Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Candlemass
The Door to Doom
Demo

BlurryCloud
Pedesis
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/03/19
ANGEL BLACK
Killing Demons

22/03/19
DYING GORGEOUS LIES
The Hunter and the Prey

22/03/19
STEVEN WILSON
Home Invasion: In Concert At The Royal Albert Hall

22/03/19
FROZEN CROWN
Crowned In Frost

22/03/19
THE TREATMENT
Power Crazy

22/03/19
TERROR OATH
Terror Oath

22/03/19
IMPRECATION
Damnatio Ad Bestias

22/03/19
AORATOS
Gods Without Name

22/03/19
VESPERINE
Espérer Sombrer

22/03/19
ACCURSED SPAWN
The Virulent Host

CONCERTI

22/03/19
PROSPECTIVE
SATYRICON - ALATRI (FR)

22/03/19
PINO SCOTTO + GUESTS
LA CLAQUE - GENOVA

22/03/19
PROFANAL + EKPYROSIS + CARRION SHREDS
EXENZIA - PRATO

23/03/19
FUROR GALLICO
DAGDA CLUB - RETORBIDO (PV)

23/03/19
IMAGO IMPERII + GUESTS
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

23/03/19
SEPTICFLESH + KRISIUN + DIABOLICAL + XAON
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

23/03/19
HELLUCINATION + GUESTS
EVOL LIVE CLUB - ROMA

23/03/19
NANOWAR OF STEEL
MEPHISTO - ALESSANDRIA

24/03/19
SEPTICFLESH + KRISIUN + DIABOLICAL + XAON
ALCHEMICA - BOLOGNA

24/03/19
INCANTATION + DEFEATED SANITY + GUEST
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

Ostrogoth - Ecstasy And Danger
( 2585 letture )
Quando uscì Ecstasy And Danger gli Ostrogoth erano reduci dal buon successo di Full Moon's Eyes ed erano attesi alla conferma delle qualità che la forma EP aveva messo in mostra, ma non in modo sufficientemente compiuto da esprimere un giudizio definitivo circa le qualità del combo belga. Ecstasy And Danger non deluse le attese dei fan, che si ritrovarono tra le mani un vinile in cui i cinque svilupparono adeguatamente le loro trame armoniche nel pieno rispetto dei dettami della NWOBHM. Le influenze maggiori sono quelle dei primi Iron Maiden (e chi non ne fu influenzato?) e degli Angel Witch, soprattutto nello strumentale Lords Of Thunder. Sorprende la scelta per l’epoca di affidare l’avvio del platter ad un brano di oltre otto minuti, ma il risultato è decisamente buono. La title-track è all’altezza, ed a questo punto la vena melodica e il gusto degli stacchi tipici del periodo si sono già manifestati ripetutamente per merito della valida coppia d’asce Vercruysse/Van De Kerckhove. Il disco si snoda poi tutto su questa falsariga: melodie chiare, stacchi ripetuti, non rari accenni ad una vena quasi dark, e specialmente nel già citato strumentale Lords Of Thunder una certa attitudine sinfonica anche questa tipica delle migliori band dell’epoca. Il meglio però è nella coda, e con un logo così era ovvio, con l’anthem The New Generation e la stupenda ballad Do It Right. Certamente non manca qualche ingenuità, specialmente nell’uso dei cori, e come già accennato in occasione di altre recensioni riguardanti la NWOBHM, il suono, nonostante una produzione accettabile, alle orecchie del neofita può forse risultare fastidiosamente vuoto, ma questa era l’attitudine del tempo, un’epoca con meno calcoli in studio e più sudore ed onestà nel fare musica, con meno sovrastrutture e più divertimento. Ne esiste anche una ristampa contenente l’EP d’esordio; data la difficoltà a reperire il vinile originale, può essere una buona soluzione per ascoltare qualcosa di rappresentativo di un periodo ormai irrimediabilmente trascorso.


VOTO RECENSORE
78
VOTO LETTORI
35.93 su 32 voti [ VOTA]
rik bay area thrash
Martedì 2 Ottobre 2018, 10.04.14
4
Questo 'ecstasy and ..' è un grande album frutto del suo tempo e prodotto da una minuscolala label, quindi va contestualizzato a quei anni storici dell'heavy metal. È ovvio che se lo paragoniamo alle produzioni bombastiche odierne risulta avere un suono 'povero'. Ma la qualità delle song è indiscutibile e conferma che anche dal piccolo belgio l'heavy metal lo sapevano fare eccome. C'erano una pletora di band provenienti da quello stato che consegnarono 'piccoli' capolavori ai fan del trve heavy metal ... evviva (imho)
Corino
Martedì 2 Ottobre 2018, 9.35.48
3
Discone da brividi. Metallo Doc al 100% che provoca un'estrema sensazione di nostalgia per i bei tempi andati. Chissenefrega della produzione e dei cori spartani, questo è un disco da possedere se si pensa anche solo lontanamente di avere il "Metal Heart". Non mi stanchero' mai di ascoltarlo...
hansen77
Mercoledì 21 Settembre 2016, 15.51.56
2
lo sto ascoltando ora sul tubo...album bellissimo..dei maiden meno fortunati
Doomale
Lunedì 12 Ottobre 2015, 13.23.26
1
Sicuramente lo dovrò recuperare.....questo e quello dei mitici Berserks di Udine....
INFORMAZIONI
1984
Mausoleum
Heavy
Tracklist
1. Queen Of Desire
2. Ecstasy And Danger
3. A Bitch Again
4. Stormbringer
5. Scream Out
6. Lords Of Thunder
7. The New Generation
8. Do It Right
Line Up
Marc De Brauwer (vocals)
Rudy Vercruysse (guitar)
Hans Van De Kerckhove (guitar)
Marnix Van De Kauter (bass)
Mario Pauwels (drums)
 
RECENSIONI
74
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]