Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Hamferd
Támsins likam
Demo

Steven Wilson
Last Day of June
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/01/18
APOPHYS
Devoratis

22/01/18
ROTHEADS
Sewer Fiends

23/01/18
ENEMYNSIDE
Dead Nation Army

25/01/18
VORACIOUS SCOURGE
Our Demise

26/01/18
MACHINE HEAD
Catharsis

26/01/18
AN EVENING WITH KNIVES
Serrated

26/01/18
LABYRINTH
Return To Live

26/01/18
LIONE-CONTI
Lione-Conti

26/01/18
VICTORIUS
Dinosaur Warfare - Legend Of The Power Saurus

26/01/18
PORTAL
ION

CONCERTI

20/01/18
BANCO DEL MUTUO SOCCORSO + HAMNESIA + LA STANZA DI IRIS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

20/01/18
FATES WARNING + METHODICA
LEGEND CLUB - MILANO

20/01/18
VEXOVOID + EXPLORER + SHENANIGANS
CASEIFICIO LA ROSA - POVIGLIO (RE)

20/01/18
AMRAAM + A TASTE OF FEAR + TRACTORS
ALVARADO STREET - ROMA

20/01/18
SAIL AWAY + GUESTS
PADIGLIONE 14 - COLLEGNO (TO)

20/01/18
RAW POWER + TRUTH STARTS IN LIES
BE MOVIE - SANT'ILARIO D'ENZA (RE)

20/01/18
ALEA JACTA + METHEDRAS + CRUENTATOR
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

21/01/18
FATES WARNING + METHODICA
ORION - CIAMPINO (RM)

21/01/18
ASTRAL FIRE + STINS
BIRRERIA HB - PISTOIA

23/01/18
ACCEPT + NIGHT DEMON + IN.SI.DIA
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

Avenged Sevenfold - City Of Evil
( 16758 letture )
Emo, post-hardcore, alternative metal… sono solo alcune delle etichette che sono state attribuite agli Avenged Sevenfold negli ultimi anni, e così pure ad altre band di spicco come gli Atreyu. Ma al di là di qualsiasi nome gli si possa affibbiare, gli A7X suonano un onesto, grintoso e coinvolgente rock dalle forti tinte metal.
Sounding The Seventh Trumpet e Waking The Fallen sono ormai solo un lontano ricordo: assieme al growling di M. Shadows (ma purtroppo non il suo soprannome) se n’è andata completamente l’attitudine swedish che aveva contraddistinto gli ultimi anni della band. Un modo di suonare solo vagamente svedese, sia ben chiaro, perché è risaputo quanto sia arduo per gli americani, ed i californiani nel nostro caso, adeguarsi ai dettami europei nell’ambito della scrittura musicale.
Tuttavia il risultato del setaccio del loro fiume espressivo è inequivocabile: con City Of Evil gli Avenged Sevenfold hanno trovato l’oro. E non parlo semplicemente della fortuna di poter vedere un paio di video (ben fatti) su qualsiasi programma musicale televisivo: a mio avviso la band ha trovato la formula vincente per avvicinare due sponde musicali da sempre avverse, quella del punk-rock americano e quella del metal europeo. Un po’ come sposare i Lagwagon con Bruce Dickinson, parlando schiettamente. Un compito arduo il loro, e peraltro già tentato altre volte, anche se tendenzialmente nella direzione opposta: gli In Flames di Reroute To Remain, ad esempio, avevano rappresentato all’epoca un chiaro sintomo della volontà del Nord Europa di spostare le proprie sonorità verso quelle del Nuovo Mondo (nonostante i risultati a dir poco imbarazzanti e la clamorosa marcia indietro già intrapresa con il nuovo Come Clarity).

Sebbene gli A7X abbiano dunque trovato un sistema efficace di stupire le masse, divertire gli estimatori dei generi più disparati, e soprattutto fare un sacco di soldi, temo non sia ancora il momento di adagiarsi sugli allori. Il primo rischio a cui vanno incontro è che la loro “rivelazione” altro non sia che il classico, pomposissimo (per non smentire la “american way”, del resto) fuoco di paglia, snobbato da critica e pubblico nel volgere di pochi mesi. Il secondo rischio, anche più subdolo del primo, è che la nuova linfa creativa si esaurisca in un album. Il motto che i cinque musicisti californiani devono imparare nei prossimi tempi è “Innovare, Innovare, Innovare”, in modo tale da non avviare mai l’involuzione distruttiva che purtroppo coinvolge la maggior parte delle band rivelazione degli ultimi anni.
Consiglio l’acquisto di quest album a tutti coloro che come me hanno amato indistintamente Offspring, Bad Religion, Iron Maiden, Helloween ed Arch Enemy.
Era da tempo che non ascoltavo brani perversamente adrenalinici come Burn It Down, suonati con grande gusto e tecnica come Sidewinder, orecchiabili (ma non per questo indigesti) come Thrashed And Scattered. A questo aggiungete pure un cantato pulito accattivante ed una produzione eccellente, ed il gioco è fatto.
Ora non resta che vedere in che direzione volgerà la fortuna della band. Ma le premesse per essere ricordati a lungo ci sono tutte.



VOTO RECENSORE
87
VOTO LETTORI
62.94 su 222 voti [ VOTA]
Silvia
Giovedì 30 Novembre 2017, 18.33.51
31
Non avevo dato il voto. 94 alla freschezza dei pezzi e all'interpretazione vocale
Silvia
Martedì 7 Novembre 2017, 15.49.07
30
Anche x me l'album piu' bello forse. Grande voce Mr Shadow, mi piace molto il suo timbro, bravi gli strumentisti e delle etichette non mi importa Neppure di trucco parrucco e mode . Ha ragione chi dice qui sotto che il Rev aveva personalita'
Fabio Yaaaaaaaahhhhhh
Lunedì 31 Luglio 2017, 13.47.20
29
Per me il loro milglior album insieme al successivo, forse leggermente inferiore solo al self titled ma come livello siamo lì...non credo torneranno a livelli del genere...voto 96 ma sono di parte
TheFreeman
Mercoledì 7 Dicembre 2016, 20.39.55
28
61 il voto dei lettori? Ma che problemi avete.
Metalfrank
Lunedì 5 Dicembre 2016, 22.20.16
27
Il miglior album degli Avenged Sevenfold! Peccato che dopo abbiamo fatto solo delle schifezze....
Sentenza
Lunedì 19 Settembre 2016, 23.29.20
26
Ho cominciato ad ascoltarli qualche tempo fa e da non true metaller ma da amante del "metallo corrotto" dal core e dall' hard rock li ho trovati piacevoli. Probabilmente sono molto studiati per il mercato e su questo non discuto ma questo non mi fa dubitare di un loro valore, forse non eccelso ma molto buono. L'ho trovato più difficile da masticare di waking e dell'omonimo, più sicuri primo ascolto. È comunque validissimo. Forse è un po' folle recensirlo su un sito come questo sapendo che una band simile non troverà mai consenso nell'utente medio del sito
Perez
Domenica 7 Agosto 2016, 12.00.36
25
Grande album metal, completo e tecnicamente di livello. Giudicare una band dalle foto e dai video è infantile. Musicisti come REV e SynGates farebbero la fortuna di qualunque metal band, e dico qualunque perché la quantità di generi che compongono questo grande album e il livello di esecuzione sono impeccabili. Voto perfetto!
Alexi Laiho
Giovedì 12 Novembre 2015, 15.19.41
24
Bello, davvero bello. Dopo il buom Waking the Fallen hanno rischiato, e l'esperimento è andato a buon fine: un Heavy metal classico con tinte di punk rock americano. Considerando che in line-up abbiamo un solista eccellente quale Synyster Gates (l'assolo di Sidewinder è fantastico) e The Rev alla batteria, i risultati potevano essere solo questi. P.S.:Questo NON è Alternative Metal, né tanto meno Metalcore (dove sono i breakdown e i growl? lol) Reputo Bat Country il loro pezzo migliore di tutta la discografia. 82
Daniel
Domenica 12 Gennaio 2014, 6.10.00
23
la voce di sto Mattew che e orrenda,hai la senzazione che a momenti schianta e non c"e la fa piu,comunque bella merda...
SIMO
Mercoledì 23 Ottobre 2013, 14.40.35
22
Grandissimo album, veramente poco da dire. Al di là dei gusti, musicalmente in questo album gli a7x sono stati eccezionali.
ErnieBowl
Domenica 18 Agosto 2013, 23.21.00
21
Premetto che non mi piace molto però penso che City Of Evil sia un album molto particolare, non so nemmeno io che voto attribuirgli, so solo che: Il Metalcore è stato abbandonato per via dei problemi alle corde vocali di Matthew Shadows e quindi hanno preso la via dell'Heavy Metal mantenendo lo stesso qualche influenza. Il basso inizia a sentirsi regalandogli qualche break e intro. La ritmica è molto studiata lasciando comunque spazio, forse troppo, anche a melodie molto particolari, a riff ritmati e non, tipici del Metalcore e perché no, anche ad arpeggi o intermezzi acustici. Eccezionali inoltre gli assoli di Synyster Gates con la giusta quantità di tecnica e espressività senza mai finire in tecnicismi eccessivi. La batteria rimane impeccabile, d'altronde lo stile di The Rev mi è sempre piaciuto e a mio parere aveva uno stile unico e particolare; inoltre tralasciando lo stile compositivo, il suo set rendeva il suono molto compatto nei tom e leggero e diffuso nei piatti, il che equilibrava tutto. Per la voce non mi esprimo più di tanto, a volte mi piace e a volte no; a mio parere ha una buona tecnica ma non la sa sfruttare a dovere perché spesso cade troppo nel nasale e questo mi da abbastanza fastidio. Ma ciò non toglie che le sue linee vocali siano buone. Voto: 70
Daniel
Mercoledì 10 Aprile 2013, 17.31.45
20
mai piaciuti x la voce dell cantante facevano meglio nei primi due dischi chi gli ha operati le corde vocali l"ha fatto male,fa pena sentirlo come cerca di salire di tonalita e non riesce,peccato x i suoi compagni il bravo Portnoy e bella compania !
Ross
Domenica 7 Aprile 2013, 11.13.12
19
82. e non si discute, qua sullivan batteva come non mai, il miglior album della band
Sonny
Domenica 7 Aprile 2013, 11.05.55
18
Purtroppo non mi hanno mai preso... Non so come mai...
daniele
Mercoledì 13 Febbraio 2013, 18.00.33
17
L'album non è affatto male! Merita un bell'80 a mio parere.. Anche se non è al livello di Avenged Sevenfold (Sono alquanto turbato dal fatto che metalliized non l'abbia recensito). Anch'io posso non condividere mollti testi, o il loro modo di vestirsi.. Ma mi pare che tanti la usano solo come scusa per rifiutarne l'ascolto, o per screditarli a priori.. Siamo nel 2013, i pregiudizi dovremmo lasciarli da parte..
Stefano75
Lunedì 6 Agosto 2012, 12.15.02
16
il paraocchi please! levarsi il paraocchi, il miglior album degli Avenged Sevenfold, ascoltare prima di criticare, in positivo o in negativo. voto 91
il vichingo
Mercoledì 6 Giugno 2012, 11.20.30
15
Per quanto mi riguarda una risicata sufficienza è già tanto per questo City of evil, neanche paragonabile a Nightmare, che tutto sommato presentava alcune canzoni piacevoli. Disco eccessivamente incensato, un 60 su 100 ad essere (molto) generosi.
Flag Of Hate
Mercoledì 6 Giugno 2012, 11.13.09
14
In assoluto, la band più sopravvalutata e pompata del nuovo millennio. Evitabile. 45/100
Alex
Giovedì 10 Maggio 2012, 2.48.16
13
mah leggendo i commenti su di loro nn riesco a capire.... parlano di come gli a7x si vestono o come si pongono a me di ste cose nn mi fraga un cazzo nn me li devo scop..e e neanche uscire con loro.... si possono vestire anche da ballerine o da pagliacci che io ascolto la musica che fanno e scusate ma city of evil è un gran disco e qui nn ci piove pezzi di chitarra incredibili e canzoni varie e ottime insieme a nightmare il loro disco migliore....questi sanno suonare..... commerciali emo esaltati ricchi ect ect ect ma questi sono bravi e de tempo che si giudicano per la loro musica e nn per come si vestono...certi assomigliano a mia nonna che guarda come si vestono le attrici
Macca
Mercoledì 28 Dicembre 2011, 0.43.47
12
Buon disco, tecnicamente superbo e per certi versi addirittura innovativo. A prescindere da come si vestano, come si pongano o quali bevande ciuccino in sala prove hanno fatto uscire dalle casse dello stereo un lavoro di qualità. VOTO 86
Kinuz
Lunedì 19 Settembre 2011, 21.53.55
11
Possono essere etichettati qualsiasi cosa ma City of Evil rimane grandioso. Ne sono legato tantissimo. Non fraintendetemi a me gli A7X non vanno giù ma devo riconoscere che tirano fuori dei bei lavori a volte. VOTO: 85
LordJim
Domenica 13 Marzo 2011, 18.24.11
10
musicalmente non mi dispiacciono ma certi testi reazionari non li digerisco...
NIC
Domenica 20 Febbraio 2011, 16.07.21
9
A mio modestissimo parere, gli Avenged sono grandi e tecnicamente bravi, ma sbagliano in qualcosa, manca qualocsa in tutto questo. Sbagliano modo di vestire e di porsi, a tratti sembrano quasi 4 EMO che stanno su un palco, hanno deciso di fare da parte anche la leggenda Portnoy e adessa vediamo come si comporterà il nuovo batterista. Altra cosa che ha sempre screditato gli Avenged è il continuo accostamento con gruppi grandi, enormi. Concerti con Iron Maiden eccetera, roba da Gods of Metal! Comunque a me piacciono, piacciono parecchio e scusatemi ma trovo questo album immenso...il loro migliore!
Fabio
Venerdì 26 Novembre 2010, 11.51.39
8
Album tecnicamente perfetto..escono dalla chitarra di synister gates (vincitore di 2 premi nel 2006) assoli stupendi accompagnati zacky vengance (M.I.A., bat country, beast and the harlot, burn it down). Per gli amanti delle urlatine queste non mancano, anche se non cattive e frequenti come nell'album "waking the fallen" (intro di bat country ad esempio); ricordo per gli esperti di musica che se un gruppo non urla non vuol dire che sia commerciale. secondo me hanno superato a pieni voti il passaggio al nuovo genere, anzi secondo me hanno fatto un salto di qualità e di maturità notevole sopratutto tentando canzoni con sottofondi orchestrali o arpeggi in chitarra classica tipo "strenght of the world", "the wicked end", "sidewinder". VOTO 9
YOUDESERVETODIE
Domenica 13 Giugno 2010, 10.53.20
7
Io non credo siano male sti avenged sevenfold... Ma di metal hanno poco o niente... Questo album è un ottimo lavoro, ma sono un po' troppo commerciali per i miei fottuti gusti, io baso le mie valutazioni anche su questo. Un 70 ci sta. Anche un 75.
Michele
Lunedì 1 Marzo 2010, 23.43.41
6
Li trovo musicalmente superficiali...
Sigfried
Sabato 18 Aprile 2009, 15.01.09
5
Molto diverso da wakin the fallen.......ma non per questo peggiore!!!
AL
Mercoledì 25 Marzo 2009, 8.35.48
4
disco discreto, ammetto che non è il genere di metal che mi fa impazzire ma loro son bravi. e dal vivo fanno walk dei Pantera in modo perfetto!
Renaz
Sabato 27 Settembre 2008, 9.30.41
3
Non ho parlato di nessun paragone con gli In Flames... ho scritto che loro stanno tentando un esperimento opposto..
Franci18
Lunedì 23 Aprile 2007, 20.25.23
2
ottimo disco, ma il paragone con gli in flames e proprio sbagliato, come clarity è un album sensazionale, e suonato alla grande.comunque un acquisto consigliato per tutti gli amanti della buona musica
Franci
Domenica 24 Settembre 2006, 15.25.07
1
Walking th fallen aveva sicuramente fatto impazzire molti amanti della musica hardcore,ma con l'uscita di city of evil gli avenged sevenfold, complice i problemi di salute di shadow, hanno cambiato il loro stile rischiando molto.E' qui dopo l'uscita dell'album molti hanno storto il naso, per la mancanza delle "urlatine", secondo me cosi l'album risulta molto più orecchiabile e melodico e mantine inalterato lo stile frenetico della band.Voto più che sufficente
INFORMAZIONI
2005
Warner Bros. Records
Metal
Tracklist
1. Beast and the harlot
2. Burn it down
3. Blinded in chains
4. Bat country
5. Trashed and scattered
6. Seize the day
7. Sidewinder
8. Wicked end
9. Strength of the world
10. Betrayed
11. M.I.A.
Line Up
M. Shadows: Vocals
Synyster Gates: Lead Guitar
Zacky Vengeance: Guitar
Johnny Christ: Bass
The Rev: Drums
 
RECENSIONI
65
89
87
70
ARTICOLI
24/06/2014
Live Report
AVENGED SEVENFOLD
Ippodromo delle Capannelle, Roma, 19/06/2014
28/11/2013
Live Report
AVENGED SEVENFOLD + FIVE FINGER DEATH PUNCH + AVATAR
Mediolanum Forum, Assago (MI), 23/11/2013
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]