Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Sons Of Apollo
MMXX
Demo

Ira Green
7
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

27/01/20
MARRASMIELI
Between Land And Sky

31/01/20
LORDI
Killection

31/01/20
HOUNDS
Warrior of Sun

31/01/20
RAVENWORD
Transcendence

31/01/20
CANIS DIRUS
Independence to the Beast

31/01/20
SERIOUS BLACK
Suite 226

31/01/20
THE RAGGED SAINTS
Sonic Playground Revisited

31/01/20
GARY MOORE
Live In London

31/01/20
MOON REVERIE
Moon Reverie

31/01/20
SECRET ALLIANCE
Solar Warden

CONCERTI

26/01/20
SUNN O)))
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

28/01/20
IMMINENCE + GUESTS
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

31/01/20
NOVERIA + METHODICA
TRAFFIC CLUB - ROMA

01/02/20
METAL PUNK FEST
CSO PEDRO - PADOVA

01/02/20
INCITE
DEDOLOR MUSIC HEADQUARTER - ROVELLASCA (CO)

01/02/20
EXTREMA
CRAZY BULL - GENOVA

01/02/20
CORAM LETHE
1001 - COLLE VAL D'ELSA (SI)

01/02/20
HIDEOUS DIVINITY + GUESTS
EKIDNA - CARPI (MO)

02/02/20
GLORYHAMMER + NEKROGOBLIKON + WIND ROSE
ALCATRAZ - MILANO

06/02/20
THE DARKNESS + DZ DEATHRAYS
ALCATRAZ - MILANO

Signum Regis - Exodus
( 1965 letture )
Forti di una sfilza di guest star che non finisce mai -primo tra tutti Mike Vescera, ex cantante di Loudness e Malmsteen, tra gli altri- gli slovacchi Signum Regis danno alla luce il loro terzo lavoro in studio, Exodus, prodotto dalla Ulterium Records, a tre anni dall’ultimo The Eyes of Power (2010). La band è di fatto un terzetto, ma assolda cinque musicisti extra e ben otto cantanti, decidendo di affidare ogni singola traccia (o quasi) ad una voce differente: una scelta non propriamente tipica che rischia di intaccare la personalità della band, ma non stravolge in ogni caso l’efficacia dei pezzi.

I pregi di Exodus sono evidenti: stiamo parlando di un bel disco di heavy/power, potente e melodico, gradevole sotto tutti i punti di vista. Il tellurico lavoro col doppio pedale, linee vocali epiche e trascinanti, lunghi assoli di chitarra, stacchi e buoni spunti melodici, velocità più che discreta e cori irresistibili rappresentano quel lotto di elementi imprescindibili per un disco di tale settore. Elementi che non mancano neanche nel terzo full length della band proveniente da Senec, immediatamente coinvolgente fin dalla bella Enslaved e poi alle prese con una serie di riffoni poderosi e atmosfere positive (The Promised Land, The Ten Plagues, Song of Deliverance), figlie del più arioso power metal novantiano. Tutti i pezzi in scaletta sono ugualmente efficaci e accattivanti, senza l’ombra di filler: un songwriting che premia il lavoro del chitarrista Filip Koluš, alle prese con ottimi riff e strutture interessanti. Anche la produzione, nitida e corposa, esalta la qualità di un lavoro che non disdegna passaggi più tenebrosi o moderni (Let Us Go!, con i suoi possenti break ritmici) e che si manifesta al meglio delle sue potenzialità attraverso le più compatte e devastanti rasoiate di speed-power metal come Wrath of Pharaoh, una canzone velocissima ed eccezionale, dotata di screaming acuto e di un chorus elettrizzante. La melodia è costante e sempre presente, qualche brano non è trascendentale (Mountain of God, la titletrack), ma nel complesso il disco è più che piacevole, completato tra l’altro dalla valida strumentale Last Days in Egypt e dall’atipica cover Sole Survivor, degli Helloween post-Kiske (che alla fine della fiera sono il modello a cui si rifanno i Nostri), resa con fedeltà ed una timbrica leggermente più acidula.

Tracklist omogenea, costante, canzoni ben scritte, ottimi interpreti e musica di qualità: Exodus è davvero un lavoro apprezzabile e degno di nota, un ascolto consigliatissimo agli appassionati di sonorità inclini al power metal. Il progetto è ambizioso, ma viene anche da chiedersi quale budget economico possa sostenere tante ospitate. Un vantaggio non da poco, considerato che stiamo parlando di una band non certo di punta nel panorama metal internazionale.



VOTO RECENSORE
75
VOTO LETTORI
80 su 1 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2013
Ulterium Records
Power
Tracklist
1. On the Nile
2. Enslaved
3. The Promised Land
4. Let Us Go!
5. Wrath of Pharaoh
6. The Ten Plagues
7. Last Days in Egypt
8. Exodus
9. Song of Deliverance
10. Sole Survivor
11. Mountain of God
Line Up
Filip Kolus (Chitarra)
Ronnie Konig (Basso, Tastiere)
Jaro Jancula (Batteria, Flauto)

Cantanti Ospiti:
Thomas L.Winkler (in Enslaved)
Mike Vescera (in The Promised Land)
Eli Prinsen (in Let Us Go!)
Samuel Nyman (in Wrath of Pharaoh)
Matt Smith (in The Ten Plagues e Song of Deliverance)
Lance King (in Exodus e Song of Deliverance)
Daísa Munhoz (in Song of Deliverance)
Mayo Petranin (in Mountain of God)

Musicisti Ospiti:
Ado Kaláber (Chitarra solista nella traccia 7)
Libor Křivák (Chitarra solista nella traccia 8)
Ivo Hofmann (Tastiere e arrangiamenti orchestrali nella traccia 3)
Janči Tupý (Tastiere nella traccia 7)
Adrian Ciel (Batteria nella traccia 10)
 
RECENSIONI
75
78
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]