Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Grand Magus
Wolf God
Demo

The Core
Flesh and Bones
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

26/04/19
NIGHNACHT
Christophilia

26/04/19
DARK HERESY
Abstract Principles Taken To Their Logical Extremes

26/04/19
VAURA
Slabes

26/04/19
TEN
Opera Omnia - The Complete Works

26/04/19
THE DAMNED THINGS
High Crimes

26/04/19
PARAGON
Controlled Demolition

26/04/19
TAKEN
Unchained

26/04/19
LORD DYING
Mysterium Tremendum

26/04/19
NORSEMEN
Bloodlust

26/04/19
LEVERAGE
Determinus

CONCERTI

24/04/19
EKTOMORF + GUESTS TBA
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

24/04/19
WRONG (USA) + COILGUNS + GUEST TBA
TBA - PERUGIA

25/04/19
MARK BOALS + GUESTS
LET IT BEER - ROMA

26/04/19
NACHTMAHR + GUESTS TBA
TRAFFIC CLUB - ROMA

26/04/19
MARK BOALS + GUESTS
PIKA FUTURE CLUB - VERONA

27/04/19
FRONTIERS ROCK FESTIVAL
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

27/04/19
NACHTMAHR + GUESTS TBA
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

27/04/19
MORTADO
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

27/04/19
CRADLE OF FILTH + THE SPIRIT
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

27/04/19
NECRODEATH
PADIGLIONE 14 - COLLEGNO (TO)

Farraday - Shade of Love
( 1187 letture )
Dalla Grecia con furore, qui lo si può dire senza incertezze. Di chi stiamo parlando? Ma dei Farraday naturalmente! Il duo è formato dai fenomenali polistrumentisti Roy Da Vis e Stathis Spiliothopoulos, che oltre a suonare tutti gli strumenti rappresentano rispettivamente compositore e produttore di Shade Of Love. Il progetto, formatosi ad Atene nel 2012, ha inizialmente faticato a decollare, tuttavia nel 2013 i due ragazzi (entrambi piuttosto famosi nel panorama ellenico per aver suonato in vari gruppi locali, Bad Medicine su tutti) riescono finalmente a registrare e rilasciare sotto l'etichetta della A.O.R. Heaven il loro debutto.

Le dieci tracce sono state registrate il un relativamente lungo spazio di tempo, ovvero tra l'agosto del 2012 e il febbraio del 2013, ai Deep Bass Studios di Atene. Il sound del gruppo rispecchia appieno la coloratissima cover: trattasi infatti di un A.O.R. spensierato, che fa della melodia la sua componente principale; un tuffo in pieni anni ottanta, con sonorità a cavallo tra i Bad English ed i Night Ranger, con varie accelerate ricordanti i mitici Firehouse. Già con One Way Ticket To Hollywood le atmosfere losangeline ci circondano e ci sollevano da terra, tanto sono sognanti, e le onnipresenti tastiere non fanno che aumentare questa sensazione. Il percorso procede in discesa grazie a canzoni del calibro di Rock U (The Old Fashion Way), veloce e divertente, e della title-track, rappresentante uno dei momenti migliori del plot. La capacità compositiva è eccellente, ed i ragazzi sanno davvero come si suona del buon hard rock melodico, mischiando influenze americane con quelle della ondata scandinava, riecheggianti in canzoni più veloci e tirate del calibro di Breaking Down o Out Of Nowhere; quest'ultima in particolare si fa apprezzare per la magnificenza delle parti di chitarra, con un assolo bellissimo. Fino all'ultima nota della conclusiva ed eterea When Passion Burns ci ritroviamo catapultati indietro nel tempo, sospinti dalle dolci note di questo LP; dolci per l'appunto: il difetto più evidente in questo Shade Of Love si riscontra nella poca incidenza conferita al sound in fase di produzione, rendendo a volte la voce di Da Vis fin troppo piatta ed ariosa. Tuttavia stiamo parlando di A.O.R., genere che della potenza del sound non fa di certo il suo punto focale; nessun problema grave quindi.

Che dire quindi? Se siete in cerca di quaranta minuti di divertimento o sentite un improvviso bisogno di riabbracciare le colorate e meravigliose atmosfere di fine anni ottanta, allora non ci sono dubbi: i Farraday sono ciò di cui avete bisogno.



VOTO RECENSORE
80
VOTO LETTORI
50.83 su 6 voti [ VOTA]
Andy '71 vecchio
Giovedì 10 Ottobre 2013, 9.50.59
14
Niente male,disco davvero godibilissimo!Ps:Ma stà gente non ha un cazzo da fare,se non commentare ad cazzum?Che palle........
Lizard
Giovedì 10 Ottobre 2013, 9.38.23
13
Parlavo dei Bad English
Creeping death
Giovedì 10 Ottobre 2013, 7.36.31
12
Lizard i giant che sono adesso in home sono un po' più gentili di quelli che vuole invece di
Lizard
Giovedì 10 Ottobre 2013, 0.55.01
11
invece di.... dire cazzate a ufo, andare a cercarsi le recensioni di Giant e Bad English che... ops... sono in home proprio adesso e le tonnellate di altre recensioni presenti in DB. Che cazzo, ma se siete tutti così bravi perché non mandate una vostra recensione e ci fate vedere se davvero valete qualcosa? Facile fare i giganti dietro uno schermo eh? Sapeste che culo ci facciamo tutti i giorni, abbassereste parecchio le penne.
invece di...
Mercoledì 9 Ottobre 2013, 23.46.39
10
invece di recensire ste cazzate di dischi, pregasi gentilmente recensire anche HAREM SCAREM (zero recensioni su metallized), DANGER DANGER (zero recensioni su metallized), GIANT (zero recensioni su metallized), BAD ENGLISH (zero recensioni su metallized), ecc..
La pecora Dolli
Venerdì 4 Ottobre 2013, 18.42.21
9
Mitico, per thrasher non sono un commentatore inutile
Fotturion
Venerdì 4 Ottobre 2013, 12.26.35
8
80??? dai non scherziamo.. ascoltato e cestinato immediatamente! a parte la totale mancanza di personalità, i problemi principali sono le songs e la voce che non dicono assolutamente nulla.. anzi, qualcosa la dicono, che (mi) fanno pena.. se volete ascoltare un buon album di AOR/Hard Rock Melodico uscito da poco buttatevi su "Magnitude" dei Niva, anche se non è nulla di originale, almeno i pezzi sono belli ed è cantato e suonato decisamente bene.
the Thrasher
Giovedì 3 Ottobre 2013, 19.23.40
7
certi commenti (e certi commentatori) sono inutili quanto i loro commenti (mi riferisco ai primi tre)...
sgrunf
Giovedì 3 Ottobre 2013, 19.04.15
6
Ma cloni è l'abbreviazione di coglioni ? A me pare...
La pecora Doll
Giovedì 3 Ottobre 2013, 18.36.01
5
Questi sono più cloni di me
Delirious Nomad
Giovedì 3 Ottobre 2013, 16.38.18
4
Questi tre commentatori hanno un'aria di famiglia XD
seventh clone of a seventh clone
Giovedì 3 Ottobre 2013, 16.32.30
3
questo è il settimo clone di un settimo clone di un settimo clone di un settimo clone. Settimo clone alla quarta (purtroppo non di reggiseno)
Il clone di Supercollider
Giovedì 3 Ottobre 2013, 16.26.38
2
Questi sembrano le bambole di, sembrano i CLoni dei cloni
cloni
Giovedì 3 Ottobre 2013, 16.11.00
1
gruppi inutile come tanti cloni dei cloni in campo aor
INFORMAZIONI
2013
AOR Heaven Records
AOR
Tracklist
1. One Way Ticket To Hollywood
2. Rock U (The Old Fashion Way)
3. Shade Of Love
4. Can't Get Enough
5. Breakin' Down
6. Tonight
7. Can't Wait On Love
8. Out Of Nowhere
9. There For You
10. When Passion Burns
Line Up
Roy Da Vis (Voce, Chitarra, Tastiere)
Stathis Spiliothopoulos (Basso, Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]