Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Falconer
From a Dying Ember
Demo

Chaosaint
In the Name of
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

13/07/20
AGONY FACE
IV Time Totems

14/07/20
INISANS/SEPULCHRAL FROST
Death Fire Darkness

15/07/20
EISENKULT
...gedenken wir der Finsternis

15/07/20
THE FUNERAL ORCHESTRA
Negative Evocation Rites

16/07/20
NOCTEM AETERNUS
Landscape of Discord

17/07/20
U.D.O.
We Are One

17/07/20
GUARDIAN OF LIGHTNING
Cosmos Tree

17/07/20
WORSHIP
Tunnels

17/07/20
SERENE DARK
Enantiodromia

17/07/20
LONELY ROBOT
Feelings Are Good

CONCERTI

13/07/20
KISS (SOSPESO)
ARENA - VERONA

17/07/20
GIACOMO VOLI + EMPATHICA
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

23/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

24/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

25/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

26/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

29/07/20
DROPKICK MURPHYS
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

The Fire - Supernova
( 1913 letture )
Tra le realtà del movimento alternative sul suolo italico i The Fire sono senza dubbio una delle più affermate. Con più di mezza dozzina d’anni di attività alle spalle, tre album e due EP, la band ha dato più volte dimostrazione della propria qualità. L’ultima fatica in studio arriva dopo un fortunato reunion tour del cantante Olly Riva coi vecchi compagni degli Shandon, ma la voglia di riprendere in mano il monicker del fuoco è tanta, e così nasce Supernova. La differenza con i lavori precedenti è lampante, tanto che molti hanno storto il naso già dopo il primo ascolto, lamentandosi della virata più commerciale del combo lombardo. Ma andiamo per gradi.

L’opener Claustrophobia è già tema di discussione. Parte con uno shuffle sul rullante quasi a mo’ di marcetta, per poi trasformarsi in un veloce terzinato ricco di groove. Dal riff di chitarra fino alla fine della strofa la cifra stilistica dei The Fire è ancora riconoscibilissima, è però il ritornello a suscitare un leggero smarrimento negli ascoltatori abituali della band. In effetti il sospetto che questo lavoro punti a delle capatine radiofoniche si fa sempre più una certezza man mano che si passano in rassegna tutte le tracce. A conferma di ciò, si notano chiaramente delle somiglianze con gli U2 o i Foo Fighters in See You Next Time e Paralyzed e addirittura con i 30 Seconds to Mars in Just Can’t Get Enough. Forse è Walzin’ Monnalisa ciò ch’è di più affine all’estro che aveva fin’ora caratterizzato la band, ma anche qui ricorda un po’ troppo uno stile che si addice più ai Good Charlotte. I momenti migliori del platter si assestano nella parte finale del disco, ad eccezione della title-track e della già citata Claustrophobia. Anche Follow Me è orecchiabile, ma in questo caso qualcuno potrebbe non ritenerlo un complimento. Ai posteri l’ardua sentenza, anche se il contributo vocale di Alteria aiuta a sollevarne il valore.

Un lavoro atteso, anche se inaspettato. Certo, a volte rallentare un pochino non è solo utile, ma anche salutare, però si spera che questa sia soltanto un’allegra e tranquilla sosta all’Autogrill, quando ci si rilassa tra amici e si scambiano battute già sentite, ma comunque divertenti, perché se questa è la nuova direzione della band, allora si rischia di vanificare i lavori precedenti. Non che questo sia un album da non sentire volentieri, ma quelli da ascoltare sono altri.



VOTO RECENSORE
65
VOTO LETTORI
0 su 0 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2013
Valery Records
Alternative Rock
Tracklist
1. Claustrophobia
2. See You Next Time
3. Follow Me
4. Paralized
5. Supernova
6. Walzin’ Monnalisa
7. Just Can’t Get Enough
8. Dynamite
9. Mr Pain
10. Out of Here
11. Business Trash (Bonus Track)
12. Tu Sei Solo Mia (Bonus Track)
Line Up
Olly Riva (Voce)
Filippo Dallinferno (Chitarra, Cori)
Lou Castagnaro (Chitarra, Tastiere)
Pelo (Basso)
Alecs (Batteria)

Musicisti Ospiti:
Alteria (Voce nella traccia 3)
Pino Scotto (Voce nella traccia 11)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]