Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Locandina
Clicca per ingrandire
Obituary
Clicca per ingrandire
Obituary
Clicca per ingrandire
Obituary
Clicca per ingrandire
Obituary
Clicca per ingrandire
Obituary
Clicca per ingrandire
Obituary
Clicca per ingrandire
Anthrax
Clicca per ingrandire
Anthrax
Clicca per ingrandire
Anthrax
Clicca per ingrandire
Anthrax
Clicca per ingrandire
Anthrax
Clicca per ingrandire
Anthrax
Clicca per ingrandire
Anthrax
Clicca per ingrandire
Anthrax
Clicca per ingrandire
Lamb Of God
Clicca per ingrandire
Lamb Of God
Clicca per ingrandire
Lamb Of God
Clicca per ingrandire
Lamb Of God
Clicca per ingrandire
Lamb Of God
Clicca per ingrandire
Lamb Of God
Clicca per ingrandire
Lamb Of God
Clicca per ingrandire
Lamb Of God
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

15/12/18
YSENGRIN/STARGAZER
D.A.V.V.N.

15/12/18
SPEED KILLS
Speed Kills

21/12/18
JON SCHAFFER`S PURGATORY
Purgatory

21/12/18
IN SHADOWS AND DUST
Enlightened By Darkness

21/12/18
BLOOD FEAST
Chopped, Diced and Sliced

21/12/18
WITCHING HOUR
...And Silent Grief Shadows the Passing Moon

23/12/18
ICE WAR
Manifest Destiny

23/12/18
BOLTHORN
Across the Human Path

23/12/18
MALVENTO/THE MAGIK WAY
Ars Regalis

24/12/18
BEATEN TO DEATH
Agronomicon

CONCERTI

15/12/18
WITHIN TEMPTATION
FABRIQUE - MILANO

15/12/18
NANOWAR OF STEEL
REVOLVER CLUB - SAN DONA DI PIAVE (VE)

15/12/18
NOVEMBRE + LES DISCRETS
TRAFFIC CLUB - ROMA

15/12/18
NECROART + GUESTS
BONNIE & CLYDE - TORRICELLA VERZATE (PV)

15/12/18
STONEDRIFT + TOTEM AND TABOO
CONDOR DARK CLUB - RUBIERA (RE)

15/12/18
SPEED KILLS + CARRION SHREDS + ADEPTOR
CIRCUS - SCANDICCI (FI)

15/12/18
BARBARIAN + MERCILESS ATTACK + APOCALYPTIC SALVATION
CIRCOLO MU - PARMA

16/12/18
NOVEMBRE + LES DISCRETS
CYCLE CLUB - CALENZANO (FI)

18/12/18
A PERFECT CIRCLE
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

19/12/18
A PERFECT CIRCLE
PALALOTTOMATICA - ROMA

SLAYER + LAMB OF GOD + ANTHRAX + OBITUARY - Mediolanum Forum, Assago (MI), 20/11/2018
25/11/2018 (2649 letture)
Sono passati mesi da quando mi sono procurato il biglietto per questa serata storica: volevo il parterre e parterre è stato, non mi sarei perso l'(ultimo?) appuntamento con gli Slayer per nulla al mondo, per cui quando la notte prima del concerto sono stato male mi è crollato il mondo addosso. Il giorno dell'evento decido: niente e nessuno mi impediranno di andare all'appuntamento con una delle mie band preferite, per cui salgo in auto e mi dirigo ad Assago conciato ma motivato. Le porte sono aperte da un po' e quando varco l'ingresso c'è già moltissima gente, ma come sempre mi piazzerò nelle prime file perché per me un concerto significa stare il più possibile a contatto con i musicisti. Questo è stato presentato dagli stessi Slayer come il loro ultimo tour mondiale, ma decido di accantonare dalla mente il fatto in modo da godermi questo bill da infarto senza pensieri tristi perché la musica è pura passione per il sottoscritto ed essere giunto qui anche se piuttosto debilitato testimonia che questa aiuta a superare gli ostacoli. E ora entriamo in clima concerto...

OBITUARY
Mi trovo al banchetto del merchandise quando si spengono le luci e comincia lo show degli opener... e che opener! Marci come da copione gli Obituary spaccano fin da subito con la violenza di Deadly Intentions; il corpulento John Tardy sopperisce allo stage spoglio con energia e sudore, il pubblico apprezza e presto parte l'headbanging più sfrenato. Alla batteria Donald capisce che è meglio levarsi la maglietta e sistemare la coda prima di una Sentence Day che come pure Find the Arise fomenta gli animi già esagitati; l'apice ovviamnte si raggiunge con il superclassico Slowly We Rot che pone fine a una prestazione tanto breve quant intensa. Davvero niente male come inizio, ed è appena cominciata...

SETLIST OBITUARY
1. Deadly Intentions
2. Sentence Day
3. Chopped in Half / Turned Inside Out
4. Find the Arise
5. I'm in Pain
6. Slowly We Rot


ANTHRAX
Gli speaker sparano a tutto volume The Number of the Beast ed è pazzesco vedere la gente cantare e fare air guitar come se sulle assi del Forum ci fossero veramente i Maiden in carne e ossa, poi al termine del classico di Harrisb & soci appaiono sul palco Scott Ian e Frank Bello che scaricano sulla folla urlante l'inconfondibile riff di Cowboys from Hell: a questo punto entra in scena Joey Belladonna e può cominciare il party degli Anthrax con l'inno Caught in a Mosh! È incredibile come il tempo sembri essersi fermato per il buon Joey, sia fisicamente che dal punto di vista vocale; il ragazzo sembra migliorare ogni anno come il buon vino e inoltre si conferma un frontman di prim'ordine, gesticola come un "paisà" non mancando di ricordare le origini italiane sue e di quasi tutti i suoi compagni. A proposito, anche stavolta Benante marca presenza per cui dietro le pelli (ri)troviamo il sempre bravissimo Jon Dette ormai abituato a ricoprire il ruolo di sostituto di lusso -ad avercene di rimpiazzi così!- mentre la festa continua con Got the Time sulla quale la folla si scatena con i primi crowd surfing della serata. Sullo sfondo campeggia una scenografia che mischia l'artwork del capolavoro Among the Living e del recente For All Kings, sul grande palco Bello corre al solito come un ragazzino infoiando le masse anche se non ce ne sarebbe bisogno, dato che nelle prime file del parterre si cammina sollevati da terra pur senza muovere un passo. Efilnikufesin (N.F.L.) e Be All, End All ci fanno fare un doppio carpiato negli 80's mentre Fight 'Em 'Til You Can't ci riporta al presente e a una band che ha ancora molte cartucce da sparare. Il set volge al termina con l'altra cover in scaletta, Antisocial, e Indians che viene chiusa nuovamente con uno stralcio del classico dei mitici Pantera, omaggiando così la memoria dei fratelli Abbott: pubblico strafelice, Ian lancia manciate di plettri alle prime file, i Nostri salutano e noi ci prepariamo al prossimo gruppo della serata.

SETLIST ANTHRAX
1. (Cowboys from Hell intro) Caught in a Mosh
2. Got the Time [Joe Jackson cover]
3. Efilnikufesin (N.F.L.)
4. Be All, End All
5. Fight 'Em 'Til You Can't
6. Antisocial [Trust cover]
7. Indians (Cowboys from Hell outro)


LAMB OF GOD
Il palco è ora ulteriormente allargato per lo show dei Lamb Of God: appena si abbassano le luci vedo che alla batteria purtroppo non siede Chris Adler ma il sostituo Art Cruz non è certo di primo pelo, per cui confido in un'ottima prestazione anche se ciò non cancella la delusione di non poter vedere all'opera uno dei drummer più talentuosi del panorama metal internazionale. Bando ai dispiaceri, la band sta già suonando le note di Omerta quando fa il suo ingresso il frontman Randy Blythe, che innaffierà per tutta la serata i suoi dread con una bottiglietta d'acqua. Dopo questo inizio sulfureo seguono Ruin e Walk With Me in Hell che col suo groove introduce alle bordate di Now You've Got Something to Die For; davanti a me Mark Morton come sempre non fa trasparire nessuna emozione ma ogni tanto si gira verso una coppia a lato del palco alla quale lancia poi anche un plettro, mentre dall'altro alto dello stage Willie Adler, con indosso una t-shirt dei Pantera, tesse riff come se piovesse. Cruz si comporta egregiamente e con Campbell stende una sezione ritmica tellurica, quindi giunge il turno di 512 (dedicata da Randy ai nostrani Lacuna Coil) con la quale momentaneamente "si tira un po' il fiato" -per modo di dire- prima di schiacciare nuovamente il piede sull'acceleratore con altre mazzate sonore. Il singer interagisce col pubblico, ringrazia e dedica un applauso alle altre band del tour chiedendoci infine "...and you know why we're all here, right? Why?!?! SLAYER!!!" ed ecco che i LOG accennano Spirit in Black per scherzare, ma subito si torna seri con una coinvolgente Laid to Rest che fa scatenare i presenti; ma è sulla conclusiva Redneck che si crea un moshpit vorticoso di notevoli dimensioni. Una buona prova quella offerta dalla band proveniente da Richmond, ma a ben guardare quella che ha creato meno trasporto nella platea: sarà per il troppo entusiasmo profuso per i precedenti gruppi o semplicemente perché non si può piacere a tutti, ma pare che i Lamb Of God abbiano diviso il pubblico seppur autori di una prova di tutto rispetto.

SETLIST LAMB OF GOD
1. Omerta
2. Ruin
3. Walk With Me in Hell
4. Now You've Got Something to Die For
5. 512
6. Engage the Fear Machine
7. Blacken the Cursed Sun
8. Laid to Rest
9. Redneck


SLAYER
Un telo nero come la notte viene calato per rivelarne un altro sul quale scorrono immagini di croci e diversi loghi della band, mentre dalle casse la sinistra Delusions of Saviour fa da preambolo all'inferno che si sta scatenando: cala il sipario ed ecco gli Slayer! Si parte con Repentless ed è immediatamente chiaro che stasera non ce n'è per nessuno: chirurgici, freddi determinati e in palla i Nostri spazzano via tutto e tutti a suon di riff taglienti e rullate tonanti. Tom Araya sembra in gran forma, asciutto come ai bei tempi e con un pizzo che lo ringiovanisce a differenza della folta barba di qualche anno fa. Kerry King al solito ha uno sguardo truce che contrasta con quello più allegro di Holt, mentre è il turno della stupenda Blood Red sulla quale il già scatenato pogo non fa che aumentare ulteriormente. La cornice è perfetta: i Nostri meritavano una venue ampia e importante come il Forum e al solito Milano (ma direi tutta l'Italia a giudicare dai diversi accenti che sento) ha confermato una volta di più di amarli alla follia; vedere il palazzetto stracolmo fa piacere e per primo proprio ad Araya che nelle brevi pause tra un pezzo e l'altro guarda soddisfatto questi pazzi che gridano Slayer! Slayer! come allo stadio. La scenografia è imponente, ai lati del palco ci sono le aquile che ben conosciamo ma il valore aggiunto allo spettacolo lo danno gli effetti pirotecnici che ci fanno piombare in un vero e proprio inferno in Terra; le lingue di fuoco ci scaldano il viso a tempo di musica e il calore si somma a quello di migliaia di corpi sudati che pogano senza tregua. Tom è di poche parole, si bada al sodo: semplicemente gli Slayer ci distribuiscono equamente delle solenni mazzate sui denti a colpi di Disciple, Hate Worldwide, Jihad e chi più ne ha più ne metta: Mandatory Suicide fa spavento da quanto è bella, poi l'intero palazzetto viene incitato a gridare waaaar!! e per me è facile capire che è il momento di prepararsi allo tsunami umano causato dalla mitica War Ensemble: la gente mi vola sulla testa, mi schiaccia e mi colpisce e tutto ciò è stupendo! Sorpresa graditissima dal sottoscritto When the Stillness Comes che risulta assai valida anche in sede live, anche se le bordate vintage dell'accoppiata Postmortem/Black Magic non temono confronti. Altre due "outsider" di lusso sono Payback e Dittohead, quest'ultima in particolare ha esaltato non poco gli astanti a giudicare dall'ardore con cui è stata accolta; si va invece sul sicuro con Seasons in the Abyss e Dead Skin Mask, canzoni che da sole si mangiano le discografie intere di altre band per quanto sono belle, così come la violenza di Hell Awaits rende questo brano sempre attuale nonstante l'età. Pausa un po' prolungata per tirare il fiato prima del gran finale, ecco partire tra il boato della platea l'intro di South of Heaven che al solito non fa prigionieri, quindi Bostaph picchia sulle pelli e piove sangue con Raining Blood e l'immancabile wall of death alle mie spalle è inevitabile: volano tibie e qualche altra parte anatomica ma tutti hanno un'espressione divertita, poi la scenografia cambia ancora e viene calato il celebre sfondo dedicato ad Hannemann perché siamo giunti al finale affidato come di consueto ad Angel of Death: avvolti da lingue di fuoco ed urla belluine giungiamo così al termine della serata, i ragazzi sono stati perfetti, un rullo compressore continuo, in una parola totali. Gli Slayer depongono le armi e tra lanci di plettri e bacchette ci salutano finché Tom -che sta osservando emozionato il mare di gente che adorante acclama la band- dice in italiano perfetto una semplice frase che però non avrei mai voluto sentire: "Mi mancherete..." Non posso sapere cosa accadrà in futuro, ho deciso di godermi la serata pensando solo alla musica fino al commiato di Araya: l'unica cosa che posso dire, comunque vada a finire, è "io c'ero" e vedrò di farmelo bastare.

SETLIST SLAYER
Delusions of Saviour (intro)
1. Repentless
2. Blood Red
3. Disciple
4. Mandatory Suicide
5. Hate Worldwide
6. War Ensemble
7. Jihad
8. When the Stillness Comes
9. Postmortem
10. Black Magic
11. Payback
12. Seasons in the Abyss
13. Dittohead
14. Dead Skin Mask
15. Hell Awaits
---Encore---
16. South of Heaven
17. Raining Blood
18. Chemical Warfare
19. Angel of Death



lisablack
Martedì 4 Dicembre 2018, 7.06.26
168
Forse altri 30 mesi reggono..poi chissa'!
Stagger Lee
Lunedì 3 Dicembre 2018, 23.03.04
167
Ma figurati Obscure...lungi da me l'intenzione di fare polemica. Ti augurerei altri 30 anni di Slayer live ma dubito che i nostri eroi reggano a tanto!!
ObscureSolstice
Lunedì 3 Dicembre 2018, 22.49.51
166
La Corte si aggiorna... Figurati Stagger, io allo stesso modo ho visto soltanto una volta i Metallica perché me li sono persi nel periodo d'oro, anche se gli Slayer hanno avuto più continuità. Non li ho visti 400 volte ma neanche una volta. La Corte si aggiorna...
Buried Alive
Lunedì 3 Dicembre 2018, 17.31.20
165
LOL ho fatto bene allora a non andare il 20 novembre per via della delusione che non c'erano i Behemoth a supporto come in Usa: ho fatto la scommessa che i Behemoth sarebbero venuti per i fatti loro (con At the gates e Wolf in the throne room, che bomba) e che gli Slayer avrebbero suonato ancora... scommessa vinta!
Silvia
Lunedì 3 Dicembre 2018, 17.00.39
164
quoto AL x la scaletta Anthrax e x Benante, andare e non vederlo, che delusione... anche perche' dal vivo e' una potenza
AL
Lunedì 3 Dicembre 2018, 16.45.58
163
ora che so che a luglio torneranno e ripenso a questa serata, la tristezza sparisce... Slayer devastanti e impersonali come sempre, Obies e LOG i migliori. Anthrax buoni ma scaletta migliorabile secondo me.. peccato non aver visto per l'ennesima volta Benante ...cmq suoni stupendi e bellissimo vedere il forum pieno ovunque
Silvia
Lunedì 3 Dicembre 2018, 14.53.48
162
Metal Shock, ok, si', anche a me suscita sentimenti contrastanti, l'ho scritto sulla notizia
Metal Shock
Lunedì 3 Dicembre 2018, 14.45.44
161
Ragazzi, tristezza infinita era rivolto solo ad Anselmo, che si mette a fare pezzi solo dei Pantera e l'hanno messo in alto nel bull. Visto che è così bravo faccia solo musica sua....il buon Dime si starà rivoltando nella tomba. @Silvia: già faccio quel che dici, prova a vedere il numero di miei commenti su #altrigruppinonsoloidinosauri....
Silvia
Lunedì 3 Dicembre 2018, 14.30.37
160
Si' anche lui @No Fun e non solo a dire il vero, hahaha! Oh ragazzi guardate che non c'e' malizia ne' niente di personale
No Fun
Lunedì 3 Dicembre 2018, 14.18.56
159
@Silvia ma non era thrasher che si lamentava di quello che dici tu?
Silvia
Lunedì 3 Dicembre 2018, 13.50.51
158
esatto tino. Metal Shock questi commenti non li capisco, ti lamenti che nessuno commenta i gruppi minori e poi vieni a punzecchiare sempre nei thread dei gruppi maggiori 🤔 Io se volessi promuovere gruppi diversi ignorerei i soliti e commenterei cio’ che mi interessa
tino
Lunedì 3 Dicembre 2018, 13.40.52
157
alla faccia della tristezza, dai non fare il tragico ci sono sempre comunque anche gruppi minori non è che in quei festival ci sono solo loro
Metal Shock
Lunedì 3 Dicembre 2018, 12.59.02
156
Dai su che ho appena letto la notizia che suoneranno anche al prossimo Rock the castle, avete un'altra opportunità!! Ah ci sarà anche Anselmo che suonerà solo pezzi dei Pantera....che tristezza.....
tino
Lunedì 3 Dicembre 2018, 11.10.31
155
Anche io appartengo ad una nutrita serie di appassionati che però non è solito muoversi ogni volta, anzi per citare i soliti tre mega gruppi dei quali sono fan da più di trent’anni i metallica l’ultima volta li ho visti al delle alpi nel 93, gli slayer li ho rivisti un paio d’anni fa dopo la morte di jeff prima che pubblicassero repentless e non li vedevo dal tour di divine intervention, gli iron invece li ho rivisti tre volte nel giro delle ultime tournee ma non li vedevo dal primo tour con blaze. Il mio problema è che in questi famosi trent’anni ho mutato spesso gusti perdendo interesse in ciò che ascoltavo prima (solo ultimamente mi sono ri innamorato delle vecchie fiamme), inoltre non sono mai andato a fare grosse trasferte perché ho la “fortuna” di vivere in pianura padana dove le distanze e gli sforzi sono relativamente esigui. Poi per me il concerto è bello viverlo prima e durante, ma già verso la fine divento irrequieto e il ritorno per me è una vera rottura, ultimamente mi sono messo a squagliarmela molto prima della fine per evitare lo snervante rientro, le code,ecc. Adesso vado ancora quando ne ho possibilità ma già milano per me è troppo impegnativo e quindi ho chiuso (l’ultima è stata a luglio all’ippodromo per i maiden), inoltre, l’ho già detto in altre discussioni, odio l’inverno come la peste e soprattutto i concerti in questa stagione che boicotto regolarmente e anche volentieri, anche quelli minori, infatti sabato c’erano i marduk a 15 km ma me ne sono rimasto a oziare sul divano al caldo.
No Fun
Lunedì 3 Dicembre 2018, 10.36.15
154
La mia situazione peggiora, ho scritto una n in meno alla fine di Hannemann maledetto telefono blasfemo...
No Fun
Lunedì 3 Dicembre 2018, 10.31.28
153
Anche io mi unisco a @Stagger #140 nel dichiararmi colpevole, ignoravo il verbo tagliente degli Slayer, avevo ascoltato qualcosa ma ho capito la sua potenza solo dopo aver partecipato al rito, a cui tra l'altro non officiava già più il gran sacerdote Hanneman. Se @Obscure o altri giudici emetteranno sentenza accetterò la giusta punizione per espiare.
lisablack
Lunedì 3 Dicembre 2018, 10.09.11
152
Io di concerti ne ho visti pochi in 35 anni che ascolto metal, proprio perché non sempre ho la liberta' economica e il tempo di partire e tornare dopo 2 giorni..
Silvia
Lunedì 3 Dicembre 2018, 9.50.52
151
Giusta osservazione lisa, i giudizi facili sono sempre sbagliati in qualunque circostanza. @thrasher, avevo frainteso la seconda parte del #144 ma penso che in realta’ dicevamo la stessa cosa
lisablack
Lunedì 3 Dicembre 2018, 6.56.36
150
Ha ragione Stagger..una band non importa vederla 400 volte, per essere considerato un fan, io vado ai concerti quando me lo posso permettere, non è che i gruppi mi vengono a suonare sotto casa..eh!
Stagger Lee
Domenica 2 Dicembre 2018, 23.04.01
149
30 anni...quindi? tu avrai avuto la tua esistenza e io ho avuto la mia.
ObscureSolstice
Domenica 2 Dicembre 2018, 22.13.27
148
@thrasher, è un problema comune di tutti noi "meno adolescenti", andarli a vedere sempre no, ma puoi ben capire che trent'anni sono parecchi. Poi magari ognuno ha dei motivi veramente validi
Silvia
Domenica 2 Dicembre 2018, 20.35.43
147
Esatto thrasher diciamo che prendere i biglietti un anno prima è un'arma a doppio taglio 😑
thrasher
Domenica 2 Dicembre 2018, 20.24.04
146
Silvia avrai avuto come tutti problemi lavorativi o familiari
Silvia
Domenica 2 Dicembre 2018, 16.24.40
145
thrasher concordo con la prima parte del tuo post nel senso che ci sono tanti motivi x cui non si può andare ai concerti o non si possono acquistare tutti i CD che si vorrebbero. Io purtroppo diversi concerti li ho persi addirittura avendo i biglietti in mano - ancora peggio 🙄
thrasher
Domenica 2 Dicembre 2018, 14.57.16
144
Obscure concordo con te, ma in parte... Magari non tutti possono permettersi di andare sempre a vedere concerti magari di band già viste più volte, può essere che impegni familiari ed anche economici non coincidano sempre con gli appuntamenti live... Ho conosciuto mio malgrado dei personaggi che seguono da decenni ad esempio i Maiden ogni qualvolta tornino a suonare in Italia... Fin qui nessun problema, poi osservi queste persone e a 50 anni suonati vivono ancora in casa con i genitori non hanno una propria famiglia usano ancora le maglie ormai sbiadite degli anni 80 di tournée storiche per fare i fighi Con ragazzi di 20/30 anni... Poi guardano me che sono coetaneo e ho 3 figli lavoro come tutti e si domandano come mai non vado a vedere i Maiden per l ennesima volta... Tutto questo è ridicolo...
ObscureSolstice
Domenica 2 Dicembre 2018, 8.45.37
143
30 anni senza Slayer, come stare senza 30 anni senza Maiden...una follia, io non ce l'avrei mai fatta!!! Cioè, in questi 30 anni dico: sono usciti gran bei dischi e ad ogni gran uscita bisognava andare a vederli per forza (!!!) oltre che risentire i vecchi pezzi gloriosi, non c'è stato un momento che non rivedevo l'ora di rivederli. Sempre io davanti a Harris...come davanti ad Hanneman. Ma adesso non c'è piú e finché Tom ha una gran voce ci sarà sempre tempo e modo di rivederli. C'è ancora tempo
Stagger Lee
Sabato 1 Dicembre 2018, 23.16.26
142
Eccome se hai ragione thrasher...erano Megadeth e Slayer all'apice della forma e dell'ispirazione e avevano appena pubblicato i loro massimi capolavori.
thrasher
Sabato 1 Dicembre 2018, 22.49.55
141
Beh hai visto un signor concerto
Stagger Lee
Sabato 1 Dicembre 2018, 20.47.06
140
Anche io mi pento di non esserci stato e come No Fun Ho visto gli Slayer solo una volta nella vita (mea culpa, mea culpa, mea maxima culpa)....al Clash of the Titans di Milano.....epoca preistorica!
thrasher
Sabato 1 Dicembre 2018, 18.40.19
139
Io praticamente li ho visti sempre dagli anni 80 ad oggi i migliori ricordi che ho sono la tournée di season quella di divine e quella con i sepultura
No Fun
Sabato 1 Dicembre 2018, 14.57.15
138
Leggere il report e i commenti mi ha fatto pentire di non esserci andato. Gli Slayer dal vivo li ho visti una volta e davvero, è come assistere all'eruzione di un vulcano, sono una forza della natura terrorizzante, quello che i romantici chiamavano "sublime".
HIRAX
Sabato 1 Dicembre 2018, 12.21.11
137
Effettivamente ogni volta che l'ho visti so stati da paura!
thrasher
Venerdì 30 Novembre 2018, 15.06.55
136
Beh ma quel concerto me lo ricordo bene è stato furioso e Araya aveva un ottima voce
HIRAX
Venerdì 30 Novembre 2018, 11.49.48
135
Nuntepensa' che so stati teneri
thrasher
Mercoledì 28 Novembre 2018, 11.46.31
134
Eh si stadio brianteo di Monza... Anno 2000... Cominciare con war ensemble è stato un massacro eranocattivissimi all'epoca
Silvia
Mercoledì 28 Novembre 2018, 11.07.39
133
@TheRealThing, tutto il thrash anni 80 nasce dalla commistione NWOBHM e punk, inclusi gli Anthrax (x dire) che erano a migliai di km di distanza da Ulrich. Poi ripeto non discuto del gruppo perche' non lo so...
asimov
Mercoledì 28 Novembre 2018, 10.57.59
132
@ElectricVomit al gods 2000 era la prima volta che vedevo gli slayer, ricordo anche una evil has no boundaries strappalacrime e che per me, pur avendo visto la prima volta al wacken 2004 reign in blood x intero a sorpresae + altri live degli slayer, quello è stato il miglior loro concerto degli a cui ho assistito.
tino
Mercoledì 28 Novembre 2018, 10.52.37
131
I metallica tirano avanti per i loro pezzi e per il testosterone che ancora sprigiona il vecchio leone james. Sabato sera sul digitale terrestre hanno fatto la serata celebrativa dei queen (che non ho mai ascoltato). Dopo il concerto di wembley del 1986 hanno fatto vedere il concerto celebrativo per freddie del 1992, quando è salito sul palco james a cantare stone cold crazy (esibizione che non sapevo nemmeno esistesse) era tutto un concentrato di mascolinità tamarra sotto steroidi e testosterone…era tutto un clichè da strappamutande, baffone da camionista, bicipiti, pose macho… insomma inguardabile ma paradossalmente irresistibile, meglio anche del miglior axl che si è esibito su we will rock you in shorts attillati e pacco in bella mostra…insomma dai il 70 per cento del gruppo è sempre stato James e lo è ancora adesso…il numero uno non c’è niente da fare gli altri sono e saranno sempre dietro.
TheRealThing
Mercoledì 28 Novembre 2018, 10.36.21
130
Silvia scusami, invece è proprio così, io ho detto pochi, non nessuno, e nei pochi sono inclusi alcuni componenti delle altre band ovviamente, ma sempre di pochi si parla e rimane comunque il fatto che Lars, anche perché europeo è stato tra i principali esportatori, già solo per il fatto di suonare le cover dei Diamond Head....consiglio la lettura dsl libro di Mick Wall a tutti @Tbone Si è vero, indubbiamente discograficamente hanno poco da dire (o nulla), dovrebbero fare solo live (che ci sanno ancora fare)
Tbone
Martedì 27 Novembre 2018, 22.30.23
129
Io i metallica li ho amati alla follia e sono grato a Lars e soci di aver inciso dischi epocali, ciò non toglie che adesso sono un gruppo alla frutta. Poi possiamo disquisire di slayer Hanneman, bostaph, gusti musicali, paradiddles e gruppi seminali finché vi pare.
ElectricVomit
Martedì 27 Novembre 2018, 22.05.56
128
#120: Thrasher, i Darkane che partono con Secondary Effects che te ne pare? @Asimov: quando li vidi per il tour di CI suonarorno Cult. Quella è una canzone che ti stende. Di DIM Bitter Peace avrebbe tirato giù il Forum. Ricordo quando la suonarorno al Gods del 2000. Ho ancora i lividi. Io avrei messo anche un estratto da Undisputed. Il miglior cd di cover mai prodotto.
asimov
Martedì 27 Novembre 2018, 21.12.17
127
a me jihad fa cagare. è l'unico pezzo che avrei tolto dalla scaletta, da christ illusion potevano prendere altro tipo eyes of the insane oppure fleshstorm se proprio si trattava di prendere a schiaffi il pubblico. inoltre, when the stilness comes x me è un pezzone 1000% slayer al quale manca inspiegabilmente un solo che alla fine ci sta tutto ma king kerry nn avrà voluto, boh. infine, se avessero aggiunto un pezzo da diabolus in musica nn mi sarei offeso, facevano 20 cifra tonda, ma va bene così. per fortuna che qualche pezzo da diabolus, tipo bitter peace(stupenda) ed altre, l'ho già visto dal vivo.
Mulo
Martedì 27 Novembre 2018, 19.20.59
126
La NWOBHM era un genere molto di nicchia in USA,se escludiamo i dischi di Maiden,Priest e pochissimi altri che uscivano su major,il resto era disponibile solo d'importazione...Lo stesso Large faceva razzia di vinili quando tornava in Danimarca ...
Silvia
Martedì 27 Novembre 2018, 19.16.15
125
Mulo infatti non discuto all'interno del gruppo, intendevo in USA in generale
Mulo
Martedì 27 Novembre 2018, 19.14.29
124
A San Francisco e a New york era sicuramente conosciuto,a Newport Beach direi proprio di no . A L.A. (che è enorme) c'erano pochi appassionati,ma tutti seguivano la nascente scena glam.....Hetfield non sentiva cmq quelle band,prima del'amicizia con il tennista sentiva Aerosmith,ZZTop,UFO,Scorpions e Black Sabbath....
Silvia
Martedì 27 Novembre 2018, 19.10.52
123
Scusa @TheRealThing ma non è così, il genere era già conosciuto anche in America. Ho sentito altre interviste ad altri gruppi
tino
Martedì 27 Novembre 2018, 19.03.53
122
Si ma le scalette thrasher non si fanno a gusti personali devono seguire una sua logica. I darkane andavano un po' di moda vent'anni fa ora chi li ascolta?...i soffocation sono troppo estremi, i log sono un po' i nipoti degli slayer anche se a me non piacciono per nulla
Mulo
Martedì 27 Novembre 2018, 19.00.22
121
Già, Newport beach dove viveva ne 1981 probabilmente era l'unico a sentire quelle band D .I dischi li comprava quando tornava in Danimarca (comenell'estate di quell'anno)
thrasher
Martedì 27 Novembre 2018, 19.00.09
120
Al posto dei log avrei messo i darkane o suffocation
TheRealThing
Martedì 27 Novembre 2018, 18.56.45
119
@Mulo esattamente, questa cosa è molto più importante di quello che si pensa, l'avevo scritta anche su un altro post...in America andavano altri gruppi all' epoca (tipo i Motley) e c'era davvero poca gente che conosceva la NWOBHM; Lars era uno di quelli, ordinava un sacco di dischi che nei negozi nessun altro chiedeva e avendo incorporato moltissimi elementi di band come Diamond Head, Saxon, Angel Witch ecc. all' interno della sua musica (addirittura proponendo cover dei suddetti gruppi) è stato uno dei principali esportatori di quella corrente, oltre ad averli fatti conoscere in primis a James come di @Mulo (in No Life James lo copia in tantissimi aspetti)
thrasher
Martedì 27 Novembre 2018, 18.54.42
118
Agli obituary avrei lasciato molto più spazio
Mulo
Martedì 27 Novembre 2018, 18.43.20
117
Odiato da tutti ma se non fosse stato per il buon Large,non avremmo avuto i metallica....Fu proprio lui a far sentire al biondo band come Diamond head,Saxon o Angel Witch....James ai tempi (si parla del 1981 quando si comnobero) sentiva Aerosmith,Nuigent,Zz Top
Silvia
Martedì 27 Novembre 2018, 18.27.44
116
@TheRealThing probabilmente sì 😅! Ma non solo, comunque ha il suo stile, anche se la precisione non è il suo forte (eufemismo). È anche vero che all'importanza del musicista non corrisponde impegno sullo strumento e x questo è facile bersaglio! A me non piace x niente come batterista però riconosco che come musicista ovviamente ha grande spessore.
TheRealThing
Martedì 27 Novembre 2018, 18.13.11
115
@Silvia credo sia il personaggio del mondo metal più abusato in assoluto, pazzesco che ad ogni minima cosa debba sempre venire fuori...ok, sarà quello che sarà....ma che canzoni ha contribuito a scrivere ?
Silvia
Martedì 27 Novembre 2018, 18.10.06
114
Bonded By Blood (con Reign in Blood e The Legacy) è il disco di thrash americano che preferisco. Ci sono anche altri capolavori nel thrash naturalmente ma in quei 3 le mazzate non perdonano secondo me. @TheRealThing giusto, a dimostrazione che ognuno ha il suo stile
Silvia
Martedì 27 Novembre 2018, 18.04.38
113
@TheRealThing esatto!!! Che rottura, sotto ogni video di batterista metal non manca mai il commento su Lars anche se non c'entra niente 😂😂😂/// Mulo è vero non bisogna prendersi troppo sul serio 😁
TheRealThing
Martedì 27 Novembre 2018, 18.04.14
112
Comunque cercate il live al download del 2003 dei Tallica, Lombardo ha suonato con loro causa problemi di salute di Lars e pure Joey Jordison...mentre Lombardo ovviamente spacca tutto, vi accorgerete che del resto dei batteristi presenti nessuno riesce a dare un sound decente! E non parliamo dei primi arrivati...
Mulo
Martedì 27 Novembre 2018, 18.01.09
111
Io li amo.ho preso il box di Ride e mi sto sparano da giorni i cd live....Dal 83 al 85 non ce n'era x nessuno in ambito thrash,poi uscì Bonded by blood e a mio aviso furono eguagliati da quel disco...
Mulo
Martedì 27 Novembre 2018, 17.58.42
110
Ridere fa bene ragazziiii AH AH AH! Era un assist troppo bello per nn buttarla dentro
TheRealThing
Martedì 27 Novembre 2018, 17.58.34
109
La cosa pazzesca è che tutti parlano male di Lars e dei Metallica....intanto sono la band con più commenti sotto tutte le news e le recensioni e sono probabilmente gli unici che riescono a fare parlare di sé anche nelle recensioni e news delle altre band...io non capisco veramente ahahaha...ammettetelo, sotto sotto li amate tutti!
Silvia
Martedì 27 Novembre 2018, 17.55.16
108
Mulo sei sempre il solito, hahaha
Silvia
Martedì 27 Novembre 2018, 17.46.18
107
Si possono avere tutti i soldi del mondo ma il talento non si può comprare! A me avere soldi a palate non interessa, mi basta avere una vita decorosa e togliermi qualche sfizio Ma quanto vorrei suonare come Dave... (non mi dispiacerebbe neanche come Bostaph comunque eh... ). Però che c'entra Lars? È un altro genere di musicista, ha privilegiato altri aspetti. Comunque grande d.r.i. #77, bella battuta!
Mulo
Martedì 27 Novembre 2018, 17.39.17
106
e la minchia di Rocco
Tbone
Martedì 27 Novembre 2018, 17.30.58
105
Io vorrei suonare come Dave e avere il portafoglio di lars
lisablack
Martedì 27 Novembre 2018, 17.20.02
104
Lombardo al posto di Lars? Figurati se Lars gli cede il trono..questi son tutti alla fine della carriera, magari hanno voglia di cambiare un po' i loro posti ahahah
Mulo
Martedì 27 Novembre 2018, 17.13.58
103
°98 ,perchè gli Slayer dovrebbero raccattare Lars? E soprattutto Lars non andrebbe mai negli Slayer...CZZ ti sei bevuta??
tino
Martedì 27 Novembre 2018, 17.11.57
102
Però quello che se n'è andato con i suicidal ci andrebbe volentieri al posto di Lars...
lisablack
Martedì 27 Novembre 2018, 17.11.04
101
Si si che resti pure sullo sgabello, sul trono..va'..!!
TheRealThing
Martedì 27 Novembre 2018, 17.08.15
100
Tbone secondo me invece lo stesso Lars anche se ne fosse in grado non accetterebbe mai...e nemmeno io se fossi in lui lo farei detto sinceramente! Ricordiamoci che siede sullo sgabello (e sul trono) della più ricca e famosa band metal della storia...da questo punto di vista non ha nulla da invidiare a nessuno...
Tbone
Martedì 27 Novembre 2018, 16.46.03
99
Lisa stai tranquilla con tutti i batteristi che ci sono in giro non prendono di certo lui.
lisablack
Martedì 27 Novembre 2018, 16.33.54
98
Quoto Tbone..in paragone Bostaph è di un'altro pianeta, Lombardo poi è inarrivabile, speriamo sia davvero l'ultimo tour, perché se raccattano Lars son davvero alla frutta!
Tbone
Martedì 27 Novembre 2018, 16.08.48
97
Lars ha studiato poco ed è invecchiato male, 20 anni fa il fisico lo aiutava, adesso è pietoso.
ElectricVomit
Martedì 27 Novembre 2018, 16.08.12
96
@Tino #90: buona parte del pubblico pagante va a vedere i "classici", diciamo così, ed è pacifico. Ma Repentless non è una mia opinione che sia un album mediocre. Non aggiunge nulla a tutto quello che avevano fatto gli Slayer. E' una buona rimasticazione del noto, con un paio di perle in un mare di medietà - persino Piano Wire è insipida. Senza andare molto lontano, già paragonato con WPB il confronto è impari. Chi legge i miei commenti sa che WPB è uno dei cd degli Slayer che mi piace meno, soprattutto se paragonato a Christ Illusion, un'opera assai sottovalutata, ma basta la sola Psychopathy Red per spazzare via Repentless (album). La furia assassina di quel pezzo vale da sola il cd, e in meno di due minuti e mezzo ti dà un pugno in faccia che te lo ricordi per un bel pezzo. Ripeto, Repentless (canzone) è un'opener coi fiocchi, ma potrebbero suonare anche solo quella. E gli Slayer quasi sempre hanno centrato delle "istant-classic". Restando in tempi recenti, Disciple ne è un esempio eclatante.
Silvia
Martedì 27 Novembre 2018, 16.06.34
95
ma no tino che c'entra! Il cantante e' sempre l'elemento caratteristico, poi sono tutti discorsi che lasciano il tempo che trova, discorsi di se e ma. Jeff pero' e' stato il principale compositore, colui che ha dato forma alla personalita' degli Slayer. Questo e' un fatto invece
TheRealThing
Martedì 27 Novembre 2018, 16.04.20
94
Tbone ahh ho frainteso io ahaha, si allora se la metti così ti posso dare ragione (anche se, ripeto, ai tempi d'oro pestava come un forsennato e aveva comunque il suo stile)
tino
Martedì 27 Novembre 2018, 15.54.29
93
appunto quindi gli slayer sono tom araya con buona pace di jeff
Silvia
Martedì 27 Novembre 2018, 15.39.47
92
@tino, io non ci vedo proprio nessun altro alla voce negli Slayer.
Silvia
Martedì 27 Novembre 2018, 15.39.12
91
@Electric, come detto sono due approcci molto diversi, Dave va d'assalto come un carrarmato, invece Paul esprime la furia in modo diverso... es. quel terremoto di cassa che porta Dave sulla citata Disciple (trasformandola nel "suo" stile) Paul non lo ottiene e quelle variazioni sui piatti che fa Paul difficilmente verranno in mente a Dave. Alla fine e' proprio gusto infatti... Alla "Sacra triade" aggiungo anche War Ensemble... Non che Paul non la suoni bene (anzi!) ma se guardi le due drum cam nei rispettivi canali si nota proprio che sono due modi diversi di concepire il drumming pur nello stesso genere. Fra l'altro Dave ha aggiunto molta fantasia nel suo ultimo periodo con gli Slayer dal vivo, su disco era molto piu' "essenziale" imo
tino
Martedì 27 Novembre 2018, 15.24.19
90
Questo è un altro discorso. Che l’album sia appena sufficiente è un’opinione tua electric, magari anche vera ma anche no.Comunque da che mondo è mondo praticamente tutti i gruppi compongono roba nuova e questa diventa il volano per poi andarsi a risentire le vecchie hit, quindi secondo me ha poco senso andare a fare un confronto fra un nuovo pezzo e uno di trent’anni fa che comunque splende di luce propria, è stato metabolizzato in anni diversi, mentre un pezzo nuovo spesso gode di ascolti distratti e inappetenti. A primavera ad esempio sono andato a vedere i toto che avevano appena composto un bellissimo album di qualità sopraffina, ebbene questo album non è stato suonato e comunque la gente si scatenava con hold the line o africa o rosanna, ci stà, è la liturgia della celebrazione del passato, una distorsione evidente al giorno d’oggi ma impossibile negli anni 80 quando si ascoltava solo roba nuova e il passato di dieci anni era già vecchio. Che poi si possa cambiare un cantante è vero e magari gli slayer con jeff sarebbero potuti paradossalmente andare avanti bene senza tom araya, magari con un cantante simile, è un’ipotesi da non escludere.
ElectricVomit
Martedì 27 Novembre 2018, 15.18.23
89
Silvia #87: potrò sembrarti controcorrente ma la parti di Bostaph suonate da Lombardo mi piacciono meno rispetto a quelle di Lombardo suonate da Bostaph. Ripeto, per me Disciple come la suona Paul non ce n'è per nessuno. Ma prese le partiture singolarmente, è fuori di dubbio che in Dave le sfumature siano maggiori, e il lavoro fatto sulla "Santa Trinità" (RIB + SOH + SITA) resta clamoroso. Sull'uso del pedale sono d'accordo.
Tbone
Martedì 27 Novembre 2018, 15.10.51
88
The real thing, Era una battuta,inteso come reparto doppia cassa, nel senso che non è in grado, come uomo d'affari non si discute, ma a suonare x carità di Dio.
Silvia
Martedì 27 Novembre 2018, 14.50.50
87
@Electric #38, sono andata a rivedermi un po' di versioni di Disciple (bellissime! ), e questo mi convince del fatto che siano due batteristi totalmente diversi, non si potrebbero paragonare proprio in realta', e si vede anche che hanno diverso background. In sintesi mi trovo d'accordo con TheRealThing #62 "Bostaph è più "fine", "Lombardo invece è un uragano!" e in parte con Matocc #63 "Lombardo è batterista "di cuore"" giusto, mentre si vede che Bostaph "ha studiato" diremmo. Pero' sinceramente non so chi abbia piu' tecnica perche' anche se Bostaph va di finezze secondo me non ha il controllo di piede di Dave... /// Guardate le versioni di Disciple appunto nei rispettivi canali, io preferisco lo stile da terremoto e il tocco di Dave (anche come si muove in tutto il kit), pero' le variazioni di gran gusto e il "controllo di braccio" di Bostaph sono proprio emozionanti, anzi commoventi come dice Elluis ! Fra l'altro essendo drum cam sembrano due pezzi diversi x il diverso approccio che hanno i due. Che spettacolo pero' Magari saper suonare un decimo di quello che fanno...
ElectricVomit
Martedì 27 Novembre 2018, 14.26.13
86
La questione, per me, è un'altra: tutti sono sostituibili e rimpiazzabili se il progetto musicale va avanti con qualità. I Maiden sono andati avanti senza DiAnno (che a me piaceva di più). gli Exodus senza Souza (e che sia rientrato per me non è un valore aggiunto perché Dukes era potentissimo - per non parlare di Baloff), gli AC/DC senza Scott, ecc. Tutti possono essere rimpiazzati e sostituiti se di base è mantenuta la QUALITA'. Gli Slayer, oggigiorno, di qualità compositiva ne hanno poca e vivono di rendita. L'ho scritto altrove: quando hanno suonato When the Stillness Comes era evidente che non gliene fregava pressoché nulla a nessuno. Repentless ha di veramente valide la title track, che come opener spacca il culo, e You Against You. Le altre sono sufficienti. C'era stato il triplo del pogo con Jihad dieci minuti prima. E non perché When the Stillness Comes fosse una canzone lenta ma perché non è granché (vi ricordo che gli Slayer hanno composto Spill the Blood). Se gli Slayer continuano di questo passo rischiano di diventare come i Queen, che hanno avuto il coraggio di mettere in commercio quella "roba" chiamata The Cosmos Rocks. Ragazzi, è finita. I miracoli non accadono. E' stato bellissimo, che continuino pure a suonare in giro per qualche anno. Ma è finita. Anche perché sono furoi tempo massimo per cambiare ancora line-up e rimettersi in pista. Avrebbe avuto senso 25 anni fa. Ora no.
tino
Martedì 27 Novembre 2018, 13.46.22
85
Nessuno vuole sminuire il lavoro enorme e la memoria artistica di jeff che è indubbiamente uno dei più grandi artisti contemporanei e un fenomenale chitarrista, anzi non penso lo vogliano fare neppure i superstiti che gli tributano tutte le sere ogni onore, ma è comunque anche vero che la sua eredità artistica, i pezzi immortali che ha scritto, vengono portati avanti con efficienza anche dopo la sua scomparsa soprattutto perché chi ci mette comunque “la faccia” è indubbiamente tom. Anche se tom non è essenziale a livello artisitico e kerry king è molto inferiore, è vero anche che senza le interpretazioni e il carisma di tom il gruppo non sarebbe mai diventato quello che è. Il vero ago della bilancia è lui, come indubbiamente lo è bruce dickinson nei maiden nonostante l’importanza vitale di steve harris. Il gruppo può essere considerato finito da molti (ma non da me) dopo la prematura scomparsa del tapino, e sicuramente c’è tanto di vero,ma sulla carta, nella realtà vera, il gruppo chiude baracca quando Tom decide di dire basta perché l’unico di interprerare e rendere leggendari quei pezzi sera dopo sera è lui. Repentless sarà anche un microbo paragonato ai capolavori di jeff ma è slayer al cento per cento. .
tino
Martedì 27 Novembre 2018, 13.46.22
84
Nessuno vuole sminuire il lavoro enorme e la memoria artistica di jeff che è indubbiamente uno dei più grandi artisti contemporanei e un fenomenale chitarrista, anzi non penso lo vogliano fare neppure i superstiti che gli tributano tutte le sere ogni onore, ma è comunque anche vero che la sua eredità artistica, i pezzi immortali che ha scritto, vengono portati avanti con efficienza anche dopo la sua scomparsa soprattutto perché chi ci mette comunque “la faccia” è indubbiamente tom. Anche se tom non è essenziale a livello artisitico e kerry king è molto inferiore, è vero anche che senza le interpretazioni e il carisma di tom il gruppo non sarebbe mai diventato quello che è. Il vero ago della bilancia è lui, come indubbiamente lo è bruce dickinson nei maiden nonostante l’importanza vitale di steve harris. Il gruppo può essere considerato finito da molti (ma non da me) dopo la prematura scomparsa del tapino, e sicuramente c’è tanto di vero,ma sulla carta, nella realtà vera, il gruppo chiude baracca quando Tom decide di dire basta perché l’unico di interprerare e rendere leggendari quei pezzi sera dopo sera è lui. Repentless sarà anche un microbo paragonato ai capolavori di jeff ma è slayer al cento per cento. .
TheRealThing
Martedì 27 Novembre 2018, 13.32.30
83
Tbone 76 Lars non saprebbe gestire il reparto cassa ? Ma se è uno dei businessman più geniali della storia della musica!? Non parlo delle abilità musicali (che ai tempi d'oro manco erano basse in realtà, picchiava di brutto)
thrasher
Martedì 27 Novembre 2018, 11.05.39
82
A vitadathrasher se non c'era Jeff non c'erano nemmeno tutti i classici slayer... Araya insostituibile? Si ma credo che senza hanneman e con le composizioni mediocri di King gli slayer non sarebbero stati quelli di oggi... Jeff ha creato il suond slayer... Per me il suo apporto rimarrà sempre insostituibile
ElectricVomit
Martedì 27 Novembre 2018, 10.21.49
81
Lo dico con un pizzico di polemica, ma giusto un pizzico: mettere gli Obituary come opener è stato ingiusto. Meritavano almeno un'ora di show. Come minimo.
Painkiller
Martedì 27 Novembre 2018, 10.11.07
80
Mi è spiaciuto un sacco non poterci essere, una band che seguo ed amo dagli 80’s e che mi ha sempre regalato concerti pazzeschi. Unici
Vitadathrasher
Martedì 27 Novembre 2018, 9.35.09
79
commento70. Araya può cantare anche l'elenco telefonico. Non è uno di quei cantanti marci di oggi che growlano catarri. Anche su album in cui gli slayer hanno virato un po stile, la prova di Araya è sempre la più convincente a discapito di riff più deboli. Nessuno toglie l'apporto degli altri componenti, ma c'è chi è sostituibile e chi no.
Tbone
Martedì 27 Novembre 2018, 8.57.07
78
Dai raga non scherziamo, paragonare Lars a lombardo o a bostaph è come far correre un tetraplegico contro Bolt.
d.r.i.
Martedì 27 Novembre 2018, 7.38.16
77
Se vogliamo essere sicuri del tour di addio basta mettere Lars alla batteria nella data dell Hellfest e gli altri appenderanno gli strumenti al chiodo.
Tbone
Martedì 27 Novembre 2018, 7.33.35
76
Lars non saprebbe gestire nemmeno il reparto casse😁
lisablack
Martedì 27 Novembre 2018, 7.20.31
75
Lars negli Slayer..no, anche perché non potrebbe gestire "il reparto cassa" qui non prenderebbe le paghette di nessuno. Non è un posto adatto a lui..qui comanda Kerry King, 2 galli in un pollaio..non vanno! Si ho letto che suonano all'Hellfest, boh..sarà una bufala questa del tour d'addio?
HIRAX
Martedì 27 Novembre 2018, 0.46.44
74
23 giugno 2019 HELLFEST SLAYER
ObscureSolstice
Martedì 27 Novembre 2018, 0.43.41
73
Io Lars negli Slayer ce lo vedrei bene. Comunque Tom Araya è insostituibile. Poi bisogna vedere cosa escogita Kerry King che è pericoloso
HIRAX
Martedì 27 Novembre 2018, 0.25.42
72
SSSLLLAAAAYYYEEEEERRRRR
HIRAX
Martedì 27 Novembre 2018, 0.21.48
71
Concerto favoloso! Più che l'ultimo tour sembrava il primo! Anche se con questa faccio 'modestamente' 14 volte, ero estasiato come sempre... forse di più. Scaletta fantastica e finalmente un volume da SLAYER. Miglior band di sempre e l'hanno dimostrato di nuovo. Subito dopo il concerto ho pensato di andare in Svizzera a rivederli subito...
thrasher
Lunedì 26 Novembre 2018, 23.40.09
70
A vitadathrasher Tom è insostituibile ma se non ci fosse stato Jeff su che cantava Araya?
lux chaos
Lunedì 26 Novembre 2018, 23.25.57
69
Concerto magnifico, felice di avervi partecipato...una parte di me vorrebbe che andassero avanti dato il concerto strepitoso...sempre grandi Slayer
thrasher
Lunedì 26 Novembre 2018, 23.11.49
68
Per me il migliore batterista thrash rimarrà lars
Tbone
Lunedì 26 Novembre 2018, 21.58.52
67
Adesso qualcuno si offendera' ma io penso che tra lombardo e bostaph ci sia la fossa delle Marianne, non sto parlando di solo di tecnica
ElectricVomit
Lunedì 26 Novembre 2018, 21.35.37
66
Bostaph ha solo la sfortuna di essere venuto dopo Lombardo. Ma il lavoro che ha fatto in Divine Intervention è clamoroso.
Matocc
Lunedì 26 Novembre 2018, 21.12.50
65
Tra l'altro io adoro entrambi in egual misura
TheRealThing
Lunedì 26 Novembre 2018, 21.09.12
64
Matocc ecco esattamente hai centrato il punto, è una questione di background personale
Matocc
Lunedì 26 Novembre 2018, 21.01.23
63
Lombardo è batterista "di cuore" Bostaph ha studiato persino jazz e tecnicamente è superiore (che non vuol dire necessariamente essere migliore)
TheRealThing
Lunedì 26 Novembre 2018, 20.54.34
62
Silvia sisi, l'ho seguito e ho avuto anche il piacere di vederlo live e di stringergli la mano coi Suicidal Tendencies! Certamente nel corso degli anni è migliorato ancora di più e si è aperto ad altro, perché è un grande musicista e i grandi musicisti fanno così....diciamo che Bostaph è più "fine" ed elegante in linea di massima ecco...Lombardo invece è un uragano! 🤘
asimov
Lunedì 26 Novembre 2018, 20.46.08
61
io c'ero, è stato devastante e ne sono uscito pieno di dolori ma superfelice anche se qualche merdina insignificante si è divertita ad aprirmi lo zaino ed ho perso giacca di pelle(c'erano le chiavi del b&b!!!) e felpa dei cannibal col logo antico , quindi per nn morire assiderato ho dovuto raccogliere da terra, alla fine, un paio di felpe di qualcunaltro ...a parte questo, mille grazie alla mia band preferita di sempre, rabbia ed energia fatta musica, grazie SLAYEEEERRRRR!!!!!!!
Silvia
Lunedì 26 Novembre 2018, 20.40.35
60
@TheRealThing, hai seguito Dave nel dopo Slayer? Perché io penso che sia cresciuto tanto oltre a cimentarsi in vari generi. A me comunque il suo tocco piace tantissimo e come dico spesso a quei livelli sono batteristi tutti eccezionali comunque, la differenza la fa il gusto personale
TheRealThing
Lunedì 26 Novembre 2018, 20.34.26
59
Comunque beati voi che c'eravate! Gli Slayer sono l'unico Big 4 che non sono riuscito a vedere e forse neanche vedrò mai...speriamo che il tour vada avanti anche il prossimo anno e tornino...
TheRealThing
Lunedì 26 Novembre 2018, 20.29.10
58
Bostaph è un grandissimo batterista, rispetto a Lombardo tecnicamente è anche più dotato e versatile... però a livello di tocco Lombardo rimane sempre IL BATTERISTA degli Slayer secondo me...occhio, non sto dicendo che in assoluto Lombardo ha un tocco migliore di Bostaph (non è vero, Bostaph è anche più dinamico a mio parere) ma sto parlando solo dell' ambito Slayer. Lungi da me volermi lamentare del buon Paul eh, magari tutti i sostituti fossero come lui!
Silvia
Lunedì 26 Novembre 2018, 19.03.29
57
@Elluis sì ho visto il canale di Bostaph tempo fa e come dici tu è incredibile! Infatti quando dico che preferisco Hunting è solo una questione di (puro) gusto ! E x gli Slayer preferivo Lombardo perché era un po' il loro marchio di fabbrica. Fra l'altro non so se hai notato come entrambi "crescano" col passare del tempo, due veri professionisti./// Sì è vero anche ciò che dici su Gary, poteva non ambientarsi e King poteva risentire del continuo confronto ma Gary (penso anche x contratto a dire il vero...) è sempre rimasto un passo indietro e non perde occasione x omaggiare Jeff. Naturalmente poi come ho detto prima vedo pressoché impossibile che Tom Araya venga sostituito, non avrebbe senso
ObscureSolstice
Lunedì 26 Novembre 2018, 19.01.01
56
Per come Tom è rimasto a fissare il pubblico in visibilio da un punto all'altro del palco nel finale, forse è tutto finito veramente… non l'ho mai visto così emozionato in quel modo. Questo è sentimento, verso il proprio pubblico e la propria musica
Elluis
Lunedì 26 Novembre 2018, 18.44.12
55
Alla voce sì, Araya è sicuramente insostituibile, quello non si discute, ma non c'è solo lui...
Elluis
Lunedì 26 Novembre 2018, 18.41.09
54
@Silvia che Holt sia uno dei migliori chitarristi in ambito thrash non si discute, ma non bisogna dare per scontato che potesse andare bene negli Slayer, magari per questioni caratteriali e stilistiche avrebbe benissimo potuto rivelarsi una cattiva scelta per il sound degli Slayer invece integrandosi con gli altri (anche perchè si conoscono da una vita) la scelta è stata azzeccatissima. Lombardo invece per me rimarrà sempre il primo amore, un batterista come lui che all'epoca mi aveva sconvolto per il suo stile unico e inimitabile su Reign In Blood o Seasons..., è stato rimpiazzato da un altro drummer che a me piace da pazzi; un rullo compressore, preciso, veloce, un ottimo batterista, e in certe cose lo preferisco a Lombardo. Se hai del tempo libero vai a vederti la pagina Youtube di Paul Bostaph, ci sono un po di filmati fatti con le sue GoPro mentre suona i pezzi dal vivo, c'è di che commuoversi.
Vitadathrasher
Lunedì 26 Novembre 2018, 18.33.22
53
...e la discografia degli Slayer a chi la fai interpretare? Araya è l'unico insostituibile!!!! da sempre!!!!!
thrasher
Lunedì 26 Novembre 2018, 18.20.15
52
Angel, raining, chemical, black, war ensemble, South of, mandatory, season, dead skin, tutte made Jeff... Direi che basta
Heavy Metal Grin
Lunedì 26 Novembre 2018, 18.19.02
51
C'ero, purtroppo nell'anello C piuttosto distante dal palco. Impossibile rimanere seduti, ho seguito tutto il concerto in piedi in cima alla scalinata e non mi sono voluto perdere neanche un secondo. Della line-up impazzisco davvero solo per gli Slayer, nonostante apprezzi anche gli altri gruppi. Secondo me lo show è stato di grande livello e davvero non capisco chi si lamenta dei LoG che hanno fatto una performance paurosa. Certo, nulla in confronto agli Slayer che hanno devastato il palazzetto. Commovente anche il saluto di Tom, a testimonianza che esiste una vera identificazione reciproca tra gli Slayer e il pubblico metallaro. Il vuoto che lasciano è enorme ma questo deve spingere con ancora maggiore vigore a rivolgere l'attenzione ai, tanti, nuovi gruppi che suonano thrash di livello
Mulo
Lunedì 26 Novembre 2018, 18.16.05
50
Giusto chiudere,senza Jeff non si può andare avanti....Stiamo parlando dell'autore di Angel of death mica pizza e fichi..Anche perchè gli ultimi dischi in studio non son poi questa gran cosa a mio avviso.....
Silvia
Lunedì 26 Novembre 2018, 18.15.20
49
@Elluis ma infatti Gary si e' integrato perfettamente pero' secondo me proprio perche' non ha mai voluto soppiantare Jeff il suo stile resta molto imbrigliato e se lo ascolti con gli Exodus (la "sua" creatura) e' lontanissimo da Jeff secondo me. Che ti abbia convinto lo credo, e' uno dei migliori chitarristi thrash . Poi io sono affezionata a Lombardo, x me e' suo il drumming che ha caratterizzato gli Slayer, cosi' come gli altri 3 nei loro ruoli. Fra l'altro Jeff ha composto quasi tutti i pezzi storici
thrasher
Lunedì 26 Novembre 2018, 18.08.47
48
Jeff hanneman sono gli slayer... Giusto chiudere il tutto anche perché era ed è sempre stato il maggior compositore di classici della band
Elluis
Lunedì 26 Novembre 2018, 18.02.24
47
@Vitadathrasher non sono affatto d'accordo, gli Slayer sono loro, tutti e quattro insieme, ovvio che uno si "affeziona" ai vecchi membri (in realtà è noto che sia Kerry King a tenere insieme i conti della baracca), ma la line-up attuale è assolutamente degna di portare il nome della band. Gary Holt si è perfettamente integrato, ho visto già quattro volte gli Slayer con lui alla chitarra e mi ha sempre convinto, e non penso che gli sia mai venuto in mente di soppiantare Hannemann, mentre Bostaph è sempre stato un po il quinto membro degli Slayer, in tutti gli anni in cui è mancato Lombardo. Chi dice che gli Slayer sono finiti dopo che sono andati via Jeff e Dave, dice una grande cavolata, a volte semplicemente perchè non li ha mai ascoltati su disco o visti dal vivo con la nuova formazione.
Silvia
Lunedì 26 Novembre 2018, 17.54.58
46
Un travaso Slayexodus? Oh spero di no, io preferisco Tom Hunting e Lee Altus a King e Bostaph (sempre x il mio gusto), quindi spero che anche Zetro e Gary restino con gli Exodus. Fra l'altro il carisma di Tom penso sia difficilmente rimpiazzabile sul palco. X me già con la malattia di Jeff avrebbero dovuto smettere e in realtà Gary entrò in principio solo x alcuni mesi. Poi sappiamo che successe...
Vitadathrasher
Lunedì 26 Novembre 2018, 17.38.40
45
Gli Slayer dal vivo, penso sia una delle poche band che non mi ha mai deluso. Gli Anthrax dal vivo gli ho visti tre volte ma non mi fanno impazzire, i LOG non mi piacciano, ma live spaccano. Gli Slayer sono Araya, se Araya non ha più voglia ed ha altri interessi, acciacchi ecc. gli Slayer sono giustamente finiti qui. Sarebbe naturale un bel travaso Slayexodus con zetro, ma il nome Exodus significa anche meno cashè......Gli Slayer con un'altra voce fanno la fine dei queen.
angus71
Lunedì 26 Novembre 2018, 17.25.01
44
con la fuoriuscita di Dave hanno perso, secondo me, qualcosa. mi tengo buono il clash of titans. giusto smettere.
lisablack
Lunedì 26 Novembre 2018, 17.23.23
43
Mah speriamo sia l'ultimo, me lo auguro per loro. Hanno dato tantissimo, adesso anche se pensano un po' alla loro vita, ad altro non è poi così male. Per un musicista penso sia un trauma smettere, però è un passo inevitabile, da accettare, e poi chissà.. Magari hanno bisogno solo di una pausa, può capitare..da fan mi dispiace tantissimo, se ragiono a mente fredda penso che vanno per i 60 anni e giustamente possono essere un po' stanchi di questa vita, che è dura da tirar avanti..poi non dimentichiamo che l'assenza di Jeff è un grande vuoto.
No Fun
Lunedì 26 Novembre 2018, 17.10.47
42
Io li vidi soltanto due anni fa a Milano con i Carcass... non so come fu quel concerto rispetto ad altri degli Slayer, so soltanto che per me furono micidiali, un carro armato tagliente e spaventoso, rimasi a bocca aperta per un'ora e mezza come un deficiente, mi sono sentito un moscerino di fronte alla potenza degli Slayer...
Grezzo
Lunedì 26 Novembre 2018, 16.44.31
41
Io ricordo che fin dall inizio mesi fa è stato pubblicizzato come tour d'addio degli Slayer.
tino
Lunedì 26 Novembre 2018, 16.44.28
40
cioè non è che debbano dimostrare nulla, suonano quello che creano e hanno creato, è una liturgia che viene vissuta tra un musicista e i loro fans, non è una gara per raggiungere chissà quali risultati, si può anche vivere di rendita di posizione ma non mi sembra sia il loro caso.
Area
Lunedì 26 Novembre 2018, 16.24.02
39
Per cui era l'ultimo concerto degli Slayer? Se così fosse sarebbe pure giusto in un certo senso. Cos'hanno da dimostrare ancora? In realtà é colpa mia se ragiono così, perché non sono mai stato per davvero un loro devoto, sono tra i pochi (?) a cui é piaciuto quasi solo Reign in Blood in quel lontano anno 2000... Ma comunque ebbi modo di vederli a Rho nel 2011 confermo che dal vivo sono paurosi.
ElectricVomit
Lunedì 26 Novembre 2018, 14.42.27
38
#37: parlando di Disciple le differenze sostanziali sono due: Lombardo tiene il ritmo sul ride mentre Bostaph sul crash; i cambi tempo Lombardo li fa con passaggi tra rullante e tom mentre Bostaph quasi esclusivamente con rullate sul rullante. Hai due effetti diversi. Per Disciple lo stile di Lombardo è troppo "pulito". Rende la canzone meno assassina.
Silvia
Lunedì 26 Novembre 2018, 14.31.04
37
@Electric non mi ricordo le differenze di stile su Disciple, lo riascoltero' live con Bostaph. Lombardo nel 2011 era fenomenale comunque con gli Slayer perché arricchì i pezzi con più fantasia rispetto ai dischi/// È vero lo stile da solista di Gary con gli Slayer non c'entra molto imo e infatti se notate gli assoli di Jeff che rivisita a modo suo sono veramente... strani . Negli Exodus comunque lo aspettiamo con trepidazione, dai che il nuovo album è in ritardo...
tino
Lunedì 26 Novembre 2018, 14.20.16
36
tutto dipende da tom araya, è lui che da le carte, gli altri possono solo sedersi e aspettare. Penso anche che ormai i tre king paul e gary abbiano consolidato un legame artistico e umano difficile da archiviare quindi presumibilmente ci saranno nuovi cantieri in apertura, bisognerà vedere chi canterà cosa, ma l'eredità slayerana è tutt'altro che archiviata
ObscureSolstice
Lunedì 26 Novembre 2018, 14.16.35
35
Non credo che sia l'ultimo concerto degli Slayer. Andranno avanti, la gente ha risposto bene al richiamo "ultimo concerto" appunto c'era il pienone in un palazzetto. Non può essere un concerto memorabile, tutti sono sempre memorabili soprattutto con la formazione originale (l'ultimo concerto dei Zeppelin dove c'era il figlio di Bonzo era irripetibile? proprio no.) anche se, voce di Tom in formissima, a vederlo dal tubo la potenza della sua voce fa saltare il subwoofer e l'impianto, Kerry King devasta sempre a colpi di riff come un falegname, l'unico che non trovo bene al suo posto è Holt, non ci azzecca proprio niente con gli Slayer e il loro stile. Accettabile, ma forse e' meglio se torna negli Exodus. Mentre sempre forte il grande Paul Bostaph che ha fatto parte delle migliori band esistenti. Per quanto riguarda i Lamb of God a me non dispiacciono soprattutto live e li preferisco più ad altri più blasonati nel loro genere
ElectricVomit
Lunedì 26 Novembre 2018, 13.43.12
34
@Silvia #32: onestamente gli In Flames li ho ascoltati molto poco e Come Clarity è uno dei pochi cd che mi sia piaciuto. Non posso esprimermi oltre. Ma live ammetto abbiano spaccato. L'ultima volta che ho visto gli Slayer con Lombardo è stato a Padova nel 2011, al Teatro Geox. Un concerto surreale: c'era pochissima gente (era un lunedì se non ricordo male), i Megadeth hanno fatto veramente schifo (una performance di una mollezza clamorosa, con Dave che non aveva un filo di voce e suonava una doppio-manico amplificata di merda) e gli Slayer che ce l'hanno messa tutta (Dave come sempre una macchina da guerra) ma che sono stati penalizzati da un'acustica vergognosa. Bostaph, la scorsa settimana, è stato violentissimo. L'unica canzone in cui ha avuto qualche titubanza è stata Jihad. Ma quando ha suonato Disciple, DIttohead e Payback è stato clamoroso. Amo Dave immensamente, ma come la suona Bostaph Disciple non ce n'è per nessuno.
Elluis
Lunedì 26 Novembre 2018, 13.09.15
33
@tino ovviamente tiro ad indovinare, ma dato che gli Slayer saranno in Europa nell'estate 2019, la speranza è l'ultima a morire. Dato che sono già annunciati e confermati all'Hellfest, al Download, e in alcune altre date a giugno, non vedo perchè non fare una capatina in Italia.
Silvia
Lunedì 26 Novembre 2018, 12.33.53
32
Io penso che magari non faranno piu' i tour a tempo pieno, penso sia cio' che disturbi Tom... /// @Electric, gli In Flames diciamo fino a "Soundtrack to Your Escape" rientrano fra i miei gruppi preferiti, quel tour fu spettacolare anche se mancava Jesper e a dire il vero furono loro il motivo principale x cui andai alla Unholy Alliance quell'anno e mi entusiasmarono quel giorno... ma gli Slayer almeno a Londra quasi tirarono giu' il locale x la potenza e la carica con cui suonarono . Ricordi fantastici, fra l'altro fu una grande emozione sentire il mio idolo Lombardo e rendermi conto che anche dal vivo era una furia . Voi scrivete di esservi commossi in questa occasione, a me capito' allora! Comunque eccellente anche Paul Bostaph in questo tour da quel che ho sentito
tino
Lunedì 26 Novembre 2018, 11.56.02
31
Elluis mi ha messo la pulce nell’orecchio. Non ci spero tanto ma se slayer fossero headliner al castello di villafranca la prossima estate sarebbe veramente una bellissima notizia perché sarebbe un contesto perfetto. Mi spaventano i numeri di una eventuale loro presenza perché non avrei mai creduto che riuscissero a ripempire il forum d’assago, il castello scaligero è abbastanza grande come locazione ma temo il pienone anche perché la zona di verona e del vicino lago di garda, specie in estate, è piena di turisti stranieri e quindi oltre ai fan autoctoni ce ne sarebbero inevitabilmente anche di non italiani. Staremo a vedere ma ancora non credo che sia una vera fine di questo gruppo.
ElectricVomit
Lunedì 26 Novembre 2018, 10.46.08
30
#22: ricordo quando vidi gli Slayer nel 2006 all'Unholy Alliance 2 e rimasi impressionato dagli In Flames, che portavano in tour Come Clarity (album che reputo splendido). Purtroppo è stata l'ultima volta che li ho visti con Jeff.
lisablack
Lunedì 26 Novembre 2018, 10.45.51
29
Tanto prima o poi tutti si ritirano, tutti vanno in pensione..l'importante è che il genere vada avanti e ci andrà' lo stesso. Anzi può essere un bene, che ci sia un ricambio generazionale, bisogna rendersi conto che i grandi nomi del passato, il loro meglio ,l'hanno già avuto..
Silvia
Lunedì 26 Novembre 2018, 10.34.09
28
@Electric, si' da altri commenti penso fosse un'impressione data dai video.../// Sono d'accordo con Lisa, il pensare che tutto si fermi ora mi ricorda i discorsi "disfattisti" dei rockettari di fine anni 70 e poi sappiamo com'e' andata . Io non c'ero ma ho letto tante interviste e sentito pareri di ragazzi piu grandi/// @Elluis, anch'io li ho visti alla Unholy Alliance a Londra e ho avuto le stesse impressioni tue (gusto personale, idem x i Children of Bodom).
lisablack
Lunedì 26 Novembre 2018, 9.45.29
27
Ma no..finisce un'era come giusto che sia. Se smettono gli Slayer, per me, è la cosa più giusta, di band valide ce ne sono oggi, rimpiangere i favolosi anni 80 serve a poco..andiamo avanti è meglio. E poi i vecchi album possiamo ascoltarli fin quando ci pare..la musica resta su tutto no?
thrasher
Lunedì 26 Novembre 2018, 9.24.10
26
Metal shock concordo pienamente sta finendo un era e ci rimarranno solamente i figli di questi supergruppi che ahimè non ne valgono nemmeno la metà dei padri...
thrasher
Lunedì 26 Novembre 2018, 9.20.24
25
Si electric concordo mi sembrava di tornare indietro nel tempo alla tournée con gli Exodus nel 85... Si era da tempo che non vedevo un pubblico coinvolto così, ora in generr stanno tutti imbambolati con i cellulari
ElectricVomit
Lunedì 26 Novembre 2018, 6.26.57
24
Silvia #17: ti garantisco che il pubblico non era moscio, anzi. Già con gli Obituary, che ripeto sono stati grandissimi, la gente se ne dava di santa ragione. È stata un'ascesa. Pur non amando i LoG ti garantisco che con Walk with me in Hell il pubblico era un'onda che si muoveva a tempo. Poi con gli Slayer è stato il delirio.
Metal Shock
Lunedì 26 Novembre 2018, 5.20.15
23
Sta finendo un'era, è stato meraviglioso ma bisogna girare pagina ed andare avanti.
Elluis
Lunedì 26 Novembre 2018, 0.26.21
22
Vorrei poter esprimere le mie impressioni su questa serata storica: gli Obituary purtroppo li ho mancati, impegni personali improrogabili mi hanno trattenuto e sono arrivato solo mentre gli Anthrax stavano già eseguendo Caught In a Mosh. Scott Ian e soci hannofatto uno show spettacolare, come ogni volta che li ho visti, sono una delle poche band che ho visto che non mi hanno mai deluso, energici, divertenti e precisissimi, davvero una grande band. I Lamb Of God li avevo già visti un paio di volte, nel tour di Unholy Alliance di 12 anni fa insieme agli In Flames e Slayer e a un Gods Of Metal di qualche anno fa (forse a Rho Fiera). Non mi avevano mai particolarmente impressionato, e ho avuto la conferma che il loro genere proprio non mi prende, anzi confesso che dopo 2 o 3 pezzi ne avevo già abbastanza. Mi spiace ma alla fine li ho trovati proprio pallosi, opinione personale. Gli Slayer sono stati mostruosi come sempre, Araya finalmente l'ho visto in gran forma, e il resto della band è stato eccellente come sempre. Molto bello anche lo show con tutte le fiamme, i cambi di fondale, e la scenografia bella tamarra come doveva essere. Gli ultimi anni li ho sempre visti all'Alcatraz, e sinceramente vederli al Forum di Assago, pieno solo per loro è stato davvero bello, mi è sembrato di tornare ai tempi dei primi tour quando riempivano il Palasharp. Una serata storica, davvero bella, che ricorderò sempre con gran piacere, anche se non credo che sarà l'ultima volta che vedremo Kerry King e soci in Italia: tra qualche giorno annunceranno gli healiners del Rock the Castle a Villafranca di Verona, vogliamo scommettere?
Silvia
Domenica 25 Novembre 2018, 23.24.33
21
È vero @Angus ma in questo caso potevano preferire due pezzi "loro". C'è da dire che la cover di Got the Time è molto personale (bellissima !)
Angus71
Domenica 25 Novembre 2018, 22.52.12
20
Non c'ero. Però, sia antisocial che got the time, sono classiconi anthrax.
tino
Domenica 25 Novembre 2018, 22.51.46
19
Più che altro l'assenza di madhouse e im the law
Silvia
Domenica 25 Novembre 2018, 22.34.05
18
Comunque gli Anthrax hanno pezzi pazzeschi, mi chiedo perche’ inserire due cover in una scaletta cosi’ breve 🤔
Silvia
Domenica 25 Novembre 2018, 22.31.37
17
Proprio il caso di dire... beato chi c’era! 3 gruppi che adoro (Slayer, Anthrax e Obituary) e uno dei miei chitarristi preferiti (Holt), un grande spettacolo di sicuro! 😃 Anch’io ho pensato che il pubblico fosse moscio vedendo i video comunque... 🤔@duke, i LOG sono un grandissimo gruppo oggi @rik, è vero, anche a me viene un senso di nostalgia, come hanno detto in tanti, un pezzo di giovinezza che se ne va...
tino
Domenica 25 Novembre 2018, 18.55.56
16
peccato non esserci stato per gli slayer che forse non torneranno con questo nome ma dubito ci sarà una pensione in vista nemmeno per tom..staremo a vedere cosa fara kerry. Comunque anche io non sono fan dei lamb of god ma se sono in alto in scaletta è perchè evidentemente hanno più seguito dei due prima, purtroppo le scalette non tengono conto del blasone ma della popolarità, ormai è risaputo.
Bestial Invasion 98
Domenica 25 Novembre 2018, 17.29.54
15
Concerto bellissimo, mi sono visto tutti e 4 e mi sono divertito con tutte le band, persino con i LOG che non sono nemmeno un loro fan. Ero nel settore B e vedevo da dio, il pubblico si è fatto sentire dall'inizio alla Fine, ovvio, con gli Slayer... Il Delirio!!! Si, quando il concerto è finito ammetto che una piccola lacrimuccia mi è scesa.
duke
Domenica 25 Novembre 2018, 17.14.00
14
grande concerto.....non capisco perché i lamb hanno suonato dopo obituary ed anthrax .....assurdo.....
Soulreaper
Domenica 25 Novembre 2018, 15.18.49
13
Concerto stratosferico, tutte le band erano in pallissima e non hanno sbagliato un colpo (purtroppo non ero sotto il palco ma avevo comunque una visuale pazzesca dalla tribuna a sinistra del palco). Gli Obituary sono stati forse un po' statici ma hanno compensato con una potenza sonora da paura, con Find the Arise ci stavo rimettendo il collo! Gli Anthrax hanno sprigionato un'energia pazzesca anche se tra le quattro band sono quelli che ascolto di meno, mi sono divertito un sacco. Con i Lam of God sono di parte, ma secondo me hanno eseguito una performance seconda solo a quella degli Slayer, le loro canzoni hanno un grandissimo tiro dal vivo, soprattutto Walk With Me In Hell. Per gli headliner invece nessuna parola riesce a descrivere bene ciò che ho provato, visto che per me era la prima e forse l'ultima volta che li vedevo dal vivo (per motivi puramente anagrafici): tutti e quattro hanno profuso anima e corpo per dare vita ad uno show che non dimenticherò facilmente. Ultima cosa mi è dispiaciuto un sacco non aver visto Dave dietro alle pelli, se questo è veramente il tour d'addio. Ora andate, l'inferno vi attende! \m/ FAREWELL LEGENDS!
Devil1
Domenica 25 Novembre 2018, 14.29.20
12
Concerto epico: Obituary coinvolgenti, Anthrax in palla, LoG non li considero, Slayer formidabili, impressionati, pubblico delle grandi occasioni.. Emozione altissima per questo live di addio della più grande metal band di sempre. Ci mancherete. Tom Araya si our Elvis!
Nonno
Domenica 25 Novembre 2018, 14.16.59
11
Grandi emozioni con i 2/4 degli Slayer... ma non capisco perchè i LOG siano stati messi penultimi... Sarà l'età ma non capisco come un gruppo del genere abbia un tale seguito. Da schiavo del riff quale sono non ci trovo davvero nulla nei loro pezzi, opinione personale ovviamente, ci mancherebbe... Avrei dato molto più spazio alla storia (Anthrax e Obituary) anzichè ai ringraziamenti di Blythe ai Lacuna Coil... vedo un futuro grigio per il metallo mainstream...
thrasher
Domenica 25 Novembre 2018, 14.12.25
10
Il pubblico l ho visto molto coinvolto rispetto ad altri concerti più recenti visti, dove le priorità non sono gustarsi le bands ma star fermi con il cellulare in mano a far selfie e video da postare sui social per dire "io c'ero"... Ricordo di un concerto degli anthrax dove Scott Ian si arrabbio Con il pubblico perche quest ultimo non si divertiva e stava fermo con il telefonino in mano...
Rik bay area thrash
Domenica 25 Novembre 2018, 14.10.22
9
Fosse anche vero che con questo world tour gli slayer danno l'addio alla loro carriera musicale, intesa come slayer, resteranno sempre come una tra le più grandi e splendide band thrash di sempre. Sarà triste senza le loro nuove pubblicazioni, ma come ricordo ci restano i loro bellissimi album. Era il 1983 di show no mercy e ora il 2018 con il loro ultimo show in Italia. C'è una frase : too much, too soon. Troppo - troppo presto, si presta bene a questo ultimo show. Il tempo è trascorso troppo in fretta... 😪😪
simonefraskogene
Domenica 25 Novembre 2018, 14.05.52
8
Concerto a mio parere incredibile, Slayer in pallissima che ci hanno offerto un prestazione veramente maiuscola. In quanto alle band d'apertura non posso di certo lamentarmi, già gli Obituary hanno contribuito notevolemente a scaldare l'atmosfera. I LoG a mio parere sono stati fenomenali, doppietta finale da infarto.
ElectricVomit
Domenica 25 Novembre 2018, 12.24.44
7
Il pubblico non è vero che si è scaldato solo con gli Slayer. Già con Slowly We Rot c'era un pogo da paura. Ero a sinistra, sugli spalti, e vedevo gente volare dall'inizio alla fine. Personalmente i LoG non mi piacciono granché, ma Walk with me in Hell è stata clamorosa. Mi sarebbe piaciuto vedere i Testament al loro posto, ma è solo un gusto.
Carlos Satana
Domenica 25 Novembre 2018, 12.19.12
6
BertoHZ: " Lamb of god incredibile e incompresi". Assolutamente d'accordo... purtroppo. Meriterebbero molta più considerazione.
Matocc
Domenica 25 Novembre 2018, 12.18.05
5
@ObscureSolstice : non hai capito, ero lì quando si sono spente le luci e allora sono corso nelle prime file. @BertoHZ : a me non è sembrato proprio, stavo là davanti e sugli Anthrax volavo per aria
ObscureSolstice
Domenica 25 Novembre 2018, 12.15.05
4
come si fa a stare allo stand merchandise mentre ci sono gli Obituary?? ho visto un Tom molto toccato verso la fine... tripudio finale. Una chioma bionda dall'alto vi osserva, Slayer
BertoHZ
Domenica 25 Novembre 2018, 12.14.29
3
Concerto fantastico, pubblico imbarazzante... Si è scaldato solo con gli slayer, addirittura quando gli anthrax hanno chiesto un wall of death tutti fermi, una schifezza. Lamb of god incredibile e incompresi. Concerto incredibile pubblico deludente
ElectricVomit
Domenica 25 Novembre 2018, 11.44.04
2
Come ho scritto altrove, concerto commovente e cattivo. Araya sparato come non gli capitava da un po'. E molto molto molto bello il saluto finale. D'effetto ma minimale. Mi ha fatto sorridere quando Tom ha sbagliato un attacco su Hell Awaits ed è andato da Paul a chiedergli scusa portandosi le mani alla testa, della serie: "cazzo, ho sbagliato"! Tanto di cappello per aver suonato Payback, che adoro. E Gary mi ha fatto morire dal ridere quando suonava e beveva. Alla fine una mezza lacrima mi si è formata, ma non è scesa. Meglio tenersi certe cose dentro. PS: Obituary da paura.
God of Emptiness
Domenica 25 Novembre 2018, 10.27.03
1
Concerto epico. Slayer inarrivabili, posso dire: ANCH'IO C'ERO!!!!
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Lamb Of God
Clicca per ingrandire
Lamb Of God
Clicca per ingrandire
Lamb Of God
Clicca per ingrandire
Slayer
Clicca per ingrandire
Slayer
Clicca per ingrandire
Slayer
Clicca per ingrandire
Slayer
Clicca per ingrandire
Slayer
Clicca per ingrandire
Slayer
Clicca per ingrandire
Slayer
Clicca per ingrandire
Slayer
Clicca per ingrandire
Slayer
Clicca per ingrandire
Slayer
Clicca per ingrandire
Slayer
Clicca per ingrandire
Slayer
Clicca per ingrandire
Slayer
Clicca per ingrandire
Slayer
Clicca per ingrandire
Slayer
Clicca per ingrandire
Slayer
Clicca per ingrandire
Slayer
Clicca per ingrandire
Slayer
Clicca per ingrandire
Slayer
Clicca per ingrandire
Slayer
ARTICOLI
25/11/2018
Live Report
SLAYER + LAMB OF GOD + ANTHRAX + OBITUARY
Mediolanum Forum, Assago (MI), 20/11/2018
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]