Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Falconer
From a Dying Ember
Demo

Chaosaint
In the Name of
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

15/07/20
EISENKULT
...gedenken wir der Finsternis

15/07/20
THE FUNERAL ORCHESTRA
Negative Evocation Rites

16/07/20
NOCTEM AETERNUS
Landscape of Discord

17/07/20
EMBR
1823

17/07/20
U.D.O.
We Are One

17/07/20
GUARDIAN OF LIGHTNING
Cosmos Tree

17/07/20
RUMAHOY
Time II: Party

17/07/20
SERENE DARK
Enantiodromia

17/07/20
THYRANT
Katabasis

17/07/20
WORSHIP
Tunnels

CONCERTI

17/07/20
GIACOMO VOLI + EMPATHICA
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

23/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

24/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

25/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

26/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

29/07/20
DROPKICK MURPHYS
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

09/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

The Walking Dead Orchestra - Architects of Destruction
( 1269 letture )
A sentire Swamp Fever, la canzone d’apertura, non mi sarei mai immaginato che questi quattro ragazzi provenissero dalla Francia. Il loro è un deathcore di ovvia derivazione di band quali Job for a Cowboy, The Black Dahlia Murder, Aborted, dal sound molto americano e veramente poco europeo.
Continuo nell’ascolto, galvanizzato dalle influenze di gruppi che adoro e che ascolto sempre piacevolmente: le seguenti A Mandatory Bloodshed ed Oppressive Procession sono costruite con la stessa metrica della prima, tant’è che la terza mi sa tanto di deja-vu sin dalle prime note. I ragazzi francesi ci sanno fare comunque sia, e Burden of Flesh, congiunzione di brutalità, tecnica e melodia, ne è la prova schiacciante.
Nel frattempo, continuo ad informarmi circa la loro storia.

Nascono dalle ceneri di band underground sconosciute come Whisper-X ed In Arkadia, vanno a suonare fino in Ecuador nel prestigioso QuitoFest, e poi ritornano in patria dove registrano Architects of Destruction con un team di fonici professionali (gli stessi di Whitechapel, Betraying the Martyrs), dapprima auto-producendosi, poi trovando un valido contratto con la Klonosphere e facendosi distribuire dalla Season of Mist.
Viaggio nel sito della prima casa discografica citata e scopro che i cinque francesi hanno rilasciato il loro primo video clip, della canzone che sto proprio ascoltando in questo momento, Entombment of a Monarch (titolo ispirato ad uno dei cavalli di battaglia dei Job for a Cowboy). Che dire, sicuramente hanno avuto un buon inizio.

In effetti, continuando nell’ascolto, i The Walking Dead Orchestra si dimostrano molto validi in ciò che suonano. Malgrado la loro musica sia un insieme di note e versi disumani già ascoltati altrove, i cinque musicisti danno l’impressione di essere totalmente a loro agio. In dodici canzoni, suonano melodie simili poche volte, e creano canzoni dai riff originali e molto potenti. Pecca il cantato di Floriansia abbastanza simile in tutte le tracce, nonostante l’ottima versatilità delle voci; cantare in ogni riff possibile però penalizza un po’ il risultato generale.
Per il resto ci siamo. Godetevi l’intero album, particolarmente canzoni come A Way to Survive e The Coronation, che racchiudono perfettamente l’idea di ciò che i The Walking Dead Orchestra sono in grado di fare.
Per il futuro mi auguro migliorino le piccole pecche del primo album, e diventino quanto più originali possibili senza abbandonare la propria identità. Buon esordio.



VOTO RECENSORE
72
VOTO LETTORI
0 su 0 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2013
Klonosphere/Season of Mist
Death Core
Tracklist
1. Swamp Fever
2. A Mandatory Bloodshed
3. Oppressive Procession
4. Burden of the Flesh
5. Catharsis for the Fallen
6. Entombment of a Monarch
7. Slaughtering the Weakest
8. A Way to Survive
9. Locusts
10. Holy Cleansing
11. Vows of a Tyrant
12. Coronation
Line Up
Florian Gabriele (Voce)
Jean-Baptiste Machon (Chitarra)
Marco (Chitarra)
Eduardo (Basso)
Cédric Ciulli (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]