Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Phil Campbell
Old Lions Still Roar
Demo

Pinewalker
Migration
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

21/11/19
SIGNUM REGIS
The Seal Of A New World

21/11/19
DUST
Breaking The Silence

22/11/19
LINDEMANN
F & M

22/11/19
CRYPTIC BROOD
Outcome of Obnoxious Science

22/11/19
BLOOD INCANTATION
Hidden HIstory of the Human Race

22/11/19
LORD MANTIS
Universal Death Church

22/11/19
AVATARIUM
The Fire I Long For

22/11/19
BLOOD EAGLE
To Ride In Blood & Bathe In Greed - Part III

22/11/19
BLOOD INCANTATION
Hidden History Of The Human Race

22/11/19
CRYSTAL VIPER
Tales of Fire and Ice

CONCERTI

20/11/19
AMON AMARTH + ARCH ENEMY + HYPOCRISY
ALCATRAZ - MILANO

21/11/19
SKID ROW + HOLLOWSTAR
PHENOMENON - FONTANETO D/AGOGNA (NO)

22/11/19
EARTH + GUEST
BLOOM - MEZZAGO (MB)

22/11/19
SKID ROW + HOLLOWSTAR
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

22/11/19
HEIDEVOLK + GUESTS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

22/11/19
STRANA OFFICINA + COLONNELLI
THE CAGE THEATRE - LIVORNO

22/11/19
HADDAH + GUESTS
OFFICINE SONORE - VERCELLI

22/11/19
SAKEM + GUESTS
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

23/11/19
EARTH
TPO - BOLOGNA

23/11/19
HELLUCINATION + JUMPSCARE
PHOENIX FEST - CAMERINO (MC)

Cheap Trick - Heaven Tonight
19/10/2019
( 577 letture )
I Cheap Trick nascono ufficialmente nel 1974 a Rockford, Illinois anche se il chitarrista Rick Nielsen ed il bassista Tom Petersson avevano già suonato assieme nei Fuse, producendo addirittura l'album omonimo nel 1970 sotto l'egida della Epic. Nonostante lo scarso successo di quel disco la label porterà fortuna ai due, poiché qualche anno dopo, precisamente nel 1976, assieme al cantante/chitarrista Robin Zander ed al batterista Bun E. Carlos, verranno notati dal produttore degli Aerosmith, Jack Douglas, il quale avrà la brillante idea di fargli ottenere un contratto proprio con la Epic. Di lì in poi la loro sarà un'escalation verso il successo che colmerà col live registrato il 28 e 30 aprile 1978 al Budokan di Tokyo, pubblicato prima in Giappone e poi negli Stati Uniti. Sempre in quell'aprile esce il terzo capitolo in studio della loro discografia cioè Heaven Tonight. L'album è principalmente hard rock seppur con varie digressioni nel pop e nella new wave, ma la cosa fondamentale è che possiede brani indovinati sia a livello di songwriting, sia per quanto riguarda le esecuzioni.

Se l'opentrack Surrender è scelta come singolo di lancio è solo perché ammaliante, in grado di attirare il maggior numero di fan possibili e di entrare nella Billboard per la sua orecchiabilità, ma all'interno del disco vi sono canzoni spettacolari come On Top of the World e Auf Wiedersehen, rese oscure dal basso elettrico a 12 corde di Petersson, utilizzato peraltro per la prima volta in assoluto in una sala d'incisione. I refrain di chitarra sono sempre perfetti, risaltanti la cupezza del brano nel primo caso e la spassionata potenza hard rock nel secondo. Il rock'n'roll scalmanato prende piede sulla leggera cover di California Man dei The Move e sulla suadente High Roller, definibile come una rivisitazione americana dei Rolling Stones. Sulla stessa lunghezza d'onda pure la divertente On the Radio con tanto di finale narrato e strumentale niente male e la garage Stiff Competition; il fatto che presenti un breve passaggio melodico ben dosato non fa altro che accrescerne il valore. La forza di tutte queste tracks sta nei ritmi forsennati e nell'energia sprigionata dai vari membri della band, autori di performances notevoli. Discorso a parte meritano la splendida titletrack (una marcia celebrativa lenta e solenne dal finale esemplare) e How Are You, una canzone boogie-woogie irresistibile.

Indubbiamente ci troviamo di fronte ad un prodotto tecnicamente superiore alla media, il quale risente di buone idee anche in fase di registrazione da parte del producer Tom Werman, in particolare del buon uso che si fa delle tastiere e di ulteriori effetti. I refrain di chitarra risultano convincenti e trascinanti, i ritmi sono incessanti ed il basso dona quel quid in più che rende esaltante Heaven Tonight.



VOTO RECENSORE
88
VOTO LETTORI
85 su 2 voti [ VOTA]
Rob Fleming
Lunedì 21 Ottobre 2019, 17.47.54
17
Hai ragione @Area, tutto torna. Infatti, i Cheap Trick divennero famosissimi nel resto del mondo dopo la pubblicazione del Live in Budokan in Giappone.
Area
Lunedì 21 Ottobre 2019, 14.56.04
16
@Rob Fleming, Diverse musichette dei videogiochi Jappo (i dominatori del mercato) degli anni 90 sono dei remix o comunque degli omaggi di pezzi molto famosi presi da film, album di grande successo ecc...
Area
Lunedì 21 Ottobre 2019, 14.51.48
15
@Rob Fleming, Street Fighter é un videogioco Giapponese, paese in cui i Cheap Trick come tanti gruppi Rock registrarono pure un famoso album dal vivo... direi che tutto torna. Comunque confrontale e vedrai.
Rob Fleming
Lunedì 21 Ottobre 2019, 14.32.59
14
@Area: non lo sapevo. Ma se Ken era il rappresentante degli USA e la canzone a lui associata era quella dei Cheap Trick ti fa capire tanto su quanto e come viene considerato il gruppo in America
Area
Lunedì 21 Ottobre 2019, 13.44.15
13
@Rik bay area thrash, Già solamente In Colour a partire dalla mitica ed iconica copertina con i due membri "Belli" della band é stato di per se influente per la scena Hard Rock anni 80 che fosse Hair o AOR. Comunque in Italia i dischi di questa band penso che arrivassero proprio perché negli States vendevano milionate di dischi....
SkullBeneathTheSkin
Lunedì 21 Ottobre 2019, 13.05.22
12
@Galilee: ma dai? chi la fa l'aspetti...
Galilee
Lunedì 21 Ottobre 2019, 12.59.28
11
La mia era una battuta per Skull.
Area
Lunedì 21 Ottobre 2019, 12.55.10
10
@Galilee, Underground?? Questi facevano Hard Rock o Power Pop che di si voglia e vendevano milioni di copie... sul Glam condivido, insieme ai Montrose, Kiss, Alice Cooper, NYD e Van Halen sono tra i gruppi Americani che hanno ispirato la roba anni 80 Hair/Glam e AOR.
Area
Lunedì 21 Ottobre 2019, 12.53.09
9
Ooooooooh finalmente! Un classico dei Cheap Trick! Spero che facciate la recensione anche di "In Color" prima o poi. Comunque cosa dire? Bellissimo! @Rob Fleming, non so se lo sai o te ne sai mai accorto ma la theme song di Ken in Street Fighter II é la loro Mighty Wings presente sulla colonna sonora di Top Gun.
Galilee
Sabato 19 Ottobre 2019, 18.17.17
8
Grande band. Questo non ce l'ho ma ne ho altri. Power pop di gran classe. Eh si, molto underground... è ma perché è molto Glam. ..
Rik bay area thrash
Sabato 19 Ottobre 2019, 17.00.02
7
@Rob Fleming, e poi c'è da tenere presente che i cheap trick hanno inciso un certo album dal titolo ' live at budokan' che è un must del power/pop metal e che è riconosciuto come molto influente dalle band hair metal che lí fra qualche anno invadono le classifiche mondiali di musica 😉🤘
Rob Fleming
Sabato 19 Ottobre 2019, 15.38.48
6
In effetti @Blessed ha ragione. Per quanto riguarda l'Italia sono sicuramente underground. Ma in America vendettero qualche milionata di dischi e addirittura finirono nella colonna sonora di Top Gun.
Blessed
Sabato 19 Ottobre 2019, 14.38.09
5
Underground giusto in Italia... Questi hanno sfondato classifiche ovunque e venduto milioni di copie. Sono tra le band rock maggiormente iconiche di tutti i tempi.. Di underground non hanno niente.
SkullBeneathTheSkin
Sabato 19 Ottobre 2019, 14.12.04
4
No dai, così mi fai sentire in colpa comunque i Cheap Trick non sono affatto male, a me non piacciono ma quello è un altro discorso. Piuttosto guarda la data del disco... pensa fra quali band si sono ritrovati... ti stupisce che siano rimasti underground?
Rob Fleming
Sabato 19 Ottobre 2019, 13.27.37
3
Ops, tu pensa che le mie intenzioni erano quelle di magnificare gli...ehm...magnifici Cheap Trick utilizzando le parole di un musicista che nemmeno mi piace tanto e che era molto meno trasgressivo nei gusti musicali di quanto i suoi fans gli piace credere. Vabbè...mestamente torno ad ascoltarmi In Uter...pardon In Color.
SkullBeneathTheSkin
Sabato 19 Ottobre 2019, 12.42.11
2
@Rob: perdonami, ma non serve tirare sempre fuori Cobain e le sue dichiarazioni. Kurt con altri mostri sacri non è stato affatto tenero, eppure restano mostri sacri. L'entusiasmo in quella dichiarazione per me è stato volutamente frainteso ed abusato. Difficile leggere Cheap Trick senza leggere anche Cobain poche parole dopo. sistematico, fastidioso. Toglie ad entrambe invece del contrario
Rob Fleming
Sabato 19 Ottobre 2019, 11.13.29
1
"I'm the first to admit that we're the Nineties version of Cheap Trick" (Kurt Cobain). A riprova dell'importanza del gruppo. E questo in particolare è un album bellissimo: power pop; pop metal, chiamiamolo come ci pare, ma con "In color" fa parte di quei dischi che quando si ascoltano ti fanno stare bene: Heaven tonight e Surrender sono brani perfetti. E quando ci si mettevano sapevano pestare anche duro (Auf Wiedersehen). Menzione speciale per la recensione: breve, chiara, esaustiva; dà le informazioni che contano nella descrizione delle canzoni. Bravo! 80
INFORMAZIONI
1978
Epic Records
Hard Rock
Tracklist
1. Surrender
2. On Top of the World
3. California Man
4. High Roller
5. Auf Wiedersehen
6. Takin' Me Back
7. On the Radio
8. Heaven Tonight
9. Stiff Competition
10. How Are You
11. Oh Claire
Line Up
Robin Zander (Voce, Chitarra)
Rick Nielsen (Chitarra, Cori)
Tom Petersson (Basso, Cori)
Bun E. Carlos (Batteria)

Musicisti Ospiti:
Jai Winding (Tastiere)
 
RECENSIONI
88
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]