Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Helloween
United Alive in Madrid
Demo

Freakings
Rise of Violence
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

17/10/19
MAESKYYRN
Interlude

17/10/19
SHRINE OF INSANABILIS
Vast Vortex Litanies

17/10/19
SHRINE OF INSANABILIS
Vast Vortex Litanies

17/10/19
BREAK ME DOWN
The Pond

18/10/19
RAY ALDER
What the Water Wants

18/10/19
MICHAEL MONROE
One Man Gang

18/10/19
THE CURE
40 LIVE – CURÆTION-25 + ANNIVERSARY

18/10/19
1349
The Infernal Pathway

18/10/19
SANTA CRUZ
Katharsis

18/10/19
SECRET CHAPTER
Chapter One

CONCERTI

17/10/19
BLACK FLAG - ANNULLATO
Teatro della Concordia - Torino

17/10/19
THUNDERMOTHER
LEGEND CLUB - MILANO

18/10/19
BLACK FLAG - ANNULLATO
ORION - ROMA

18/10/19
PINO SCOTTO
STAMMITCH TAVERN - CHIETI

18/10/19
TIDES FROM NEBULA + GUESTS
HT FACTORY - SEREGNO (MB)

18/10/19
STAGE OF REALITY + NEW DISORDER + WHITE THUNDER
TRAFFIC LIVE - ROMA

18/10/19
SHORES OF NULL + SEDNA
BIKE BAR CINETICO - CERVIA (RA)

19/10/19
BLACK FLAG - ANNULLATO
RIVOLTA - VENEZIA

19/10/19
NODE
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

19/10/19
SKELETOON + GUESTS
DAGDA LIVE CLUB - RETORBIDO (PV)

Galderia - The Universality
( 1247 letture )
I Galderia sono una band originaria di Marsiglia formatasi nel 2006 che, dopo due EP ed altrettanti full length pubblicati in regime di autoproduzione, è riuscita finalmente a sottoscrivere un importante contratto discografico con la label canadese Metalodic Records. Per tale motivazione, il combo transalpino era atteso alla famigerata prova del nove con il nuovo album intitolato, un po’ pomposamente, The Universality.

Fautori di un power metal privo di qualsivoglia elemento di originalità (su tale aspetto potremmo comunque transigere), i Galderia hanno, di fatto, fallito l’obiettivo, in quanto la loro proposta, oltre a limitarsi a percorrere direttrici artistiche trite e ritrite, risulta decisamente insipida. L’album, masterizzato ai Finnvox Studios di Helsinki e munito di un’apprezzabile artwork realizzato da Felipe Machado, dimostra in modo palese l’influenza dello stile riconducibile ai Gamma Ray, Helloween, Insania, Freedom Call, Edguy e Heavenly (tanto per citare alcuni esempi). Il lavoro è infarcito di refrain orecchiabili, cori a profusione e linee melodiche stucchevoli, al punto che si riesce a stento ad arrivare alla fine del platter. Tra le note positive, poche sinceramente, va menzionato il drumming preciso di JC (efficace con la doppia cassa) e qualche composizione che si lascia gradevolmente ascoltare (in particolare la disincantata Universality e l’epicheggiante Galderians), ma, diciamocelo francamente, non siamo al cospetto di un platter memorabile. La prova del singer Seb Starchild è, oltretutto, tra le più anonime che si siano sentite negli ultimi tempi. Il quadro d’insieme, con tutta la benevolenza possibile, è deprimente e la situazione finisce per peggiorare nel momento in cui i Galderia rendono taluni pezzi eccessivamente ridondanti a causa di un minutaggio eccessivo (Childrens of the Heart e Ocean of Light oltrepassano addirittura i sette minuti), evidenziando ancora più palesemente i limiti dei musicisti.

Ci si rende conto che è oltremodo difficoltoso trovare strade innovative nell’ambito del power metal, tuttavia nel caso in specie manca un elemento imprescindibile quale l’ispirazione, senza cui è inutile intavolare qualsiasi tipo di discorso. Non basta suonare con grande velocità, rispettare pedissequamente i crismi del genere, se poi non si riesce ad emozionare più di tanto. In conclusione, The Universality è un prodotto anonimo, del tutto trascurabile, che nel giro di pochissimo tempo passerà nel dimenticatoio più assoluto. Fatevi un favore: risparmiate i vostri soldi.



VOTO RECENSORE
44
VOTO LETTORI
89.66 su 3 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2012
Metalodic Records
Power
Tracklist
1. Universal Glory
2. Children of the Earth
3. Universality
4. Raise the World
5. Sundancers
6. Farspace
7. Galderians
8. Ocean of Light
9. Beyond the Cosmic Winds
10. Rising Soul
11. One Million Dreams
12. Call to the World
13. Outro
Line Up
Seb Starchild (Voce, Chitarra)
Tom Schmitt (Chitarra, Cori)
Lionel Miceli (Basso)
Jc (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]