IN EVIDENZA
Album

Municipal Waste
Electrified Brain
Demo

Particles
Heavy Heart
CERCA
RICERCA RECENSIONI
PER GENERE
PER ANNO
PER FASCIA DI VOTO
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

08/07/22
ARDOURS
Anatomy of a Moment

08/07/22
SONUM
Visceral Void Entropy

08/07/22
CLEANBREAK
Coming Home

08/07/22
ALTARS
Ascetic Reflection

08/07/22
JOURNEY
Freedom

08/07/22
POWERWOLF
The Monumental Mass - A Cinematic Metal Event (Live Album)

08/07/22
CROSSING RUBICON
Perfect Storm

08/07/22
DIO
Holy Diver - Super Deluxe Edition

15/07/22
JACK STARR`S BURNING STARR
Souls of the Innocent

15/07/22
ORIANTHI
Live from Hollywood

CONCERTI

07/07/22
IRON MAIDEN + AIRBOURNE + LORD OF THE LOST
BOLOGNA SONIC PARK - ARENA PARCO NORD - BOLOGNA

07/07/22
GOD IS AN ASTRONAUT + NOTHING
IPPODROMO CAPANNELLE - ROMA

08/07/22
ROMETAL 2022 - GIORNO 1
MAMMUT LIVE CLUB - ROMA

09/07/22
PHENOMEROCK FEST - 9 LUGLIO 2022
PHENOMENON OPEN AIR - FONTANETO D'AGOGNA (NO)

09/07/22
ROMETAL 2022 - GIORNO 2
MAMMUT LIVE CLUB - ROMA

10/07/22
CIRITH UNGOL + NIGHT DEMON + ANCILLOTTI
PHENOMENON - FONTANETO D'AGOGNA (NO)

13/07/22
GODSPEED YOU! BLACK EMPEROR + STEARICA
STUPINIGI SONIC PARK - NICHELINO (TO)

15/07/22
LUPPOLO IN ROCK (day 1)
PARCO EX COLONIE PADANE - CREMONA

15/07/22
ROMETAL 2022 - GIORNO 3
MAMMUT LIVE CLUB - ROMA

16/07/22
LUPPOLO IN ROCK (day 2)
PARCO EX COLONIE PADANE - CREMONA

Highlord - The Warning After
( 3561 letture )
Gli Highlord sono una formazione piemontese in attivo dal 1996, che fino al 1998 presentava il monicker Avatar e che può contare su una cospicua discografia, composta da un demo e sei album. Dopo quattro anni di attesa dal precedente lavoro The Death of the Artists, la band torna alla ribalta con il nuovo album intitolato The Warning After e pubblicato per l’etichetta discografica Punishment 18 Records (precedentemente il gruppo era sotto contratto con la Scarlet Records). La line up ha subito alcuni cambiamenti con l’innesto del tastierista Emanuele "Mr. Triton" Salsa e del bassista Daniele "Dani" Veronese, mentre il genere proposto permane su un power metal di stampo melodico con inclinazioni hard rock e progressive. The Warning After è un full length ben concepito che evidenzia una qualità compositiva al di sopra della media. Non siamo al cospetto di un prodotto originale, ma se il livello si presenta così elevato è davvero un aspetto ininfluente. Dieci tracce interessanti nelle quali si apprezzano le curate parti chitarristiche di Stefano "Sted" Droetto, il vocalism di Andrea "Andy" Marchisio che si attaglia perfettamente al power metal e non solo, l’eccellente lavoro della sezione ritmica composta dal duo Daniele "Dani" Veronese e Luca "T-1000" Pellegrino e il prezioso contributo alle tastiere di Emanuele "Mr. Triton" Salsa, che ha il pregio di rendere più corpose le singole canzoni. Difficile trovare difetti in questa prova degli Highlord, una musica mai ridondante che non ha proprio nulla da invidiare al tanto strombazzato mercato estero.

Si parte con l’introduttiva Tonightmare, in cui spicca la voce del singer, inizialmente umbratile ed inquietante, accompagnata da intriganti parti elettroniche. Nella potente The Google Mirror si evidenzia uno stupendo assolo melodico alla sei corde ed una mirabile sezione ritmica. In Brother to the End si ammirano maggiormente i virtuosismi vocali di Marchisio, sostenuti da pregevoli parti di chitarra e tastiere. Inside the Vacuity Circle è un pezzo strumentale dall’andamento deciso, caratterizzato da un ottimo drumwork e che prelude alla dirompente Standing in the Rain, canzone munita di uno splendido refrain che ne fa uno degli apici del platter. No More Heroes inizia in modo un po’ macabro (si sente infatti un uomo intento a fischiettare che viene falciato da un’autovettura), per poi proseguire con un piglio determinato fino agli impeccabili assoli di tastiere e chitarra. Of Tears and Rhymes è la classica immancabile ballata con tanto di violini, emozionante ed ispirata. Nella titletrack un riff di chitarra lineare supportato dalle tastiere fa da apripista ad una song versatile e trascinante, mentre In This Wicked World è una canzone più votata all’hard rock con dei cori che risaltano sul resto, un roccioso riff principale ed un bell’assolo sciorinato da Droetto. A chiudere troviamo Arcade Warriors, una traccia power metal in cui compare lo special guest Ralph Scheepers con un’interpretazione ineccepibile.

Gli Highlord si confermano come una delle migliori realtà del bistrattato panorama metal italiano ed è questo, purtroppo, il peggior difetto che hanno i Nostri, perché se fossero americani o scandinavi sarebbero probabilmente ben più conosciuti. The Warning After è un prodotto destinato non soltanto agli appassionati del power metal, ma anche a chi ama la musica con la "M" maiuscola. Fidatevi.



VOTO RECENSORE
83
VOTO LETTORI
69.83 su 6 voti [ VOTA]
Le Marquis de Fremont
Mercoledì 17 Aprile 2013, 13.07.35
10
Niente di speciale. Questo genere fa veramente fatica a sfornare dischi veramente belli. Qui siamo nella media-bassa fascia. Non mi emoziona. Au revoir.
giovanni
Martedì 16 Aprile 2013, 13.25.30
9
Grande rispetto per questa band, anche se preferivo di gran lunga Vascè al singer attuale che è pure bravo, ma le linee vocali non mi dicono molto... cmq disco sopra la media
S.V.
Sabato 13 Aprile 2013, 12.28.48
8
si ma esistono da 15 anni, certi sembra che abbiano scoperto il primo demo con sto brano.
Northcross1
Venerdì 12 Aprile 2013, 12.10.17
7
@Undercover: Esatto proprio lui, questo è il problema di averlo scoperto così tardi... Cmq va be sul suo sito costa 5 dollari quindi niente di impossibile... In ogni caso concordo con te, davvero fantastico quel album.
Undercover
Venerdì 12 Aprile 2013, 0.06.57
6
@Northcross se parli del progetto Gru, è stupendo, un lavoro veramente interessantissimo che ho avuto modo di ascoltare nell'anno d'uscita, l'aveva messo in free download da subito.
Northcross1
Giovedì 11 Aprile 2013, 23.47.30
5
Davvero ottimi! Diamine devo fare il mutuo per tutti questi dischi!!! OT Volevo approfittare di questo spazio, per segnalare un disco del 2010 che ho scoperto per caso sul tubo del solista Piotrek Gruszka con l'album intitolato Cosmogenesis, 35 minuti di musica Prog tecnico davvero fantastici per un viaggione nel universo. Sul tubo c'è tutto l'album se volete darci un ascolto. Fine OT, un saluto a tutti.
Luca "Diablo"
Giovedì 11 Aprile 2013, 15.47.15
4
per me è il loro miglior disco di sempre. Finalmente hanno fatto il definitivo salto di qualità!
il vichingo
Giovedì 11 Aprile 2013, 14.20.52
3
Per curiosità ho sentito un pezzo sul tubo e mi ha colpito... devo approfondire .
Loco
Giovedì 11 Aprile 2013, 9.05.56
2
Metallo Italiano!!!!!!!! Ottimo album, mi piace molto!
davide
Giovedì 11 Aprile 2013, 8.09.28
1
bel lavoro.....complimenti!!!
INFORMAZIONI
2013
Punishment 18 Records
Power
Tracklist
1. Tonightmare
2. The Google Mirror
3. Brother to the End
4. Inside the Vacuity Circle
5. Standing in the Rain
6. No More Heroes
7. Of Tears and Rhymes
8. The Warning After
9. In This Wicked World
10. Arcade Warriors
Line Up
Andrea "Andy" Marchisio (Voce)
Stefano "Sted" Droetto (Chitarra)
Emanuele "Mr. Triton" Salsa (Tastiere)
Daniele "Dani" Veronese (Basso)
Luca "T-1000" Pellegrino (Batteria)
 
RECENSIONI
83
64
ARTICOLI
17/09/2016
Intervista
HIGHLORD
Hic Sunt Musicorum
25/06/2004
Intervista
HIGHLORD
Parla Alex
9/11/2002
Intervista
HIGHLORD
Parla Stefano
29/10/2002
Articolo
HIGHLORD
La biografia
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]