Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Sons Of Apollo
MMXX
Demo

Clepsydra
The Gap
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

21/01/20
NECROPSY
Xiatus (EP)

24/01/20
JORN
Heavy Rock Radio II: Executing The Classics

24/01/20
MICHAEL THOMPSON BAND
High Times - Live In Italy

24/01/20
MARCO HIETALA
Pyre Of The Black Heart

24/01/20
PYOGENESIS
A Silent Soul Screams Loud

24/01/20
AETHYRICK
Gnosis

24/01/20
BLASPHEMER
The Sixth Hour

24/01/20
COLOSSO
Apocalypse

24/01/20
WORM
Gloomlord

24/01/20
LAST FRONTIER
Aether (Equivalent Exchange)

CONCERTI

23/01/20
TEMPERANCE
LEGEND CLUB - MILANO

24/01/20
SUNN O)))
ORION - CIAMPINO (ROMA)

24/01/20
TEMPERANCE
ASTRO CLUB - FONTANAFREDDA (PN)

24/01/20
FACCIAMO VALERE IL METALLO ITALIANO (day 1)
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

25/01/20
METAL CONQUEST FESTIVAL
LARGO VENUE - ROMA

25/01/20
BRVMAK
ALIBI - PALERMO

25/01/20
SUNN O)))
TPO - BOLOGNA

25/01/20
SHARKS IN YOUR MOUTH
LE SCUDERIE - SPILAMBERTO (MO)

25/01/20
FACCIAMO VALERE IL METALLO ITALIANO (day 2)
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

25/01/20
MACADERIAL + GUESTS
DEDOLOR MUSIC HEADQUARTER - ROVELLASCA (CO)

42 Decibel - Hard Rock ’n’ Roll
( 3240 letture )
L’Argentina è famosa soprattutto per il tango, le bistecche, i gauchos nelle pampas, la Patagonia, la Terra del Fuoco, Evita Perón, Lucio Fontana, Maradona e Messi. E a proposito di calcio, è la principale fucina estera dei giocatori dell’Internazionale Milano; questa volta, però, il Cambiasso che interessa a noi meatlheads non è Esteban, il grintoso centrocampista nerazzurro, bensì Nicko, il batterista dei 42 Decibel. Il sudamericano è il mastermind della band in questione, fondata nel gennaio del 2010 e che già nella primavera del medesimo anno incide un demo di sette tracce. L’influenza del rock australiano e di quello southern americano è la caratteristica principale di Hard Rock ‘n’ Roll e si sa, il confine che separa l’ispirarsi ad un gruppo storico dallo scimmiottarlo è labile, però i quattro rockers sanno quello che fanno e la loro proposta non risulta un plagio, semmai un tributo. Del resto, se qualcuno vuol fare musica “tipo AC/DC” dovrà usare ritmi e accordi “tipo AC/DC”, quindi non facciamo troppo i pignoli.

Analizziamo ora il platter che compone il primo full-length dei 42 Decibel. Al contrario di altre band sudamericane, il combo argentino non ha avuto in testa per un solo istante di inserire nelle proprie composizioni anche il più piccolo richiamo alla tradizione musicale della propria terra, ma diciamo che è il genere da loro proposto ad esigere di essere il meno contaminato possibile. Non a caso ci troviamo al cospetto di dodici canzoni orecchiabili, nostalgiche del buon rock d’annata e cariche di energia. Rocker Soul è l’emblema del band, sia per quanto riguarda i soliti quattro accordi bluesy sia per il testo autobiografico, ed è anche il primo pezzo che ha visto la luce subito dopo la formazione del gruppo. Addicted to Rage è sfacciata e insolente, ed è difficile stare zitti durante il ritornello. Il lento incedere di Take Me è ipnotico e coinvolgente, e una volta finita ci si accorge che durante tutto l’ascolto la testa annuiva istintivamente a tempo di basso e batteria. Mentre scorre la tracklist, non si può fare a meno di immaginare delle scorribande in motocicletta e delle partite a biliardo in un locale pieno di fumo, e se solo si trattasse di un complesso leggermente più settentrionale, potrebbe essere descritto come “la colonna sonora dei peggiori bar di Caracas”.

La musica dei quattro argentini è solida, anche se ancora un po’ acerba, e non si fatica ad immaginare che i 42 Decibel possano essere l’attrazione principale di qualsiasi motoraduno o festa della birra, ma c’è un punto debole che vanifica tutti buoni propositi della band: Nicko Cambiasso, oltre ad essere il fondatore e il trascinatore del gruppo, è allo stesso tempo il suo tallone d’Achille. Il suo drumming non convince per niente, e nonostante la maggior parte delle tracce del disco siano degli evidentissimi terzinati, sembra che nessuno gliel’abbia mai fatto notare. Già dalla prima traccia, ovvero Scotch Drinker, è evidente che Nicko non abbia la minima idea di come si possa suonare un 12/8 veloce. È vero, il testo parla di un bevitore di Scotch, quindi qualcuno potrebbe intendere la compresenza delle terzine degli strumenti a corde e delle quartine della batteria come la disorientante sensazione che si prova quando si è ubriachi. Però, parliamoci chiaro, se una è una disgrazia, due una coincidenza e tre uno schema, qui si parla di otto su dodici. Forse il buon Nicko, a giudicare dai testi del platter, farebbe meglio a tenere più spesso in mano le bacchette, invece delle bottiglie.



VOTO RECENSORE
58
VOTO LETTORI
0 su 0 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2013
SPV/Steamhammer
Hard Rock
Tracklist
1. Scotch Drinker
2. Smokin’ Fire
3. Long Legged Woman
4. The Real Deal
5. Take Me
6. I’m Gonna Give You All
7. Drinkin’ Margaritas
8. Addicted to Rage
9. Born to Ride Alone
10. Rocker Soul
11. Drunk Love
12. Gimme a Drink
Line Up
Junior Figueroa (Voce, Chitarra solista)
Billy Bob Riley (Chitarra ritmica)
Chris Marck Towers (Basso)
Nicko Cambiasso (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]