Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Accept
Too Mean to Die
Demo

Profanity (GER)
Fragments Of Solace
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

26/02/21
RICHARD BARBIERI
Under A Spell

26/02/21
OF MICE & MEN
Timeless (EP)

26/02/21
CULTED
Nous

26/02/21
EINHERJER
North Star

26/02/21
FORHIST
Forhist

26/02/21
AGE OF WOE
Envenom

26/02/21
AMON ACID
Paradigm Shift

26/02/21
TIMELOST
Gushing Interest

26/02/21
IOTUNN
Access All Worlds

26/02/21
SUMMONING THE LICH
United in Chaos

CONCERTI

26/02/21
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

27/02/21
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
TRAFFIC CLUB - ROMA

28/02/21
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

13/03/21
MICHALE GRAVES + NIM VIND
LEGEND CLUB - MILANO

14/03/21
MARK LANEGAN BAND
TEATRO MANZONI - BOLOGNA

18/03/21
MAYHEM + MORTIIS + GUESTS TBA (POSTICIPATO!)
DEMODE CLUB - MODUGNO (BA)

19/03/21
MAYHEM + MORTIIS + GUESTS TBA (POSTICIPATO!)
ORION - CIAMPINO (ROMA)

20/03/21
MAYHEM + MORTIIS + GUESTS TBA (POSTICIPATO!)
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

23/03/21
THE SISTERS OF MERCY
ORION - ROMA

23/03/21
SWANS + NORMAN WESTBERG
ALCATRAZ - MILANO

Maximum The Hormone - Yoshu Fukushu
( 5633 letture )
PREMESSA
A volte basta semplicemente scrivere poche paginette per la storia di Byron La Lampadina, altre volte invece bisogna scrivere più o meno tremila pagine di un niente logorroico per poter essere considerato un genio. Eppure, nonostante tutto, ci sono persone che osano mettere in discussione la genialità. Il discorso è piuttosto complesso e convive paradossalmente con il concetto di spazzatura andante con brio; fa estremamente ridere, eppure funziona così. Lasciando da parte ciò che è oggettivamente di qualità infima, partiamo quindi dal presupposto di trovarci di fronte qualcosa che sia realmente geniale. Cosa succede quindi in questi casi? Il genio nel cento per cento dei casi è personalità, follia e unicità, cose che, da che mondo e mondo, spaventano quella grande e meravigliosa cosa chiamata massa. Il nuovo, il diverso fa paura, terrorizza, chiude le menti in maniera devastante, col risultato che l’estro finisce per essere catalogato come puro sterco equino. L’apriscatole che fa da fattore dominante è in genere il mercato: quando un’idea inizia a raggiungere un target, automaticamente inizia un processo di accettazione lento ma più o meno costante. Esistono quindi due strade: la prima consiste in un successo di nicchia per pochi affezionati e la seconda in una propagazione di massa tipo virus aerobico. Nel primo caso generalmente parliamo di forme d’arte poco accessibili o con un tasso tecnico talmente elevato da non essere alla portata di tutti; nel secondo si ha l’effetto contrario con la formazione esponenziale di cloni e imitatori. C’è però una precisazione da fare: le due strade sono in perfetta contrapposizione e ne chi sceglie una ripudia l’altra e viceversa. Subentrano quindi molte varianti: l’estrazione ovvia delle nicchie richiede ricerca, passione e dedizione, mentre l’approccio più mainstream ci viene sbattuto in faccia come dato di fatto e ha la gravissima controindicazione dell’imprinting. Konrad Lorenz aveva ragione: generalmente si tende a chiamare mamma la prima cosa o entità che introduce qualcuno a qualcosa e non ci si schioda più da lì. Nel metal è tutto diverso o quasi. Noi metallari siamo geni dell’escamotage, perché siamo appassionati di un genere che non dovrebbe omologare ma che, in realtà, è più chiuso di un carcere; la verità è che se non si segue un certo stilema non si è visti come veri amanti del genere. Ma attenzione, questa assolutamente non è omologazione né un tentativo di indottrinare; siamo talmente liberali artisticamente che abbiamo creato solo un gran bello stereotipo nei confronti dei non eletti, e la cosa ancora più comica è che il sistema che dovrebbe essere il punto focale del genere verta su una parola creata ad hoc per evitare cose ancora più scomode, deliranti discorsi mascherati da integrità quando sono solo tentativi di inglobamento e indottrinamento conditi con ascolti mirati e altamente selezionati. Esiste quindi il momento in cui qualcosa o qualcuno esce dal torpore e si scaglia contro tutto ciò; poi il discorso rincomincia in maniera ciclica.

Nel 1970 Elizabeth Kubler Ross, considerata la fondatrice della psicotanatologia, individuò le cinque fasi dell’elaborazione del lutto, volte verso la comprensione delle dinamiche mentali di una persona affetta da malattia terminale.

PRIMA FASE: NEGAZIONE O RIFIUTO
Il primo meccanismo che subentra è appunto il rigetto e la negazione totale della realtà; se andassimo quindi a pontificare in giro che esiste un gruppo che suona cinque o sei generi diversi in un solo disco potremmo rischiare il patibolo. Immaginate ora di andare a dire che, il suddetto gruppo, suoni i cinque o sei generi in ogni canzone. Se poi aggiungessimo che il compito è fatto in maniera stratosferica il gioco sarebbe fatto e l’ode allo sterco verrebbe immediatamente cantata da aedi e rapsodi del vero metallo in un tripudio di gospel più o meno satanico.
I Maximum The Hormone sono quattro loschi figuri provenienti dal Giappone; qualcuno di voi potrebbe già conoscerli, nel caso abbia visto il manga "Death Note". Profeti in patria con una settantina di date totalmente sold out, quattro dischi all’attivo tra cui l’opus magnum Bujiki Kaesu, si ripresentano oggi dopo la gravidanza della batterista e un’operazione alle corde vocali del cantante, con Yoshu Fukushu, che conferma in maniera definitiva che razza di band siano. Sono un gruppo estremo: mischiano crossover, hardcore melodico e non, sfuriate brutali, j-pop, sprazzi di prog, funky e chi più ne ha più ne metta. Come detto poco fa, generalmente tutto questo si può ascoltare in un solo loro pezzo; il problema è che non funzionano affatto, anzi, mandano a casa un buon 60% di gruppi metal attualmente esistenti per potenza, credibilità, fantasia e un tiro che solo ai più grandi è concesso possedere. Parte ora la manfrina sulla nullità ed inutilità della proposta: la prima fase è perfettamente in linea.

SECONDA FASE: RABBIA
Parliamo qui dell’ovvio e di quanto faccia adirare una proposta del genere nella palude della chiusura mentale; piuttosto di ammettere che una cosa di questo tipo sia buona, partirà un assalto volto a glorificare tempi antichi e remoti. Fluiranno discorsi rabbiosi su situazioni globali ormai a scatafascio e un delirante "si stava meglio quando si stava peggio", che porterà molte persone a fotografare con dagherrotipi, a usare telefoni a gettoni, ad ascoltare solo musica in musicassetta e a fare rigorosamente i 50Km/h in autostrada con lo scopo di dimostrare di avere davvero i valori che contano. In un certo senso ci si gode anche a vedere tutte queste facce alterate nel momento in cui i Maximum suonano un pezzo brutale e dal nulla spunta la batterista Nao con jingle da musica da classifica del sol levante a indorare la pillola. Il fatto è che quando si tira su il volume e si mette su Yoshu Fukushu è impossibile stare fermi, il sottoscritto ha rischiato di andare nel fosso svariate volte con la sua automobile e ne sorride compiaciuto. La prima edizione viene anche servita con un manga di oltre cento pagine che prelude ad una sortita in un ristorante giapponese con lo scopo di adescare una cameriera per ottenere una traduzione.

TERZA FASE: CONTRATTAZIONE O PATTEGGIAMENTO
Beh, qui ovviamente si valutano i danni e si tende a quantificare ciò che rimane; si cerca di riprendere il controllo e riparare il possibile. Dall’assalto totale si passa alla pacata discussione in cui si cerca di riportare le pecorelle smarrite sulla retta via. Non è un reato se ti piace Yoshu Fukushu, però ora ascolta a raffica ciò che è universalmente riconosciuto come adatto per lavare l’onta. Ci si prova insomma cercando di fare ragionare l’ascoltatore che sta sbagliando strada; è sempre presente la speranza, ma inizia a diventare flebile e poco convinta. Il tempo stringe…

QUARTA FASE: DEPRESSIONE
Il castello sta per crollare, arriva una presa di coscienza che può essere sia reattiva sia preparatoria. È ormai difficile arginare il male e si sa che alla fine la catastrofe avverrà indipendentemente da ciò che si desidera. Lo stereotipo è triste e abbacchiato, la gente inizia a pensare con la propria testa e i dogmi cedono in favore di un principio di elasticità che manda a casa tutto ciò che è canonico e imposto.

QUINTA FASE: ACCETTAZIONE
È il momento dei saluti, il paziente accetta il suo destino in silenzio e raccoglimento. Suvvia, non è colpa di nessuno se i Maximum The Hormone sanno suonare in maniera intelligente, geniale e terribilmente potente. La sezione ritmica fa spavento con Nao che pesta come un’indemoniata e un bassista che non ha proprio niente da invidiare al ben più famoso Flea: slappa che è un piacere e ha molto gusto e impatto. La chitarra è sempre perfettamente inquadrata e le voci maschili e femminili sono praticamente perfette. In Youshu Fukushu c’è spazio per ogni tipo di amenità: dai mantra tibetani a folle osannanti usate come compressore, da omaggi ai Tool alla dance anni ‘90 (sì, avete capito bene). È un piccolo, grande e irriverente videogioco che brilla di luce propria; per certi frangenti il gruppo si potrebbe accostare ad una versione più estrema e orientale dei System Of A Down, ma ciò sarebbe decisamente riduttivo. Oggettivamente i Maximum The Hormone suonano meglio e sono almeno dieci volte più devastanti, senza ombra di dubbio. I loro video confermano ampiamente l’affermazione: sono fatti con grandissima cura e deliranti al punto giusto; ce ne sono tantissimi e tutti ufficiali, provare per credere.
Detto questo, ci troviamo quindi davanti ad una band unica che suona in maniera unica: è impossibile non riconoscerli dopo pochi secondi ed è impossibile rimanere indifferenti, a meno che i tappi di cera comprati dal vostro farmacista di fiducia non funzionino particolarmente bene. Quanto a voi, se vi ritroverete a urlare la parola "sperma" rischiando appunto di andare nel fosso, sarete fregati: una volta conosciuti i Maximum, rischierete di cadere in un brutto buco e quindi in una gran bella dipendenza.

CONCLUSIONE
La tomba risplende serena e allo stesso tempo austera, è contornata da chiodi e boccali di birra vuoti; il sole la coccola e la accarezza e ormai è fra i pochi a renderle omaggio. Noi metallari, geni dell’escamotage, non avevamo forse previsto che quella simpatica parolina chiamata attitudine sarebbe stata presto sotterrata da un male incurabile: l’idea. Il pensiero sconvolge sempre gli elementi, il pensiero autonomo invece li reinventa, semplicemente li crea e ciò è meraviglioso. Che ci piaccia o no è su queste idee che viviamo, il problema è che ce ne accorgiamo solo quando l’accettazione diventa di massa o quasi. Ciò non toglie che i Maximum The Hormone siano una delle più grandi band attualmente in circolazione; presto se ne accorgerà anche il mondo.



VOTO RECENSORE
87
VOTO LETTORI
85.89 su 55 voti [ VOTA]
Silvio Berlusconi
Venerdì 8 Maggio 2020, 9.34.44
49
disco strepitoso e divertentissimo da parte di un gruppo strepitoso e divertentissimo,richiedo a gran voce le recensioni di Bu-ikikaesu e Rokkinpo Goroshi!
Acasualdjentleman
Venerdì 29 Dicembre 2017, 13.23.11
48
stranissimo.....ma fottutamente geniale, i soad del sol levante !
AnalBag
Sabato 10 Settembre 2016, 21.53.02
47
un disco divertentissimo,davvero una ggoduria da ascoltare!
zeusthebosozoku
Giovedì 12 Maggio 2016, 20.02.28
46
i MTH sono la mia band preferita, 7.000 ascolti su last.fm in soli 9 mesi nel 2013, e non è nemmeno stato l'anno in cui li ascoltavo di più (che è stato il 2011). arrivavo persino ad ascoltarmi la loro discografia 2 volte al giorno, più i 2 dvd (che ora sono diventati 3). cmq sia questo è di gran lunga il loro peggior album, consiglio a tutti di ascoltare i loro primi lavori (diciamo dal 1999 al 2005): Asa crew, Ho, mimi kajiru, kusoban e rock-impo goroshi. più tutti i loro singoli di quei periodi: bullpen catcher''s dream, niku cup, enzui tsuki waru, rocku bankurawase/minoreba rock, hocho hasami cutter knife dosu kiri/rei rei rei rei rei ma ma ma ma ma. la roba commerciale venuta dopo il 2005 è sempre di ottimo livello, ma non raggiunge nemmeno lontanamente quello che hanno fatto nel periodo che va da asa crew (1999) a rock-impo goroshi (2005)
Macca
Mercoledì 6 Aprile 2016, 22.40.34
45
Dritti dritti nella mia top 5 di gruppi jappo. Spettacolari, mi ricordano i miei amati Hi-Standard con un tocco di follia musicale in più. Ho letto paragoni con Protest The Hero e SOAD, mah...forse li ho ascoltati poco, ma di simile posso cogliere giusto una certa attitudine. Da un punto di vista di sound e stile siamo su 3 pianeti abbastanza diversi. Cmq un album bellissimo, voto 84.
Nattramn
Domenica 29 Marzo 2015, 18.13.32
44
POOOOOOOOOOORN! THEN BLOOOOOOOD!
antonio
Martedì 18 Febbraio 2014, 11.58.47
43
cazzo che gruppo!!!!!!!!!!!!!!!! e che album!!!!!!!!!!!!!
6corde
Giovedì 30 Gennaio 2014, 18.37.09
42
belli belli belli... devo dire che fomentano veramente moltissimo!!!
Luigi
Domenica 19 Gennaio 2014, 21.03.00
41
Credo sia un album PERFETTO, come loro d'altro canto *-* Recensione stupenda. PS. se vi va passate dalla nostra pagina facebook (Posso spammare? è a fin di bene e.e)... Scopo: mth in Italia ( https://www.facebook.com/maximumthehormoneitalia )
EDOhard (ex tommy)
Sabato 18 Gennaio 2014, 15.59.07
40
soad i sod sono un altra cosa...
supergiuz
Mercoledì 15 Gennaio 2014, 23.02.16
39
PS : CHE CAZZO CENTRANO I SOD CON I MAXIMUM THE HORMONE , USARE I SOD COME PARAGONE NON HA SENSO (i sod sono uno dei miei gruppi preferiti ma non hanno lo stesso genere dei mth)
supergiuz
Mercoledì 15 Gennaio 2014, 22.59.16
38
cazzo , hanno tolto i video su youtube dei pezzi di questo album ... mi toccherà spendere quei 30 euri per questo gruppo che .. a vedere dai commenti qui sotto : o si ama o si odia , io lo adoro
Ross NoNconformity
Martedì 14 Gennaio 2014, 19.16.04
37
A me invece i Maximum mi hanno impressionato veramente, tanto che dire che sono 10 volte più devastanti dei System ai miei occhi sembra una affermazione che può starci tranquillamente, la loro effettiva allegria non mi disturba affatto, e sinceramente il fatto che non arriveranno mai a milioni di persone non mi importa assolutamente, anzi: forse non si smoscieranno proprio come e' accaduto a i cari vecchi System.
Ross NoNconformity
Martedì 14 Gennaio 2014, 19.15.59
36
A me invece i Maximum mi hanno impressionato veramente, tanto che dire che sono 10 volte più devastanti dei System ai miei occhi sembra una affermazione che può starci tranquillamente, la loro effettiva allegria non mi disturba affatto, e sinceramente il fatto che non arriveranno mai a milioni di persone non mi importa assolutamente, anzi: forse non si smoscieranno proprio come e' accaduto a i cari vecchi System.
EDOhard (ex tommy)
Lunedì 13 Gennaio 2014, 18.32.25
35
dei pth conosco solo volition quindi non posso dar giudizi sulla produzione precedente...avevo ascoltato qualcosa solo superficialmente...mah secondo me l ostacolo maggiore non è la lingua giapponese ma le melodie ripeto posso dire tutto fuorchè siano brutte però mi paiono scontate e forse legate appunto alla loro tradizione...tornando ai pth adoro la voce di walker e le melodie nonchè il tecnicismo straordinario ma non esasperato per me album dell anno secndo solo ad "all is one"...
waste of air
Lunedì 13 Gennaio 2014, 13.14.58
34
I Pth spaccano si, ma per la cronaca mi ha fatto saltare dalla sedia solo Volition; gli altri non mi sono mai piaciuti, faccio fatica a digerire quel cantato su un tessuto ipertecnico.
pippoc73
Lunedì 13 Gennaio 2014, 1.13.30
33
Io sono in perfetta linea con waste of air, non riesco a smettere di ascoltarli! Mi emozionano, mi divertono, mi esaltano e si fa fatica a non spingere sull'acceleratore quando li si ascolta in macchina, poi la mia età mi aiuta a tenere a freno le mie emozioni fortunatamente. Comunque forse si deve dare ragione su una cosa a EDOhard: difficilmente faranno numeri al di fuori del Giappone perchè cantano in giapponese. P.S. Edo ti do ragione anche sui PTH, non riesco a smettere di ascoltare neanche Volition.
EDOhard (ex tommy)
Domenica 12 Gennaio 2014, 17.04.03
32
ok...più che permeare il nostro genere permea la musica in generale...d accordo su tutto ma in questo caso certi concetti non sono stati migliorati almeno sul piano delle sensazioni che sono l elemento fondamentale...con questo ti rinnovo i complimenti per aver portato alla luce una band che sicuramente ha uno stile personale ma che non posso fare a meno di considerare secondaria...(questo non vale ad esmpio per i protest the hero che veramente,per dare l idea in modo semplice,"spaccano")
waste of air
Domenica 12 Gennaio 2014, 15.07.23
31
Si ma stiamo parlando di culture diverse e sound che hanno preso diverse direzioni. Non è che se tu prendi come esempio i system devi suonare come i system; ovviamente ci devi mettere del tuo e prendere una direzione personale! Poi vedi, non è semplice per nessuno il provare a prevedere il futuro; noi recensiamo un disco non sapendo che fine farà o che successo avrà. Dobbiamo indicare quanto qualitativamente vale e il suo effettivo potenziale nel mondo metal; per me autotheism ha quel potenziale ancora oggi, a livello strutturale e compositivo. La storia si sa, ma ciò che permea il nostro genere oggi è la grande difficoltà di farne altra: non ha senso rendere ulteriormente immortale ciò che già lo è, ha senso conoscerlo, e ha ancora più senso dire che a volte (non sempre) certi concetti vengono approfonditi e migliorati.
EDOhard (ex tommy)
Domenica 12 Gennaio 2014, 14.37.21
30
waste ok però l epicità se così vogliamo chiamarla dei soad dove sta? le melodie di spiders di atwa suggestions toxicity chop suey per citare le prime che mi vengono in mente e rimanere nei primi due album (dove sento di più l influenza su questo disco) queste melodie struggenti in questo album non si trovano...abbiamo brani sicuramente originali e divertenti con voci quasi da cartone animato o di una qualunque pop-punk band...autotheism lo possiedo su tuo consiglio l ho apprezzato un pò è girato nel lettore a suo tempo ma dopo un po due palle...ottime idee ben fatto ben suonato ma blando lento a tratti con poca energia...poi ok che vada a gusti però tu l hai dipinto come pietra miliare da cui partire per le band future come creazione di uno standard e ciò non seo se si verificherà...il tempo potrà darti ragione...la storia non è fatta dal top in termini di vendite ok ma per noi che viviamo di qualità musicale la storia sappiamo qual è...i dischi immortali rimangono quelli dei death e non so se in futuro autotheism porà inserirsi fra questi...stesso discorso per i system ripeto al di là delle copie vendute...(toxicity da molti fin da subito fu considerato fra i migliori album del metal tutto vedi anche l omonimo slipknot)
waste of air
Sabato 11 Gennaio 2014, 19.49.26
29
@EDO: con autotheism grido al miracolo ancora oggi, onestamente. . Per me rimane un capolavoro di metal moderno che gira sul mio lettore in maniera costante , poi va a gusti. Qui non parliamo di miracoli ma di conferme, e si, per me rispetto ai soad hanno parecchie marce in più; non è da intendere come una mancanza di rispetto verso gli originali (che comunque apprezzo), ma come un averli migliorati e portati a un livello successivo. La storia, poi, non sempre è fatta dal top; se tutte le volte che uscisse un bel disco ragionassimo in termini appunto storici, dovremmo dare dal 65 al 75 a tutto. Non sarebbe corretto, almeno per me.
EDOhard (ex tommy)
Sabato 11 Gennaio 2014, 19.11.07
28
aaaaah..."suonano meglio e son 10 volte più devastanti dei system of a down"...non esageriamo...ti ricordo che i soad nascono prima di codesti e sono già storia... qui di soad cè parecchio...un po di red hot chilli peppers...un pò di punk adolescenziale...proprio ora sto ascolando un po di jamiroquai credo...un po di tutto insomma...cosa intendi per prog? prg in realtà è il tutto in questione proprio perchè miscela di più generi.Bella recensione e band sicuramente piacevole e divertente ma mancano un po di emotività di quel saper trasferire emozioni in musica..l aspetto melodico suscita solo senso di spensieratezza e leggerezza e ciò non basta altrimenti troveremmo dei geni troppo spesso...le parti più"cattive" non trasmettono quest ultima la potenza di cui parli non è tale perchè manca un certo impatto sonoro...trovo un che di incompiuto e superficiale in questo disco...evidentemente spopolano in giappone ma non scommetterei sul fatto che il mondo se ne accorga più di tanto. debbo darti ragione quando dici che non si riesce a stare fermi e riconosco che non mi hanno lasciato indifferenti ma ripeto non me la sento di gridare al miracolo.scrivi molto bene ma forse in contrapposizione con la sindrome del "defender" di cui parli sopra hai la tendenza appunto al gridre al miracolo così come lo scorso anno con autotheism disco sicuramente con dei pregi ma poco longevo...
conan
Sabato 11 Gennaio 2014, 0.41.25
27
Parlando di pazzi musicali,preferisco i pazzi tricolore nostrani ,cioè i destrage almeno con loro lo smballamento è sicuro,con questi un grande maaa........,non si sa neanche di preciso che genere facciano, a me sembrano una grande "sola".
waste of air
Venerdì 10 Gennaio 2014, 23.25.49
26
@Ross: Figurati, benvenuto nel club! E speriamo in un tour europeo!
Ross NoNconformity
Venerdì 10 Gennaio 2014, 22.48.32
25
Grande Waste, ordine andato a buon fine, e 32 euri li spendo volentieri per una band così, e grazie, perché senza la tua mitica recensione che mi ha parecchio incuriosito non avrei mai scoperto questi pazzoidi giapponesi,
Ross NoNconformity
Venerdì 10 Gennaio 2014, 22.02.00
24
Grazie Waste, proverò a cercare li
pippoc73
Venerdì 10 Gennaio 2014, 17.41.19
23
Su Fb trovate un gruppo a nome Maximum The Hormone Italia, saluti.
waste of air
Venerdì 10 Gennaio 2014, 15.09.44
22
@Ross: Io l'avevo preordinato su cdjapan, avevo speso 32 euri spedizione inclusa (via corriere). Merita: è un manga di oltre 100 pagine + il disco.
Ross NoNconformity
Venerdì 10 Gennaio 2014, 14.53.55
21
Mizzega, spaccano sul serio, peccato che dalle nostre parti abbiano una distribuzione pari a zero, e a una ricerca forse non approfonditissima, per una copia di questo lavoro chiedevano 50 euri!!
pippoc73
Mercoledì 8 Gennaio 2014, 21.39.39
20
Comincio con il ringraziare il recensore per avermi dato la possibilità di conoscere questo esaltante gruppo. Che dire sui Maximum The Hormone? Potenti, freschi, allegri, pazzi e chi più ne ha più ne metta! Ho divorato tutto quello che si può trovare sul tubo e mi sto divertendo da morire, alcuni video sono assurdi. Ho visto un video live dove tutte le persone del pubblico indossavano i caschi, da schiattare dal ridere... li andrei a vedere dal vivo volentieri.
Jezolk
Mercoledì 8 Gennaio 2014, 10.17.06
19
Io li pensavo un fenomeno giapponese, li conoscevo solo per la celeberrima sigla di Death Note... addirittura un 87! Mea Ignuranza! o.o
supergiuz
Martedì 7 Gennaio 2014, 18.26.01
18
non li avevo mai sentiti prima ...uao! uno puo pensare cosa cazzo è sta emrda oppure che figata!!!!!!!
Flavio
Martedì 7 Gennaio 2014, 17.08.49
17
Questi sono fuori come balconi... ma sono Uno Spettacolo! Sticazzi che album..
Steelminded
Martedì 7 Gennaio 2014, 15.08.09
16
A me hanno "intrigato abbastanza" come dicevo nel commento 12. Cio' detto, comunque le perplessita' del Marchese e di Cipmunk le ho avute anch'io. Ritornero' quando avro' sentito per bene il disco (e letto la rece). Evviva!
Le Marquis de Fremont
Martedì 7 Gennaio 2014, 13.07.11
15
Se pariamo di minestroni, mi piace quello di verdura e cereali. Quello di generi musicali, di solito no. Saranno anche la band di cui se ne accorgerà, presto, anche il mondo ma le emozioni sono pari a zero. De gustibus, of course... Au revoir.
Cipmunk
Martedì 7 Gennaio 2014, 12.01.09
14
Questi son fulminati!!!! i system of a down del sol levante??
zzz
Lunedì 6 Gennaio 2014, 14.52.20
13
what's up people è la suoneria del mio cellulare... grazie Death Note
Steelminded
Lunedì 6 Gennaio 2014, 14.00.40
12
Maximum chi...??? E' incredibile grazie a Internet quante e quali band si possano conoscere ed ascoltare. Io devo ammettere non ne avevo mai sentito parlare, ma ho ascoltato un brano spinto dalla recensione e mi hanno intrigato abbastanza. Ho debitamente preso nota per approfondimenti futuri. Grazie Metallized! Evviva!
maynard
Lunedì 6 Gennaio 2014, 13.39.07
11
L'album non lo so..la tua recensione è FANTASTICA. Bravo! Bravo! Bravo!
Mickey
Domenica 5 Gennaio 2014, 14.11.40
10
Ahahah le tremila pagine di niente logorroico immagino sia La Recherche: wow non ne avevo mai sentito parlarne male. Comunque mi ascolterò il disco, mi sono sempre piaciuti i Mth.
Christian
Domenica 5 Gennaio 2014, 13.18.35
9
j-SikTh?
MrFreddy
Sabato 4 Gennaio 2014, 21.48.38
8
Comunque mi piace tantissimo anche come abbiano comunque aggiunto cose nuove rispetto al disco precedente. In particolare, il grind di A-L-I-E-N è fantastico (la prima volta più che i Maximum mi sembrava una jam session di Wormrot e Jenovavirus, con quel breakdown che grida brutal death metal con violenza inaudita). L'unica critica che muovo a questo disco (ma son preferenze) è che qui Nao ha meno spazio dal punto di vista vocale, e questo mi dispiace perché oltre ad essere una batterista fenomenale ha una voce meravigliosa.
Pilix
Sabato 4 Gennaio 2014, 21.43.19
7
Finalmente Vi siete decisi di fare una rece sui MTH
MrFreddy
Sabato 4 Gennaio 2014, 20.08.54
6
Non era troppo difficile arrivarci, eh, però lo paleso: top ten di fine 2013
Er Trucido
Sabato 4 Gennaio 2014, 18.52.39
5
Appunto, di fine 2013
EDOhard (ex tommy)
Sabato 4 Gennaio 2014, 18.35.33
4
@mr freddy fine anno una sega...leggi com è classificato...2013...
Ascarioth The Hormone
Sabato 4 Gennaio 2014, 12.28.22
3
Fenomenali, come sempre
MrFreddy
Sabato 4 Gennaio 2014, 12.20.43
2
Aspettavo tanto questa recensione, splendida. Grandissimo Gian! E bravi Maximum, dritti dritti nella mia top ten di fine anno, geniali. Rilasciare un altro album agli altissimi livelli di Buikikaesu non era affatto facile.
gianmarco
Sabato 4 Gennaio 2014, 12.20.28
1
pazzeschi
INFORMAZIONI
2013
Vap Records
Inclassificabile
Tracklist
1. Yoshu Fukushu (Our Merciless Home'war'k)
2. Bluetiful Intro:Tsukino Bakugeki-Ki
3. Utsukushikihitobitonouta (Ode To Bluetiful People)
4. Benjo Sandal Dance (Toilet Sandal Dance)
5. Chu2 The Beam (8th Grader Beam)
6. "F"
7. Tsume Tsume Tsume
8. Rock Oreimairi~3 Chords De Omae Fullbocco (Rocking Retaliation: Beat The Hell Out Of You With 3 Chords)
9. Unbelievable!: Swomints Hockeleiro Mifeho
10. A-L-I-E-N
11. My Girl
12. Mesubuta No Ketsu Ni Binta(Kick Mo) (Bitch Ass Slapping: And Kicking)
13. Beauty Killosseum
14. Maximum The Hormone
15. Koino Sperm (Amorous Sperm)
Line Up
Daisuke-han (Voce)
Maximum the Ryo-kun (Chitarra)
Ue-chan (Basso)
Nao (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]