Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

The Ocean
Phanerozoic I - Palaeozoic
Demo

Derdian
DNA
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

11/12/18
SCARLET AURA
Hail to You!

11/12/18
ADAESTUO
Krew Za Krew

13/12/18
MIND ENEMIES
Mind Enemies

14/12/18
CURRENTS
I Let The Devil In

15/12/18
SPEED KILLS
Speed Kills

15/12/18
YSENGRIN/STARGAZER
D.A.V.V.N.

21/12/18
BLOOD FEAST
Chopped, Diced and Sliced

21/12/18
JON SCHAFFER`S PURGATORY
Purgatory

21/12/18
WITCHING HOUR
...And Silent Grief Shadows the Passing Moon

23/12/18
MALVENTO/THE MAGIK WAY
Ars Regalis

CONCERTI

10/12/18
RISE OF THE NORTHSTAR + DOPE D.O.D.
LEGEND CLUB - MILANO

10/12/18
THE DEAD DAISIES
REVOLVER - SAN DONA DI PIAVE (VE)

11/12/18
CLUTCH
FABRIQUE - MILANO

11/12/18
H.E.A.T + ONE DESIRE + SHIRAZ LANE
LOCOMOTIV CLUB - BOLOGNA

14/12/18
EXODUS + SODOM + DEATH ANGEL + SUICIDAL ANGELS - MTV Headbangers Ball Tour
PHENOMENON - FONTANETO D'AGOGNA (NO)

14/12/18
NANOWAR OF STEEL
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

14/12/18
OPERATION MINDCRIME + GUEST
TEATRO CARIGNANO - GENOVA

14/12/18
NOVEMBRE + LES DISCRETS
ARCI TOM - MANTOVA

15/12/18
WITHIN TEMPTATION
FABRIQUE - MILANO

15/12/18
NANOWAR OF STEEL
REVOLVER CLUB - SAN DONA DI PIAVE (VE)

Paradox - Heresy
( 2973 letture )
Anche se oggi tutto è classificato ed etichettato con accuratezza certosina, c’è stato un periodo, nella storia del metal, in cui le barriere tra i generi erano labili e spesso confusionarie. Un melting-pot di tendenze ed influenze reciproche, che però rappresentava una sorta di purgatorio per gli scribi di turno, impegnati a definire con i termini più discordanti una medesima entità. I tedeschi Paradox, provenienti da Würzburg, rientrano proprio in questo calderone imprecisato, fondendo nel proprio suono thrash, power, speed ed heavy classico. Sorti nel 1986 e attivi con appena due album prima dello scioglimento avvenuto nel 1991, si sono riuniti poi nel 1998, dando alle stampe una nuova serie di releases in ossequio al loro passato; il qui presente Heresy, datato 1989, era costituito da nove tracce, per la durata complessiva di quarantadue minuti di musica prevalentemente orientata al thrash, nonostante fosse completata da alcuni elementi esterni a tale filone, caratteristiche complementari, ma mai troppo centrali.

Nel full length le due chitarre si producono in un riffing affilato ed aggressivo, molto impattante fin dall’opener e titletrack Heresy, affiancando una sezione ritmica molto potente e moderna per l’epoca; la voce di Charly Steinhauer, molto melodica, adagiava su un canovaccio thrashy dei refrain di stampo heavy classico, generando così un ibrido inizialmente fresco e coinvolgente. Pezzi energici e fortemente ottantiani come Search for Perfection rendono l’ascolto piacevole pur non essendo troppo pretenziosi; discrete sezioni soliste arricchiscono il tutto, portando dimostrazioni di un buon bagaglio tecnico. Purtroppo, però, il pathos va scemando progressivamente dopo quattro o cinque pezzi, in quanto la band tedesca tende a perdere originalità e attrattiva: le ritmiche suonano poco diversificate ed i refrain non sempre appaiono irresistibili, ridimensionando quindi la portata del platter. A proposito di Steinhauer, va sottolineata la sorprendente somiglianza vocale con quella di un Joey Belladonna: non sono le uniche similitudini con gli Anthrax, dato che anche la musica dei teutonici -nervosa e vigorosa- a più riprese sembra citare i newyorkesi, seppur flirtando anche col power metal più crudo e arcaico. L’incaponimento ritmico ostentato nel corpo centrale del disco è un deterrente per questo pur storico Heresy, con pochissimi momenti di stacco forniti da qualche solo melodico (The Burning) o dalla marcia in più posseduta da episodi quali Massacre of the Cathars (dall’impeto arrembante) o Serenity, quest’ultima dotata di un buon groove thrashy e un ottimo assolo. La scelta del four pieces mitteleuropeo è ben precisa e privilegia unicamente mazzate secche, crude, concise; la varietà si consuma dopo poche tracce, e nessuna sorpresa fa capolino nei restanti minuti d’ascolto. Tuttavia queste sono considerazioni che non intaccano il valore simbolico del platter, che permise ai Nostri di ergersi a realtà rispettata nel florido sottobosco thrash tedesco. Certo, una serie di sfortune -ed un valore oggettivamente inferiore rispetto a tante band loro connazionali- ha impedito loro di affiancare la Sacra Triade o altri colossi del thrash germanico nell’immaginario collettivo, ma tutto sommato il ruolo rivestito dai Paradox nell’underground metallico non è affatto disprezzabile.

Probabilmente la direzione sonora troppo statica e del tutto incontrovertibile ha in parte limitato le prospettive per i bavaresi, che avrebbero avuto la possibilità di ottenere maggior fama anche in luce del pregevole lavoro chitarristico mostrato tra i solchi del disco. Invece il destino (e i Paradox stessi) scelse diversamente, generando un prodotto potente e tiratissimo ma che scorre senza troppi spunti significativi, ribadendo cronicamente la sua essenza iperattiva.



VOTO RECENSORE
70
VOTO LETTORI
89.44 su 9 voti [ VOTA]
Bestial Invasion 98
Martedì 31 Luglio 2018, 12.59.21
24
Mi è arrivato il CD qualche giorno fa, ascoltarlo su stereo è ancora più bello!! Veramente un capolavoro a me piace tantissimo, tutte le canzoni mi prendono al massimo e non c'è un minimo calo. Fatelo Vostro!
Bestial Invasion 98
Venerdì 13 Luglio 2018, 20.03.44
23
Grandissimo disco Speed/Thrash come piace a me. Appena acquista su ebay la prima stampa in CD
Mulo
Mercoledì 21 Dicembre 2016, 20.40.08
22
Grande disco anche questo,suonato,prodotto e cantato come Dio (o Satana) comanda. Se vi piace il thrash bay area ascoltatelo,vi piacerà. 90/100
InvictuSteele
Mercoledì 21 Dicembre 2016, 16.44.20
21
Facciamo voto 90.
Lemmy
Domenica 9 Ottobre 2016, 20.32.52
20
Quoto rik, non li ho tutti i loro lavori, ma sono d'accordo parola per parola , questo per me vale 10 punti in più almeno.
rik bay area thrash
Domenica 9 Ottobre 2016, 20.10.28
19
i paradox sono uno tra i tanti gruppi sottovalutati o presi in poca considerazione e la lista potrebbe non avere fine o quasi. L' album è molto bello è può far parte a ben diritto di una discoteca di ogni thrasher (imho). A me piace molto anche product of imagination. Hanno uno stile riconoscibile, forse dovuto al fatto di avere un signor 'singer'. Quanti album che molti si perdono rincorrendo sempre i soliti 'noti' .....
Mulo
Domenica 9 Ottobre 2016, 19.40.18
18
Cari i miei thrasher ecco un disco con i controcazzi!!! Title track fantastica e il resto non è da meno! Fatelo vostro,90/100
Raven
Martedì 23 Agosto 2016, 17.02.33
17
Guarda, basta che cerchi i suoi articoli qui su metallized e ti rendi conto che non puoi certo accusarlo di impreparazione.
MetalHeart
Martedì 23 Agosto 2016, 16.16.54
16
Anche Benji e Fede e Schettino hanno scritto libri di successo (giusto per dire i primi che mi sono venuti in mente che san fare sicuramente bene il loro lavoro...)
Raven
Martedì 23 Agosto 2016, 10.08.32
15
Un recensore che intanto ha scritto un libro di successo e scrive per la carta stampata.
MetalHeart
Martedì 23 Agosto 2016, 9.27.17
14
Forse il buon recensore (thrasher con MOLTE virgolette) farebbe meglio a dedicarsi ad esaltare i suoi amati Essence e lasciar perdere gruppi THRASH con tutte le lettere maiuscole... probabilmente sono troppo complessi per lui. Non si spiegano in altro modo frasi e concetti fuori dalla realtà delle cose, sulla presunta ripetitività e basilarità del thrash/power espresso dai Paradox...
d.r.i.
Lunedì 22 Agosto 2016, 11.52.12
13
Vista con colpevole ritardo la rece, per me un gruppo che meriterebbe molta più visibilità, questo disco per me va dall'85 in su!
KawaleriaSzatana
Lunedì 22 Agosto 2016, 0.46.55
12
La title-track da sola vale l'album intero. Album superbo. 90.
Textures
Venerdì 3 Giugno 2016, 8.31.55
11
Dare 70 a questo disco è un'eresia!
tragedia675
Venerdì 1 Gennaio 2016, 21.35.24
10
Discone, 90 pieno
Almetallo
Giovedì 20 Novembre 2014, 19.40.23
9
A veder scritto rust in piece mi si spezza il cuore.... amo quel disco
LAMBRUSCORE
Giovedì 20 Novembre 2014, 19.01.12
8
@Erniebowl: RUST IN PIECE????
metallarocoriglianese
Giovedì 20 Novembre 2014, 18.56.26
7
uno degli album thrash piu' belli che abbia mai sentito....
Hansen77
Giovedì 20 Novembre 2014, 18.05.10
6
GRANDISSIMO ALBUM
ErnieBowl
Giovedì 5 Giugno 2014, 21.37.43
5
Album e band che a mio parere dovrebbero stare tra i nomi più blasonati. Master Of Puppets, Rust In Piece, Reign In Blood... non vedo perché debba stare fuori. Tutt'altro stile certo, non ha influenzato nessuno e non ha fatto la storia ma la qualità è quella. Troppo sottovalutati, infatti gli altri album non sono da meno. Hanno un tiro pazzesco e una classe spiazzante, riff che non riesco a concepire come li abbiano potuti concepire loro. Allucinante.
The Void
Lunedì 26 Agosto 2013, 1.09.45
4
Bellooooooo
enry
Martedì 13 Agosto 2013, 19.35.33
3
Ho un paio di dischi di questa band comprati negli anni '90, non chiedetemi quali perchè sono dispersi chissà dove, però ricordo che uno dei due non era male mentre l'altro l'ho scartato quasi subito. Se li recupero dagli abissi della mia collezione ripasso...
LAMBRUSCORE
Martedì 13 Agosto 2013, 19.14.48
2
Hai ragione Edohard, strano non mi sia accorto di questa rece, grande album, produzione della p...a madonna, mentre il successivo è debole come suoni, in cd intendo, si può che io abbia una cassetta , parlo di Product of imagination, registrata da dio, mentre l'album originale suona da schifo???? Chissà chi me l'ha registrata e con quali mezzi, mah.....
EDOhard (ex tommy)
Martedì 13 Agosto 2013, 18.49.37
1
proprio nessuno se li caga eh? questa rece assieme a quella dell ultimo album ha poca visibilità all interno dell articolo nel quale va spulciata...
INFORMAZIONI
1989
Roadracer Records
Speed Metal
Tracklist
1. Heresy
2. Search for Perfection
3. Killtime
4. Crusaders Revenge
5. The Burning
6. M.O.T.C. (Massacre of the Cathars)
7. Serenity
8. 700 Years On
9. Castle in the Wind
Line Up
Charly Steinhauer (Voce, chitarra)
Markus Spyth (Chitarra)
Matthias “K.ter” Fries (Basso)
Axel Blaha (Batteria)
 
RECENSIONI
85
71
70
80
70
80
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]