Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Wardruna
Kvitravn
Demo

Profanity (GER)
Fragments Of Solace
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

29/01/21
STEVEN WILSON
The Future Bites

29/01/21
ART OF ILLUSION
X Marks the Spot

29/01/21
OCEANA
The Pattern

29/01/21
WOWOD
Yarost I Proshchenie

29/01/21
EXIMPERITUS
Šahrartu

29/01/21
SOULS OF DIOTIMA
Janas

29/01/21
DISEASE
Into the Red

29/01/21
WEREWOLVES
What a Time to be Alive

29/01/21
THE BODY
I’ve Seen All I Need To See

29/01/21
ANCIENT VVISDOM
A Godlike Inferno

CONCERTI

06/02/21
MAGNUM + GUEST TBA (CANCELLATA)
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

11/02/21
VENOM INC. + GUESTS
TRAFFIC CLUB - ROMA

12/02/21
VENOM INC. + GUESTS
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

13/02/21
VENOM INC. + GUESTS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

17/02/21
IMONOLITH + TBA
BARRIO'S CAFE - MILANO

18/02/21
IMONOLITH + LOGICAL TERROR
MK LIVE - CARPI (MO)

19/02/21
THE DEAD DAISIES
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

20/02/21
ANCIENT + GUESTS
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

21/02/21
TURMION KATILOT
LEGEND CLUB - MILANO

26/02/21
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

Amorphis - Eclipse
( 15320 letture )
Come tutti sanno gli Amorphis sono una delle band metal più longeve e seguite del panorama europeo, la strada che la band ha fatto dagli esordi death di inizio anni '90 ad oggi, è stata costellata di successi e vari avvenimenti, numerosi cambi di line-up (tra cui almeno due clamorosi) e una produzione vasta ed eterogenea, che ha spaziato dal death europeo di Tales From The Thousand Lakes, passando per il successo discografico di Elegy, che finì per essere apprezzato persino da molti fans della prima ora, nonostante le inedite atmosfere prog/folk e trovando un approdo ideale nell'ottimo Tuonela, col quale i finlandesi mostrarono al pubblico tutto il loro repertorio e le loro notevoli capacità di rinnovarsi senza snaturarsi, confermate dai successivi Am Universum (prodotto da Simon Efemy) e dal "pinkfloydiano" Far From The Sun.
Questo Eclipse sarà sul mercato dal 17 febbraio, e rappresenta tutto sommato un'evoluzione logica della carriera della band di Helsinki, ormai chiaramente orientata a produrre dischi molto più"digeribili" dei primi, ma capace di proporsi sempre a buoni livelli, avvalendosi dell'esperienza e dello stile accumulati nel corso degli anni.

Eclipse è un platter di dieci brani, in cui la band ripercorre le caratteristiche che tutti conosciamo con una discreta ispirazione, spesso nel segno delle più recenti tendenze del metal scandinavo. In realtà parlare di metal per gli Amorphis potrebbe sembrare parzialmente riduttivo o comunque approssimativo, e sembra che anche la Nuclear Blast mostri un certo interesse nell’insistere su questo aspetto, mandando in giro per l'Europa brochures che parlano di "Serious Rock Act"(?!?), definizione accettabilissima a patto che non stia ad indicare una qualche maggiore serietà del rock-metal degli Amorphis di oggi rispetto ad una qualche "non serietà" della loro (spesso molto buona) musica precedente.
In Eclipse si parte subito forte con l'intro di Two Moons e si continua di slancio con il probabile primo singolo House Of Sleep, in cui la voce della new-entry Tomi Joutsen si fa decisamente valere. La terza traccia conduce il cd in atmosfere meno rock-oriented e vagamente tuoneliane, specie nell'intro di flauto e chitarra acustica, e nella successiva apertura tipicamente swedish, in cui il sovracitato Joutsen ci mostra per la prima volta il suo growl, ricco e potente, che nel resto del disco utilizzerà con una certa parsimonia, a parte per le vocals di Perkele (The God Of Fire), song anch'essa contraddistinta da buona ispirazione e cambi d'atmosfera proposti con gusto ed estrema competenza. Altro episodio certamente felice del disco è la settima traccia The Smoke, nella quale al tipico gusto scandinavo per la melodia si associano un'ottima prova al piano di Kallio e l'ennesima convincente performance vocale del cantante. Le buone suggestioni ottantiane, oseremmo dire quasi germaniche, continuano in Same Flesh in cui le tastiere recuperano le tinte organistiche del prog fine settanta-inizio ottanta. La successiva Brother Moon presenta anch'essa l'incipit acustico folkeggiante, per poi proporre un mid-tempo shuffle un po' prog e un po' heavy. Si conclude con l'ultima Empty Opening, in cui chitarre ed elettronica accompagnano l'ascoltatore in atmosfere vagamente oniriche e di discreto impatto, ascrivendo questo disco alla categoria "buon disco/ottima band", alla quale vanno ascritti molti degli ultimi sforzi delle band scandinave storiche, che tuttora possono mostrare alle nuove leve che la strada è lunga per arrivare ad un certo tipo di qualità e mantenerla con costanza.

Concludendo affermo che metterei davvero molto volentieri un buon voto a questo Eclipse, ma non lo farò; non per dubbi o perché mi ritenga inadeguato al compito, ma molto più semplicemente perché a parte House Of Sleep, il promo che abbiamo ricevuto contiene nove tracce che terminano in fade, e quindi il mio giudizio si limita a una sola mezzora di musica.
Onestamente non sapremmo dire se la band sia d'accordo con questa scelta della Nuclear Blast ma, personalmente, l'ho trovata tutt'altro che geniale. Alcune tracce sembrano arrivare a malapena a metà del loro probabile minutaggio e sinceramente facciamo abbastanza fatica a capirla. Se si tratta di evitare pirateria mp3 o simili servirà fino ad un certo punto, per quanto riguarda il nostro giudizio ne viene sicuramente inficiato poiché ad un prodotto non integro non credo che potremmo mettere un voto.
È proprio necessario che le etichette facciano scelte del genere? Saremmo curiosi di sapere che ne pensano i lettori.



VOTO RECENSORE
s.v.
VOTO LETTORI
77.58 su 106 voti [ VOTA]
Aceshigh
Lunedì 22 Gennaio 2018, 19.08.44
20
Veramente un gran discone !!! Pezzi di alto livello supportati da una produzione bella potente! Uno dei migliori album della discografia, che ha i suoi apici in House of Sleep e The Smoke. Voto 88
M0RPHE01978
Giovedì 31 Marzo 2016, 19.25.55
19
Uno dei migliori gruppi in circolazione...senza "se" e senza "ma".
Rob Fleming
Sabato 16 Gennaio 2016, 14.15.08
18
Le coordinate non cambiano malgrado il cambio del cantante e i risultati (eccellenti) sono assicurati. 78
Philosopher3185
Lunedì 15 Dicembre 2014, 14.32.47
17
Non saprei dire se questo è il loro capolavoro,visto che gli altri ancora non li ho ascoltati,però a me sembra davvero un bel disco...ottimo sound,belle canzoni,mi piace perchè nonostante il sound pesante e il growl,cè molto spazio per la melodia.
Philosopher3185
Lunedì 15 Dicembre 2014, 14.32.44
16
Non saprei dire se questo è il loro capolavoro,visto che gli altri ancora non li ho ascoltati,però a me sembra davvero un bel disco...ottimo sound,belle canzoni,mi piace perchè nonostante il sound pesante e il growl,cè molto spazio per la melodia.
Macca
Lunedì 26 Agosto 2013, 11.34.45
15
House Of Sleep e The Smoke sono due pezzacci, ma in generale l'album è molto valido anche se non lo considero il migliore (come molti sostengono). Finora cmq, nonostante Skyforger sia quello che nel complesso mi piace di più, posso pescare a caso un loro lavoro e non rimanere deluso della scelta. Confermo il mio apprezzamento per questa ottima band.
fabriziomagno
Venerdì 1 Giugno 2012, 19.50.20
14
quanto mi piace 'sto disco, in particolare Perkele, dove Joutsen tira fuori un growl da paura. 80 abbondante.
Enrideath
Giovedì 29 Settembre 2011, 20.24.47
13
Bello, in particolare House of Sleep, Born from Fire e The Smoke
PanTheoN
Giovedì 11 Agosto 2011, 17.21.43
12
Concordo con il ragionamento del recensore e sulla scelta di omettere il voto, comunque le canzoni prese singolarmente sono spettacolari, soprattutto House Of Sleep (commerciale quanto volete, ma perfetta!), Empty Opening e The Smoke.
bossk
Mercoledì 30 Luglio 2008, 18.04.42
11
dico fantastico, altro che storie! leaves scar e the smoke mi fanno sognare...
leandro
Giovedì 27 Settembre 2007, 17.47.46
10
grande disco!
northwinds66
Martedì 24 Ottobre 2006, 18.32.45
9
Lavoro valido quest'ultimo degli Amorphis, un sicuro passo avanti rispetto al precedente. Buone le composizioni, buona la voce e tutto sommato potabile anche il moderato ricorso al growl, sempre interessanti gli interventi delle tastiere. Promossi.
Gab
Giovedì 13 Luglio 2006, 17.43.25
8
Concordo con Renaz: questo album è imbarazzante in quanto a composizione e originalità. Per quanto mi riguarda non raggiunge neanche minimamente la sufficienza.
MIKEN
Sabato 17 Giugno 2006, 12.14.08
7
Secondo me eclipse è un lavoro davvero molto valido: sonorità varie e ben cantato: VOTO 90 p.s. Consiglio almeno 5/6 ascolti prima di giudicarlo. ciao a tutti
Kery Krash
Domenica 21 Maggio 2006, 14.06.33
6
il disco è decisamente valido, ogni aspetto è molto curato e le canzoni trasudano classe e gusto da ogni dove. ovviamente dipende da cosa cercate, se volete furia e massacro non li troverete certo qui... per me uno dei migliori dischi degli Amorphis! enjoy!
Ozzy
Domenica 23 Aprile 2006, 14.14.42
5
Perché una vergogna? Ma lo avete ascoltato sul serio il disco? L'avete sentita "Empty Opening" o "Perkele"? Se sì, allora è innegabile che gli Amorphis abbiano classe da vendere, se no, allora prima di parlare, ascoltate, per più di una volta, se possibile.
jappy
Giovedì 2 Marzo 2006, 19.59.36
4
Ho sempre amato gli Amorphis da Elegy e devo dire che questo platter fa la sua porca figura!! Estremamente vario nelle composizioni non sarà un capolavoro ma per chi dava spacciati gli Amorphis dopo il non esaltante far for the sun si dovrà ricredere.
killing
Mercoledì 15 Febbraio 2006, 0.19.25
3
A parte House Of Sleep, il disco risulta scialbo e senza tono. Peccato, perche' parte piuttosto bene per poi perdersi in maniera banale. La verita' e' che non e' cambiando cantante che cambia un suono\approccio. Gli Amorphis dovrebbero avere il coraggio di osare di piu'.
opethpainter
Martedì 14 Febbraio 2006, 20.51.24
2
poche storie, l'album è una figata ed il nuovo cantante non fa rimpiangere quello vecchio. in fondo forse 'far from the sun' è stato l'unico mezzo passo falso di una band che ancora riesce ad essere unica ed inimitabile! opinione modestissima e personalissima eh fatelo vostro!
Renaz
Lunedì 13 Febbraio 2006, 12.01.33
1
Che vergogna.
INFORMAZIONI
2006
Nuclear Blast
Gothic
Tracklist
1. Two Moons
2. House Of Sleep
3. Leaves Scar
4. Born From Fire
5. Under A Soil And Black Stone
6. Perkele (The God Of Fire)
7. The Smoke
8. Same Flesh
9. Brother Moon
10. Empty Opening
Line Up
Tomi Joutsen: voce
Tomi Kouvisaari: chitarra
Esa Holopainen: chitarra
Niclas Etelavuori: basso
Santeri Kallio: tastiera
Jan Rechberger: batteria
 
RECENSIONI
80
83
82
70
75
80
88
s.v.
70
79
85
95
83
77
ARTICOLI
17/02/2019
Live Report
AMORPHIS + SOILWORK + JINJER + NAILED TO OBSCURITY
Live Club - Trezzo sull'Adda (MI) - 12/02/2019
16/04/2016
Live Report
AMORPHIS
Fabrique, Milano (MI), 11/04/2016
04/12/2015
Live Report
NIGHTWISH + ARCH ENEMY + AMORPHIS
Unipol Arena, Casalecchio di Reno (BO), 29/11/2015
22/04/2013
Intervista
AMORPHIS
Gli aedi del "lirismo finnico"
11/12/2011
Intervista
AMORPHIS
L’inizio dei tempi è lontano
20/11/2011
Live Report
AMORPHIS + LEPROUS + NAHEMAH
Alcatraz, Milano, 16/11/2011
04/12/2010
Live Report
AMORPHIS + ORPHANED LAND + GHOST BRIGADE
Estragon, Bologna, 26/11/2010
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]