Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Evergrey
The Atlantic
Demo

BlurryCloud
Pedesis
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/02/19
MORTANIUS
Till Death Do Us Part

22/02/19
MIKAEL ERLANDSSON
Capricorn Sin

22/02/19
BLOOD RED SAINTS
Pulse

22/02/19
NASHEIM
Jord Och Aska

22/02/19
RHAPSODY OF FIRE
The Eighth Mountain

22/02/19
SPIRITS OF FIRE
Spirits Of Fire

22/02/19
DEAD WITCHES
The Final Exorcism

22/02/19
LAST IN LINE
II

22/02/19
BLOOD YOUTH
Starve

22/02/19
VISIONS OF ATLANTIS
The Deep & The Dark Live @ Symphonic Metal Nights

CONCERTI

22/02/19
MARK BOALS + THE HOLY DIVERS
SANTOMATO LIVE CLUB - PISTOIA

22/02/19
OPERATION MINDCRIME
BORDERLINE - PISA

22/02/19
DARKEND + SHADOWTHRONE + HERUKA
FUCKSIA - ROMA

22/02/19
STAGE OF REALITY + 17 CRASH
KILLJOY - ROMA

22/02/19
OPERA IX + ASHEN FIELDS
CIRCOLO ARCI ZIGGY - TORINO

22/02/19
FORGOTTEN TOMB + GUESTS
ROCK OUT - BRESCIA

22/02/19
ENUFF Z' NUFF + SISKA
MK LIVE CLUB - CARPI (MO)

22/02/19
ADVERSOR + GUESTS
CIRCUS - SCANDICCI (FI)

23/02/19
BUCKCHERRY + GUESTS
ROCK PLANET - PINARELLA DI CERVIA (RA)

23/02/19
...AND YOU WILL KNOW US BY THE TRAIL OF DEAD
COVO CLUB - BOLOGNA

May Result - Slava Smrti
( 2226 letture )
Diretto, veloce, immediato.

Tre significative parole per descrivere questa perla, Slava Smrti, dei serbi May Result.

La rabbia si sente uscir fuori dagli altoparlanti delle casse, sono furiosi e lo dimostrano perfettamente. Cattivi alla radice, marciano decisi ed implacabili nei timpani di chi ascolta che, inevitabilmente, sarà preso da raptus di violenza incontrollata.

Ricordano da vicino gli Anorexia Nervosa, richiamandone la rabbia e la follia omicida che li caratterizza. In realtà le somiglianze con la band francese si sentono quasi in ogni aspetto, senza però creare una volgare imitazione, bensì qualcosa di comunque personale ed originale.

Continue plettrate sulle corde, drumming sempre veloce e deciso con un massiccio uso di blast-beating alternato a tempi altrettanto veloci, tastiere “timide” ma fondamentali – forse un po’ tralasciate in qualche caso, ma niente di grave – sempre in secondo piano, come da riempimento a questa macchina da guerra così fantastica.
E non dimentichiamoci della sezione vocale, impeccabile anch’essa, l’ottimo Glad gestisce al meglio la propria ugola spingendo più che può; è arrabbiato e lo fa sentire.

E nel caso non bastasse, i nostri arricchiscono il loro già lodato album con delle piacevolissime chitarre acustiche presenti in alcune tracce, sia come da “contorno” che da soliste.

Tutto quadra; tutto è come dovrebbe essere, davvero nulla da obiettare.

Ma se proprio dobbiamo essere pignoli - dopotutto che ci sto a fare qui se no? – possiamo notare un lieve calo di tono riscontrarsi nelle ultime due canzoni, in modo particolare in Odar Vran, più lenta e meno “incavolata” rispetto alle altre, ma dopotutto una pausa fa anche bene prima della conclusiva The Horny and The Horned, in cui il buon Glad pone fine al disco e ci congeda con un bel “FUCK OFF!!”.

Stra-promossi.



VOTO RECENSORE
82
VOTO LETTORI
27.45 su 22 voti [ VOTA]
organium
Martedì 6 Novembre 2012, 22.42.56
3
Ottimo album anche se pecca in originalità, Voto 78
I, Oblivion
Mercoledì 18 Marzo 2009, 14.41.18
2
no non è del 2009 è del 2008...ci dev'esser stato un errore, è evidente =) Giuseppeeeeee cambia l'anno!! XD
Simone
Mercoledì 18 Marzo 2009, 14.33.01
1
2009? Comunque un album da brivi... arriverei a 85 senza problemi. Buona rece.
INFORMAZIONI
2008
Battlegod Productions
Black
Tracklist
01. Prognan
02. Hold This Earth In The Hands Of Sulphur
03. Eternal Eulogies
04. Velika Bela Pricina
05. At The Cursed Heights Of Prokletije
06. Slava Smrti
07. Odar Vran
08. The Horny And The Horned
Line Up
Glad – Vocals
Kozeljnik – guitars
Dusan - guitars
Urok – Keyboards
L.G. – drums
Demonetras - bass

www.myspace.com/mayresult
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]