Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Turilli / Lione Rhapsody
Zero Gravity (Rebirth And Evolution)
Demo

Wraith (USA)
Absolute Power
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

20/09/19
MYSTERY BLUE
8red

20/09/19
BULLRING
Break Down the Gate

20/09/19
KADAVAR
For the Dead Travel Fast

20/09/19
URN
Iron Will of Power

20/09/19
TUNGSTEN
We Will Rise

20/09/19
MONOLORD
No Comfort

20/09/19
LEE AARON
Power, Soul, Rock N Roll

20/09/19
KOBRA AND THE LOTUS
Evolution

20/09/19
KURGAN
Yggdrasil Burns

20/09/19
SNOW BURIAL
Ostrava

CONCERTI

19/09/19
DER WEG EINER FREIHEIT + DOWNFALL OF GAIA
LEGEND CLUB - MILANO

19/09/19
NILE + HATE ETERNAL + VITRIOL + OMOPHAGIA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

20/09/19
LIGHT THIS CITY
DAGDA - RETORBIDO (PV)

20/09/19
SOTO + GUEST TBA
LEGEND CLUB - MILANO

20/09/19
RAM + VULTURE + INDIAN NIGHTMARE
DEDOLOR MUSIC HQ - ROVELLASCA (CO)

20/09/19
NILE + HATE ETERNAL + VITRIOL + OMOPHAGIA
LARGO VENUE - ROMA

20/09/19
S.R.L. + VIOLENT INNER PROTEST + ORGANIC ILLUSION
SAXA BEACH - PORTO S. ELPIDIO (FM)

20/09/19
HORRID + STIGE
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

21/09/19
NILE + HATE ETERNAL + VITRIOL + OMOPHAGIA
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

21/09/19
GO! FEST
CSOA SPARTACO - ROMA

Pearl Jam - Lightning Bolt
( 8667 letture )
A quattro anni di distanza dal controverso Backspacer, tornano alla ribalta i Pearl Jam con Lightning Bolt, il nuovo attesissimo album realizzato con la supervisione dello storico produttore Brendan O’Brien, lo stesso di Vs. e Vitalogy per intenderci meglio! Il precedente lavoro mi aveva colpito per la sua atmosfera di amabile serenità e notevole era la mia curiosità riguardo la direttrice artistica prescelta stavolta dal gruppo del carismatico Eddie Vedder. Diciamolo subito: chi si aspettava un ritorno alla rabbia delle origini rimarrà nuovamente deluso e, di contro, gli appassionati che avevano gradito il carattere solare e ottimista di cui trasuda il citato Backspacer godranno di un rinnovato entusiasmo. Come avrete già intuito, Lightning Bolt, registrato presso gli Henson Recording Studios di Los Angeles, ricalca gli stilemi più recenti con l’aggiunta di una maggiore versatilità e, ahimè, una minor ispirazione compositiva. Con questa affermazione non voglio arguire che siamo di fronte a un prodotto scadente, ma in tutta sincerità, dopo tanta attesa, ci si aspettava qualcosa di più significativo.

I due singoli (la punkeggiante aggressiva Mind Your Manners e, in aperta antitesi, l’intensa dolce ballata Sirens contraddistinta da un pregevole assolo alla sei corde) rimangono probabilmente i brani migliori; gran parte del resto però scorre via con un effetto paragonabile a quello dell’acqua che scivola sulla pietra. Tra gli aspetti positivi, oltre la innegabile professionalità, sono riscontrabili alcuni episodi brillanti (la ritmica energica dell’opener Gateway -pezzo munito, peraltro, di un valido refrain- la ben architettata My Father’s Son, l’andamento ipnotico e rarefatto di Pendulum e il gioioso incedere di Yellow Moon). Ampiamente apprezzabile, altresì, una certa ecletticità di fondo (ai consueti passaggi precipuamente rock si contrappongono elementi funk -Infallible-, folk -Swallowed Whole/Future Days- e blues -Let the Record Play). In sostanza il problema reale è la mancanza di song trainanti, in grado di elevarsi decisamente sulle altre, quelle insomma che si fissano nella mente e nel cuore. Devo peraltro segnalare momenti poco pregnanti nella parte centrale (Infallible è a dir poco malriuscita) ed in quella finale del full length (inutile il rifacimento di Sleeping By Myself, già contenuta nel disco solista di Vedder Ukulele Song di soli due anni fa. Era proprio indispensabile riproporla in un’altra veste? Mah!). In definitiva siamo al cospetto di un album non memorabile e poco coraggioso sul quale si staglia, non poteva essere altrimenti, la splendida e particolare ugola di Vedder la quale, tuttavia, non basta da sola a convincere più di tanto i fan della vecchia guardia come il sottoscritto.

Non ho dubbi circa gli strali che verranno scagliati su di me dopo un parere così duro (forse tutti concorderete, però, sull’orrenda cover, una delle più brutte che mi sia capitato di vedere negli ultimi tempi), ma il mio compito è anche quello di farvi risparmiare dei quattrini in un momento di così grave crisi economica; nel caso in specie, perciò, consiglio l’acquisto di Lightning Bolt solamente ai seguaci più accaniti di Vedder e compagni con l'auspicio che i Pearl Jam, tra gli alfieri del grunge, possano in futuro sorprenderci ancora.
Intanto nell’attesa mi riascolto Ten, Vs.. e Vitalogy rievocando tempi migliori.



VOTO RECENSORE
65
VOTO LETTORI
73.74 su 113 voti [ VOTA]
Blue Devils
Martedì 15 Agosto 2017, 15.53.24
77
Disco banale, superfluo. L'ultimo grande disco dei PJ è Riot Act, poi qualche canzoncina carina in giro, di album decenti neanche l'ombra...
Havismat
Sabato 15 Ottobre 2016, 19.21.05
76
Niente di che, a parte Sirens che è un gran pezzo. Ormai credo che abbiano ben poco da dire, e ve lo dice uno che li ha amati alla follia. In ogni caso si fa ascoltare volentieri.
Undertow
Domenica 21 Febbraio 2016, 20.42.58
75
Una stroncatura eccessiva. L'album è valido e, se innegabilmente rappresenta un nuovo calo dopo il risveglio in Backspacer, il giudizio qui è stato troppo severo. Per me raggiunge il 75 anche solo per un pezzo incredibile come Sirens: non ne facevano uno così dai tempi di Light Year. Tra parentesi, in completa contraddizione con la recensione, trovo Mind Your Manners una punkettata terrificante e Infallible molto piacevole e originale. Buone anche l'atipica Pendulum e l'opener Gateway, molto Pearl Jam.
Testamatta ride
Giovedì 24 Dicembre 2015, 17.45.15
74
Grossa delusione
Andrew94
Martedì 24 Febbraio 2015, 16.46.24
73
Non siamo ai livelli di Ten, VS o Vitalogy, ma a mia opinione abbiamo a che fare con un album comunque valido, e con i tempi che corrono non è cosa da poco. Si fa ascoltare con piacere più di una volta, Sirens poi... ti si ficca nel cervello e li rimane! 75 e sto!
Risiko
Martedì 13 Gennaio 2015, 17.27.09
72
Concordo pienamente con la recensione fatta.
Carmine
Sabato 25 Ottobre 2014, 12.18.40
71
Disco commercialke da morire.
Galilee
Lunedì 21 Luglio 2014, 11.05.50
70
Questo disco è diversissimo dai precedenti, quindi non conferma nulla, visto che tra l'altro Backspacer è stato uno dei loro lavori più crudi e diretti. Siamo all'opposto come sonorità.
Galilee
Lunedì 21 Luglio 2014, 11.05.50
69
Questo disco è diversissimo dai precedenti, quindi non conferma nulla, visto che tra l'altro Backspacer è stato uno dei loro lavori più crudi e diretti. Siamo all'opposto come sonorità.
BOB
Lunedì 21 Luglio 2014, 10.49.56
68
quest'album è la conferma di come i PJ ormai da anni si siano persi nella commercialìtà!
susda74
Giovedì 22 Maggio 2014, 23.34.20
67
confronto a vari lavori che hanno fatto questo è sicuramente inferiore, ma alcuni brani sono davvero molto belli. per me l'album resta comunque molto valido,io lo consiglierei tranquillamente a chi a voglia di sentirsi della buona musica. la voce di vedder resta comunque una delle voci più belle del mondo,ringrazio a mille i perl jam di esistere e resistere...
supergiuz
Venerdì 2 Maggio 2014, 17.39.29
66
fidati che vale quel voto ... anche io ero scettico ma dopo mesi mi ha preso ... lo so sembra strano , dopo cosi tanto tempo ma è quello che è successo, poi si è vero, i PJ erano un altra cosa ...
Valereds
Venerdì 2 Maggio 2014, 14.54.41
65
@ supergiuz: per te questo disco vale 79,65? Assurdo non può essere l'album migliore dei PJ secondo la faziosità di lettori che votano contro il recensore a prescindere. Per me questro disco vale meno di 65 e dopo ascolti su aqscolti lo confermo. I PJ erano un'altra cosa.
supergiuz
Venerdì 2 Maggio 2014, 14.23.58
64
hm is the law: io stavo parlando di Lightning Bolt ... quello che volevo dire e che non sono daccordo con il voto del recensore (tuo) . se potessi eliminerei il mio commento precedente perchè mi rendo conto che ho scritto una stronzata visto che vitalogy e gli altri album si meritano i voti che gli sono stati assegnati dai recensori .
hm is the law
Mercoledì 12 Febbraio 2014, 17.02.40
63
@ supergiuz: Backspacer viene al momento votato 62,5 (recensore 77), Pearl Jam 56,71 (recensore 80), Vitalogy 66,90 (recensore 94), Ten 74,27 (recensore 90) e secondo te sono album inferiori a Lightning Bolt e i recensori sordi?
supergiuz
Mercoledì 12 Febbraio 2014, 15.40.36
62
il voto dei lettori parla chiaro.
Carrassò
Mercoledì 29 Gennaio 2014, 13.02.44
61
bello sto album il più famoso ma il meglio di loro deve ancore venire
Macca
Giovedì 19 Dicembre 2013, 17.40.22
60
PS. ho parlato impropriamente di secondo ciclo per intendere i lavori da Vitalogy a Yield, senza scomodare gli esordi che per motivi soprattutti "umani" sono irripetibili.
Macca
Giovedì 19 Dicembre 2013, 17.36.25
59
Ok, ora sono pronto. Un brutto album? No, affatto, secondo me è pieno di buone idee (il riff e le linee vocali di Mind Your Manners mi ricordano non poco Spin The Black Circle) come non ne sentivo da tempo in un loro disco. Il vero problema che riscontro è la vena di spensieratezza e linearità che da loro mi lascia un pò di amaro in bocca. Perfino in Binaural, per quanto sottotono e già ammorbidito, aleggiava quell'atmosfera cupa e ribelle che ha sempre contraddistinto i loro lavori: questo a tratti è un rock leggero, arioso, non c'è più traccia del rock crudo e selvatico del loro "secondo ciclo"...per fare una proporzione polemica, chi ha scritto e composto questo album sta ai PJ come gli Stone Sour stanno agli Slipknot. Per me s.v.
trash?
Domenica 15 Dicembre 2013, 21.38.20
58
Più l' ascolto più mi piace,non vedo l' ora di vederli dal vivo
supergiuz
Domenica 1 Dicembre 2013, 18.24.46
57
se ci dobbiamo mettere leyne staley cantante dei pj è meglio che cambino nome... niente da dire , bravo è bravo ma non è manco paragonabile ad eddie vedder ma l album è cario , un 60 se non pensiamo che è frutto dei pearl jam
Awake
Venerdì 1 Novembre 2013, 4.40.56
56
Non ERA così penetrante ecc.ecc.
Awake
Venerdì 1 Novembre 2013, 4.38.00
55
E' a mio parere innegabile che una voce come quella di Eddie Vedder ti graffia l'anima, quella di Layne Staley non è così penetrante: è una bella voce tra le tante ecco, che non spicca certo per personalità e originalità. Poi vabbè, visto che i gusti non si discutono, va da sè che il ragionamento si ridurrebbe inesorabilmente a una questione di lana caprina, per cui mi fermo qui. Assolutamente d'accordo invece per ciò che concerne Scott Stapp (Creed) che io considero un clone di Eddie Vedder, benchè la sua prestazione in "Human Clay" la ritengo assolutamente di valore (ancora oggi quando ascolto "Faceless Man", soprattutto il "finalone", rimango veramente sbalordito dalle ottime doti canore del singer in questione).
Undercover
Giovedì 31 Ottobre 2013, 23.55.06
54
@Awake non sono molto d'accordo, ripeto trovami una voce come quella di Staley e allora ti dico di sì, il più simile sia come timbro che emozioni trasmesse se non ricordo male è il suo amico di sempre Nick Pollock, ma non è uguale, così come potrei dire che c'è un po' di Eddie Vedder, sempre che io non sia diventato del tutto rinco, nel cantante degli allora Creed, tuttavia non è un Eddie Vedder, quindi li ritengo entrambi unici, personalmente mi piace molto di più Layne e se fosse ancora in vita probabilmente avrebbe avuto molto da dire, ho sempre sperato di poter ascoltare un secondo album dei Mad Season, speranza che ahimé fu stroncata.
Awake
Giovedì 31 Ottobre 2013, 23.32.23
53
In ultima analisi sia qual'è la differenza fra i due Undercover? Che di voci come Layne ce ne sono tante, di voci come Eddie invece ce nè una sola.
Awake
Giovedì 31 Ottobre 2013, 23.05.27
52
Undercover con tutto il rispetto ci mancherebbe ma mi stai dicendo che da un punto di vista vocale Layne è anche solo minimamente paragonabile al Re Mr. Eddie Vedder... la voce Rock per eccellenza degli ultimi 20 anni... dai su, siamo seri.
VomitSelf
Mercoledì 30 Ottobre 2013, 13.59.42
51
Ascoltato. Mi dispiace davvero andare contro chi lo difende, ma l'ho trovato veramente stanco, di mestiere, un compitino senza errorri di ortografia ma freddo e senza trasporto alcuno...è anche inevitabile alla fine per una band in giro da vent'anni (togliendo le precedenti esperienze dei Green River prima e dei Mother Love Bone poi, dalle quali ceneri nacquero i PJ)_Ho rimesso poi su Vitalogy, e non ho potuto fare altro, pensando che ciò che girava sul piatto fosse la stessa band, che lasciarmi andare ad una risata. Amara....
Blue Cheer
Martedì 29 Ottobre 2013, 12.07.12
50
Onestamente non credo sia un album da buttare,alcune critiche mi appaiono un po' immotivate.Il primo ascolto è stato un po' frettoloso e superficiale,dai successivi mi sembrava molto più fresco e fluido come sound.Sia chiaro,alcune tracce danno l'impressione di essere un po' fiacche e troppo pop per una band che ha alle spalle capolavori del rock quali Ten,Vs e Vitalogy.Ripeto,memorabile non di certo,però si lascia ascoltare.Voto 73
VomitSelf
Lunedì 28 Ottobre 2013, 22.55.42
49
Layne era Layne, in my fucking humble opinion pochi cazzi
Undercover
Domenica 27 Ottobre 2013, 21.09.19
48
Awake, se trovi un altro Layne fammi un fischio, io ne sarei contento, adoro Eddie, ma ho sempre preferito il primo dei due anche se parliamo di due personaggi vocalmente e interpretativamente alquanto diversi.
Awake
Domenica 27 Ottobre 2013, 20.35.29
47
Il punto è che i PJ avevano un certo Eddie Vedder, gli AIC no... imho ovviamente...
Alessandro Bevivino
Domenica 27 Ottobre 2013, 19.23.28
46
X BIoS: Sono daccordo anche io con te, i P.J. sono bravi ma gli ALICE sono nettamente superiori anche se le canzoni dei P.J. io ritengo siano più canticchiabili (SOTTO LA DOCCIA) per chi non ascolta spesso Rock duro. Comunque tutte e 2 le bands non hanno fatto più nulla di eccezionale dagli anni 90 compresi i GARDEN ecc. ecc. Voto 7 per questo album dei P.J. x AFFEZIONE alla band e perchè i loro LIVE sono superbi e riescono a fare ancora delle buone Songs, penso che dopo 20 anni di carriera non è da tutti.
VomitSelf
Domenica 27 Ottobre 2013, 18.48.07
45
oddio, cresciuto no, visto che avevo già oltre vent' anni quando uscì Vs
VomitSelf
Domenica 27 Ottobre 2013, 18.46.56
44
Sono anni che non mi convincono più...un altra band che a mio modesto parere avrebbe fatto più bella figura uscendo di scena a tempo dovuto invece di allungare il brodo a dismisura (la chiamo sindrome U2 io)....Un ascolto glie lo concederò, appena posso. Ho adorato e sono cresciuto ascoltando capolavori come Vs., Vitalogy e No Code.
BIoS
Domenica 27 Ottobre 2013, 17.05.54
43
Per chiarirci, non è come confrontare i Cathedral e i Napalm Death come hai scritto tu. Piuttosto è come confrontare ad esempio i Cynic coi Death. Due band completamente opposte sul piano delle sonorità, ma che però si sono originate in un medesimo contesto musicale e sono diventante entrambe portabandiera di quella che è una stessa identica corrente stilistica. Il paragone ha più che senso, non scherziamo.
BIoS
Domenica 27 Ottobre 2013, 16.49.29
42
@ ForbiddenEvil: come ha già puntualizzato Fabio, è vero che gli Alice In Chains ed i Pearl Jam sono due band notevolmente differenti, però sono comunque accomunate da una stessa corrente tematica e stilistica che di fatto le rende direttamente confrontabili. Diciamo che propongono due diverse filosofie di interpretazione di una stessa identica cosa. Ed è in questa luce che ho scritto che gli Alice In Chains sono sempre stati superiori. Perchè musicalmente parlando non ci sono paragoni, e non parlo semplicemente del fatto che gli Alice sono molto più metal, a me non interessa una ceppa della violenza dei suoni e dell'aggressività. E' che gli Alice In Chains sono sempre stati dei mostri nel saper rendere musicali le dissonanze come quasi nessun'altro ha mai saputo fare, hanno un senso delle armonizzazioni vocali che forse neanche i Queen si sarebbero potuti permettere, ed in generale sono senza ombra di dubbio una delle migliori band che siano mai emerse dal panorama anni novanta. I Pearl Jam no.
Awake
Domenica 27 Ottobre 2013, 15.54.09
41
Tenendo conto che anch'io sono stato un amante dei PJ fin dalla loro origine non posso che concordare col post di devaster: plastica, nient'altro che plastica. Ormai hanno perso lo slancio, le motivazioni, la rabbia e il contorno sociale che permetteva loro di esprimere la loro indole più genuina e sincera, in cui vi erano racchiuse le caratteristiche di cui sopra, non è più lo stesso. Benchè delle motivazioni per incazzarsi ci siano anche ai giorni nostri dal punto di vista sociale, non avere più vent'anni e aver raggiunto una certa solidità economica non aiuta a far uscire quell'istintività, quella anima che è la "conditio sine qua non" di ogni opera d'arte degna di questo nome. Professionismo, nulla di più e nulla di meno.
devaster
Domenica 27 Ottobre 2013, 11.17.29
40
Sono un amante dei Pearl Jam sono cresciuto con loro fin dai tempi di ten. Che dire di questo e degli ultimi lavori........Il loro ultimo album per quanto mi riguarda si chiama Yeld. Questi non sono i PJ e nemmeno un loro lontano ricordo. I PJ erano anim questa è roba di plastica.
Hm is the law
Domenica 27 Ottobre 2013, 9.47.10
39
@ ForbiddenEvil: rispondo ad ambedue le osservazioni. Tenuto conto che la mia recensione costituisce una sorta di bocciatura nei confronti di una band amata a dismisura dai fan, ci tenevo ad evitare la benche' minima offesa tra i lettori ed e' in questo contesto che va inserita la mia critica a trash? Dare del drogato a chi non la pensa come te non e' grave, ma nemmeno bello. Per quanto concerne il paragone di mia figlia Valentina (che al momento non puo' rispondere direttamente) tra Pj e Alice in Chains lei si riferiva alla qualita' intrinseca dei loro ultimi album, un confronto dal quale il presente disco esce nettamente sconfitto. Sono comunque due gruppi differenti ancorche' facenti parte del movimento grunge ed in questo sono d'accordo con te, ma ci sta fare un paragone dai! Grazie dell'intervento e colgo l'occasione per fare un plauso a tuttti voi per la pacatezza dei vostri commneti che cosi sono altamente costruttivi.
ForbiddenEvil
Domenica 27 Ottobre 2013, 8.58.47
38
@Hm is the law, ma cosa ha detto di così "offensivo" @trhash? Mah..... ...poi il paragone ALICE IN CHAINS vs PEARL JAM proprio non ha logica, due bands completamente diverse da sempre, sia a livello musicale che di attitudine, un pò come paragonare i CATHEDRAL con i NAPALM DEATH.....certa gente proprio non la capisco....
BIoS
Domenica 27 Ottobre 2013, 2.57.31
37
@ valereds: gli Alice In Chains sono SEMPRE stati nettamente superiori.
ixo
Sabato 26 Ottobre 2013, 13.30.41
36
Effettivamente è un album insignificante e a tratti noioso. Voto 55
Alessandro Bevivino
Sabato 26 Ottobre 2013, 13.29.07
35
Album dignitoso 70.
hm is the law
Sabato 26 Ottobre 2013, 7.25.07
34
@ trash?: esprimi tutto il dissenso che vuoi senza cadere nella banalità e dare del drogato a chi non la pemsa come te. Sinoora il tono della discussione è ampiamente accettabile, ma se degenera chiederò la cancellazione di commenti offensivi per chiunque pro o contro sia chiaro.
trash?
Sabato 26 Ottobre 2013, 1.38.02
33
Mamma mia quanti commenti ridicoli! Eddie veder venduto?? Voi vi drogate
vascomistaisulcazzo
Venerdì 25 Ottobre 2013, 22.15.42
32
bari non vanno in pensione perchè sono ancora il miglior gruppo live in circolanzione. E vorrei sapere chi tra i tuoi amati gruppi invece lavora per beneficenza....certi commenti proprio non li capisco. VALEREDS: fosse quello il problema, VS e VITALOGY di media lettori hanno 65!!!!!
valereds
Venerdì 25 Ottobre 2013, 19.55.12
31
Ten media voto lettori :72,91 questa ciofeca 80,40, ma non scherziamo!!!!!
bari
Venerdì 25 Ottobre 2013, 19.50.49
30
Non vanno in pensione perché ormai sono venduti doppati che suonano il piu possibile al solo scopo di fare soldi, se ne fregano dei fan, tranne che per l aspetto delle vendite
ricco96
Venerdì 25 Ottobre 2013, 19.45.27
29
A me piace. 80
Muriel
Venerdì 25 Ottobre 2013, 19.16.48
28
minchia ma ce ne fosse una di 'ste band che se ne va in pensione quando cazzo è ora...
bari
Venerdì 25 Ottobre 2013, 18.58.37
27
Anche se in questo forum si tende a bocciare album solo perché non sono aggressivi - vedi the crusade dei trivium - io concordo in pieno col recensore: io ho smesso con i pearl. Jam dopo ten e vs. La cover inizialmente l avevo scambiata per un marchio di un negozio ,anche se ciò non a che fare con la qualitá del disco. Comunque credo che anche eddie non sia ormai più quello di una volta , e non per vecchiaia o balle varie ma proprio perché si è un po venduto
dario
Venerdì 25 Ottobre 2013, 18.21.44
26
Non l'ho ancora ascoltato e mi affretterò a farlo. Ho letto dei commenti negativi, anche se non capisco perchè dopo un giudizio negativo gli si dà la sufficiennza !?
Undercover
Venerdì 25 Ottobre 2013, 17.56.07
25
Inconsistente, stento quasi a credere che siano loro, un passo falso prima o poi doveva arrivare... si rifaranno.
valereds
Venerdì 25 Ottobre 2013, 17.37.40
24
@ Simone: pensa a me pare pure troppo
Simone
Venerdì 25 Ottobre 2013, 17.24.41
23
65 è una valutazione ridicola.
Salvo
Venerdì 25 Ottobre 2013, 17.13.05
22
boh...a me piace e pure parecchio,
lux chaos
Venerdì 25 Ottobre 2013, 16.50.29
21
Grande Metallized e fabio che non si lascia "deviare" dal nome importante in copertina. La mia voce è tendenzialmente dentro il coro questa volta, album innocuo...60 tirato
Joe Layne Giordano
Venerdì 25 Ottobre 2013, 16.40.37
20
Perfettamente d'accordo con te Fabio! Il suono complessivo di "Lightning Bolt" non si discosta molto dalla loro produzione più recente e, secondo me, non riesce ad aggiungere nulla di nuovo a una storia comunque ricca di picchi importanti. La rabbia e il furore grunge che fecero grandi i primi tre album della band di Seattle non c’è più da tempo. Direi che è un album semplicemente onesto, anche se le liriche di Vedder sono ancora in grado di segnare un plus che altri frontmen possono solo sognare di raggiungere. Cmq, ascoltare il nuovo lavoro è anche il modo di ringraziarli per tutte le emozioni che mi hanno regalato in passato.
valereds
Venerdì 25 Ottobre 2013, 16.20.24
19
A me non era piaciuto nemmeno Pearl Jam e Backspacer e questo nuovo disco non fa che confermare una stasi creativa evidente. In confronto gli Alice in Chains in questo momento sono nettamente superiori.
Giorgio
Venerdì 25 Ottobre 2013, 11.41.33
18
Quoto il commento di Sophya, disco che denota stanchezza spacciarlo per capilavotro e' assurdo
Red Rainbow
Venerdì 25 Ottobre 2013, 11.38.00
17
La penso come Sophya, perchè se è pur vero che, come dice forbiddenevil, l'approccio a un disco non può essere il paragone coi totem del passato, è anche vero che non si può ammantare di "maturità artistica" ciò che ne rende il risultato al massimo "piacevole". I ragazzi vivono ormai ovviamente al sicuro della propria classe innata e possono andare col pilota automatico, ma proprio questo è secondo me il limite dell'album, che mi fa condividere la sensazione di stanchezza e "insipidezza" di cui parlano molti.... oltre che sottoscrivere l'impianto della rece di Hm...
galilee
Venerdì 25 Ottobre 2013, 11.29.24
16
Non ho ascoltato il disco ma il singolo è molto bello. Certo che un quasi capolavoro come backspacer non è facile da battere. Era il miglior disco da No code per me.
Sophya
Venerdì 25 Ottobre 2013, 11.14.06
15
Molti lo definiscono "un gran ritorno". Mantengo il mio scetticismo sull'affermazione che in quest' album si sia raggiunta la "maturità artistica" io la definirei piuttosto "stanchezza"! Che dire, piacevole ma niente più!! Grandioso l'accenno alla cover, davvero obbrobriosa!!!
forbiddenevil
Venerdì 25 Ottobre 2013, 11.06.09
14
...a me il disco piace, 65 mi sembra eccessivamente basso, ma sono gusti. Trovo che Vedder con i suoi progetti solisti abbia dato più dolcezza nelle composizioni senza però perdere l'energia che li contraddistingue. Un appunto che riguarda tutti coloro che ad ogni nuova uscita di un qualsiasi gruppo, (Rock, Heavy, Thrash ecc.) hanno nel commento sempre lo stesso "come il primo mai più).....e basta, le bands vanno avanti, cercano di evolvere il proprio sound, cambiare delle cose, forse anche opinabili, però basta con questo tormentone, 2 esempi, PEARL JAM per l'appunto (TEN non lo rifaranno più, si sono ammorbiditi e cazzate del genere) e DEATH ANGEL (ULTRA-VIOLENCE è inarrivabile, non sono più in grado di suonare con quella rabbia.......)e sti cazzi hanno più di 40 anni e forse sono maturati.....o no? Comunque voto: 78
Markus
Venerdì 25 Ottobre 2013, 10.14.00
13
solo 65? voi siete pazzi,questo disco è per certi versi miracoloso! C'è tanta rinnovata energia persa ormai da un bel pò,tante idee che funzionano...mah...
Conte Mascetti
Venerdì 25 Ottobre 2013, 10.12.27
12
Per me vale più di un 65. Tanto un disco come Ten non esce più rassegniamoci. Sono passati più di vent'anni...
trash?
Venerdì 25 Ottobre 2013, 10.01.36
11
L' ho ascoltato e riascoltato e devo dire che non merita un voto così basso. È un disco vario con 7 canzoni meravigliose,io gli dò un. 75 e ringrazio i pearl jam di esistere
Macca
Venerdì 25 Ottobre 2013, 9.19.25
10
Non l'ho ascoltato ancora, ma mi spiace vedere voto e commenti abbastanza negativi (anche se come sempre in giro per la rete i pareri sono discordanti). Dopo Backspacer mi aspettavo una conferma definitiva, invece sembra siano di nuovo scivolati nel piattume. Spero di diventare voce fuori dal coro dopo l'ascolto.
Jimi The Ghost
Venerdì 25 Ottobre 2013, 9.18.05
9
Devo dire che In questi anni, in più occasioni, ho ascoltato e riascoltato solo Eddie Vedder, in particolare, "Into The Wild" e "Ukulele Song". Con fugaci e brevi ascolti, per ora, mi ha catturato "Future Days". Minimale traccia di Eddie con la sua ineguagliabile voce, pianoforte e chitarra: splendida, vale tutto il disco. Il testo, poi, racchiude un messaggio molto maturo se pensiamo a quei catastrofici PJ del passato. Lightning Bolt lo sto ancora ascoltando.Vedremo in seguito. Jimi TG
P2K!
Venerdì 25 Ottobre 2013, 8.25.00
8
Ormai è da Yield che non mi entusiasmo più con i dischi dei Pearl Jam, e con questo l'antifona prosegue. A mio aviso dovrebbero provare a scrivere di nuovo pezzi basati sui riff di McCready e di Gossard come fecero a suo tempo su Ten e poi passare i pezzi a Veder per farci mettere le sue vocals. Da quando il songwriting delle singole canzoni è cominciato ad essere suddiviso tra i vari componenti del gruppo la qualità delle loro composizioni è scemata inesorabilmente.
Grunge 77
Venerdì 25 Ottobre 2013, 7.48.18
7
Se questo disco vale 80 come qualcuno sostiene nelle riviste specializzate o in altri siti web Ten vsle 10000 ma dai per favore!
Giovanni
Venerdì 25 Ottobre 2013, 4.46.48
6
Finalmente una recensione che dice come stanno le cose veranente. Disco con molte pecche , l'effetto sorpresa che era la solarita' dell'ultimo album qui diventa stucchevole e basta. un passo falso seva minimo dubbio e se sulla copertina c'era il nome di un altro gruppo non se li cacava proprio nessuno. Condivido tutto meno il voto per me 60.
Enrico
Venerdì 25 Ottobre 2013, 2.47.13
5
Voto recensore giustissimo.
punkster457
Venerdì 25 Ottobre 2013, 2.29.59
4
allora premetto ho ascoltato l'album piu' volte e devo dire che è un ottimo album ma non assolutamente un capolavoro come voto io gli avrei dato di più almeno ad un 80 ci sarei arrivato. L'album è ben strutturato forse se si davano un po' più di tempo potevano magari partorire idee migliori chi lo sa??? cmq dico che non è un capolavoro ma neanche un disastro io l'ho comperato il disco visto che a Londra costa molto meno 5 pound e passa la paura
Arrraya
Venerdì 25 Ottobre 2013, 0.52.32
3
Non ho ancora avuto modo di ascoltare l'album, anche se mi è capitato di leggere commenti e recensioni diametralmente opposte. boh. vedremo...anzi,ascolteremo. C'è da dire che l' ultimo album che ho apprezzato è stato Yeld, forse un pò troppo lontanino con gli anni.
freedom
Venerdì 25 Ottobre 2013, 0.45.28
2
D'accordo al 100% col recensore. Insipido. Voto 60.
vascomistaisulcazzo
Venerdì 25 Ottobre 2013, 0.41.22
1
mah Fabio, quello che poco mi convince è il confronto con Backspacer (per una volta che abbiamo lo stesso recensore), questo ne è la continuazione ma allo stesso tempo un notevole passo in avanti: MY FATHER'S SON, SIRENS, PENDULUM, YELLOW MOON sono 4 ottimi brani che il precedente si sogna. L'album è inoltre molto vario, LET THE RECORDS PLAY è davvero una novità per i loro standard peccato la interrompano proprio quando un lungo assolo poteva renderla un highlight. Quello che invece fa molto male sono le sonorità e le pessime scelte produttive (tastierine, coretti, e in generale troppa pulizia). Insomma dopo il pessimo Backspacer qui si intravede qualcosa ma credo che dopo l'entusiasmo iniziale cadrà presto nel dimenticatoio. Peccato davvero perchè in realtà la maggior parte dei brani ha ottime intuizioni, poco sviluppate o in troppo in fretta.
INFORMAZIONI
2013
Monkeywrench/Republic
Rock
Tracklist
1. Getaway
2. Mind Your Manners
3. My Father's Son
4. Sirens
5. Lightning Bolt
6. Infallible
7. Pendulum
8. Swallowed Whole
9. Let the Records Play
10. Sleeping by Myself
11. Yellow Moon
12. Future Days
Line Up
Eddie Vedder (Voce, Chitarra, Ukulele)
Stone Gossard (Chitarra)
Mike McCready (Chitarra)
Jeff Ament (Basso)
Matt Cameron (Batteria, Percussioni)
 
RECENSIONI
77
80
68
75
83
86
94
92
90
ARTICOLI
02/07/2018
Live Report
PEARL JAM
Stadio Euganeo, Padova, 24/06/2018
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]