Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
LP artwork
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

17/12/19
HAXANDRAOK
KI SI KIL UD DA KAR RA

19/12/19
DAEMONIAC
Dwellers of Apocalypse

20/12/19
NEUROSPHERE
Anthem of the Lost - part I Nightwars

20/12/19
EMBRYO
Misguided Legacy

20/12/19
SUN OF THE ENDLESS NIGHT
Symbols of Hate and Deceitful Faith

24/12/19
THE BASTARD WITHIN
Better Dead Than Friends

27/12/19
CIANIDE
Unhumanized (EP)

09/01/20
WAR DOGS
Die By My Sword

10/01/20
UNREQVITED
Mosaic II

10/01/20
OCEANS
The Sun and The Cold

CONCERTI

17/12/19
THE TREAD MANICS + GUESTS
KILLJOY - ROMA

18/12/19
SPECTRAL VOICE + EKPYROSIS
CIRCOLO SVOLTA - MILANO

19/12/19
BENEDICTION + DISTRUZIONE + BLOODSHED + NECROFILI
TRAFFIC CLUB - ROMA

20/12/19
DARK FUNERAL + GUESTS
ORION CLUB - CIAMPINO (RM)

20/12/19
BENEDICTION + DISTRUZIONE + TOL MORWEN
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FI)

20/12/19
RAIN + GUESTS
UFO ROCK PUB - MOZZO (BG)

20/12/19
EGOSYSTEMA + TREWA
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

21/12/19
DARK FUNERAL
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

21/12/19
SCARLET RECORDS FEST
LEGEND CLUB - MILANO

21/12/19
BENEDICTION + DISTRUZIONE + DEMIURGON + MEMBRANCE + GUEST TBA
MK LIVE CLUB - CARPI (MO)

Wednesday 13 - Necrophaze
14/11/2019
( 706 letture )
A distanza di un paio di anni circa da Condolence, torna sulla scena il gusto per l’horror stile anni 80 e per la teatralità targata Wednesday 13. L’attitudine per lo show e per il genere si manifesta al pubblico fin dall’artwork, con quello dedicato alla versione LP più da fumetto e quella per il CD che cita The Fog di John Carpenter. Necrophaze è comunque un album da intendere come di prammatica, ossia una specie di incrocio tra una festa per gente un po’ strana, un prodotto musicale ed un incubo con tocchi punk, ma preparato dannatamente bene per quanto riguarda la professionalità dell’operazione. Anche per merito della produzione di Michael Spreitzer. Ad impreziosire il tutto ci sono poi le ospitate di Alice Cooper, Roy Mayorga, Alexi Lahio, Jeff Clayton e Cristina Scabbia.

Pesantemente influenzato dalla scomparsa dell’amico Killjoy dei Necrophagia, il mastermind ha creato il personaggio che ha dato il titolo all’album e da cui è partito per lo sviluppo dello stesso. Necrophaze mostra quindi un’attitudine di fondo leggermente meno scanzonata -ma questo tratto distintivo non si è perso di certo- e il complesso dell’opera appare più curato che in passato. Tuttavia, il sapore da horror cinematografico di una volta e di fumetto coevo dello stesso segno, è rimasto intatto. A partire da un’introduzione che non è solo tale, ma una vera presentazione del character e delle ombre che affollano il suo sonno, lo spaventano, ne risucchiano l'anima e impiantano una foschia malvagia, riflettendo in parte un incubo personale dell’artista. Necrophaze parte con la presenza forte di Alice Cooper, ma sono più Bring Your Own Blood e Zodiac a fare da canzoni simbolo dell’album ed a descriverlo più compiutamente. La scaletta è ad ogni modo piuttosto compatta e non ci sono brani che stacchino nettamente sugli altri, restando tutti in un range qualitativo sempre relativamente elevato, ma senza alcuno che rimanga particolarmente in mente. A segnalarsi per alcuni meriti "di contorno", oltre a quelli già citati, sono comunque Monster (quello con la Scabbia) per il suo essere immediato senza cedere alla faciloneria; Decompose, un brano anthemico firmato Castronovo e primo ad essere sviluppato in forma demo per l’album; l’intervallo sinistro di Be Warned per la presenza di Jeff Clayton (Antiseen; GG Allin’s Murder Junkies); Life Will Kill Us All per quell’attitudine punk stralunata che è classica per Wednesday 13 ed infine Animal (Fuck Like A Beast) in quanto cover del famoso brano firmato W.A.S.P., qui eseguito con la collaborazione di Alexi Laiho.

Necrophaze è la solita, divertente, stralunata festa freak di/dei Wednesday 13. Leggermente più compatta del solito, con qualche sfumatura più heavy/dark, un’ottima prestazione del cantante e di Castronovo in particolare, ma con tutta la band a funzionare a dovere. Quello che manca è quel quid che renda tutto davvero avvincente, che faccia venire quella voglia di fermarsi un momento per ascoltare tutto con più attenzione, quelle due o tre canzoni di qualità superiore che facciano fare al prodotto lo scatto in avanti. Necrophaze si inserisce quindi sulla scena come album abbastanza ben riuscito e potenzialmente in grado di parlare con una certa autorevolezza ad una platea molto ampia, ma senza lasciar intuire doti che possano far prevedere che se ne possa parlare ancora fra qualche anno.



VOTO RECENSORE
71
VOTO LETTORI
71 su 9 voti [ VOTA]
dave
Venerdì 15 Novembre 2019, 15.38.54
5
....chissà il resto della playlist.....
Albifuz
Giovedì 14 Novembre 2019, 22.30.18
4
Buon disco fatto bene... e' nella mia play list
Jo-lunch
Giovedì 14 Novembre 2019, 20.19.53
3
Non male come album, ma non lascia il segno. Non coinvolge più di tanto e alla fine rimane quasi niente. Ascoltabile per curiosità . Raven , forse sei stato un po' generoso 😒😒😳
Shock
Giovedì 14 Novembre 2019, 20.12.53
2
Bah, ascoltato ma entra ed esce dall'orecchio senza lasciare traccia. Peccato.
Nyarlathotep
Giovedì 14 Novembre 2019, 17.43.07
1
Ottima recensione, coglie nel segno. Album che non è male e scorre gradevolmente, ma si dimentica presto. Molto più memorabili dal vivo.
INFORMAZIONI
2019
Nuclear Blast
Horror Metal
Tracklist
1. Necrophaze [feat. Alice Cooper]
2. Bring Your Own Blood
3. Zodiac
4. Monster [feat. Cristina Scabbia]
5. Decompose
6. Be Warned [feat. Jeff Clayton]
7. The Hearse
8. Tie Me a Noose
9. Life Will Kill Us All
10. Bury the Hatchet
11. Necrophaze Main Theme (End Credits)
12. Animal (Fuck Like a Beast) [feat. Alexi Laiho]
Line Up
Wednesday 13 (Voce)
Roman Surman (Chitarra)
Jack Tankersley (Chitarra)
Troy Doebbler (Basso)
Kyle Castronovo (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]