Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Slipknot
We Are Not Your Kind
Demo

Atlas Entity
Beneath the Cosmic Silence
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

30/08/19
SONS OF APOLLO
ive With The Plovdiv Psychotic Symphony

30/08/19
WIZARD RIFLE
Wizard Rifle

30/08/19
CRIMSON MOON
Mors Vincit Omina

30/08/19
IN SEARCH OF SOLACE
Enslaved To Tragedy

30/08/19
SONS OF APOLLO
Live With The Psychotic Symphony

30/08/19
IMPERIUM DEKADENZ
When We Are Forgotten

30/08/19
ESSENCE OF DATUM
Spellcrying Machine

30/08/19
FOREDOOMED
Chaos and Beauty

30/08/19
SADOKIST
Necrodual Dimension Funeral Storms

30/08/19
NECRONAUTICAL
Apotheosis

CONCERTI

24/08/19
REZOPHONIC + GUESTS
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

24/08/19
BREAKING SOUND METAL FEST
SALENTO FUN PARK - MESAGNE (BR)

24/08/19
POVOROCK (day 2)
AREA FESTEGGIAMENTI - POVOLETTO (UD)

24/08/19
METAL REDENTOR FEST
SPAZIO LUPARDINE - PENTIMELE (RC)

25/08/19
BEHEADED + HELION
CIRCOLO SVOLTA - MILANO

30/08/19
DRAKKAROCK (day 1)
VALHALLA PUB - BORGO TICINO (NO)

31/08/19
DRAKKAROCK (day 2)
VALHALLA PUB - BORGO TICINO (NO)

31/08/19
ANGUISH FORCE + GUESTS
ATZWANG METAL FEST - CAMPODAZZO (BZ)

01/09/19
DRAKKAROCK (day 3)
VALHALLA PUB - BORGO TICINO (NO)

03/09/19
IRREVERENCE + COCAINE KAMIKAZE
ROCK'N'ROLL CLUB - MILANO

Midryasi - Black, Blue & Violet
( 1807 letture )
Midriasi: la condizione fisiologica di dilatazione della pupilla in assenza di luce.
È proprio questa piccola e veloce premessa in campo medico ad introdurre gli italiani Midryasi, band lombarda nata del 2002 a Gallarate in provincia di Varese dalla volontà di tre ragazzi, Convulsion al basso, Sapappah alla batteria e Joe Guanera alla chitarra, di dedicarsi alla musica doom e stoner.
Dalla prima formazione dei primi anni del ventunesimo secolo ad oggi, il gruppo ha prodotto due album in quattro anni più uno split con i romani Doomraiser e subito qualche cambiamento di line-up. Nel 2013 con l’inserimento in squadra di Paul Paganhate nelle vesti di nuovo chitarrista e di Umberto Desanti alle keyboards viene dato alla luce il terzo full-length, dal caleidoscopico titolo: Black, Blue & Violet.

È proprio l’aggiunta delle keyboards ad inaugurare i primi secondi di The Counterflow, creando delle parabole di suoni altalenanti dai quali emergeranno poi tutti gli altri tasselli della formazione. La voce che ci viene presentata ha un qualcosa di molto familiare con le più recenti prestazioni di Ozzy Osbourne, in particolare quelle della carriera da solista, potendo contare sull’ottima ritmica della batteria e della chitarra che alterna dei piccoli arpeggi nella strofa. Ricca di pathos, soprattutto nelle parti corali che si affacciano di tanto in tanto.
Stessa presentazione per Diagonal affidata nuovamente alle tastiere che sfoderano una sequenza musicale molto valida, intrecciando le atmosfere da LSD con quelle da film horror. Il “trip” del tema principale la fa da padrone emergendo dal nulla ad ogni fine strofa.
Candide ed innocenti voci di bambini tessono i primi istanti di Behind My Ice, insieme al malinconico arpeggio di chitarra che le segue passo dopo passo. Il ritornello lento e struggente diventa il tocco di grazia più adatto per un pezzo del genere.
Back In The Maze ha un ritmo intermittente ed un diverso approccio vocale che in alcuni punti risulta sembrare più anche altro parlato. Dopo una breve parte strumentale dal retrogusto prog rock il brano guadagna velocità per poi risolvere grazie al supporto delle magistrali keyboards.
Con una rapida esecuzione di basso effettato dal pedale wah si apre la titletrack del disco, che impone il suo dominio dettando una linea di cantato molto orecchiabile e dal ritornello coinvolgente.
The Nuclear Dog mantiene un'andatura sostenuta e costante per tutta la sua durata condita dalle solite incursioni di suoni psichedelici. Il titolo, l’anatomia e il ritornello di questa traccia può far tornare alla memoria uno dei capisaldi rock più famosi e longevi di sempre, I Wanna Be Your Dog di Iggy Pop and The Stooges.
Struttura sottile e di poche pretese per la conclusiva Hole Of The Saturday Night, che mette il punto su un lavoro di sostanza e dalla qualità senza dubbio elevata. Testimonianza che in questi nove anni il quartetto della Lombardia è maturato a dovere, raggiungendo un livello mai così alto come in questa occasione.



VOTO RECENSORE
80
VOTO LETTORI
96 su 3 voti [ VOTA]
PaulThrash
Martedì 28 Maggio 2013, 10.56.57
2
Tre dischi davvero piacevoli quelli dei Midryasi, forse al momento continuo a preferire "Corridors", ma quest'ultimo sta crescendo con gli ascolti... grandi! 80 ci sta tutto
Andy \\\'71
Domenica 26 Maggio 2013, 18.02.06
1
Grande band per il disco della maturità!Voto 80 abbondante!
INFORMAZIONI
2013
My Graveyard Productions
Stoner
Tracklist
1. The Counterflow
2. Diagonal
3. Behind My Ice
4. Back In The Maze
5. Black, Blue & Violet
6. The Nuclear Dog
7. Hole Of The Saturday Night
Line Up
Convulsion (voce, basso)
Paul Paganhate (chitarra)
Umberto Desanti (tastiere)
Sappapah (batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]