Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Living Colour
Shade
Demo

In Vain (SPA)
IV
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

14/12/17
HAMKA
Multiversal

15/12/17
AVENGED SEVENFOLD
The Stage - deluxe edition

15/12/17
DIRGE
Alma | Baltica

15/12/17
OBSCURE BURIAL
Obscure Burial

15/12/17
AERODYNE
Breaking Free

15/12/17
NEIGE MORTE
Trinnt

15/12/17
ASKING ALEXANDRIA
Asking Alexandria

15/12/17
MATERDEA
A Rose for Egeria - Deluxe Edition

15/12/17
MISTHERIA
Gemini

15/12/17
DSEASE
Rotten Dreams

CONCERTI

12/12/17
NORTHLANE + ERRA + INVENT ANIMATE + OCEAN GROVE
LEGEND CLUB - MILANO

12/12/17
MICHAEL ANGELO BATIO & BLACK HORNETS
POCOLOCO - PAGANICA (AQ)

12/12/17
INGLORIOUS + DOBERMANN
SALUMERIA DELLA MUSICA - MILANO

14/12/17
GENUS ORDINIS DEI + GIGANTOMACHIA
TRAFFIC CLUB - ROMA

15/12/17
MOLLY HATCHET
BLOOM - MEZZAGO (MB)

15/12/17
SPEED STROKE + GUESTS
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

15/12/17
ELVENKING + ANCESTRAL
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

15/12/17
IFMT WINTER FEST (day 1)
CENTRO GIOVANILE CA VAINA - IMOLA

16/12/17
JOHN DALLAS + GUESTS
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

16/12/17
CADAVERIA + GUESTS
CRASH - POZZUOLI (NA)

Trivium - Vengeance Falls
( 5700 letture )
È di nuovo tempo di uscite ufficiali in casa Trivium. A due anni dal precedente In Waves, album che ha lasciato dietro di sé una scia di pareri contrastanti, tra chi ancora oggi ne tesse le lodi e chi, invece, denuncia la mancanza d’innovazione da parte della band statunitense, è ora il turno di Vengeance Falls. Anche in questo caso non mancheranno le divergenze d’opinione e le critiche a fiume, che però andrebbero talvolta contenute, specialmente se si pensa che abbiamo a che fare con una band sempre propositiva ed impegnata a dare tutta sé stessa tanto tra le mura di uno studio di registrazione quanto sul palcoscenico. Non dei mestieranti che pensano solo a pubblicare album fotocopia -come spesso vengono additati-, ma musicisti con la voglia di mettersi in gioco. E ciò è riscontrabile dando un’occhiata alla discografia del gruppo, contenente lavori di stampo prettamente metalcore ed altri più orientati ad un heavy/thrash che non vuole essere etichettato a tutti i costi come commerciale e scontato. Il nuovo Vengeance Falls è un album molto più diretto e “quadrato” rispetto alla precedente release, privo di momenti di vuoto -ma non mancano picchi negativi- e costituito interamente attorno alle chitarre di Heafy e Beaulieu, col solito inevitabile tappeto ritmico a cui siamo ormai abituati ed una linea vocale matura seppur fortemente orientata verso lidi easy listening. Il cantante non sembra infatti più di tanto prediligere le parti aggressive, dando invece libero sfogo al proprio lato melodico, valorizzato a dovere in brani che ben si prestano ad essere trattati con tale cura; non mancano comunque momenti in cui la voce assume toni più gravi e “cavernosi”, ma il tutto è sempre legato in maniera armonica ed il modo in cui il singer riesce a modulare le proprie corde vocali risulta convincente e funzionale. Come detto, la sezione ritmica è ben sorretta da un Nick Augusto in ottima forma dietro le pelli e dal basso di Paolo Gregoletto, che insieme formano un muro sonoro difficile da abbattere. Prima di addentrarci nell’ascolto delle singole tracce, uno sguardo alla copertina: come si noterà fin da subito è assente sia il nome della band che il titolo del disco, scelta alquanto singolare, ma che “nasconde” in realtà nella stessa immagine principale e nelle figure in secondo piano l’iniziale del monicker Trivium.

Ottimo inizio con la martellante Brave This Storm, canzone sorretta da una ritmica micidiale e da gradevoli melodie vocali e delle sei corde nei ritornelli. Anche Vengeance Falls e Strife si mantengono su buoni livelli e lasciano ben sperare per il prosieguo del disco; la seconda in special modo risulta particolarmente interessante durante i ritornelli e potrebbe facilmente divenire una hit da concerto per il combo originario della Florida. Incisiva si rivela fin qui la voce di Matt Heafy, ma ancor meglio il lavoro delle chitarre, con Beaulieu e lo stesso Heafy che sfornano riff possenti ed aggressivi al punto giusto. L’apice viene però raggiunto da No Way to Heal, il brano senza dubbio più riuscito dell’intero disco: qui il refrain principale assume un ruolo da assoluto protagonista, mettendo addirittura in secondo piano le altre strofe presenti, ad ogni modo tutte molto gradevoli ed ispirate. Ad un inizio col botto fa seguito un calo abbastanza deciso dalla quinta traccia in poi, con sporadici momenti di ripresa che non bastano a risollevare completamente le sorti dell’album. To Believe potrebbe ben impressionare, ma esclusivamente nel corso dei soliti ritornelli e del bridge che li precede. Sono passati una ventina di minuti appena ed è qua che l’attenzione tende a calare: At the End of This War, Villainy Thrives e Incineration: The Broken World, con la sola eccezione di Through Blood and Dirt and Bone, sono infatti quanto di meno interessante quest’album abbia da proporci. Le solite prevedibili sfuriate di doppia cassa e i riff al fulmicotone non possono certo bastare per tenere alto il livello di attenzione dell’ascoltatore; purtroppo viene a mancare il fattore imprevedibilità ed ogni canzone finisce così per confondersi con la successiva. Anche la prestazione vocale di Heafy tende ad appiattirsi e rendersi poco variegata tra un pezzo e l’altro, riuscendo a trovare solo in Through Blood and Dirt and Bone un po’ di respiro. Molto bella la conclusiva Wake (The End Is Nigh), canzone inizialmente dai toni pacati, che dopo un po’ fa esplodere tutta la furia fin lì messa da parte generando un finale ad alto livello d’intensità. La deluxe edition di Vengeance Falls presenta inoltre tre bonus track: No Hope for the Human Race e As I Am Exploding non hanno granché da dire, con la seconda che si distingue di poco per una maggior presa, mentre Skulls... We Are 138 è una cover dei Misfits che non ci si sarebbe forse aspettati di sentire, ma resa in modo egregio dalla band statunitense.

I Trivium arrivano così al traguardo del sesto album senza aver compiuto quel salto di qualità da molti sperato in grado di renderli definitivamente uno dei nomi più di rilievo nel panorama thrash attuale. È indubbio che la band sappia come mantenere salde le posizioni conquistate negli anni, ma non sembra possibile alcun balzo in avanti decisivo rispetto a quanto sentito finora. Potremmo anche accontentarci visto che comunque la qualità non manca, ma è evidente come Vengeance Falls non diverrà mai l’album da consigliare a tutti i costi a chiunque voglia avvicinarsi per la prima volta alla discografia dei Trivium. Non si può parlare di passo indietro rispetto al precedente In Waves, ma da una formazione del genere è lecito attendersi di più.



VOTO RECENSORE
69
VOTO LETTORI
70.27 su 29 voti [ VOTA]
All I Was
Giovedì 27 Febbraio 2014, 19.54.01
47
Disco suonato bene, cantato discretamente ma RIPETITIVO. Se all'interno di In Waves il sound si distacca molto dal suo precedente album Shogun, in questo Vengeance Falls sento solo un prolungamento di tutto quello c'è in In Waves. Nessuna idea nuova vi è alla base di questo album. Un altro punto debole è la mancanza di melodie che restano in testa. Almeno negli altri album trovi sempre qualche ritornello potente ed efficace, che ti resta impresso. Qui, questa sensazione l'ho riscontrata solo nelle prime 4 traccie(No Way to Heal l'unica che mi entusiasma veramente). Da una band titanica come i Trivium mi aspettavo di più, cmq questo album resta sufficiente. Voto: 63
shon
Domenica 22 Dicembre 2013, 12.25.39
46
i trivium sono una delle più valide band moderne ,sicuramente più di slipknot ma anche dei korn (non ho mai capito come mai tanta gente li venera) che spesso sono considerati i colossi del metal moderno ,magari assieme ai mastodon e alcune band death e black. A mio parere i trivium non hanno mai fallito ,solo in uan bonus track che era più commerciale che mai: ovvero a grey so dark. Per il resto sono stati assolutamente bravissimi, io apprezzo anche in wawes e vengeage che non saranno da 90 come shogun ascendancy e ember ma meritano almeno 80.
horrorfuck
Giovedì 28 Novembre 2013, 0.17.59
45
gruppo che non ha capito che musica suonare uno era metalcore uno thrash uno merda e questo bho accozzaglia di roba buttata li tanto per assemblare un'album che tanti non compreranno , album da cestinare.
Djkelino
Mercoledì 27 Novembre 2013, 23.22.00
44
E siamo a tre comunque nella stessa frase. Va beh.
Djkelino
Mercoledì 27 Novembre 2013, 23.20.54
43
Per la prima volta i Trivium propinano un disco di mestiere... Sebbene In Waves non mi avesse fatto gridare al miracolo, aveva dei momenti esaltanti, pur non raggiungendo gli apici di Shogun, The Crusade e Ascendancy, ad oggi la triade migliore dei Trivium. Questo Vengeance Falls, invece, semplicemente riprende la forma canzone di brani come Built To Fall e Dying In Your Arms, e la ripropone dall'inizio alla fine. Con qualche eccezione, per fortuna. Incineration: The Broken World è senza dubbio la canzone più bella, complessa e articolata, alla quale fanno il paio Wake (The End Is Nigh) e, in misura minore, At The End Of This War e Brave This Storm. In particolare, c'è un abisso fra le prime canzoni, spompate e noiosette, e le ultime due, più le due bonus track, che sembrano prese addirittura da un altro disco. Che sia stato composto tutto troppo in fretta? Chissà. Comunque questa è la dimostrazione che loro il talento ce l'hanno, perché comunque quando suonano ad cazzum canis esce comunque un disco decente. Comunque rimane una delusione, per me. Darei 60, ecco.
galilee
Venerdì 8 Novembre 2013, 12.29.51
42
Dire che in giro ci sia pocoaltro significa non conoscere la scena musicale metal. In giro c'è un macello di roba fighissima sempre e comunque e di qualsiasi genere.
lux chaos
Venerdì 8 Novembre 2013, 10.12.58
41
Dopo quello di prima, arriva un altro genio che si chiede dove sarà mai questa somiglianza coi Metallica e poi dice che Heafy imita Hetfield tutto il tempo....praticamente uno scontro di cervelli come non se ne vedeva da tempo...peccato che somigliare a qualcuno non vuol dire possederne lo stesso livello qualitativo, che è la tesi che continuate a sostenere...i Metallica stanno ai Trivium come una ferrari sta a una 500, questo è palese...
velvetanubi
Venerdì 8 Novembre 2013, 1.08.06
40
Ciao a tutti, è bello vedere come i trivium suscitino pareri sempre molto discordanti, penso che a prescindere dai gusti una persona che si sbatte a scrivere un parere è da ritenersi un fan perchè altrimenti non ci si prenderebbe la briga di scrivere un commento. Ad esempio a me possono non piacere i sepultura o i korn di adesso ma certo non sto li a commentare ogni album che esce invece per i trivium cè sempre molta attenzione. Questo quasi sempre significa che si tratta di un album importante e infatti i primi ascolti lo stanno confermando. Lunga vita ai trivium anche perchè mi sembra che di altro in giro ci sia ben poco. ciao
Jaco
Giovedì 7 Novembre 2013, 23.32.29
39
Flight666 d'accordissimo con te; chiedo scusa anzi per il mio commento precedente.
stefyAvanged
Giovedì 7 Novembre 2013, 21.30.25
38
Gli ho dato un ascolto come tutti gli altri album dei Trivium. Nonostante non sia il mio genere voglio proprio capire dove sta questa somiglianza coi Metallica che tutti declamano, Il primo disco è una commercialata delle più banali, "the crusade" era una merda, a parte un paio di brani più duri, questo pure fa schifo, fatto ad hoc per bimbiminkia esaltati, dove heafy non fa altro che imitare Hetfield tutto il tempo...voto:30
Flight 666
Giovedì 7 Novembre 2013, 20.36.09
37
Ragazzi, tornate a parlare di musica e basta beccarvi tra di voi. Non serve proprio a niente se non a svalutare voi stessi.
Jaco
Giovedì 7 Novembre 2013, 20.29.48
36
troll lo dici alla pompinara di tua madre
SpiritCrusher
Giovedì 7 Novembre 2013, 20.09.44
35
I Trivium non sanno suonare?? questa mi è nuova ahah dio mio no comment
lux chaos
Giovedì 7 Novembre 2013, 18.46.07
34
@Galilee: Sei fin troppo paziente e rispettoso amico mio: stima per te. Io avrei gia perso la ragione a dialogare con cerat gente...don't feed the troll. Ti quoto tra l'altro anche sul commento 27. E' una cosa evidente anche ai sordi.
Galilee
Giovedì 7 Novembre 2013, 17.09.10
33
Suvvia Jaco non fare cosi. Se parliamo di qualità penso che una canzone dai primi 5 dischi dei Metallica valga la discografia dei Trivium, ma se parliamo di tecnica probabilmente alcuni musicisti in seno ai Trivium sono più bravi dei Metallica. Ma la tecnica vuol dire ben poco alla fine, però non si può dire che non sappiano suonare perché non è vero. ma rispetto comunque i tuoi gusti. Ti consiglio di ascoltare Shogun, vedrai non è cosi male. Scusa e ti ho dato ancora fastidio....
Jaco
Giovedì 7 Novembre 2013, 16.55.24
32
galilee parla per te...non vedi che dai fastidio. chi ti conosce
Galilee
Giovedì 7 Novembre 2013, 15.49.24
31
Più che altro fa capire che spesso chi critica non sa nemmeno probabilmente distinguere una batteria da un microfono o una chitarra
Monky
Giovedì 7 Novembre 2013, 14.53.18
30
Dire che i Trivium non sanno suonare è una cavolata abbastanza grossa. E' assolutamente lecito che non piaccia la piega che la band ha preso negli ultimi anni (personalmente a me è piaciuto poco o nulla di quello che hanno fatto da Shogun in poi) ma dire che uno come Matt Heafy non sa suonare è una panzana bella e buona.
Galilee
Giovedì 7 Novembre 2013, 14.38.33
29
Non sanno suonare?????????? Vabbè dai, parliamo di calcio che è meglio....
Jaco
Mercoledì 6 Novembre 2013, 21.31.01
28
ma come fanno a ispirarsi se fanno schifo, e non sanno suonare...possono ispirarsi a chi gli pare, scimmiottare chi gli pare, ma sempre pattume restano. poi de gustibus ovvio ;D
Galilee
Mercoledì 6 Novembre 2013, 20.42.19
27
Il paragone coi Metallica ci sta tutto, perchè i Trivium si ispirano palesemente a loro aggiungendo qualche cosa di HC e dei ritornelli più moderni. Se non riesci a sentire le similitudini stilistiche di questi due gruppi, Jaco, o non hai mai ascoltato i Metallica, o non hai mai ascoltato i Trivium. I gusti son gusti per carità, ma se uno non riesce nemmeno a sentire queste caratteristiche stilistiche, in questo caso decisamente evidenti, c'è qualcosa che non va.
Jaco
Mercoledì 6 Novembre 2013, 20.08.18
26
bah cazzo, va bene tutto, ma adesso paragonarli ai Metallica, cioè mi sembra veramente di cattivo gusto....è evidente anche dal riscontro e feedback vari anche dall'estero che questi non valgono un cazzo, ma dove cazzo vive certa gente non lo so, per dire cose palesemente assurde, boh, fatevi curare
venom
Mercoledì 6 Novembre 2013, 18.13.54
25
Non è sicuramente il loro disco migliore ma nn è neanche na merda orrenda molto meglio di certa merda vera che c é in giro oggi @valo:hai ragione meglio che certa gente vada ad ascoltare gigi d alessio invece di sparare cazzate su uno dei gruppi migliori degli ultimi anni
Valo
Mercoledì 6 Novembre 2013, 16.29.06
24
Premetto che ascolto di tutto... Metal Core, Black, Death. A me i Trivium sono sempre piaciuti. Leggo tante critiche negative qui, ma ca##o, cosa pretendete da un loro disco?? Ci sono poche band che realizzano musica di alto livello (parlando di Thrash Metal). Vengeance Falls è la conferma del loro talento, nessun passo indietro!! L'album è piacevole del inizio alla fine, melodie avvolgenti, suoni potenti e freschi, mai banale e scontato. Non avranno inventato nulla di nuovo ma l'intero album spacca. I Trivium sono degni di essere considerati i VERI eredi dei Metallica. Consiglio: se li considerate troppo commerciali è ora che vi ascoltate qualcosa di Gigi D'alessio.
the thrasher
Mercoledì 6 Novembre 2013, 0.59.40
23
Nu metal? mah, oddio, Vitadathrasher, un conto è dire che non ti piace il genere un conto è generalizzare in questo modo. io di numetal non sento nulla, a me il disco piace... in waves mi aveva deluso molto, ma questo è carino... i trivium sembrano essere i metallica del metal moderno, fa sempre figo dargli addosso a prescindere (non mi rivolgo a te in particolare eh)... ma se non vi piace il metalcore xk commentare soltanto per offenderli? non avete di meglio da fare? i vostri commenti sono ovvi e inutili.. io non vado a commentare band che mi fanno schifo, che senso avrebbe? non ho la pretesa di sbattere il mio gusto in faccia a tutti gli altri, quasi per denigrarli.. un pò di rispetto per i gusti altrui non c'è mai, cazzo, e non lo dico solo xk a me i Trivium piacciono ma perchè dovrebbe essere così SEMPRE e PER TUTTI
Jaco
Martedì 5 Novembre 2013, 22.33.43
22
secondo me sono la band più merdosa che esista
Vitadathrasher
Martedì 5 Novembre 2013, 21.03.58
21
In passato molte cose che hanno fatto le ho apprezzate, ora sono caduti nella voragine numetal, non so come mai ma ho la sensazione di ascoltare i cugini dei linkinpark.....forse una sinestesia con queste cover in stile un po fanta-asiatico......
forbiddenevil
Martedì 5 Novembre 2013, 17.56.54
20
.....MAI PIACIUTI, in ASSOLUTO.
VomitSelf
Martedì 5 Novembre 2013, 15.01.47
19
Solo "Ascendancy" non mi era dispiaciuto...il resto che go ascoltato mi ha solo fatto defecare. Con il massimo rispetto.
Kenai
Martedì 5 Novembre 2013, 11.22.53
18
A me non è dispiaciuto, ma è oggettivamente difficile non considerare questo Vengeance Falls un mezzo passo falso. Anche io sono tra quelli che pensano che Ascendancy e soprattutto Shogun siano su un altro pianeta. Peccato.
Ross NoNconformity
Martedì 5 Novembre 2013, 1.36.36
17
Quel poco che ho ascoltato di loro mi ha sempre lasciato indifferente.
roby
Lunedì 4 Novembre 2013, 23.09.25
16
Voglio un altro Shogun, cazzo.
Macca
Lunedì 4 Novembre 2013, 20.35.27
15
Mah, non so, da una band che ha dei gran numeri e che (potenzialmente) potrebbe suonare di tutto mi aspetto qualcosa di più. Il piglio catchy è a volte eccessivo, mi piace che ad ogni uscita riescano a variare la loro proposta ma a volte mi danno l'idea di cercare la strada più facile. Troppo facile.
Christian
Lunedì 4 Novembre 2013, 19.35.01
14
Ho ascoltato di recente questo CD, devo dire che In Waves non mi aveva deluso molto, ma neanche colpito. Trovo però che questo album sia inferiore al precedente, sembra quasi che si stiano incamminando sulla strada dell' alternative, quasi eh, è una provocazione.
Alessandro Bevivino
Lunedì 4 Novembre 2013, 19.16.45
13
Bah, boo, mah, chi lo sà.
jeffwaters
Lunedì 4 Novembre 2013, 18.51.35
12
non ancora sentito quindi nn posso giudicare,ma non concordo sul fatto che siano forse la band del futuro...Futuro del thrah questi....ma va là....almeno 2 mani di band molto piu speranziose e giustamente con meno album all'attivo...concludendo il rispetto c'è,ma niente di più
Radamanthis
Lunedì 4 Novembre 2013, 18.36.52
11
Anche a mio avviso Machine Head e Mastodon non sono da considerarsi il futuro perchè han già raggiunto un certo livello (che piaccia o meno e che piacciano i loro dischi o meno)...per i trivium a mio parere è diverso anche perchè fan thrash non dagli esordi...prima erano una band metalcore e pian piano si dovrebbero far strada (si dovrebbero, ma di sto passo dico: quando???) nel panorama più strettamente heavy metal o comunque thrash!
EDOhard (ex tommy)
Lunedì 4 Novembre 2013, 18.31.27
10
piano piano...i machine head sono il presente in parte passato e se vogliamo anche il futuro...ma di certo sono il presente dato che fra vent anni si parlerà di the blackening e a mio avviso anche di unto the locust...per il resto chi non è mai contestato?
SpiritCrusher
Lunedì 4 Novembre 2013, 18.30.21
9
Sui Mastodon non sono per niente d'accordo...loro la consacrazione l'hanno ricevuta già con Blood Mountain e soprattutto con lo splendido Crack The Skye. Tornando ai Trivium, mi aspettavo molto di più da quest'album..
Lizard
Lunedì 4 Novembre 2013, 18.17.53
8
Sì sì... E' che a forza di dirlo (che "sono il futuro") sono passati dei begli anni e se aveva un senso quando erano al secondo-terzo-quarto album, ormai è diventato un po' senza senso. Lo stesso ad esempio vale per i Mastodon: sempre tutti a dire che sono il futuro... Di questo passo, saranno vecchi e ancora ne parleremo come "il futuro". Sembra che per loro il futuro non arrivi mai e restino sempre delle eterne promesse, quando poi in realtà di album ne hanno fatti e di gente ispirata da loro ne ascoltiamo già in giro. Poi... Magari la consacrazione definitiva non la riceveranno mai (un po' come i Machine Head, che hanno ispirato il 90% delle nuove band in circolazione, ma sono ancora oggetto di contestazione per molti) e tra un po' cominceremo a dire "e pensare che di loro si diceva che erano il futuro"
Radamanthis
Lunedì 4 Novembre 2013, 18.05.13
7
Beh è una band molto giovane a livello di età e molti ne parlano come i futuri paladini del metal...@lux: tranqui, io ho capito il senso del tuo post!
lux chaos
Lunedì 4 Novembre 2013, 17.54.49
6
Si tra l'altro hai ragione Lizard, ormai sono un presente non un futuro...@rada: ci mancherebbe rada, ho riportato (scherzosamente) solo uno dei commenti che a volte si leggono in giro, spesso detti da chi ha ascoltato 2 canzoni e mezzo come al solito...non li ritengo il futuro di nulla, solo una bella band a mio parere...poi sai, spesso (in generale e con loro) credo che un solo ascolto non basti per giudicare, anche nel piu banale disco aor...shogun ai primi 2/3 ascolti mi sembrava merda di piccione, e le canzoni tutte uguali, poi dopo è emerso a me come grande album...questo è discreto, lungi da me fare la crociata per loro 😊
Lizard
Lunedì 4 Novembre 2013, 17.12.09
5
Ma quale futuro ragazzi? Questi hanno quasi 15 anni di carriera alle spalle e questo è il sesto album!!! Sono giovanissimi è vero (Heafy non ha neanche 30 anni), ma il futuro ormai non lo sono più da un pezzo. Il futuro lo sarà eventualmente chi da loro ha preso l'idea di questo particolare ibrido musicale che non è propriamente metalcore, né propriamente thrash, né propriamente crossover, né.... e lo proporrà d'ora in avanti (forse) con la propria identità. I Trivium vanno avanti con la propria onestissima carriera, nella quale hanno fatto sei album sforzandosi di non clonare i primi album di successo, ma aggiornando la loro proposta. Forse qualche anno fa ci si attendeva di più da loro e probabilmente non sono riusciti a mantenere quanto promesso, ma ormai sono storia, sono istituzionalizzati. Andreste a chiedere a una band formata da quasi quindici anni e con sei album all'attivo di essere il "futuro" di qualcosa? Se dovevano esserlo, lo sarebbero già adesso (e infatti, negli States...). Che poi sia questa la musica del futuro... beh... Non è dato saperlo. Certo se mi avessero detto che nel 2013 avrei trovato gruppi che suonano esattamente come fossero i Led Zeppelin o Janis Joplin, avrei probabilmente fatto un'espressione meravigliata, ma ci sono e il futuro sono anche loro...
AL
Lunedì 4 Novembre 2013, 16.22.27
4
già un altro cd. dopo l'ultimo dovevano aspettare e darsi una regolata prima... quoto Malleus. questo gruppo è alla frutta...
Malleus
Lunedì 4 Novembre 2013, 16.10.50
3
Se questo è il futuro del metal siamo messi veramente male... ma male male male
Radamanthis
Lunedì 4 Novembre 2013, 15.53.37
2
Ho ascoltoato tutto il disco sul tubo (si trova per intero in un solo file...ottima cosa direi!)...direi che non mi piace molto, un disco che rasenta a stento la sufficienza poichè comunque qualche idea buona c'è e alcune tracce hanno un buon tiro ma mi aspetterei molto meglio da una band che molti osannano e reputano il futuro del metal! Non per mettermi in opposizione a lux ma la frase che mi viene da dire è questa: "se questi sono il futuro del metal apposto!" Lasciamo però perdere le varie stronzatine tipo "bands da teenagers, band inutile, band di merda" anche perchè non mi piace dire certe cose e neppure le penso perchè è una band sufficiente e le band di merda sono ben altre ma la cosa che prorpio mi viene da dire è questa: "se questi sono il futuro del metal apposto!" Spero ci sia un futuro diverso per il metal, molto migliore di questa sufficienza! Voto 60
lux chaos
Lunedì 4 Novembre 2013, 15.34.57
1
Dico la mia prima che arrivi la solita granaiola di commenti sul gruppo e la tua recensione tipo "band di merda", "band inutile", band per teenagers", "se questi sono il futuro del metal apposto siamo" e cagate varie non argomentate....confermo in toto la tua visione, ottima recensione (complimenti), un lavoro discreto da parte di una delle più valide band moderne, ancora incapace (o forse mai) di scrivere l'album definitivo...cmq sia ascendancy, crusade e soprattutto shogun li ho consumati e spesso e volentieri girano ancora nel lettore, questo ha un approccio più easy listening ma comunque restano (a mio parere) tra i migliori songwriters delle nuove leve
INFORMAZIONI
2013
Roadrunner Records
Thrash
Tracklist
1. Brave This Storm
2. Vengeance Falls
3. Strife
4. No Way to Heal
5. To Believe
6. At the End of This War
7. Through Blood and Dirt and Bone
8. Villainy Thrives
9. Incineration: The Broken World
10. Wake (The End Is Nigh)
11. No Hope for the Human Race (Deluxe Edition Bonus Track)
12. As I Am Exploding (Deluxe Edition Bonus Track)
13. Skulls... We Are 138 (Misfits cover, Deluxe Edition Bonus Track)
Line Up
Matt Heafy (Voce, Chitarra)
Corey Beaulieu (Chitarra)
Paolo Gregoletto (Basso)
Nick Augusto (Batteria)
 
RECENSIONI
69
68
78
64
80
77
ARTICOLI
25/01/2008
Intervista
TRIVIUM
Parla Travis Smith
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]