Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Obscura
A Valediction
Demo

The Maledict
Remembrance
CERCA
RICERCA RECENSIONI
PER GENERE
PER ANNO
PER FASCIA DI VOTO
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

10/12/21
CAP OUTRUN
High on Deception

10/12/21
ORPHANED LAND
30 Years of Oriental Metal

10/12/21
EFYD
Like Shadows

10/12/21
LORD OF THE LOST
The Sacrament Of Judas

10/12/21
AGARTHIC
The Inner Side

10/12/21
MALADIE
The Sick Is Dead - Long Live the Sick

10/12/21
ZELBO
In My Dreams

10/12/21
THERES A LIGHT
f̶o̶r̶ ̶w̶h̶a̶t̶ ̶m̶a̶y̶ ̶I ̶h̶o̶pe̶? for what must we hope?

10/12/21
STAHLMANN
Quarz

10/12/21
MERCURY X
Imprisoned

CONCERTI

10/12/21
NANOWAR OF STEEL
DRUSO - RANICA (BG)

11/12/21
NANOWAR OF STEEL
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

12/12/21
GOTTHARD + TBA
FABRIQUE - MILANO

12/12/21
DRAGONFLY METAL FEST 2021
DRAGONFLY - SALZANO (VE)

13/12/21
LEPROUS + GUESTS
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

14/12/21
UNLEASH THE ARCHERS + STRIKER + NORTHTALE
LEGEND CLUB - MILANO

17/12/21
NANOWAR OF STEEL
LARGO VENUE - ROMA

09/01/22
ESKIMO CALLBOY
LEGEND CLUB - MILANO

12/01/22
TAAKE + KAMPFAR + NECROWRETCH
LEGEND CLUB - MILANO

13/01/22
TAAKE + KAMPFAR + NECROWRETCH
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

Astaroth - The Long Loud Silence
( 4362 letture )
Ed eccoci alla naturale continuazione della recensione della demo degli Astaroth recensita recentemente. Siamo cioè a quella leggenda del metal italiano che è l’EP targato Roma intitolato The Long Loud Silence. Il lavoro in questione ebbe un riscontro clamoroso, soprattutto all’estero, essendo stato relativamente ben supportato dalla Rave-on, ottenendo una serie di critiche favorevolissime da parte delle più importanti riviste del settore (Aardshock per esempio), oltre che dalle varie fanzine cartacee che all’epoca fiorivano ovunque, rappresentando un po’ ciò che ora, pur su un altro piano, rappresentano le webzine. Le vie che dopo la demo portarono al contratto con la Rave-on meritano senza dubbio di essere raccontate con dovizia di particolari, così come la storia che li vide protagonisti di un clamoroso trasferimento negli States. A questo proposito chiunque volesse saperne di più, è invitato a leggere questa intervista che rappresenta uno spaccato quasi struggente di un mondo che in massima parte è ormai scomparso, e con lui un pezzo di heavy metal destinato a non tornare mai più. Detto questo possiamo dire che musicalmente l’EP è rappresentativo sia del talento dei romani, sia di una certa attitudine italiana al metal, fatta di un gusto particolare del riff proveniente dai 70’s, ma modernizzato (per l’epoca), e da brani conditi da frequenti cambi e accelerazioni, sostenuti da una ottima tecnica di base da parte di tutti i componenti della band, specialmente per ciò che riguarda “Shining” Principini.

Il tutto era poi debitamente valorizzato dal lavoro in sala di incisione da parte di Jec Hustinx, uno che sapeva bene il fatto suo. Basti a questo proposito pensare che l’esordio dei Mercyful Fate avvenne proprio sotto la sua egida. Non si possono comunque sottacere le prestazioni delle due asce, precise ed aggressive, e quella del drummer Giovanni Onofri, tecnico e pesante. Le capacità dei capitolini si apprezzano compiutamente già dall’opener Die to Be Alive, in cui le molte accelerazioni assassine assestano colpi micidiali ai padiglioni auricolari dell’ascoltatore. Memorabile il riff introduttivo di Burning the Diamond, di sapore decisamente post-NWOBHM ed esaltata da stop e ripartenze da cardiopalma. Ballata un po’ più prevedibile She Wolf, che si mantiene comunque su un buon livello ed è sostenuta da un buon crescendo. In Jack in the Box infine, Bob Cattani travolge con l’ugola tutto ciò che trova, spalleggiato in ciò dagli altri legionari dalle daghe sguainate; nessuno può resistere, la battaglia è vinta.

Quella vittoria sembrava dovesse annunciare quella di tutta la guerra, ma così non fu, e con gli Astaroth sparì un pezzo di quel piccolo avamposto che il metal italiano era riuscito a costruire all'estero. Se trovate questo mini-LP non esitate ad acquistarlo, è storia del metallo italiano e di una attitudine pura ed ingenua se volete, che però io rimpiango ancora, almeno in parte. Ave Cesare.



VOTO RECENSORE
88
VOTO LETTORI
26.32 su 28 voti [ VOTA]
Silvia
Lunedì 18 Novembre 2019, 0.57.49
6
Concordo, anche x me questo EP è storia del metal italiano, e in particolare mi piaceva parecchio la voce!
Raven
Giovedì 5 Gennaio 2012, 22.08.13
5
se avete qualche minuto vi consiglio di leggere l'intervista al link a fianco.
The Nightcomer
Giovedì 5 Gennaio 2012, 17.59.13
4
In effetti non furono molti i gruppi italiani ad incidere per case discografiche straniere. Così, su due piedi, mi vengono in mente gli Sphinx, con il loro Burning Lights (Mausoleum Records), alcune releases dei Dark Lord e i più celebri Bulldozer, ma dovrei rispolverare un pò i vinili in mio possesso per rinfrescare la memoria. Comunque la Rave On records -imho- era sinomimo di garanzia: produceva più mini lp che full lenght, ma sempre con un occhio sulla qualità.
fabio II
Martedì 30 Agosto 2011, 14.32.40
3
Raro caso di italian metal anni '80 stampato all'estero ( ricordo i RAF editi dalla francese Axe Killer ...poi, boh non mi viene in mente niente..help!). Mi associo ad Antonius per quel che concerne la valutazione; anche se voglio andarmelo a riascoltare ( questo è il bello di questa rubrica: fantastica! ) perchè e' finito in freatta nel dimenticatoio. Ricordo che acquistai l'ep e 'Power Of the Night' dei Savatage nello stesso giorno: ovvio finisse nel dimenticatoio
Antonius
Martedì 8 Gennaio 2008, 14.22.07
2
Album discreto ma nulla piu'....sopravvalutati.....
Giemme
Mercoledì 5 Aprile 2006, 16.25.00
1
Ho questo disco... Che dire? Fantastico, se lo trovate acquistatelo pure senza esitazione! Peccato che siano finiti nel dimenticatoio.
INFORMAZIONI
1985
Rave On
Heavy
Tracklist
1. Die to Be Alive
2. Burning the Diamond
3. She Wolf
4. Jack in the Box
Line Up
Bob Cattani (Voce)
Max Cipicchia (Chitarra)
Simone Triscari (Chitarra)
Shining (Basso)
Giovanni Onofri (Batteria)
 
RECENSIONI
88
s.v.
ARTICOLI
01/02/2013
Intervista
ASTAROTH
La fine del silenzio!!!!
09/04/2006
Intervista
ASTAROTH
Parla Shining
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]