Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Uriah Heep
Living the Dream
Demo

Panni Sporchi
III
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

26/09/18
OSSUARY ANEX
Holy Blasphemition

27/09/18
STELLAR DESCENT
The Future is Dark

28/09/18
WOLFHEART
Constellation of the Black Light

28/09/18
ANAAL NATHRAKH
A New Kind Of Horror

28/09/18
RIVERSIDE
Wasteland

28/09/18
BONEHUNTER
Children of the Atom

28/09/18
NAZARETH
Loud & Proud! The Box Set

28/09/18
BEARTOOTH
Disease

28/09/18
EVILON
Leviathan

28/09/18
RUNNING WILD
Pieces Of Eight - The Singles, Live and Rare 1984 – 1994"

CONCERTI

28/09/18
HOUR OF PENANCE
ENJOY CLUB - VICENZA

28/09/18
GRAVEYARD + BOMBUS
ZONA BRONSON - BOLOGNA

28/09/18
THE SECRET + GUESTS
KRAKATOA FEST - TPO - BOLOGNA

28/09/18
EDU FALASCHI
DEFRAG - ROMA

28/09/18
SVLFVR + GUESTS
EXENZIA - PRATO

29/09/18
GRAVEYARD + BOMBUS
BLOOM - MEZZAGO (MI)

29/09/18
EDU FALASCHI + ACID TREE + GUESTS
ARCI TOM - MANTOVA

29/09/18
TORCHIA
KRACH CLUB - MONASTIER (TV)

29/09/18
NWOIBM FEST
GARAGESOUND - BARI

29/09/18
GO! FEST
CSOA SPARTACO - ROMA

Kick - Memoirs
( 1423 letture )
Si potrebbe dire, prendendo in prestito la frase-tormentone di un dignitosamente noto cabarettista napoletano: "La domanda nunn'è "chi è?", 'a dumanda è: "pecchè?". Già, perché?
Per rispondere all'annoso quesito è necessario, come d'obbligo, procedere con ordine. I britannici Kick si muovono in ambito hard rock più che tradizionale, spesso ai limiti -ed oltre- con il contiguo settore AOR, fin dagli anni 80. I fratelli Mikey a Chris Jones, con il primo a fare la parte del leone dal punto di vista compositivo, suonano insieme dai tempi della scuola ed hanno alle spalle una solida esperienza discografica e concertistica, con il precedente album dei Kick, intitolato New Horizon, uscito nel 2004 e vari tours di supporto a gente come Magnum e Bonfire. Con questo biglietto di presentazione, sarebbe lecito aspettarsi un disco in grado di sollevare un interesse almeno minimale, ma sarà davvero così? Le note contenute nel presskit, dovendo descrivere la musica della band, oltre alle solite frasi fatte, indica come punti di riferimento per i britannnici Alice Cooper, Dokken, Def Leppard e, per citare nomi più recenti, Foo Fighters. Tuttavia, passando all'ascolto vero e proprio, un dubbio attanaglia chi si approccia a Memoirs: punti di riferimento?! Questi non si ispirano semplicemente ai gruppi di cui sopra, questi sono le band che citano.

Sin dalle primissime note, infatti, non si può fare a meno di chiedersi come mai non si avesse contezza del nuovo album di Alice Cooper, tanto il cantato è simile (uso un pietoso eufemismo) a quello del grande rocker, per poi continuare pensando: "Il vecchio Alice si è un po' rincoglionito. Questo pezzo in alcuni passaggi ricorda molto i Dokken", salvo poi trovarsi ad annotare come il pezzo che si sta ascoltando sia arrangiato come se i Kick fossero in realtà i Deep Purple di metà anni 80, ma con una tastierina innocua ed irritante al posto del mitico Hammond. Dopo un po', però, ci si ricorda che in realtà è proprio i Kick che si sta ascoltando, ma farsene una ragione è veramente dura. Detto di Doesn't Take Much, non c'è molto da aggiungere sul resto dei brani. Si tratta di una continua e pedissequa citazione del lavoro altrui, spesso oltre questo limite, con un cantato che altro non è se non un'imitazione di un modello che, semplicemente, ha troppi anni di onorato servizio a ben altro livello ed una credibilità, un carisma incommensurabilmente superiori per non far risultare Memoirs un lavoro non più che inutile. Quello che ci troviamo ad ascoltare è un melodic hard rock innocuo, patinato, in pieno stile anni 80, concepito a tavolino per passare in radio e senza una briciola, un atomo, un quark, un bosone di personalità. Le uniche qualità ascrivibili ad un simile lavoro sono riferibili alla produzione ed al suono, posto che il risultato finale doveva avere le prerogative di cui sopra, ossia essere in grado di ruotare nelle rock radio e poter essere agevolmente masticato da un pubblico generalista, non a conoscenza di quanto stabilito dalla storia e non interessato ad esserlo. In questo senso si può anche parlare di missione compiuta, ma null'altro può essere aggiunto a questa più che breve lista.

Tutto suona incredibilmente scontato, prevedibile in maniera deprimente, piatto come l'encefalogramma di una panchina. Il risultato finale, pertanto, non può che essere bocciato, dato che la mancanza di idee, od il mancato sviluppo di quelle pochissime esistenti, (vedi Urban Refugee, probabilmente il brano di punta del disco), non rappresenta in questo caso il difetto peggiore, surclassato dalla smaccata e scialba riproduzione dell'opera altrui e del modo di proporla, senza che l'idea di inserire la propria anima, la propria visione delle cose, venga presa in considerazione. Quando parliamo di musica, parliamo di arte o del tentativo di farla, condizioni totalmente assenti in Memoirs, fatto che rappresenta un vero, autentico peccato mortale. I Kick non suonano peggio di molti altri, anzi, possono anche essere classificati come buoni musicisti in senso lato, ma a che serve acquistare una fotocopia della Gioconda, quando posso avere la Gioconda allo stesso prezzo o, addirittura, anche a meno?



VOTO RECENSORE
47
VOTO LETTORI
81.75 su 4 voti [ VOTA]
Raven
Sabato 23 Novembre 2013, 23.00.15
7
fatto.
Raven
Sabato 23 Novembre 2013, 21.18.31
6
Pensare che in prima stesura avevo messo il nome giusto, poi non trovando altro che il nome di Workman avevo inserito quello. La pagina che mi indichi l'avevo visitata, ma semplicemente non avevo visto che c'era ancora da leggere più in basso farò correggere. Grazie per la segnalazione.
Alr
Sabato 23 Novembre 2013, 20.57.46
5
se vai nella discografia sotto alle immagini c'è il commento ad ogni loro pubblicazione
Raven
Sabato 23 Novembre 2013, 20.49.40
4
Avevo già visto, ma l'unica cosa che sono riuscito a trovare è che : "In 1998, the Jones boys hooked up with Nick Workman (vocalist) and created KICK.". Se vuoi indicarmi dove guardare meglio, non mancherò ed eventualmente chiederò la rettifica.
Alr
Sabato 23 Novembre 2013, 20.39.48
3
Guarda il loro sito
Raven
Sabato 23 Novembre 2013, 20.27.42
2
Il press kit che hanno allegato non presenta la line up della band, anche se cita il fatto che il bassista è anche un cantante, ma solo nella biografia. Nel loro profilo fb invece, viene citato ufficialmente il cantante qui segnalato e nel loro sito il fatto che si è unito al gruppo negli anni scorsi, apparendo anche sull'ultimo album. Insomma: gli unici posti in cui viene segnalata ufficialmente una formazione al completo riportano Workman come cantante.
Alr
Sabato 23 Novembre 2013, 19.51.50
1
Guarda che canta il bassista.
INFORMAZIONI
2013
Escape Music Records
Hard Rock
Tracklist
1. Doesn't Take Much
2. Thrill Seeking Junkie
3. Radio
4. Come Back
5. Urban Refugee
6. Round & Round
7. Words Of Advice
8. Highway To The Sun
9. The Futures Ours
10. Never Lost That Feeling
11. Nothing More To Say
12. Fallen Angel (Bonus Track 1996)
13. The End Of Time (Bonus track from "Light Of Day" 2006)
Line Up
MikeyJ (Voce, Basso)
Chris Jones (Chitarre)
Olli Cunningham (Tastiere)
BenjyReid III (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]