci), è quanto di più valido e che mi si accosta di più al grande Ronnie oggigiorno in materia heavy.
Andrew Lloyd
Venerdì 12 Giugno 2015, 21.09.05
24
Al tempo avedo fatto la bocca ad Holy Diver e The Last in Line sembrava un album un po' più debole. Col tempo e col senno di poi, ne fossero usciti album così nelgi Anni Duemila. Bellissima copertina.
Phantom Lord
Giovedì 3 Aprile 2014, 7.59.47
23
Stupendo non aggiungo altro.
Ste
Giovedì 3 Aprile 2014, 1.20.51
22
Bellissimo, può stare tranquillamente accanto a Holy Diver, Dream Evil ha tutte le carte in regola per essere un vero masterpiece. Voglio dire, Ronnie canta da Dio ha sviluppato una tecnica unica che da Holy diver si è ulteriormente raffinata, le linee vocali sono stupende, il songwriting cupo e potente viene incalzato dai massicci mid tempo presenti in tutto il disco. Quello che mi piace è la varietà delle canzoni e l'incidere potente e melodico che ammalia. Night People è un'ottima speed song, segue il primo highlist dell'album; Dream Evil dalle tinte A.o.r, poi è il turno di Sunset Superman e qui inizia l'headbanging, un 4/4 con un ritornello che ti si ficca in testa come quello della seguente All the Fools Sailed Away, senza dubbio la più bella dell' lp e una delle più toccanti di tutta la carriera di Dio. E' semplice nella struttura il ritornello,ma che voce, che feeling, che intensità toccante! Per Naked in the Rain stesso discorso di Sunset Superman che sembra una sua canzone sorella, Overlove dall'inizio blues corre bella veloce portandoci a un'altra top track: I Could Have Been a Dreamer. Faces in a Window e When a Woman Cries, s'alternano s'una vena melodica che non conosce cali d'ispirazione. Il bello di Dream Evil è che ogni canzone può essere equiparata all'altra, ma risulta davvero difficile scegliere la migliore. Oggettivamente le prime 4 songs dell' lp sono i assoluto le migliori. Una dopo l'altra è un crescendo di bellezza e di emozioni che culminano in quello ch'è il cuore di Dream Evil, la gia' citata All the Fools Sailed Away, che per me è diventata una sorta di inno! Voto 92
AL
Martedì 1 Ottobre 2013, 11.00.04
21
il disco è ottimo, deluxe o non deluxe. Faces in the window, naked in the rain e sunset superman sono le miei preferite. grande Ronnie!
LAMBRUSCORE
Sabato 11 Maggio 2013, 15.51.44
20
@Fabio 2, bravo a far rivivere un pezzo di storia del nostro genere, peccato non ci fossi stato, pensa che ho perso anche il Monster del '92....va beh, per quello che riguarda il fatto che vi guardassero male, beh, con le maglie nere alla festa dell'unità è normale, a me capita ancora, certi "tolleranti" comunisti vorrebbero tutti vestiti di rosso, oh, dico solo certi eh???
scurnacchiato il filosofo
Sabato 11 Maggio 2013, 15.22.23
19
siamo vecchi..essere ancorati a un disco di 25 anni fa era come quando eravamo ragazzini negli anni 80 e qualcuno fosse ancorato alla musica degli anni 60..roba da vecchi, almeno anagraficamente.. Perchè si vive così poco???
Sandro70
Lunedì 8 Aprile 2013, 22.33.21
18
Bellissimo disco ( voto 90) che hai tempi ho letteralmente macinato, non hai livelli di holy diver ( il mio disco preferito in assoluto: voto 100 ) o di the last in line ( voto 98 ). Mannaggia, quanto tempo è passato!
Hellion
Lunedì 8 Aprile 2013, 22.19.20
17
Beh, a 23 anni Doro era davvero da paura! Concordo sul fatto che Dream Evil è un disco bellissimo, lo consumai letteralmente, mi preparai al concerto in maniera ossessiva compulsiva, che bei tempi!
Elluis
Lunedì 8 Aprile 2013, 20.20.26
16
Per me agosto era periodo di mare, mi sa che manco lo sapevo che sarebbe venuto Dio a Milano. Cmq del concerto di novembre ho tuttora dei gran bei ricordi, molto frammentati , ma mi ricordo delle sensazioni fortissime (prima fra tutte le zinne di Doro Pesch che ho sperato si liberassero, ma purtroppo non successe), vabbè............ E poi Dream Evil resta un album della madonna, forse uno dei migliori della carriera solista di RJD
Hellion
Lunedì 8 Aprile 2013, 20.02.53
15
@Elluis...lo vidi pure a novembre, non riuscivo a crederci, in 3 mesi vedevo 2 volte quello che era, è e sarà il mio unico DIO!
Elluis
Lunedì 8 Aprile 2013, 14.38.54
14
Mi sono appena accorto che in verità il concerto di cui parlo io è quello del 16 novembre '87, non quello di agosto '87 !!
Elluis
Lunedì 8 Aprile 2013, 14.06.09
13
@Hellion e @Andy '71 mi unisco accoratamente al vostro ricordo, il mio primo concerto metal in assoluto con gli Warlock di supporto, memorabile per un quindicenne di allora !! Sulla riedizione in questione non c'è niente da dire, assolutamente inutile, superflua; il secondo disco live sarebbe stato anche interessante se non fosse che, come giustamente fa notare Flight666, è già stato pubblicato meno di 3 anni fa, quindi che utilità ha ?? Potevano sprecarsi un po di più e magari metterci un dvd, sarebbe stato sicuramente più appetibile
BILLOROCK fci
Lunedì 8 Aprile 2013, 8.42.41
12
UN ottimo doppio disco, da Dio....
Fabio II
Domenica 7 Aprile 2013, 15.04.31
11
E' stato un concerto magico, quando eseguiva Stand up and shout la gente impazziva. Credo sia l'inno del Metal con 'the numer' degli iron. Saluti!
HeroOfSand_14
Domenica 7 Aprile 2013, 14.53.38
10
Fabio II: hai visto un concerto di Helloween e Dio all'apice della loro carriera, mica male eh?!?
Hellion
Domenica 7 Aprile 2013, 10.57.31
9
Inglese il gruppo di RJDIO? Il solito giornalista informatissimo sul metal!
Lizard
Sabato 6 Aprile 2013, 22.39.28
8
Il primo disco di Dio che ho avuto, grazie ad un provvidenziale amico al quale devo la scoperta di decine di gruppi fondamentali.
pincheloco
Sabato 6 Aprile 2013, 22.32.09
7
l'acquisto di questo vinile fu una delle prime cose che feci subito dopo il congedo, ricordo che era da poco arrivato nei negozi.
LUCI DI FERRO
Sabato 6 Aprile 2013, 22.30.32
6
Dream Evil grande cd, veramente un gran lavoro. Complimenti Ronnie (r.i.p.)
Fabio II
Sabato 6 Aprile 2013, 21.22.20
5
Capita a fagiolo questa ristampa, tra le mie foto ho naturalmente conservato quella apparsa su un giornale locale dove sono sotto il palco con i miei amici. L'articolo dice: Reggio invasa dai metallari per il grande concerto rock. Di seguito:' primo giorno della festa dell'Unita all'insegna del bel tempo, dell'inconsueto e dei metallari. Grande successo, come nelle previsioni per il mega concerto heavy Metal. Fin dalle 7,30 del mattino la stazione ferroviaria e l'area della festa sono state invase da giovani e ragazzini, pittoreschi e riconoscibilissimi nelle tradizionali divise degli amanti del metallo forte, accorsi un po' da tutta Italia per questo raduno preannunciato come uno dei più importanti della stagione su scala nazionale grazie alla presenza delle più amate band anche straniere. Nel primo pomeriggio oltre 4000 giovanissimi hanno atteso l'apertura dei cancelli Dell Arena del Chionso. Alle 17.30 l'inizio del concerto, che si e' protratto fin oltre la mezzanotte. Cinque i complessi che si sono alternati sul palco della non stop: italiani i Vanadium, Skanners e Gow, tedeschi gli Helloween, inglese il gruppo di R.J.Dio. Tutti ritmi musicali duri ma pubblico di ragazzi gentilissimi, cortesi che hanno sorpreso i vecchi compagni comunisti di servizio alle porte. Molti di loro non avevano mai neanche sentito parlare di metallari. Tutto bene, comunque, dopo i primi attimi di smarrimento. Giusto qualche battuta scherzosa su quelle strane- per una festa dell'Unita- camicette e magliette nere. Nessun problema anche per il servizio d'ordine.'
Andy '71
Sabato 6 Aprile 2013, 20.32.45
4
Hellion@Concordo in pieno,live memorabile!
jek
Sabato 6 Aprile 2013, 13.24.14
3
Il primo pensiero è stato Universal Music = sciacalli. Il secondo altrettanto. Povero il mio unico Dio venduto per 30 denari. Anche se però, commentare un capolavoro di Dio non sugli album rispolverati ma sulle novità non è male.
Hellion
Sabato 6 Aprile 2013, 12.45.01
2
25 agosto 1987, non aggiungo altro!
Joker74
Sabato 6 Aprile 2013, 12.13.52
1
Avevo 13 anni quando comprai questo capolavoro a scatola chiusa!
INFORMAZIONI
2013
Universal Music
Heavy
Tracklist
CD 1:
1. Night People
2. Dream Evil
3. Sunset Superman
4. All the Fools Sailed Away
5. Naked in the Rain
6. Overlove
7. I Could Have Been a Dreamer
8. Faces in a Window
9. When a Woman Cries

CD 2:
1. Hide in the Rainbow (Dio EP)
2. I Could Have Been a Dreamer (Single Edit)
Live at Donington ‘87:
3. Dream Evil
4. Neon Nights
5. Naked in the Rain
6. Rock ‘n’ Roll Children
7. Long Live Rock ‘n’ Roll
8. The Last in Line
9. Holy Diver
10. Heaven and Hell
11. Man on the Silver Mountain
12. All the Fools Sailed Away
13. The Last in Line (Reprise)
14. Rainbow in the Dark
Line Up
Ronnie James Dio (Voce)
Craig Goldy (Chitarra)
Claude Schnell (Tastiere)
Jimmy Bain (Basso)
Vinny Appice (Batteria)
 
RECENSIONI
74
69
67
78
80
86
79
94
96
ARTICOLI
15/05/2019
Articolo
Rammstein - Studio Report
Uno sguardo in anticipo sul nuovo album!
15/02/2019
Live Report
DIO DRONE NIGHT: HATE & MERDA + NUDIST + TIBIA
Wishlist Club - Roma - 09/02/2019
01/09/2018
Live Report
DIOCLETIAN
The Black Heart, Londra,14/08/18
21/03/2017
Live Report
RISE OF THE UNDERGROUND V - CLAUDIO SIMONETTI'S GOBLIN + TRINAKRIUS + HAUNTED + ANCESTRAL
Barbara Disco Lab, Catania, 17/03/2017
18/07/2015
Intervista
CLAUDIO MILANO
L'idea di una vita vissuta come forma creativa a sé.
26/06/2014
Live Report
LACUNA COIL + THE LAST FIGHT + NIGGARADIO
Le Capannine, Catania, 21/06/2014
14/11/2012
Intervista
AUDIO PORN
Bad guys of rock'n'roll
10/03/2011
Live Report
NECRODEATH + RAZA DE ODIO + DATAKILL + SHAKE WELL BEFORE
Bulldog, Serra Riccò (GE), 05/03/2011
14/07/2010
Articolo
METAL E MEDIOEVO
Un viaggio alla scoperta delle nostre radici
18/05/2010
Articolo
RONNIE JAMES DIO
Ricordare la leggenda
30/10/2005
Intervista
RAZA DE ODIO
Parla la band
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]