Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Slipknot
We Are Not Your Kind
Demo

Atlas Entity
Beneath the Cosmic Silence
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

20/08/19
NOX ARCANA
The Haunted Symphony

20/08/19
SORCERY
Necessary Excess of Violence

23/08/19
FREEDOM CALL
M.E.T.A.L.

23/08/19
METH.
Mother of Red Light

23/08/19
DEADTHRONE
Premonitions

23/08/19
ILLDISPOSED
Reveal Your Soul for the Dead

23/08/19
ASTRALIUM
Land of Eternal Dreams

23/08/19
LAGERSTEIN
25/7

23/08/19
SACRED REICH
Awakening

23/08/19
DEVIN TOWNSEND
Eras part IV

CONCERTI

20/08/19
FRANK TURNER & THE SLEEPING SOULS
FESTA RADIO ONDA D'URTO - BRESCIA

21/08/19
FOR THE FALLEN DREAMS + GUESTS
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

22/08/19
RHAPSODY OF FIRE + GUESTS
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

23/08/19
NECRODEATH + GUESTS
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

23/08/19
POVOROCK (day 1)
AREA FESTEGGIAMENTI - POVOLETTO (UD)

24/08/19
REZOPHONIC + GUESTS
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

24/08/19
BREAKING SOUND METAL FEST
SALENTO FUN PARK - MESAGNE (BR)

24/08/19
POVOROCK (day 2)
AREA FESTEGGIAMENTI - POVOLETTO (UD)

24/08/19
METAL REDENTOR FEST
SPAZIO LUPARDINE - PENTIMELE (RC)

25/08/19
BEHEADED + HELION
CIRCOLO SVOLTA - MILANO

Toxic Holocaust - Chemistry of Consciousness
( 2622 letture )
Esce sotto l'egida della storica Relapse il quinto full-length dei Toxic Holocaust, attivi dall'ormai lontano 1999 e fautori di un thrash furibondo e scandito da un approccio vocale decisamente brutale, non ancora definibile growl ma certamente qualificabile come uno strozzato petrozziano, esasperato all'ennesima potenza. L'ensemble proveniente dall'Oregon concentra tutta la sua attenzione sulla foga e la violenza, riducendo al minimo sindacale i contenuti tecnici. Spiace dirlo ma, alla fine, l'aspetto più interessante del disco e della band in questione è da riscontrarsi nella coloratissima copertina e nello spigoloso logo "a incastro", entrambi fieramente figli della tradizione ottantiana. Peccato che dovrebbe essere la musica a svolgere il ruolo di attrazione principale e non l'involucro esterno che la accompagna, cosa che qui non accade.

Chemistry of Consciousness poggia su un buon numero di riff veloci e rallentamenti d'ordinanza, elementi essenziali per dar sfogo a brani dinamici, rapidi e martellanti, assai feroci e prodotti con suoni asciutti, compatti, forse fin troppo asettici per i gusti dei puristi. Il drumming stesso appare tellurico ma a tratti freddo e senz'anima, soprattutto nella seconda parte del disco, quando inizia a farsi vagamente statico e ripetitivo anche per il più maniacale amante del tupa tupa. Joel Grind, unica chitarra del terzetto, costruisce l'album su un discreto numero di riff d'impatto che culminano in quelli pericolanti di I Serve, ma dispensa pure qualche rara e gradita divagazione con uno spunto che sa quasi di NWOBHM in Awaken The Serpent e qualche avvio rallentato prima delle consuete sassaiole come in Rat Eater, imbastendo un suono molto duro e aggressivo. Questo, a tratti, rischia di suonare fin troppo pesante e monocorde, ma fortunatamente ci pensano le frenetiche ripartenze veloci a scuotere i singoli pezzi: Silence, Salvation Is Waiting, Out Of The Fire o Acid Fuzz non sono che veementi esercizi di thrash spietato e senza fronzoli, nulla di originale né tantomeno clamoroso ma quantomeno utili a scapocciare un po’. I brani hanno una struttura molto scarna e lineare, zero orpelli, soltanto rabbia feroce e velocità urticanti. Apparentemente la cosa potrebbe anche avere un certo fascino, in realtà dopo quattro o cinque episodi la varietà inizia a latitare e si ha sempre più l'impressione di ascoltare lo stesso pezzo all'infinito. Con dei riff che rimandano a quelli celebri di Kill ‘Em All, un buon groove centrale e ripartenze impellenti è la stessa Out Of The Fire a rappresentare il pezzo migliore del lotto in un disco tutto sommato sufficiente, dotato di buon tiro, energico ma senza grosse pretese.

Come già detto, la voce rappresenta il tallone d’Achille dell’album, troppo statica ed eccessivamente brutale nel tentativo di estremizzare ulteriormente la velocità del full-length. Chemistry of Consciousness rimane dunque un prodotto non certo fondamentale e destinato a passare piuttosto inosservato nel mercato odierno, già saturo di uscite ampiamente prescindibili. Di fatto, la conferma del lavoro scolastico e senza squilli di cui avevamo già parlato in occasione del precedente Conjure and Command, riprende in toto pregi (pochi) e difetti (troppi).



VOTO RECENSORE
65
VOTO LETTORI
75.35 su 20 voti [ VOTA]
Hermann 60
Sabato 30 Luglio 2016, 10.40.36
33
I loro primi due dischi sono fantastici, rimane gradevole l'ascolto, ma sono troppo ripetitivi, ogni pezzo trimanda a qualcos di già sentito negli album precedenti. D'accordo sulla foce di Joel, perfetta per il genere che fanno.
Jeff
Martedì 2 Settembre 2014, 23.09.05
32
99 a prescindere. Fondamentali.
brainfucker
Giovedì 9 Gennaio 2014, 11.24.31
31
criticare i toxic sotto una loro rece dicendo "fanno roba vecchia e già sentita" è come andare a una rece dei nightwish e scrivere "mi fanno cacare le voci sinfoniche e le tastiere"..una cosa inutile.
jek
Mercoledì 8 Gennaio 2014, 20.01.50
30
Concordo co @er colica sui Power Trip
galilee
Martedì 7 Gennaio 2014, 11.26.31
29
Anche a me la voce piace particolarmente.
the Thrasher
Lunedì 6 Gennaio 2014, 12.47.50
28
Non è la timbrica che non va, ma l capacità di essere coinvolgente e trascinante come quella dei Sodom.
Remedy
Lunedì 6 Gennaio 2014, 12.32.10
27
Ma la voce non ha nulla che non va, cioè avete mai sentito parlare dei Sodom ?
DestructionThrash
Domenica 5 Gennaio 2014, 13.33.11
26
Comunque, sono l'unico che pensa che la cosa più bella di sto gruppo è la voce di Joel? lol
er colica
Sabato 4 Gennaio 2014, 15.30.49
25
ma infatti hai il diritto di pensarla differente da me o dalla recensione e devi dire quello che pensi (non è una minaccia è hahah) che comunque io non ho un antipatia verso i toxic holocaust dato che ho pure un loro disco però pur essendo principalmente orientato alla roba pesante sento che c'è troppa prevedibilità da molti anni a questa parte nei gruppi sia giovanissimi e sia da quelli che sono una via di mezzo (tipo i toxic che sono attivi dal 99) sinceramente considero i toxic come un gruppo a margine nel senso che va bene un disco massimo un paio ma poi almeno per me finisce li , ecco io personalmente non li vedo come chissà che cosa ma un gruppo da sufficienza piena tipo il voto che si trova qui.
Galilee
Sabato 4 Gennaio 2014, 15.15.39
24
Nessuno generalizza, ho solo fatto una constatazione , ma è palese il fatto che ogni sito che si occupi di musica, nel tempo acquista una propria personalità che si percepisce anche nei gusti e nelle recensioni. E penso sia un aspetto positivo. Qui, a mio parere un certo tipo di Metal Thrash revival viene cazziato più di altri, e non dico che sia giusto o sbagliato, ognuno ha i suoi gusti. La recensione riguardo ai Toxic ci sta e pure il voto, ma personalmente io la vedo sotto un'altro punto di vista. Tipo il contrario di Er Colica, anch'io sono un golosone di roba bella grezza e secondo me tra tutte le nuove band Thrash i Toxic Holocaust sono tra i pochi che valgono la pena di essere ascoltati.
Remedy
Sabato 4 Gennaio 2014, 14.05.20
23
Comunque guardatevi il video di Acid Fuzz che merita
er colica
Sabato 4 Gennaio 2014, 13.37.00
22
e ora noto che sono pure recensiti qui quindi datemi retta ascoltateli
er colica
Sabato 4 Gennaio 2014, 13.35.50
21
sinceramente concordo con i commenti di vidathrasher, destruction thrash ecc, e non per fare da contro pubblicità ai toxic ma tempo fa ascoltai un buon gruppo retrò che credo debba essere ascoltato (perché ogni tanto come ho detto un gruppetto giovane si ascolta volentieri) e sono i POWER TRIP e il disco è MANIFEST DECIMATION , a me ricordano in alcuno momenti i cari vecchi cro mags del disco best wishes e credo che siano superiori ai toxic stessi.
Vitadathrasher
Sabato 4 Gennaio 2014, 13.27.33
20
Se uno fa una analisi oggettiva si rende conto che nel complesso e nel singolo è tutto sotto la media e a fare sta roba ce ne sono a decine o centinaia sia allo stesso livello, sia peggio sia meglio, di certo non mi dite che aggiungono qualcosa di nuovo o di interessante se no siamo fuori da ogni analisi ponderata. L'unica cosa che può attrarre è la copertina e ciò non è poco, visto che in altre ere compravo i dischi in funzione di questa.
Remedy
Sabato 4 Gennaio 2014, 13.05.26
19
ma dai stiamo scherzando 65 ? okkay non inventa assolutamente nulla e non era quello il suo scopo, ma di tutti i dischi thrash vecchi scuola usciti negli ultimi anni questo è tra i migliori, una bomba. Merita 80 cioè il voto massimo per questo tipo di dischi
D A X
Sabato 4 Gennaio 2014, 12.21.34
18
Maronn che macello xD comunque, questo disco l'ho sentito e devo dire che rispetto a Conjure And Command è molto meglio, ma comunque lo sappiamo tutti che il vero loro capolavoro è Evil Never Dies. Già a me Hell On Earth non fa impazzire. Per me 75 se li becca tutti. PS=Ci vediamo tutti il 10 marzo al Freakout a prenderci a botte con Joel che ci guarda compiaciuto
DestructionThrash
Venerdì 3 Gennaio 2014, 23.22.02
17
cavolo, due commenti all'inizio e poi un macello xD Voglio solo dire la mia: la band aveva fatto due ottimi dischi Thrash old school agli inizi, quali evil never dies e hell on earth, che non rinnovavano ma offrivano un ottimo esempio di thrash old school senza fronzoli e con qualche pizzico di black (specialmente per quanto riguarda la voce). Ma è da an overdose of death che non fanno più tanta roba. Sono diventati troppo piatti, poi va bene i gusti, ma non si può suonare sempre la stessa roba.. in sto disco ho pure notato riffs gia utlizzati in passato dalla band... però, se a qualcuno è piaciuto (e a quanto pare moltI), meglio per loro.
doomale
Venerdì 3 Gennaio 2014, 20.41.36
16
Ciao Lambru...comunque anche il mio era un commento pacifico nella sostanza! Non era per polemizzare ma per esprimere che i gusti so gusti ci mancherebbe e tu come tutti 6 liberissimo di esprimere la tua idea!, ma l'avevo gia detto!.. Ti piace ? E' ok!.. non ti piace? E' ok uguale! Nn ce nessun problema! Saluti
LAMBRUSCORE
Venerdì 3 Gennaio 2014, 18.52.15
15
D'accordo -come quasi sempre- con er colica e stavolta anche con Lizard. @doomale, io sono libero ,come tutti, di commentare in positivo o in negativo, poi magari col tempo posso cambiare anche idea. Per me questo gruppo, andava bene nel primo album, il secondo mi aveva già stancato, parere personale, sia chiaro, poi non posso commentare tra un po'? Il mio intervento è in tono amichevole e non incazzato eh??
doomale
Venerdì 3 Gennaio 2014, 18.44.27
14
Certo che ci piace altrimenti nn saremmo qui a commentare in positivo ...poi cmq a chi non piacciono i Toxic puo tranquillamente ascoltare, commentare il suo disappunto e passare oltre senza tante menate! De gustibus guaglio'!
max
Venerdì 3 Gennaio 2014, 18.19.01
13
ottimo disco voto 80 ste storie che il sound si deve rinnovare sono puttanate
er colica
Venerdì 3 Gennaio 2014, 18.10.38
12
ragazzi questa secondo me comunque è l'eredità lasciata da tutto questo "abusare" degli anni 80, e ho messo le virgolette solo per correttezza ma le avrei tolte volentieri. tutto sto minestrone di gruppi anni 80 sta facendo un tale macello che poi succede quello che è apparso nei commenti sotto e viene fuori la solita domanda perché a loro cosi tanto e a questi cosi poco?? io mi metto pure nei panni del recensore di turno che si deve sorbire molte volte i soliti gruppi thrash anni 80 che si copiano copertine titoli e riff e capisco che è stressante sentire sempre e dico sempre le stesse cose. come qualcuno forse ha capito io parteggio per la roba grezza e veloce ma i toxic come molti altri hanno rotto le palle e non fanno altro che intasare ciò che è già intasato, un pò va bene ma il troppo storpia.
Lizard
Venerdì 3 Gennaio 2014, 17.54.08
11
Quello che non capisco io invece è il bisogno di fare generalizzazioni gratuite. A questo disco è stato dato questo voto, ad altre band che suonano thrash revival altri voti (vedi Ultra-Violence o Untimely Demise). Non è che il sito ce l'ha con certe band. Alcune semplicemente sono meglio o peggio di altre, o alcuni loro dischi lo sono. Non mi sembra peraltro che l'opinione del recensore su questo disco sia isolata e, anche se lo fosse, sarebbe comunque legittamente motivata dalla recensione e non ha niente a che vedere con la volontà oppressiva del sito.
Galilee
Venerdì 3 Gennaio 2014, 17.26.17
10
Non capisco perchè una certa tipologia di band viene così mazzuola su questo sito. I Toxic sono una di queste. De gustibus sicuramente. Io comprai anni fa an overdose of death, incuriosito dalle ottime recensioni che lessi su altri portali e me ne innamorai subito. Diretti,ignoranti,e marcissimi. Fantastici Trovo questa band davvero capace e killer in quello che fa. Per me una delle migliori band nel suo genere in circolazione. Voto: 80
Vitadathrasher
Venerdì 3 Gennaio 2014, 17.05.36
9
come no, va bene tutto è.....se vi piace.....
doomale
Venerdì 3 Gennaio 2014, 15.53.07
8
Quoto in pieno il commento qui sotto....! Altro che roba debole.....! Ovvio che sia roba strasentita ma sti grancavoli se e' fatta bene!
Visual Lies
Venerdì 3 Gennaio 2014, 14.22.00
7
Visto che al giorno d'oggi con il termine "Heavy Metal" si intendono band come Nightwish, Dream Theater e compagnia "sinfonico-tastieristica" bella, per me i Toxic Holocaust valgono oro. Voto 110 e Lode per "Chemistry of Consciousness". Almeno loro mi ricordano la musica che ho sempre amato.
Vitadathrasher
Venerdì 3 Gennaio 2014, 14.14.24
6
Si, mi sento di appoggiare il recensore.........le parti più deboli sono voce ma soprattuto la parte ritmica, che svilisce quel poco che la chitarra è capace di fare. Ascoltabile 1 o 2 volte poi dimenticatoio......tutto già fatto (meglio) e già sentito.
LAMBRUSCORE
Venerdì 3 Gennaio 2014, 11.45.27
5
Quand'è che questi hanno fatto un disco interessante?? Parere mio, ovvio, Per me vengono cagati troppo, x quello che hanno fatto, voglio vedere chi riesce a reggere 3 pezzi dietro fila di un loro qualsiasi album...mah, c'è molto meglio in giro nell'underground...x me adatti x mettere un pezzo -o 2 al massimo- in una compilation punk/metal. Superflui...
doomale
Venerdì 3 Gennaio 2014, 11.17.14
4
Piu che buon album....non sara un capolavoro ma e' meglio di molte altre ciofeche ! Qualche punto in piu glilo do volentiri!
the Thrasher
Giovedì 2 Gennaio 2014, 22.02.04
3
Grazie mille! vedo che ci troviamo d'accordo sulle argomentazioni!
DestructionThrash
Giovedì 2 Gennaio 2014, 21.59.08
2
Non mi ha convinto affatto. è da hell on earth che non fanno più nulla di interessante (e non è che prima ne facessero molta...), meglio dei due precedenti ma comunque piatto e scontato a parte qualche traccia. Ottima recensione comunque!
er colica
Giovedì 2 Gennaio 2014, 21.53.09
1
ma si dai voto giusto per un gruppo cosi. discreto più punkeggiante rispetto a quello prima ma poi finisce li.
INFORMAZIONI
2013
Relapse Records
Thrash
Tracklist
1. Awaken the Serpent
2. Silence
3. Rat Eater
4. Salvation Is Waiting
5. Out of the Fire
6. Acid Fuzz
7. Deny the Truth
8. Mkultra
9. I Serve…
10. International Conspiracy
11. Chemistry of Consciousness
Line Up
Joel Grind (Voce, Chitarra)
Philthy Gnaast (Basso)
Nikki Rage (Batteria)
 
RECENSIONI
65
65
ARTICOLI
15/03/2014
Live Report
TOXIC HOLOCAUST + EXHUMED
Locomotiv, Bologna, 10/03/2014
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]