Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Selvans
Faunalia
Demo

Bullet Ride
The Choice
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

21/11/18
MADDER MORTER
Marrow

23/11/18
ACCEPT
Symphonic Terror – Live at Wacken 2017

23/11/18
SINBREED
IV

23/11/18
SONS OF LAZARETH
Blue Skies Back To Grey

23/11/18
EMBRYONIC CELLS
Horizon

23/11/18
CORPSESSED
Impetus of Death

23/11/18
UNEARTH
Extinction(s)

23/11/18
KALIDIA
The Frozen Throne

23/11/18
TRAGODIA
Before the Fall

23/11/18
WARPATH
Filthy Bastard Culture

CONCERTI

20/11/18
SLAYER + LAMB OF GOD + ANTHRAX + OBITUARY
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

21/11/18
MUDHONEY + PLEASE THE TREES
LOCOMOTIV - BOLOGNA

22/11/18
MUDHONEY + PLEASE THE TREES
LARGO VENUE - ROMA

23/11/18
MUDHONEY + PLEASE THE TREES
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

23/11/18
METHEDRAS
THE OLD JESSE - SARONNO

23/11/18
CORELEONI + UNDERSKIN + REDEEM
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

23/11/18
PUNITION BABEK + LAST RITES + ASTRAL FIRE
EXENZIA - PRATO

24/11/18
TESSERACT + BETWEEN THE BURIED AND ME + PLINI
CAMPUS INDUSTRY MUSIC - PARMA

24/11/18
ASPHYX
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

24/11/18
NOTHING
LOCOMOTIV - BOLOGNA

Gore Beyond Necropsy - Noise-a-Go-Go
03/11/2018
( 252 letture )
Per un’unica ragione, soltanto un’unica ragione, questo album non è un album da bocciare.
Non sarei onesta se lo facessi.
E la ragione questa volta non andrà ricercata nel sound, nella musica, nell’espressività, nella tecnica.
In Noise-a-Go-Go non c’è nulla di tutto questo.
59 microtracce (la più lunga: 1’18’’) di indigestione.
59 microtracce di rumore scriteriato privo di gusto.
59 microtracce di poltiglia insalubre, una sbobba malsana deforme e disgustosa. E sì che la sporcizia sonora, quella oscura e stomachevole mi ha sempre attratta. Ma qui: mi fermo.
Eppure.
Eppure, per quell’unica ragione, quest’album va vissuto. Almeno una volta soltanto (e no, garantisco io: non ci sarà una seconda volta).
La sezione chitarristica è incomprensibile, si riescono a isolare al massimo una decina di riff su 25 minuti di album. Potenza c’è, tanta, ma è una potenza vomitata senza alcuna definizione.
Batteria. Anche in questo caso la batteria non è riconoscibile, se non in qualche passaggio dove si riesce a distinguere il charleston, rullante e la grancassa.
La voce è un liquame pastoso pieno di grumi, privo di qualsiasi cura esecutiva.
Gli unici spazi umani che possiamo ritrovare qui dentro sono gli intro e gli outro: scelte del tutto casuali prese da trasmissioni radiofoniche degli anni ’50, estratti di programmi televisivi americani, senza alcuna logica né connessione con le liriche.
Tutto questo stress sonoro, questo vuoto totale di melodia è tenuto insieme da una produzione indegna, grossolana. Un mixaggio che spegne la luce su ogni strumento, lo soffoca, lo ottura sotto una palude ripugnante. Tuttavia, questo lavoro di mastering (assunto che ci sia stato un lavoro di mastering) riesce ad arricchire il sudiciume di questo rilascio.
Ed eccola, l’unica ragione: l’intenzione.
Quest’album si propone con l’intenzione di essere un gioco, uno scherzo tra amici che vogliono divertirsi e spingere l’acceleratore oltre ogni limite, per vedere che succede dall’altra parte, dove ci siamo noi ad ascoltare.
Ed è così: è un lavoro tanto assurdo quanto divertente, folle, inaccettabile, spassoso: non c’è nessun motivo per cui qualcuno debba avere voglia di ascoltare quest’album, eppure è talmente alienato e squilibrato e delirante e freak che una volta iniziato, non riesci a fermarlo.
E tutto l’umorismo e la presa in giro la leggi già dai titoli dei pezzi: Poultry Within, Cock Rock Assholes, Cock Rock Roach, Harshit Shock e via dicendo.
Ed è vero, in quest’album non si potrà trovare nulla, assolutamente nulla che abbia le lontane sembianze del valore musicale: è tutto mostruosamente brutto, sottosviluppato e fatto male.
Ma: se ci fermiamo a pensare che lo stesso gruppo ha autodefinito il proprio stile “analdrillinggrind harshit core”, realizziamo senza dubbio alcuno la ragione, l’unica ragione per cui vale la pena ascoltare quest’album, l’unica spiegazione che fa funzionare questo lavoro : l’ironia. Gemma rara in un genere così estremo, oltre i limiti del più classico grindcore.
Da collezionare e non riascoltare.



VOTO RECENSORE
65
VOTO LETTORI
0 su 0 voti [ VOTA]
gianmarco
Domenica 4 Novembre 2018, 11.53.19
3
sentito spassoso .Voto 9 .
Irastrana
Domenica 4 Novembre 2018, 8.14.13
2
Esatto gianmarco: nel 2005, 7 anni dopo questa release, i giapponesi Gore Beyond Necropsy cambieranno monicker in Noise-a-Go-Go's. Che ne pensi dell'album?
gianmarco
Domenica 4 Novembre 2018, 3.28.23
1
Sono giapponesi e hanno cambiato monicker . Gore Beyond Necropsy-Noise a Go Go's .
INFORMAZIONI
1998
Relapse Records
Grindcore
Tracklist
1. Intro
2. Faecal Gore Gore Attack!
3. Chain Of Torture
4. Horrendous Nazi Infection
5. Gore Gore Warscars
6. Mild Shit Taste
7. Brainwashed Media's Slave
8. Garbage In Sewage
9. Sulfuric Acid Dream
10. Poultry Within
11. Kill The Cock Rock Greedy Hog!
12. Intro
13. Dead Dog Idolization
14. Fartstorm
15. Deaf, Dumb, Blind
16. Filth Sounds Of Hatred
17. Cock Rock Assholes
18. Gurgling Spiral Repulsion
19. Global Tumor
20. Negative Thoughts Whirling Around
21. Born Deformed
22. Raping The Arse
23. Cock Rock Roach
24. Trash Of Hemorrhoids
25. Mindplague
26. Puke Yourself
27. The Worst Shit In The World
28. Boiling Detestation
29. Noise-A-Go Go!!
30. Intro
31. Arsebleed
32. Horrendously Analdrilled
33. From The Cradle To The Grave
34. Dead Life Goes On
35. Subliminal State Control
36. Cock Rock Incineration
37. Pain To Be Slain
38. Shittier Than Shit
39. Instant Necropsy
40. Power Of Media Arrogant Mass Control
41. Uncleanly Devoured Visions
42. It's The Gore Gore Goreality
43. Intro
44. Human BBQ Burning Hell
45. Stench Of Carnage - Gore Gore Goreality Stinking Holocaust
46. Scream In The Bottle
47. Corporate Gouls
48. Driller Killer From Outer Space
49. Disease Bondage
50. The End Of Life
51. Intro
52. Bad Taste Grotesqueen
53. Divine's Dead
54. Grudge
55. Harshit Shock!
56. Chaos, Disorder & Confusion
57. Steaming, Bubbling Cadaverous Odor
58. Shitgobbling Hate Generation
59. Outro
Line Up
Mamoru (Voce)
Akinob (Voce, Basso)
Kiyonob (Chitarra)
Hayato (Batteria)
Hironori (Noise)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]