Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Falconer
From a Dying Ember
Demo

Chaosaint
In the Name of
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

13/07/20
AGONY FACE
IV Time Totems

14/07/20
INISANS/SEPULCHRAL FROST
Death Fire Darkness

15/07/20
EISENKULT
...gedenken wir der Finsternis

15/07/20
THE FUNERAL ORCHESTRA
Negative Evocation Rites

16/07/20
NOCTEM AETERNUS
Landscape of Discord

17/07/20
KANSAS
The Absence of Presence (Nuova data)

17/07/20
THYRANT
Katabasis

17/07/20
WORSHIP
Tunnels

17/07/20
SERENE DARK
Enantiodromia

17/07/20
ZOMBI
2020

CONCERTI

13/07/20
KISS (SOSPESO)
ARENA - VERONA

17/07/20
GIACOMO VOLI + EMPATHICA
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

23/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

24/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

25/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

26/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

29/07/20
DROPKICK MURPHYS
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

Primal Attack - Humans
( 1340 letture )
Disco d'esordio per i portoghesi Primal Attack, formatisi a Lisbona nel 2012 e non certo soddisfacenti col qui presente Humans. La band lusitana sfoggia un sound potente e pesante, ma decisamente noioso e privo del giusto feeling: un thrash/groove molto moderno, dotato di alcuni riff melodici e vocals ossessivamente monocorde, secche e quasi strozzate. Le velocità non sono esagerate, il tanto amato tupa-tupa non si sente troppo spesso ed i brani rimangono privi di nerbo; essi sono dinamici ma non sfrenati, come dimostrato già in avvio dalla discreta Safe and Strong, nella quale le appaganti accelerazioni a rotta di collo restano purtroppo momenti isolati. Dopo un paio di ascolti il disco tende a crescere, ma senza fare mai il definitivo salto di qualità: il meglio rimane impresso nei solchi dei brani più tirati del lotto, come nel caso della martellante e aggressiva Strange Attraction.

Frequentemente vengono utilizzati rallentamenti assai cadenzati, che però suonano fin troppo opprimenti. La chitarra di Tiago Câmara si produce in alcuni riff taglienti, ma mai incisivi e memorabili; meglio se la cava il suo collega Miguel Tereso, autore di assoli melodici di buon fatturato. Non sono pochi gli episodi dal flavour estremamente soporifero (Despise You All, Mindwalker), così come deludono quelle tracce saltellanti ed intrise di granitici risvolti groove: canzoni come Not Enough vorrebbero stimolare l'headbanging, ma riescono nel loro intento soltanto in minima parte. Vagamente meglio va col refrain epico ed i breakdown di Time to Reset, che ad ogni modo non modifica il giudizio complessivo su un songwriting poco elettrizzante e convincente: certamente i suoni sono ineccepibili e l'esecuzione precisa, ma queste peculiarità non compensano le lacune in fase di arrangiamento.

Le canzoni mancano di sostanza e attitudine, non trasmettono grandi emozioni e la tracklist risulta pertanto piatta, poco varia. Qualche sparuto momento di grinta è rintracciabile in No Respect o nella groovy Road to Nowhere, che almeno permettono al disco di risollevarsi in coda: ma il prodotto rimane nel complesso deludente ed evitabile.



VOTO RECENSORE
55
VOTO LETTORI
0 su 0 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2013
Hell Xis
Alternative Thrash
Tracklist
1. Safe and Strong
2. Strange Attraction
3. Despise You All
4. Not Enough
5. Time to Reset
6. Mindwalker
7. No Respect
8. Road to Nowhere
Line Up
Pica (Voce)
Miguel Tereso (Chitarra)
Tiago Câmara (Chitarra)
Miranda (Basso)
Miguel (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]