Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Falconer
From a Dying Ember
Demo

Chaosaint
In the Name of
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

10/07/20
MERIDIAN DAWN
The Fever Syndrome

10/07/20
MICHAEL GRANT & THE ASSASSINS
Always the Villain

10/07/20
ENUFF Z`NUFF
Brainwashed Generation

10/07/20
SHINING BLACK
Shining Black

10/07/20
TOKYO MOTOR FIST
Lions

10/07/20
EXECUTIONERS MASK
Despair Anthems

10/07/20
INTER ARMA
Garber Days Revisited

10/07/20
ROAD SYNDICATE
Smoke

10/07/20
DAWN OF A DARK AGE
La Tavola Osca

10/07/20
BATTLE DAGORATH
Abyss Horizons

CONCERTI

13/07/20
KISS (SOSPESO)
ARENA - VERONA

17/07/20
GIACOMO VOLI + EMPATHICA
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

23/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

24/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

25/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

26/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

29/07/20
DROPKICK MURPHYS
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

Rain - Mexican Way
( 2119 letture )
I bolognesi Rain, formatisi nel lontano 1980, costituiscono una valida ma purtroppo poco nota band, nonostante abbiamo prodotto svariati dischi che abbracciano prevalentemente sonorità hard rock e heavy metal. Per celebrare i trent’anni della loro lunga attività artistica, il gruppo ha pubblicato nel 2011 un’interessante antologia, intitolata ambiguamente XXX, che consiglio a coloro che intendessero approfondirne la conoscenza. Il combo torna ora alla ribalta con il nuovo sorprendente album Mexican Way; si tratta, infatti, di un’opera decisamente atipica dalla struttura per la maggior parte acustica la quale non aspira, sia ben chiaro, a tracciare una differente direttrice musicale. Il contenuto del full length va perciò interpretato come una sorta di divertissment con l’unico scopo di presentare i Rain in una veste completamente diversa. Il progetto, comunque, non è casuale poiché trae origine dal successo ottenuto nel corso di alcuni concerti tenutisi, per l’appunto, in chiave acustica. Perché, dunque, non cavalcare l’onda?

Mexican Way include rielaborazioni in stile unplugged di classici oltre ad alcune azzeccate cover. L’aria che si respira è prettamente western (in effetti qualche pezzo potrebbe anche venir utilizzato come colonna sonora di qualche film in tema, magari sul genere spaghetti western) e ti lascia avvolto da una piacevole sensazione di serenità. Tra i momenti migliori cito l’intrigante e solare opener Mexican Way, la suadente atmosfera di cui è intrisa Hard Proof, l’immortale Ride Like The Wind di Cristopher Cross (i metallari più attenti ricorderanno una versione al fulmicotone degli inossidabili Saxon) con un convincente Francesco Grandi alla voce, l’energica Whiskey On the Route 666 (ad un certo punto ho pensato di star ad ascoltare i Negrita!) e la trascinante Tijuana Jail -una composizione di Gilby Clarke (Gun’s’Roses). Godibile l’approccio precipuamente melodico di alcuni brani, in particolare l’accattivante Eleven Days e lo struggente andamento di Fallen Angel e Time Like These. Ho gradito, altresì, la scelta di utilizzare in taluni pezzi l’idioma spagnolo che contribuisce e non poco a catapultarti (almeno con la fantasia) nelle polverose strade messicane, magari in sella ad una Harley Davidson con una bella chica dolcemente avvinghiata mentre viaggi a tutta velocità verso mete sconosciute.

In definitiva Mexican Way, contraddistinto da una pregevole cover, è un full length senza eccessive pretese che pone comunque in luce l'abilità tecnica dei musicisti specie per quanto concerne il lavoro alla sei corde del duo Amoratu/Scarcia. Avvicinatevi pure senza pregiudizio alcuno ad una musica di tale fattura, vi troverete ad apprezzare passaggi niente male che mostrano i Rain sotto un profilo inedito e, tutto sommato, simpatico.



VOTO RECENSORE
70
VOTO LETTORI
83 su 5 voti [ VOTA]
Dolbo
Giovedì 30 Gennaio 2014, 1.32.35
3
Nemmeno buono come sottobicchiere...
sgrunf
Giovedì 28 Novembre 2013, 12.39.21
2
La mia sposa stava al fiume a lavare......aaaaaahhhh Grandi.
Alessandro Bevivino
Giovedì 14 Novembre 2013, 8.34.17
1
SpAgHeTtI WESTERN ou YEAH.
INFORMAZIONI
2013
Aural Music
Rock
Tracklist
1. Mexican Way
2. Hard Proof
3. Eleven Days
4. Fallen Angel
5. Ride like the Wind
6. Whiskey On the Route 666
7. Bet that I Lie
8. Tijuana Jail
9. Whitemoon
10. Love in the Back
11. Time Like These
12. Bangbus
Line Up
Francesco Grandi (Voce)
Alessio “AMOS” Amorati (Chitarra, Cori)
Massimiliano Scarcia (Chitarra, Cori)
Antonio Olivo (Basso, Cori)
Giacomo Calabria (Batteria, Cori)
 
RECENSIONI
70
71
s.v.
ARTICOLI
28/07/2015
Intervista
BLACK RAINBOWS
Lysergic Acid (he)art
11/03/2015
Live Report
BLACK RAINBOWS + WEDGE + ELECTRIC SUPERFUZZ
Init, Roma, 06/03/2015
04/03/2015
Live Report
GENTLE STORM + RAIN
Locomotiv, Bologna - 26/02/15
04/07/2014
Live Report
KALIDIA + CRAZY RAIN + TEREBRA
28/06/2014 Circus Club, Scandicci (FI)
17/03/2014
Intervista
BLACK RAINBOWS
Fuzz Nation
09/02/2014
Live Report
CHURCH OF MISERY + BLACK RAINBOWS
Init, Roma, 05/02/2014
04/12/2012
Live Report
MARK LANEGAN BAND + CREATURES WITH THE ATOM BRAIN + BRUCE GARWOOD + LYENN
Viper Theatre, Firenze, 30/11/2012
23/02/2011
Live Report
TYGERS OF PAN TANG + RAIN + DEVIL'S MOJITO
Viper Theatre, Firenze, 20/02/2011
08/07/2010
Intervista
ENGRAINED
Il rock non deve morire!
13/05/2010
Intervista
BLACK RAINBOWS
Rock inglese d'Italia
14/03/2010
Live Report
AIRBOURNE + BLACK RAINBOWS
Una serata all'insegna dell'Hard Rock
10/11/2002
Live Report
NICKO MCBRAIN
Centro Turistico Integrato, Atri, 06/11/2002
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]