Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Dream Theater
A View From the Top of the World
Demo

Slowpoke
Slowpoke
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/10/21
SIXX A.M.
Hits

22/10/21
CRADLE OF FILTH
Existence is Futile

22/10/21
NECROFIER
Prophecies of Eternal Darkness

22/10/21
MASSACRE
Resurgence

22/10/21
COGNOS
Cognos

22/10/21
DAN LUCAS
The Long Road

22/10/21
RED TO GREY
Balance of Power

22/10/21
SHADOWLAND
The Necromancers Castle

22/10/21
FERAL SEASON
Rotting Body in the Range of Light

22/10/21
CATALYST CRIME
Catalyst Crime

CONCERTI

22/10/21
FULCI + HELSLAVE
DEFRAG - ROMA

22/10/21
WIEGEDOOD + PORTRAYAL OF GUILT
BLOOM - MEZZAGO (MB)

22/10/21
ANGEL MARTYR + HUMAN DECAY + SINISTER GHOST + COTARD SYNDROME
VEGAS - VIAREGGIO (LU)

23/10/21
HYPERION (ITA) + GENGIS KHAN
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

23/10/21
FULCI + CRAWLING CHAOS
CIRCOLO DEV - BOLOGNA

24/10/21
TOTAL RECALL + FULCI + RISE ABOVE DEAD
LEGEND CLUB - MILANO

29/10/21
LABYRINTH
DRUSO - RANICA (BG)

04/11/21
MICHAEL SCHENKER GROUP
AUDIODROME LIVE CLUB - MONCALIERI (TO)

05/11/21
DISTRUZIONE + NEID + NECROFILI
TRAFFIC LIVE - ROMA

06/11/21
SKANNERS + ARTHEMIS + GUESTS
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

Sex Pistols - Never Mind the Bollocks, Here's the Sex Pistols
( 10347 letture )
Anno 1977: la spinta propulsiva del prog sta oramai esaurendosi e i grandi supergruppi ipertecnici hanno per la gran parte le ore contate: l'hard rock vive un momento di confusione e, pur non senza produrre alcune gemme, sta incubando i germi della stagione NWOBHM che esploderà nell'80; in questo quadro di insieme all'improvviso il mondo del rock venne squassato dal fenomeno del punk. Si trattava di una crisi di rigetto, il solco che si era scavato tra la gente normale e le iperboli ipertecnicistiche dei progster era ormai troppo profondo, e se da un lato questi ultimi si avviluppavano sempre più nelle spire delle loro partiture, allontanandosi man mano dal mondo reale, dall'altro i Ramones avevano ormai inferto al mondo del rock uno sfregio permanente con il loro debutto e la ferita sanguinò fino alla terra d'Albione, producendo Clash, Damned e soprattutto i Sex Pistols. Musicalmente il punk Inglese si differenzò immediatamente da quello americano, più votato da subito all'hardcore, e rifletteva profondamente la situazione sociale britannica, attraversata da tensioni sociali fortissime, con la disoccupazione alle stelle, con l'onda destrorsa della Lady di Ferro che cominciava a montare ed una generazione senza futuro, senza idoli e senza voglia di averne nelle strade. I Sex Pistols seppero raccolgliere queste sensazioni e più o meno abilmente manovrati da un venditore di abiti di tendenza, diventarono incarnazione di una generazione ignorante e nichilista, senza riferimenti e senza voglia di averne e portarono il tutto nella vita reale. È sostanzialmente falso comunque che i Sex Pistols erano completamente privi di tecnica, soprattutto Glen Matlock e Steve Jones, anche se non passeranno certo alla storia come virtuosi, sapevano almeno tenere gli strumenti in mano, non certo come Sid Vicious, che era completamente privo di qualsivoglia elemento tecnico. Never Mind the Bollocks, Here's the Sex Pistols raccoglie i singoli pubblicati fino ad allora con qualche aggiunta per l'occasione, singoli come Holidays in the Sun, quarto edito, descrizione del depressivo viaggio nella piovosa Berlino, col suo muro e gli sguardi dei Comunisti dall'altra parte. God Save the Queen rilasciata appositamente in ritardo per coincidere con il Giubileo d'Argento della Regina; Il pezzo "fruttò" oltre ad un arresto di massa immortalato dalle immagini per aver tentato di suonarlo su un barcone davanti a Westminster ed una pesante aggressione a Rotten con gravi conseguenze fisiche, il secondo posto delle chart ufficiali dietro a The First Cut is the Deeper di Rod Stewart. Da notare che prima di essere cacciati a calci -ma con un bel pacco di sterline- dalla A&M, fecero in tempo a fare stampare dalla major un piccolo numero di copie del singolo, copie che ora quotano circa 2500 sterline. Una cover è presente su We are Motörhead del 2000. Il brano più famoso è comunque Anarchy in the UK, col famosissimo testo di Rotten, ed il cui incipit è diventato il manifesto del movimento

"I am an anti-Christ
I am an anarchist
don't know what I want
but I know how to get it
I wanna destroy the passer by
'cause I wanna be anarchy"


Questi versi erano conosciuti a memoria da tutti, ma in realtà si trattò, per ammissione di Rotten, di un puro problema di rima tra AntiChrist ed Anarchist, ma tant'è.... anche in questo caso cover a gogo, Motley e Megadeth tra gli altri. Vanno ancora segnalate almeno Pretty Vacant, che portò il gruppo a Top of the Pops, dove vomitarano una cataratta di insulti sul presentatore per essere poi banditi da tutte le tv del Regno, e EMI che descrive il modo "amichevole" con cui la casa discografica ruppe il contratto con loro. Si potrebbe scrivere ancora a lungo, di Sid, Nancy e coltellate; di Rotten e della sua voce da irlandese schizofrenico, della sua carriera con i PiL; della fine dei Sex Pistols in terra d'America con un concerto truffa chiuso dopo solo un pezzo con la frase "avete mai avuto la sensazione di essere stati fregati?" ma diventerebbe una bio, non una rece, quindi come è giusto taglio qui, il resto aggiungetelo voi.

PS- Tempo fa lanciai il primo concorso di Metallized con in palio una mentina già succhiata da tutti i membri della redazione ed inspiegabilmente rifiutata dal vincitore. La rimetto in palio, solo un po' più succhiata, per chi risponderà alla seguente domanda:
CHI TENTO' DISPERATAMENTE DI INSEGNARE A SID COME SI SUONAVA IL BASSO, MA SENZA RIUSCIRCI?

Spese di spedizione della mentina a carico del vincitore.



VOTO RECENSORE
80
VOTO LETTORI
63.40 su 89 voti [ VOTA]
Fabio Rasta
Lunedì 6 Aprile 2020, 17.17.37
46
P.S. X Raven: oggi il concorso rischierebbe accuse gravi, con la caccia all'untore che si scatenerà fra non molto. Mi sa anche che quest'anno è saltato il pesce d'Aprile. O mi sbaglio? Un saluto! Comunque l'avrei vinto (il concorso). E' una delle prime leggende che ho appreso, insieme a quella di Back In Black cantata da BON SCOTT, solo che quest'ultima è del tutto fasulla. E quella di OZZY e il pipistrello.
Fabio Rasta
Lunedì 6 Aprile 2020, 17.06.24
45
Con buona pace di tutti i detrattori dei SEX PISTOLS, questo LP rimane x l'immaginario comune, l'esempio classico di Punk settantiano, con i suoi riff semplici ma accattivanti, i suoni rozzi, le urla sguaiate di JOHNNY ROTTEN, e gli arrangiamenti meno che essenziali. E siccome al basso non suona SYD VICIOUS, è anche musicalmente valido, sempre rapportato al genere trattato, ovviamente. L'importanza culturale (innegabile) avuta da Never Mind The Bollocks, e l'impatto generazionale, sono ben spiegati in recensione e sono tutt'oggi sotto gli occhi di tutti. Se poi non piace, sono antipatici, o traditori degli ideali Punk, sono altre questioni. Al di là delle disquisizioni sul voto, appoggio il commento N° 37, che sintetizza al meglio il mio pensiero, al quale commento aggiungerei la preziosa lezione trasmessa dai RAMONES, con l'ovvia conseguente trasposizione NY-London.
Replica Van Pelt
Giovedì 24 Ottobre 2019, 17.58.36
44
Non era un inizio ma solo la fine,dopo ci sarebbe stato solo un presente (e un futuro) ingabbiato nelle regole di un sistema,drogato e manipolatore,oggi siamo in un nulla appagante e deprimente.Tutti (quasi) feliciemente frustrati e cocainomani. Non so se per farina del loro sacco o per una serie di fortunate coincidenze,certo che i Sex Pistols ci hanno visto lungo,il merito, secondo me,è stato proprio quello di non aver re- interpretato qualcosa di preesistente e forse nemmeno di fare qualcosa di nuovo (il garage punk o punk rock oltreoceano c'erano già) ,ma di aver semplicemente suonato e nello stesso momento intercettato qualcosa che era un bisogno urgente di una generazione (o sua parte).Per questo non poteva avere un seguito,più veloce brucia prima si spegne.Oggi,giudicate voi.A chi interessa un voto?
GRC
Lunedì 18 Marzo 2019, 23.58.49
43
Disco che per anni ho "sottovalutato", paradossalmente ho iniziato ad apprezzarlo appieno dopo i 30 anni. Ritengo, che non sia ne il primo esempio di Punk (vedi Ramones) ne il miglior disco Punk della storia, preferisco un Punk un po' più "articolato" (Marquee Moon*, sempre se può essere definito disco Punk), comunque, Never Mind the Bollocks, Here's the Sex Pistols, è e resta un grande disco, nonché uno dei più influenti della storia. * un sito completo come questo, anche se principalmente specializzato in Metal, non può non avere la recensione di uno degli album migliori della storia.
Area
Mercoledì 17 Ottobre 2018, 16.55.57
42
Come narrava una recensione molto famosa... questo album é più pop di quanto non sembri. Però é un grande album Punk!
lucignolo
Giovedì 23 Agosto 2018, 19.29.30
41
della tecnica fine a se stessa me ne è sempre importato poco,se non c'è il resto..è solo fuffa.Londra 1977 sex pistols,nell'immaginario collettivo questo E' il punk.punto.E questo che lo si voglia o meno ma è un grande album.Mia modesta impressione,il punk con la sua massima esplosione a cultura di massa era già alla fine (il passaggio al post punk fu abbastanza veloce).E i sex pistols rappresentarono questa fine (il mercato aveva già messo le sue mani ovunque), ne furono la fine e non l'inizio.ma è una mia impressione,come preferisco l'hardcore più difficilmente assimilabile al mercato,o il post punk.comunque voto 100.
zakyzar
Martedì 15 Maggio 2018, 20.10.15
40
80 ai sex pistols?ma questi nn hanno creato un genere ,un fenomeno sociale senza eguali.e voi giudicate la tecnica?a parte il fatto che jhonny rotten e company rompono il culo a tanti neo grunge false metal..ma andate a cagarevoto 100
stonefox
Sabato 29 Luglio 2017, 3.44.10
39
Essere scarsi da un punto di vista tecnico in questo caso era una scelta, ed era parte del tutto, e a quel tempo e in quel contesto e con quei testi ci stava benissimo. Un album influente come pochi altri, che personalmente adoro
stonefox
Sabato 29 Luglio 2017, 3.41.23
38
Essere scarsi da un punto di vista tecnico in questo caso era una scelta, ed era parte del tutto, e a quel tempo e in quel contesto e con quei testi ci stava benissimo. Un album influente come pochi altri, che personalmente adoro
Psychosys
Sabato 29 Luglio 2017, 3.00.11
37
Sento molte critiche su questo album... Secondo me per quest'opera vale un classico discorso retorico:"se non ti piace Nevermind The Bollocks non ti piace il punk". Questo disco è il punk e ne racchiude tutta l'essenza: un canatante che non sa cantare, un bassista che non sa suonare, un batterista ed un chitarrista che suonano come se fossero alla seconda lezione di musica. Non è vero che il disco è scarso dal punto di vista musicale: in pochi prima di loro avevano rispettato la forma canzone standard e si erano spinti così in la con la violenza e la potenza (giusto gli Stooges). I testi sono il riassunto della subcultura della quale i Pistols erano a capo e sono una grande protesta contro il perbenismo inglese. Una scarica di adrenalina, uno dei dischi più importanti e seminali di sempre. Se non è 100 ci siamo proprio vicini,
Psychosys
Lunedì 19 Settembre 2016, 20.49.20
36
Il disco che segna il passaggio da proto Punka Punk vero e proprio. God Save The Queen e Anarchy sono capolavori. Pietra Miliare!
Il Marchese Del Grillo
Lunedì 19 Settembre 2016, 17.55.18
35
Il fatto che i commenti qui sotto siano tanto divergenti tra loro significa che ancora oggi i Pistols accendono la miccia! A me sono sempre piaciuti, la voce di Rotten mi mette di ottimo umore!
hermann 60
Venerdì 10 Giugno 2016, 18.13.03
34
Non avranno avuto talento ecc ecc ma questi 4 sbandati hanno inventato un genere che influenza ancora oggi la musica metal e affini questo dovete riconoscerlo
Rob Fleming
Domenica 7 Febbraio 2016, 18.00.52
33
Furbi come pochi altro che punk duri e puri. Alcuni pezzi sono da storia del rock (Anarchy su tutte), ma a me son sempre piaciuti di più i Damned. 77 (e che altro voto si potrebbe dare?)
Nameless
Giovedì 21 Maggio 2015, 21.20.43
32
Un branco di venduti senza il minimo talento musicale, tutte le boy band e la musica di merda derivano da sti stronzi
!
Sabato 11 Gennaio 2014, 14.34.20
31
Questo è un album storico, non c'è niente da fare. Poi è innegabile che i Sex Pistols erano abbastanza scarsi in fatto di tecnica e che ci fossero gruppi punk musicalmente migliori ma è anche innegabile che il loro operato abbia contribuito molto al movimento punk. I Sex possono non piacere ma chi dice che sono solo un gruppetto del cazzo o che La loro non fosse musica non capisce un cazzo e ha una cultura musicale pari a quella di una suola di una scarpa.
Raven
Venerdì 6 Dicembre 2013, 22.14.46
30
Chissà..
Almetallo
Venerdì 6 Dicembre 2013, 21.34.55
29
Recensione fantastica per un album tra i più belli di sempre @Raven e fallo un' articolo su questo grandissimo gruppo !
hm is the law
Giovedì 11 Ottobre 2012, 21.49.51
28
Un album seminale e tremendamente affascinante
blackiesan74
Giovedì 11 Ottobre 2012, 21.10.23
27
Sarà anche una trovata commerciale, ma di album così seminali ce ne sono (stati) ben pochi.
vecchio peccatore
Sabato 15 Settembre 2012, 10.38.08
26
Grandissimo disco, non sarà il migliore del Punk, ma è ottimo, e, soprattutto, è uno degli album più trascinanti di sempre, di tutto il resto non me ne frega niente.
The Mad Avenger
Giovedì 22 Marzo 2012, 21.57.46
25
Non erano forse ne i piu tecnici ne i migliori del loro generi ma hanno influenzato e tutt`ora influenzano i giovani e non solo con le loro canzoni...God save the queen, Anarchy in the UK e Problems sono canzoni non tecnicissime ma sono straordinarie!
Delirious Nomad
Domenica 4 Marzo 2012, 16.52.40
24
Va bene, non avevano tecnica, erano una truffa... ma a me piace un casino questo album, la voce di rotten mi diverte un sacco. Oltretutto è unodei primi dischi che ho comprato.
pigiokazama
Martedì 1 Novembre 2011, 12.46.27
23
sto disco è brutto,è una trovata commerciale,ma senza i sex pistols non avremmo avuto la new-wave il post-punk il goth l'hardcore e una miriade di grandissimi gruppi(joy division in primis),quindi,onore ai sex pistols e al loro fare schifo
Raven
Martedì 1 Novembre 2011, 12.04.50
22
Ti dico solo che all'epoca del punk, io sono stato in Inghilterra, ed ho studiato tutti i retroscena, (dopo),ma se non vuoi capire lo scritto e limitarti a fare il bello con i commenti...
Lament
Martedì 1 Novembre 2011, 10.35.54
21
I Sex Pistols sono stati fondamentali, punto. Sull'attitudine reale o meno si può discutere all'infinito (e sarei curioso di sapere quali sarebbero i gruppi davvero "punk"), ma sono loro che hanno dato la miccia per far esplodere la scena.
GreenFran
Martedì 1 Novembre 2011, 10.02.15
20
Bravo Meh, finalmente qualcuno che ci capisce qualcosa
Meh
Domenica 30 Ottobre 2011, 15.17.54
19
L'album più sopravvalutato della storia del Punk.
GreenFran
Domenica 30 Ottobre 2011, 15.08.34
18
Evidentemente sei tu, come tutti gli altri, che non capisci che i Sex Pistols sono un gruppo tirato su semplicemente per fare moda e per essere etichettati come tali.. la loro non è musica e neanche punk, perchè "punk" non significa dire due stronzate "anarchiche" e vestirsi con chiodo e borchie e fare i rozzi.. quindi dico solo una cosa, ognuno la pensi come vuole, sta di fatto che i Sex Pistols sono un gruppo di merda che non si può definire come icona del punk.
Raven
Lunedì 24 Ottobre 2011, 7.47.27
17
Evidentemente non hai letto nulla, dove risulta Sid nella line up? Inoltre ti informo che conosco molto bene il primo punk, e se leggessi prima di commentare faresti figure migliori.
GreenFran
Domenica 23 Ottobre 2011, 21.19.43
16
Non capisco come facciate a definire sto gruppetto del cazzo un gruppo punk.. minchia ma nessuno lo sa che è un gruppo tirato su solo per il commercio e per la moda dei tempi?? Il Punk con la P maiuscola è altro, non sti 4 coglioncini.. forse li definite punk solo perchè il signor Sid Vicious si drogava, beveva e aveva l'aspetto da duro.. "shiii i sex pistols sono il vero punk!!! Sid è un duro da strada ihihi!" dare 80 ad un album così è come valutare un'opera d'arte una pila di merda.. e poi sappiate che never mind the bollocks non ci ha suonato il vostro amato Sid, ma un altro, perchè il caro Sid era talmente fatto che non riusciva neanche a stare in piedi.. se i Sex Pistols sono punk i Dari sono heavy metal.
BILLOROCK fci.
Mercoledì 24 Agosto 2011, 12.51.33
15
probabilmente è l album più anarchico mai esistito, è come un monumento storico, un ricordo di un passato ribelle e rivoluzionario !
Matteo
Lunedì 27 Dicembre 2010, 14.31.07
14
Lemmy dei Motorhead con però scarsissimi risultati in quanto Sid Vicious il basso non lo sapeva nemmeno tenere in mano!!! Comunque bellissimo album con canzoni fantastiche quali Anarchy in the UK,God save the queen e Pretty vacant
hellvis
Venerdì 1 Ottobre 2010, 22.30.06
13
Geniale anche se i miei preferiti del genere saranno sempre i Ramones che fra la'ltro già nel 1976 fecero uscire quello che è stato definito "il primo disco punk e l'inizio di tutto il movimento".
PunkRocker
Venerdì 1 Ottobre 2010, 21.20.10
12
Scusa ma non sono d' accordo con te. Il fatto di non saper suonare era una caratteristica di molti gruppi pink di quel periodo. Quando incisero l' album i componenti in realtà sapevano suonare eccome ( a parte Vicious,e questo c'è scritto anche nell' ottima recensione) ma fecero un suono grezzo apposta. Era così il Punk del periodo. Sul fatto che hanno fatto un unico album beh si sono sciolti prima di farne un altro (pultroppo). E comunque Vicious è morto dopo lo scioglimento. A me l'album piace. Poi ovviamente de gustibus.
LedVoglinaro
Sabato 11 Settembre 2010, 15.49.46
11
L'album e il gruppo piu' sopravvalutato di tutti i tempi. Incredibile come questi con due accordi e mezzo meritino voti cosi' alti! Certo per il movimento punk sono stati essenziali, ma musicalmente parlando sono a dir poco imbarazzanti. Si salvano solo God Save The Queen e Anarchy In The Uk, tutto il resto e' noia, scopiazzato, tutto uguale e senza senso. In piu' come si fa a lodare un band che a parte il fatto che non sapeva suonare ha solo pubblicato un album??? SOLO UNO!!! Ma vi rendete conto??? I Sex Pistols non sono andati avanti non perche' e' morto Sid, ma perche' non sapevano suonare.... L'album e' insufficiente, una fregatura pazzesca (ammetto di non aver sentito le ultime due canzoni, ma perche' proprio non ce la facevo piu')
Mat295
Giovedì 9 Settembre 2010, 0.36.38
10
Grandissimi Sex Pistols!!! Peccato questo sia stato il loro unico album.
Raven
Martedì 22 Dicembre 2009, 8.19.20
9
Evidentemente non hai letto i post precedenti, arrivi tardi
_Addicted_to_Mosh_
Lunedì 21 Dicembre 2009, 23.17.00
8
Lemmy!! missione disperata direi! contattatemi per l'indirizzo di spedizione della suddetta mentina
Blackout
Venerdì 16 Ottobre 2009, 19.44.55
7
Giorni fa lo ascoltavo la mattina alle 6.20 circa mentre mi preparavo per andare a scuola. Grande disco, 85!
DevizKK(1991)
Venerdì 16 Ottobre 2009, 19.05.16
6
No raven non mi sono mai fatto un giro!!!Ho sempre cercato le recensioni dei gruppi che mi interessavano etc etc..Non sono un gran intenditore di punk in quanto ascolto pochissimi gruppi punk...........Ma i sex pistols mi piacciono un macello!!!!!
Raven
Lunedì 12 Ottobre 2009, 8.18.18
5
Ucciderti? Si vede che nonhai fatto un giro nel data base: GBH, Crass, Discharge, Dead Kennedys e parecchia altra roba.....aspetto i commenti su quell recensioni
DevizKK(1991)
Domenica 11 Ottobre 2009, 23.03.45
4
i sex pistols si che era veriii...Anarchy in the uk è leggenda!!!!I sex pistols sono leggenda sid vicious è leggenda...Il loro messaggio è stato chiaro e netto....E lo condivido in pieno...grandi sex pistols..pur non sapendo suonare come si deve rimarrete sempre una tra i gruppi migliori della storia....Semplicemente perchè eravate veri...R.I.P sid!!!!Anarchy in the uk la suono molto spesso pezzo molto bello!!!Si lo so sono strano sono un metallaro a cui piace anche il punk made misfits e sex pistols..Non uccidetemi per questo!
stefano
Mercoledì 27 Settembre 2006, 11.14.20
3
hihihi!!!! pazzesco!!!!!!!!!
Francesco Gallina
Martedì 26 Settembre 2006, 19.20.30
2
Esatto, la mentina è tua.
Vincenzo
Martedì 26 Settembre 2006, 19.17.30
1
Lemmy Kilmister?
INFORMAZIONI
1977
Virgin Records
Punk
Tracklist
1. Holidays in the Sun
2. Bodies
3. No Feelings
4. Liar
5. Problems
6. God Save the Queen
7. Seventeen
8. Anarchy in the U.K.
9. Submission
10. Pretty Vacant
11. New York
12. EMI
Line Up
Johnny Rotten (Voce)
Steve Jones (Chitarra, Basso, Cori)
Glen Matlock (Basso)
Sid Vicious (Basso, Cori)
Paul Cook (Batteria, Cori)
 
RECENSIONI
80
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]