Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Primal Fear
Apocalypse
Demo

Talbot
Magnetism
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

17/08/18
CEMETERY URN
Barbaric Retribution

17/08/18
DORO
Forever Warriors, Forever United

17/08/18
EXOCRINE
Molten Giant

17/08/18
FEUERSCHWANZ
Methämmer

17/08/18
CARNATION
Chapel of Abhorrence

24/08/18
HOPELEZZ
Stories Of A War Long Forgotten

24/08/18
DIABOLOS DUST
The Reaper Returns

24/08/18
PAUL FERGUSON
Remote Viewing

24/08/18
DARK MILLENNIUM
Where Oceans Collide

24/08/18
THE AMITY AFFLICTION
Misery

CONCERTI

16/08/18
FRANTIC FEST (DAY 1)
TIKITAKA VILLAGE - FRANCAVILLA (CH)

17/08/18
FRANTIC FEST (DAY 2)
TIKITAKA VILLAGE - FRANCAVILLA (CH)

17/08/18
NEREIS + GUESTS
CASTALDI FESTIVAL - SEDICO (BL)

17/08/18
NECRODEATH + GUESTS
ZONA INDUSTRIALE - PULSANO (TA)

17/08/18
RADUNOROCK FESTIVAL (day 1)
BAITA PENNA NERA - VALLE DI CEMBRA (TN)

17/08/18
HARD ROCKOLO FESTIVAL
PARCO ROCCOLO - PIEVE DI CADORE (BL)

18/08/18
FRANTIC FEST (DAY 3)
TIKITAKA VILLAGE - FRANCAVILLA (CH)

18/08/18
DESTRAGE + GUESTS
SUMMER CROCK FESTIVAL - BORGHETTO DI SAN MARTINO DI LUPARI (PD)

18/08/18
HIRAX + GUESTS
MU CLUB - PARMA

18/08/18
RADUNOROCK FESTIVAL (day 2)
BAITA PENNA NERA - VALLE DI CEMBRA (TN)

Necrophagia - WhiteWorm Cathedral
( 1928 letture )
Sul finire degli anni '80, molte band, portando alle estreme conseguenze la violenza e l'aggressività del thrash metal, posero le basi per il nascituro death metal, per il quale l'inizio del decennio successivo fu il periodo più prolifico. Tra di esse, figurano gli statunitensi Necrophagia, fondati nel 1983 dal cantante Frank "Killjoy" Pucci e noti principalmente per l'esordio Season of the Dead, del 1987, profondamente influenzato dal sound di tre delle band più feroci della scena thrash: Possessed, Kreator e Bathory. Nonostante questa discreta importanza per l'evoluzione del genere, il percorso artistico della band è stato sempre molto altalenante e caratterizzato da frequenti cambi di line-up (l'unico membro fisso è stato proprio Killjoy); al punto che, nel 2013, dopo trent'anni di carriera, il moniker Necrophagia contava solo sei album in studio (uno di questi, tra l'altro, ossia Holocausto de la morte, vanta la presenza del celeberrimo Phil Anselmo, frontman di Pantera e Down, con lo pseudonimo Anton Crowley).
La pubblicazione del settimo full-length della band, intitolato WhiteWorm Cathedral, era stata inizialmente prevista per Halloween del 2012 ma, a causa di vari problemi -causati, a detta degli stessi componenti, né da loro né dall'etichetta discografica (la Season of Mist)- slittò di quasi due anni. Finalmente, il 24 ottobre del 2014, venne rilasciato il tanto atteso album che, tra le altre cose, annovera il ritorno di Mirai Kawashima alle tastiere, leader della band black metal giapponese Sigh e già presente in altri due capitoli dei Necrophagia (The Divine Art of Torture e Harvest Ritual Vol.1). La parte chitarristica è affidata a due nuovi musicisti: Abigail Lee Nero e Scrimm, in sostituzione di Boris Randall. Quella ritmica, al contrario, è rimasta invariata (Damien Matthews al basso e Shawn Slusarek alla batteria).

WhiteWorm Cathedral è avvolto in un'atmosfera macabra e inquietante, come è d'altronde attitudine della band di Killjoy, notoriamente appassionato di film di paura e da sempre propenso a fondere le sue due più grandi passioni: musica e cinema. L'intenzione è confermata dalla presenza di svariati sample di classici del genere horror, come "L'Esorcista" (nell'intro di Fear the Priest) e "L'occhio nel Triangolo" (in quella di March of the Deathcorps(e)). Il continuo adagiarsi su cliché stilistici introdotti più di 20 anni fa, però, lo rende un prodotto estremamente derivativo e prevedibile: i tredici brani dell'album, costruiti sui riff vigorosi, ma spesso monotoni e ripetitivi (specialmente nelle sezioni centrali), della Lee Nero e di Scrimm e sul cantato graffiante black metal-oriented di Killjoy, danno infatti l'idea di un'incessante citazione delle tradizionali sonorità thrash/death metal di fine anni '80, sebbene le tipiche brutali accelerazioni siano abbastanza rare. Questo incedere piuttosto lento talvolta richiama addirittura il doom metal cadenzato dei My Dying Bride e dei primi Anathema, nei loro momenti più propriamente "death" e meno evocativi. Una delle note positive del disco è data dalle brevi parti di tastiera di Kawashima, inserite in modo da valorizzare il clima spettrale ricercato dai Necrophagia (che spesso, però, passa in secondo piano, sovrastato dal modus operandi classico e stereotipato della band, a volte dando l'impressione di essere circoscritto al ruolo di semplice cornice). Tra l'altro, i cinquanta minuti di durata complessiva, sicuramente eccessivi per una proposta musicale simile, rendono l'album abbastanza pesante e fanno sì che finisca per annoiare, invece di terrorizzare.

Nonostante qualche momento discretamente interessante, WhiteWorm Cathedral non aggiunge nulla a quanto già detto dalla band e da altre innumerevoli formazioni del genere. L'ambientazione oscura, uno dei pochi pregi del disco, non basta per salvare questo lavoro dalla mediocrità più assoluta.



VOTO RECENSORE
55
VOTO LETTORI
63.33 su 6 voti [ VOTA]
HJ
Martedì 24 Febbraio 2015, 16.57.22
18
Sicuramente...poi non scordiamoci che con lui hanno collaborato musicisti eccezionali del calibro del nostro titta tani
Nattramn
Martedì 24 Febbraio 2015, 16.00.02
17
Beh Killjoy non è molto a posto ma rimane indubbiamente un gran cantante e un ottimo musicista(non solo per quanto riguarda i Necrophagia).
hj
Martedì 24 Febbraio 2015, 15.31.21
16
in effetti ho letto su alcuni siti di cinema che ci sono stati alcuni arditi che hanno provato a guardarlo dopo essersi "allenati" con i vari guinea pigs ed altra roba di quel genere, di cui uno ricordo che a ceduto dopo appena venti minuti. Lo stesso regista "vogel" era stato tratto in arresto dopo aver cercato di passare il confine canadese con il bagagliaio pieno di dvd...evidentemente la polizia ha pensato fosse roba illegale e ha voluto vederci chiaro. Comunque Kiljoy non deve essere a postissimo...
Nattramn
Martedì 24 Febbraio 2015, 15.06.40
15
@hj Sì la August Underground Trilogy è una tra le più estreme del genere anche se ci sono stati un paio di film nel genere Estremo(Begotten,Vomit Trilogy e Salò e le 120 giornate di Sodoma) che sono riusciti ad andare oltre.Il film è molto Trash e non ha molto senso ma è davvero esagerato.
hj
Martedì 24 Febbraio 2015, 13.41.54
14
mai ascoltati, dovrò darli un ascolto su youtube. Killjoy lo conosco di "fama" per essere uno dei sadici interpreti di august underground mordum (che non ho visto e men ne guardo bene dal vederlo) considerato il "film" più estremo, spregevole e malato di tutti i tempi, al limite dello snuff...
GraMya
Martedì 24 Febbraio 2015, 12.03.27
13
Per Season of the Dead sicuramente, anche se per la frangia "thrash estremo" preferisco i Possessed
Nattramn
Martedì 24 Febbraio 2015, 6.19.39
12
@GraMya Certo sono d'accordo.È stato fatto di meglio dagli stessi Necrophagia(Season of the dead,il loro capolavoro)ma secondo questo disco è più che dignitoso.Come sempre rispetto le opinioni.In ogni caso i Necrophagia rimangono tra i più importanti gruppi americani,almeno su questo siamo d'accordo? 😊
GraMya
Lunedì 23 Febbraio 2015, 21.38.42
11
Nattramn, che sia un disco Necrophagia al 100% non ci piove; a me sinceramente è sembrato, oltre che ultra-derivativo da quello che è già stato fatto, meglio, nei '90 (ma non che sia una cosa rara, anzi, ultimamente è davvero difficile trovare qualcosa che sia un minimo originale), anche abbastanza piatto e monotono (soprattutto i riff, che sembrano gli stessi in ogni traccia per tipo 50 minuti, come ho spiegato nella recensione). Comunque, una delle tante cose belle della musica è anche avere opinioni diverse e potersi confrontare
Nattramn
Lunedì 23 Febbraio 2015, 20.22.43
10
L'ho riascoltato.Parecchie volte e secondo me il recensore si sbaglia.Questo è un disco Necrophagia al 100% ed è il migliore dai tempi di Holocausto de la morte.85/100
Nattramn
Lunedì 23 Febbraio 2015, 7.41.46
9
Arrivato proprio ieri.L'ho ascoltato una sola volta quindi la mia opinione non è definitiva ma secondo me questo è un buon disco.Alla fine Killjoy ha fatto un buon lavoro.75/100
brainfucker
Sabato 21 Febbraio 2015, 10.44.24
8
killjoy vero eroe
Nattramn
Sabato 21 Febbraio 2015, 0.22.30
7
Una stroncatura?Peccato.Questa band ha fatto album eccezionali mi dispiace sua calata di qualità Comunque Killjoy è un grande.
gianmarco
Venerdì 20 Febbraio 2015, 15.10.48
6
Alucarda
gianmarco
Venerdì 20 Febbraio 2015, 15.09.52
5
Reborn through Black Mass contiene un sample di un film messicano ed è la +veloce del lotto
er colica
Venerdì 20 Febbraio 2015, 13.45.08
4
lambru fammi almeno sfruttare gli insegnamenti che ho appreso dalle mie svariate lauree però è!!! e che diamine!!! c'è un certo livello qua è!!
LAMBRUSCORE
Venerdì 20 Febbraio 2015, 13.37.49
3
Colica, il termine "prolisso" non era da te, abbiamo capito ma ti prego, esprimiti in un certo modo, dai, almeno io non sono pronto per queste parole, poi in un genere come questo, ahahahaa.....
er colica
Venerdì 20 Febbraio 2015, 13.27.33
2
èèèèèè io l'avevo previsto da quando avevano messo le prime canzoni in rete, poi l'ho ascoltato tutto mesi fa e il problema principale di questo disco è la durata delle canzoni e il loro numero. notai subito come le canzoni fossero praticamente tutte molto semplici e lineari il che non è un male se non durano troppo però, quando metti due riff su un pezzo da 4 minuti in su qualcosa si inceppa per me e se praticamente tutte le tracce seguono questo andazzo allora il tutto diventa troppo prolisso. avrebbero dovuto far durare di meno le canzoni e toglierne almeno 3, se avessero fatto cosi allora sarebbe stato tutto più sciolto perché i riff pesanti ci sono , la semplicità era la carta che stavano giocando e andava pure bene ma non con quella durata. peccato alla fine. magari potrei comprarlo sono se lo pagassi abbastanza poco.
Metal3K
Giovedì 19 Febbraio 2015, 22.48.32
1
Matteo, benvenuto nello staff!
INFORMAZIONI
2014
Season Of Mist
Death
Tracklist
1. Reborn Through Black Mass
2. BNN
3. Angel Blake
4. Warlock Messiah
5. Fear the Priest
6. Elder Things
7. Coffins
8. Hexen Nacht
9. Rat Witch
10. March of the Deathcorps(e)
11. Silentium Vel Mortis
12. The Dead Among Us
13. WhiteWorm Cathedral
Line Up
Frank "Killjoy" Pucci (Voce)
Abigail Lee Nero (Chitarra)
Scrimm (Chitarra)
Mirai Kawashima (Tastiere)
Damien Matthews (Basso)
Shawn Slusarek (Batteria)
 
RECENSIONI
88
87
ARTICOLI
06/06/2017
Live Report
I AM MORBID + NECROPHAGIA
Revolver Club, San Donà di Piave (VE) - 02/06/17
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]