Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Caligula’s Horse
Rise Radiant
Demo

Black Pestilence
Hail the Flesh
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

01/06/20
INSTIGATE
Echoes of a Dying World

05/06/20
16
Dream Squasher

05/06/20
DEVIN TOWNSEND
Empath - The Ultimate Edition

05/06/20
HAKEN
Virus

05/06/20
GRUESOME/EXHUMED
Twisted Horror (split)

05/06/20
NANOWAR OF STEEL
Sodali Do It Better

05/06/20
THE GHOST INSIDE
The Ghost Inside

05/06/20
-(16)-
Dream Squasher

05/06/20
FROST*
Others

05/06/20
BLIGHT
Temple Of Wounds

CONCERTI

09/06/20
PERIPHERY (ANNULLATO)
ORION - CIAMPINO (ROMA)

10/06/20
IN.FEST
CIRCOLO MAGNOLIA - MILANO

12/06/20
SYSTEM OF A DOWN + KORN + GUESTS TBA (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

12/06/20
GUNS N` ROSES + GUESTS TBA (ANNULLATO)
FIRENZE ROCKS - VISARNO ARENA (FIRENZE)

13/06/20
AEROSMITH + GUESTS (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

16/06/20
STEEL PANTHER + THE WILD (SOSPESO)
ALCATRAZ - MILANO

16/06/20
DEATHLESS LEGACY
CRAZY BULL - GENOVA

17/06/20
SOCIAL DISTORTION + GUEST TBA
CARROPONTE - SESTO SAN GIOVANNI (MI)

18/06/20
GLORYHAMMER
ALPEN FLAIR - BOLZANO

21/06/20
INFECTED RAIN + ANKOR + TBA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

ANTONIUS REX - L'oscuro mondo di Antonius Rex
03/03/2013 (2886 letture)
Magia e occulto, streghe e donne possedute, menti malate e menti geniali, musica per pochi eletti e musica per gente scema... Di questo e molto altro abbiamo parlato con Antonius Rex, il geniale, unico, oscuro e controverso musicista per il quale ...le donne sono molto più inclini ad essere possedute similmente a omosex e trans per la loro stessa natura passiva... animali imperfetti che "cercano" sempre e ingannano i deboli... ho avuto oltre 800 eterne illuse inutilizzate ma una sola compagna di grandezza...
Metallized incontra
Antonius Rex.


Vesper-Jana: Vedo con piacere Hystero Demonopathy nella classifica degli album più venduti in uno dei più importanti distributori italiani. Antonius Rex ha sempre fatto musica per pochi eletti. Come spieghi questo risultato? E dove trovi l'ispirazione, le energie e la voglia di continuare a produrre albums di tale valore?
Antonius Rex: Hystero Demonopathy è presente in molte charts ma ovviamente e naturalmente sono charts di nicchia... un risultato effettivamente buono lo stiamo ottenendo negli States per merito sia delle qualità dell'album che del distributore americano. Oggi a meno di tre mesi dalla pubblicazione, l'album è già alla terza ristampa e presto faranno anche un'edizione speciale in mini-LP. Io stesso, in primis, farò produrre un particolarissimo vinile ..... proibitissimo, anche nei costi! Ciò che è stato raggiunto non è spiegabile.... diciamo che è frutto anche del sorriso della Fortuna e nasce dal fatto che alcune nuove generazioni amino quel tipo di chitarre, che sono il frutto di miei ascolti in area metal, tipicamente death-black. A differenza di altri musicisti, alcuni dei quali si ispirano magari con droghe, alcool, oppure con i classici "180 gradi", trovo ispirazione nelle storie e nelle sceneggiature realmente vissute o osservate. Sono tutte realtà autentiche, tradotte in micro-sceneggiature.... sono storie di dannazioni, suicidi, perdizioni, tradimenti, possessioni. Ne scrivo una specie di micro-film e poi compongo il brano... da lì entriamo in studio e lo "vestiamo".

Vesper-Jana: In Hystero Demonopathy la donna è protagonista assoluta, con le sue debolezze, le sue passioni e le sue pazzie, o isterie. Eppure continui a dire che le donne sono errore di Dio, destinate al fallimento e alla sofferenza. Siamo senza speranza?
Antonius Rex: La donna è l'essere superiore terreno creato da Dio... proprio per questo è senza speranza. Il demone opera il Male perché è stato concepito come spirito dotato comunque di intelletto e di volontà ed è stato in grado di effettuare liberamente e responsabilmente scelte apparentemente etiche che, per la medesima natura dell'essere praeternaturale, sono negativamente coinvolgenti per l'essere femminile. È sapere comune che demoni e microdemoni esercitino realmente il loro influsso nel mondo e prioritariamente sulla donna ........ essi agiscono abitualmente in modo tale da non far individuare la propria presenza tangibile e le proprie azioni e possono estendere questo influsso primariamente su donne isteriche e su avvenimenti quotidiani delle stesse. L'analisi dell'influsso e delle manifestazioni diaboliche richiede necessariamente una collaborazione tra riflessione religiosa e scienze, quali la psichiatria, la psicologia del subconscio e la parapsicologia, la magia, la magia occulta, l'esoterismo.
Queste, se da una parte non possono essere in grado di fornire risposte affidabili per ciò che riguarda il mondo delle entità spirituali, dall'altra possono contribuire in maniera notevole e talvolta
determinante ad una interpretazione dei fenomeni di possessione femminile. Oltre alla ordinaria tentazione, il demone può influire in via particolare sulla donna con l'ossessione, la violenza e la
possessione. Esiste anche il fenomeno dell'infestazione. Spesso il Male è la risultante di una libera opzione umana ed è dovuto all'auspicato intervento del Maligno sulla donna con lo scopo di alterarla e di distruggerla sia psichicamente che fisicamente. Oltre alle tentazioni tramite la suggestione sulla fantasia e la memoria, il demonio è invitato ad infierire dalla donna stessa su sé stessa con un'azione di coercizione psicofisica fino al livello estremo della possessione, che si concretizza tramite una vera presa di possesso, attraverso una dominazione che l'Angelo decaduto opera direttamente sul corpo e collateralmente sull'anima di una strega che lo desideri. L'obiettivo assoluto e infernale è che venga esclusa la più elevata porzione dell'anima: la Coscienza.
Il concept di Hystero Demonopathy, oltre ad offrire un quadro sulle donne possedute dai demoni, è riconducibile al fenomeno irrazionale di una occulta e perversa personalità demoniaca invitata masochisticamente a prendere il sopravvento all'interno della personalità psichica del proprio IO (IO e ME), sconvolgendone spesso e in varie modalità i comportamenti ........ sessuali inclusi. La demonopatia isterica comporta due elementi essenziali: la presenza del demonio nel corpo della donna e "il suo impero dispotico su di lei". Purtroppo non c'è speranza per l'essere femminile.

Vesper-Jana: Quali sono le motivazioni che ti hanno spinto ad analizzare l'isteria, la demonopatia femminile?
Antonius Rex: La voglia innata di ricerca, di sapere sempre verità vietate, l'istanza di conoscenza infinita.... per giungere alla conclusione che la possessione demoniaca della donna è una particolare condizione in cui è incatenato un soggetto che deve essere forzatamente ma anche iper-volutamente Abitato e posseduto da un essere praeternaturale o soprannaturale che corrisponda a Spirito, Demone, Dio, Antenato, Essere adorato o posseduto, Essere idolatrato. Le donne sono molto più inclini ad essere possedute similmente a omosex e trans per la loro stessa natura passiva... animali imperfetti che cercano sempre e ingannano i deboli.... ho avuto oltre 800 eterne illuse inutilizzate ma una sola compagna di grandezza.

Vesper-Jana: Il tuo frequentare pazienti psichiatrici, a volte potenzialmente pericolosi, a cosa è dovuto? Da che cosa è motivata questa ricerca/attrazione verso le alterazioni della psiche?
Antonius Rex: Ci sono due motivi sacrosanti. Primo per toccare con mano entro quali parametri può arrivare la mente umana e comprendere fin dove possiamo considerarci Normali (oppure Ipernormali o Subnormali). Secondo per la certezza matematica di aiutarli tangibilmente a credere in sé stessi, ad auto-stimarsi, a trovare la via per abbandonare l'ansia e la disperazione. Se li abbandonassi qualcuno di loro prenderebbe delle decisioni estreme ... e quindi devo frequentarli con costanza.


Vesper-Jana: Per quale motivo secondo te ci sentiamo sempre più attratti dal lato oscuro, dal male piuttosto che dal bene? Non è un caso che tra tutti i tuoi lavori il brano più scaricato sia proprio Possaction, che brano non è...
Antonius Rex: Perché questo fa parte della malvagità degli esseri umani, i quali vogliono provare un godimento dalle cose negative. L'uomo è attratto soltanto da ciò che è anomalo, vietato, proibito.... dalle cose irregolari. Più le realtà sono strane e particolari e escono dal quotidiano e più l'umano ne è attratto. Possaction è la storia di una ragazza realmente posseduta e la gente maligna e malvagia compra il brano perchè da quelle urla vuole capire la realtà satanica-esoterica. C'è sempre un celebrare la propria vita attraverso la morte altrui.

Vesper-Jana: Quali risposte credi di trovare quando interroghi le medium o le streghe, non solo Monika Tasnad in Romania, ma anche quelle celate tra le montagne dell'Appennino? A cosa serve se tanto tutto è già scritto nel libro del fato?
Antonius Rex: Monika e Francesca sono due persone super... con la prima abbiamo evocato gli spiriti di ragazze defunte e "buttate" dentro Hystero Demonopathy, mentre con la seconda potrebbe essere costruttivo constatare come si comportano le nuove adepte aspiranti "maghe". Tutto è già scritto nel libro del fato, ma queste esperienze servono per toccare con mano la presenza del Divino.

Vesper-Jana: Per la particolarità della tua proposta musicale che spazia dal gothic al doom, dal classic all'electronic, sotto il comune denominatore del progressive, ti senti forse vincolato a questa stessa unicità?
Antonius Rex: Questa unicità è vincolante e non vincolante ad un tempo: tutte le cose sono doppie.... il bianco e il nero, il bene e il male, gli Dei e i demoni. Se la vedi sotto un profilo di "progressione" allora è molto vincolante, perché si ruota sotto gli stessi temi e timbri. Naturalmente se in questo disco ci fossero state le tastiere di Doris Norton e non quelle di Rexanthony non avremmo fatto un passo particolare nel progressive e Hystero Demonopathy non sarebbe stato così se non ci fosse stato un musicista più trend a costruire delle cose future. Oggi, se avessi un vero manager al fianco che mi dicesse Per la campagna del prossimo album noi investiamo mezzo milione di dollari allora io direi che il nuovo album C.M. oggi è realmente ciò che vorrei fare .......... un'ora di musica realizzata da un musicista insieme a una barca e mezzo di "non musicisti".

Vesper-Jana: L'assolo realizzato con il sintetizzatore nel brano Demonic Hysteria ha tratto in inganno molti giornalisti del settore che hanno creduto fosse stato fatto con la chitarra. Cosa volevi dimostrare?
Antonius Rex: Non volevo dimostrare niente, solo una sfida con me stesso. Ho suonato per due vite la chitarra e ritengo che sia stato espresso tutto quello che si poteva esprimere con questo strumento. La chitarra ha detto tutto.......... era molto più innovativo e molto più difficoltoso fare l'assolo con la tastiera. Ho chiesto ad Anthony di farlo: secondo me il risultato è stato positivo. Però, visto che le parole possono sembrare "volatili", presto ci sarà un official video dove vedrete scorrere le stesse mani sulla stessa tastiera (con lo stesso plug in) per eseguire il brano Demonic Hysteria rigorosamente live ...... cosa che è già avvenuta nei più recenti concerti ...... in particolare a Ferrara davanti a 3500 fans impazziti. Per cui questo è il pezzo più avanguardista di HysteroHystero. L'aver mixato un ritmo post industriale, una melodia inarmonica, una svisata fatta col Korg Trinity, a mio avviso, rappresenta quello che succederà tra un po' di anni. La tastiera (ovviamente solista) è molto più "futuro" che la chitarra solista.

Vesper-Jana: Questo, secondo te, vale anche per la musica rock e metal?
Antonius Rex: Io auspicherei per un futuro del rock delle improvvisazioni con tastiere. Mio padre non mi ha fatto fare il pianista per questo, quello e quell'altro motivo ......... mentre io non avrei voluto suonare la chitarra, almeno inizialmente: poi ho amato questo strumento. Ricordo quando, anni luce fa, sono andato a Milano a vedere due band importanti, gli Iron Butterfly e Vanilla Fudge ..... pensavo già che la tastiera fosse tutto. Li andai a vedere e mi fissai quella sera a guardare lui con l'Hammond, ed era sicuramente un iper grande. Quando più tardi, dopo l'evento King Crimson, si sono formati gli Emerson, Lake and Palmer, che sono stati un trio eccellente, hanno detto addio alla chitarra : erano Greg Lake al basso e voce, Carl Palmer alla batteria che è stato il più grande batterista al mondo e chiaramente Keith Emerson che, dopo vent'anni di studio di musica classica, ha dimostrato al mondo i suoi miracoli........ insuperabili. L'inserimento di nuovi tastieristi darà una svolta fondamentale al mondo metal e rock .......... in particolar modo al mondo black metal che sembra bypassare tastiere e vocalist donne. Prendiamo invece come esempio Nightwish (genere metal, epico, gotico) che godono di un tastierista geniale responsabile del 50% del sound della band.

Vesper-Jana: Nella vita si devono accettare tanti compromessi, questo vale per tutti, anche per te che sembri così al di sopra delle righe?
Antonius Rex: Nessuno è al di sopra delle righe... purtroppo in aera compromessi, per quanto molti vogliano reputarsi liberi, non sono immuni dai compromessi stessi. Nel mio caso, comunque, oggi meno compromessi di ieri. Il più grande compromesso per la mia band fu incidere Ralefun controvoglia ma iper-pagati da Emanuele Daniele. Poi, maggior compromesso nel 1979... Radio 105 a Milano trasmetteva Antonius Rex, il massimo del disastro: Antonius Rex su una radio commerciale! Puoi vedere nelle hits del 1979 Witch Dance: una vergogna vera! Le cose nostre più orrende sono Ralefun e Zora, i peggior dischi mai realizzati per cui non sarò mai immune dall'auto-critica. L'unico disco autentico dei primi Antonius Rex è Neque Semper Arcum Tendit Rex prodotto dal trapassato Albert Goodman: lui ci promise di uscire con Vertigo e quella volta noi eravamo molto più intellettualmente creativi di Black Sabbath, eravamo molto meno metal e rock, ma eravamo dei grandi a livello culturale.... e non solo. Emblematico di Neque Semper è il brano Aquila Non Capit Muscas che continuo ad ascoltare anche se venne fatto nel 1974. In ogni caso dire "no assoluti" ai compromessi non è possibile, anche se sarebbe l'aspirazione di ogni musicista vero. Secondo me questo risultato si potrà concretizzare tra 20-30 anni quando finalmente il music business avrà capito che fare dischi non servirà più a venderli ma solo a diffonderli. Il disco è in agonia e non ci si può fare più niente. Fare video serve solo a diffondere l'artista, fare le interviste ai giornali, anche piccoli, serve a crearsi una piccola nicchia. L'artista è solo quello che puoi vedere live ....... allora ci sarà qualcuno che non accetterà compromessi, e l'artista dirà Signori, io sono questo, la mia musica è questa, il mio live è questo, venite al mio live. Poi tramite la Rete prenderà sempre più corpo un altro modo della communication musicale: quello di fare un concerto senza pubblico e di diffonderlo online in tempo reale, interagendo comunque con i fans. Ci saranno sempre meno compromessi, perché se anche la rete è negativa per 10.000 motivi, ha dei lati positivi, secondo cui tu sei tu, fai il tuo video, lo metti in una finestra, se la gente ti vuole sa come prenderti. Ecco perché oggi non giustifico le non vendite assolute di troppi artisti o ritenuti tali. Bene o male tu nel marketing ci sei, i tuoi fans ti conoscono, se ti vogliono ti comprano.

Vesper-Jana: Musicalmente parlando invece, cos'è di cui vai più orgoglioso?
Antonius Rex: Se devo dire la verità l'album di cui vado più fiero è Neque Semper Arcum Tendit Rex, primo perché avevamo vent'anni, eravamo pazzi, camminavamo sopra la gente, ci sputavamo sopra, andavamo in giro con un uomo al guinzaglio come un cane, pensavamo di essere i migliori del mondo e ce ne fregavamo di tutto, e infatti quando Vertigo disse Questo brano va cambiato noi non l'abbiamo cambiato e volutamente siamo morti di fame. Ma è l'album più autentico, fatto a Londra, infinite notti senza guardare l'orologio, ed era solo studio di incisione, sesso fino all'ubriacatura totale ...... non c'era altro perché c'era tutto. Chiaramente non ha venduto niente, uscendo con l'etichetta di Albert Goodman, ma è autenticità assoluta.

Vesper-Jana: C'è qualcosa che temi a livello musicale?
Antonius Rex: Continuare a creare musica con la certezza che la ruggine divora velocemente i sacchi d'oro. Nei tempi a venire io noto drammaticamente, seguendo i piccoli rave party di mio figlio, che i giovani stanno perdendo la coscienza, la conoscenza e sono schizofrenici al 70% ...... il che vuol dire che non hanno più un gusto musicale. Un tempo io aspettavo 30 giorni per poter avere l'ultimo dei Led Zeppelin, andavamo tutti i giorni con il mio amico Paolo a Milano in un negozio di importazione. Oggi ho visto gente comprare un cd e pestargli sopra con i piedi ancora prima di ascoltarlo. Per cui c'è un degrado della musica in modo totale. L'artista non ha più la possibilità di guadagnare con i dischi, questo varrà per tutti. Sotto il profilo della comunicazione la musica sta degradandosi e quella elettronica sta fagocitando tutto quello che è stata la creatività di un tempo che non ci sarà mai più. Drammaticamente, temerariamente ma anche fatalmente stiamo andando verso quello che io chiamo il Noise ........... solo verso il rumore, perché la gente ormai vuole ritmo e rumore, distorsione e droghe. Non gliene frega del brano purché venga tramortito dal rumore. Questo è il futuro. La musica è finita. Tutto cambia e ci si deve adeguare. L'elettronica è entrata anche nella musica, anche nel rock metal e quasi tutti gli artisti, registrano con il computer, non certo su registratori multitraccia a nastro. Tutti amano "quantizzare" perché così il brano viene più perfetto e tutti rivanno in edit e in post produzione per limare ciò che c'è da limare e infine tutti amano usare plug-ins pre-post production. Oggi è così, la tendenza è all'elettronica: se sei in grado di dominare l'elettronica sei un grande, se sei dominato dall'elettronica sei un povero scemo che fa dischi scemi e si sente.

Vesper-Jana: Secondo te oggi c'è un problema di educazione musicale o altro? Io sono convinta che ognuno nasca con un certo codice, che ti porta ad orientarti verso un certo tipo di musica...
Antonius Rex: Tutta la vita degli umani dovrebbe essere in evoluzione: il problema è in quanto tempo si materializza questa evoluzione. Nelle prime fasi dell'esistenza, tutti gli esseri umani subiscono passivamente tutto......... educazione, religione, sessualità, musica, arte. Quando cominciano a ragionare con la propria mente sviluppano i propri gusti musicali: così vengono fuori le scelte, basate però anche su un sentire interiore e su un Dna predisposto ma non totalmente. Ma fondamentalmente le persone che vanno a vedere Madonna lo fanno perché hanno osservato i mass media pubblicizzarla in modo estremo: pensano che sia una grande, e c'è un passa parola travolgentemente efficace ......... e tutti vanno.
Questa è una delle leggi del plagio.

Vesper-Jana: Ti sei mai sentito limitato nel vivere in una realtà ristretta come quella dell'entroterra marchigiano?
Antonius Rex: La mia fuga io la feci a 14 anni, andando a Milano con cinque mila lire. Le cose è vero, bisogna farle, ma meglio prima che poi: sono stato a Milano, a Londra, in varie città italiane ....... ri-partire adesso invece sarebbe inutile. Andai a Milano nel periodo in cui la radio trasmetteva 'Per voi giovani' un programma curato da Paolo Giaccio, che era un giornalista ridicolo, all'epoca comunistissimo, il quale comunque per la prima volta mise in onda Jethro Tull, Led Zeppelin, ecc. Siccome sono sempre stato colpito da piccole manie assurde di grandezza, siccome ho avuto sempre in mano la chitarra per comporre cose mie, ad un certo punto ho detto 'Andrò a Milano a risolvere tutti i miei problemi economici, farò una barca di dischi, andrò al clan di Celentano. Ho bussato a quella porta, mi ha aperto Don Backy, gli ho detto 'Ho dei brani molto più speciali dei tuoi per Adriano e mi ha risposto sbattendomi la porta in faccia. Questa è stata la mia prima esperienza con il mondo discografico.

Vesper-Jana: Un'ultima domanda... Come ti sembra di essere cambiato nel tempo?
Antonius Rex: Solo gli animali non cambiano mai...



Andy '71
Martedì 5 Marzo 2013, 10.57.20
37
Grande Samba@Concordo,al più presto un articolo sul divino Mario"The Black"Di Donato,che tanto ha dato e tutt'ora dà alla NOSTRA stupenda musica!
Jusuf "Trizompa" Tristanzuol
Martedì 5 Marzo 2013, 10.26.14
36
"Le donne sono molto più inclini ad essere possedute similmente a omosex e trans per la loro stessa natura passiva... animali imperfetti che cercano sempre e ingannano i deboli.... ho avuto oltre 800 eterne illuse inutilizzate ma una sola compagna di grandezza." ==> Tutte 'ste elucubrazioni per convincere una a farselo piantare nel tabarèn?
freedom
Martedì 5 Marzo 2013, 0.20.07
35
Hai ragione Arrraya, solitamente, quando so già in partenza che un determinato artista non mi piace, non commento nemmeno io...in questo caso sono stato spinto dalla curiosità ad ascoltare il disco in questione, e poi ho commentato, tutto qui.
Undercover
Lunedì 4 Marzo 2013, 22.55.07
34
@Patricia è sempre un piacere leggerti, mi dispiace solo non aver ancora potuto acquistare l'ultimo e quindi dovrò rimandare, a chissà quando, il commento su quel disco dato che l'mp3 non mi basta...
Sambalzalzal
Lunedì 4 Marzo 2013, 21.49.01
33
Scusate, premetto onde evitare fraintendimenti che apprezzo la musica di Bartoccetti ma una cosa la devo chiedere: che cosa è sta CHITARRA SACRA!?!?!?
Arrraya
Lunedì 4 Marzo 2013, 21.42.21
32
Oohhh Freedom@ ma la smettiamo di prendere ogni commento nel modo piu serioso e incazzoso? se ci trovassimo faccia a faccia a discutere di queste cose non ci sarebbero spazi per equivoci e forse vedresti quel "capra" nel modo giusto, ovvero una battuta enfatica e un pò cazzona. Qualche battuta infelice può anche passare, siete piu permalosi del mostro di Millwaukee. Comunque c'è da dire questo: Se una cosa non piace, non si capisce, o semplicemente fa cagare, mi chiedo perchè commentare. Io non ho mai commentato i post sugli Stratovarius, anche se li conosco, ma non avrebbe senso intervenire per qualcosa che non m'interessa...Mi raccomando, sto scrivendo queste parole con serenità, sarebbe bello mettere anche la foto di me sorridente e conciliante, cosi eviterei equivoci o fraintendimenti pseudosnobbistici.
Mickey
Lunedì 4 Marzo 2013, 19.40.30
31
Neanchio conosco le sue opere, vedrò di informarmi. Complimenti per l'intervista! Comunque per avere 65 anni a giudicare dalla foto devo dire che si mantiene piuttosto bene.
Vesper-Jana
Lunedì 4 Marzo 2013, 19.10.53
30
@Undercover, sono felice che ti sia piaciuta questa "chiacchierata".. Certo, la proposta musicale di Antonius Rex è troppo particolare, o la si ama o la si odia, al di là del merito indiscusso di precursore che egli ha avuto. In ogni caso, penso che il valore di un sito come Metallized sia anche nelle persone come te che, dall'altra parte della barricata, sanno dare un qualcosa in più con i loro suggerimenti, opinioni e commenti, sempre molto validi e puntuali. Thanks!
Andy '71
Lunedì 4 Marzo 2013, 18.49.51
29
Genio assoluto!Che possa non piacere ovviamente ci stà ma non riconoscergli un assoluto valore quanto ad avanguardia musicale e follia è impossibile!Personalmente lo adoro fin dai suoi Jacula,creatura demoniaca con dischi di parlato,tetro cupo,atmosfere agghiacianti,organi pazzeschi.....Fantastico!Un personaggio che ha fatto e continua a fare grande rock con la maiuscola,conosciuto ed amato in tutto il mondo!La nostra eccellenza musicale!
Ascarioth
Lunedì 4 Marzo 2013, 18.47.32
28
*antonius
Ascarioth
Lunedì 4 Marzo 2013, 18.42.08
27
Premetto che non conoscevo prima di adesso Antonious Rex, ma quest'intervista mi ha fatto riflettere. Non voglio dare pareri su questo tipo, visto che non ho mai sentito nulla di suo nè conosco per bene tutto quanto il suo vissuto... ma a parte quel parere sulle donne che non condivido assolutamente, devo dire che da ciò che leggo si tratta di una persona assolutamente interessante, i suoi interessi in musica mi attirano, credo che approfondirò la sua proposta musicale, giusto per vedere di che si tratta
VentoNordico
Lunedì 4 Marzo 2013, 15.17.17
26
dovrebbero chiamarlo antonius mac...visto che il lavoro lo fa solo col mouse.
BILLOROCK fci.
Lunedì 4 Marzo 2013, 13.37.44
25
mai sentito nominare prima d'ora... boohh
freedom
Lunedì 4 Marzo 2013, 12.11.28
24
Si si ok, ma il mio discorso è semplice: non mi piace la sua musica. C'è gente che non ha mai digerito i Pink Floyd, i Metallica o Mozart, e nessuno può impedirlo, alla fine è questione di gusti. Anche il paragone con Benson voleva si essere scherzoso da una parte, ma dall'altra mica tanto, nel senso che certe sonorità mi hanno realmente ricordato il folle Richard, lo giuro. Detto questo, l'opinione personale non può in alcun modo intaccare la storia e l'importanza di una band o di un artista, su questo non ci piove, quindi non ve la prendete più di tanto...
toni
Lunedì 4 Marzo 2013, 11.49.37
23
parla come un personaggio uscito da un film di jess franco. antonius rex scendi giù dalla pianta!
Undercover
Lunedì 4 Marzo 2013, 1.14.21
22
Questa non è musica di nicchia, è la musica italiana, il rock che tanto millantiamo di ascoltare, se poi non conosciamo chi ha dato tantissimo a questo mondo non è colpa mia e sì difendo le nicchie proprio perché di parlare sempre delle stesse band che ormai gli contiamo anche i peli anche sul culo non c'è proprio bisogno, lo spazio quelle se le ritagliano da sole. La mia risposta poco cortese è dovuta a un'affermazione totalmente fuori luogo, non a una mancanza da parte tua sul mi piace o no, quanto al giudizio affrettato e buttato lì su un'artista, avresti reagito e l'hai fatto in passato quando hanno attaccato nella stessa maniera i Metallica, non puoi prendertela con me, se io m'incazzo più per uno che quasi 50 anni di musica e all'estero lo conoscono e apprezzano quelli che contano e noi in Italia non sappiamo manco chi è, la colpa non è mia... anzi mi dispiace che troppi son pronti a muoversi per parare il culo ai 'Tallica, ai Maiden e quant'altri, però quando si parla di altra gente, se uno lo fa allora diviene un ipocrita dall'atteggiamento ripugnante... diciamo che è una visione particolare delle cose, definiamola così e qui parliamo in molti come mangiamo, perché non credo che uno come Samba o Lux si sian fatti problemi, i problemi se li fa chi le critiche le legge solo limitandosi al fatto d'esser stato tirato in causa, ma non del perché lo si è fatto...
freedom
Lunedì 4 Marzo 2013, 0.53.39
21
Ma che belli sti commenti alla Vittorio Sgarbi..."capra! capra! capra!". Forse questi cervelloni qui sotto, questi intellettuali superiori alla "plebaglia" (mamma mia...), non hanno capito che il mio punto di vista è sincero, privo di pregiudizi e onesto: la musica di questo artista non mi piace. Semplice no? Non ho bisogno di andare a leggere l'enciclopedia del rock per decidere se una cosa mi piace o meno, né voglio mettere in discussione l'eventuale importanza storica dell'artista in questione, sono qui solo per esprimere il mio modestissimo parere sulla musica, e nessuno di voi può darmi del caprone se una cosa non mi piace. Quest'ultimo commento di Arrraya specialmente, è arrogante e offensivo, ed è strano da parte sua visto che lo consideravo un utente "aperto"...con Undercover invece siamo alle solite, sempre lì a difendere tutto ciò che è o viene considerato "di nicchia", come vuole il manuale del grande conoscitore della storia del rock, atteggiamento questo che ho sempre ritenuto ripugnante, ipocrita e anche poco intelligente. Io parlo come mangio ragazzi, e se una cosa mi fa schifo lo dico apertamente, anche a costo di andare contro la storia o chissà che...buonanotte.
Arrraya
Domenica 3 Marzo 2013, 20.44.49
20
A Bartoccetti bisognerebbe fare un monumento, del resto tutti i precursori non verranno mai apprezzati veramente , e forse è un bene, perchè essere stato tra i primi in italia (e in Europa credo) a guardare al futuro della sperimentazione, è una cosa che la plebaglia per fortuna non potrà mai capire. Fa sorridere il fatto che quest'uomo qui era gia avanguardia negli anni 60 (dico, questo girava gia negli anni '60, l'italietta delle canzonette da spiaggia di Vianello, e questo se ne usciva con cose assurde e avanguardistiche (per l'epoca)...JACULA in primis. Artista di nicchia come la sua compagna Doris Norton. è comprensibile che qualche caprone non capisca il valore soprattutto storico-musicale di Bartoccetti.
Sambalzalzal
Domenica 3 Marzo 2013, 19.43.48
19
Undercover@ ahahahahahah cazzo, speriamo di no!!! Anche perchè poi Di Donato è uno di quei personaggi che più umili e criptici non si può! Impossibile metterlo in mezzo a qualsivoglia forma di critica! Lux Chaos@ Spero che l'articolo arrivi presto, è uno di quei personaggi di cui si parla e si è sempre parlato sin troppo poco!
brainfucker
Domenica 3 Marzo 2013, 18.56.12
18
"colonna sonora del peggior b movie horror da rito satanico e donna nuda in una chiesa sconsacrata".voi magari non ci credete,ma se non aveste fatto questa critica non mi sarebbe mai venuta voglia di ascoltare questo disco. antonius è sarà un grande e avanti coi tempi,ma non avrà mai un pollooooooo come il dio benson! sciacquatevi la bocca!!
lux chaos
Domenica 3 Marzo 2013, 17.37.28
17
@under: chiaro. Ecco, se andiamo su Mario Di Donato la musica cambia per me! Grande artista. Attendiamo un approfondimento dai ragazzi di Metallized!
Undercover
Domenica 3 Marzo 2013, 17.32.48
16
Sono d'accordo anche col tuo punto di vista, ma parli da persona che ha comunque un riscontro non limitato a un paio di pezzi, o un album, c'è comunque un approfondimento qui i commenti rasentano il ridicolo, non perché vanno contro l'artista, ma perché sono fatti privi di qualsiasi base sul quale montarli, è questo che fa rodere il culo e parliamo comunque di un'artista italiano, perché il più delle volte "stranamente" succede sempre con autori nostrani, è questo il modo di supportare l'arte? Io dico di no. @Samba i The Black sono fantastici, vedrai che qualcuno se ne uscirà fuori che sono imbarazzanti e avrà ascoltato anche stavotla un pezzo .
freedom
Domenica 3 Marzo 2013, 17.28.00
15
Che posso dire? Avrò detto una cazzata ma a me sto tipo non piace per niente, quasi quasi preferisco Benson a dire il vero. Poi i discorsi "non è roba per tutti" si possono usare a piacimento quando una cosa a noi piace e al resto del mondo no, niente di nuovo, è la prassi. Non è roba per me, tenetevelo pure voi...
lux chaos
Domenica 3 Marzo 2013, 17.22.05
14
grazie Undercover, capisco assolutamente il senso di quello che dici...ribadisco due cose: 1) ho ascoltato quasi tutti i suoi album, non riuscendo a farmene piacere neanche uno....2) capisco quello che dici ma c'è un punto che non mi trova d'accordo, non con te, ma in generale: io sicuramente sono tra quelli che non l'ha approfondito dal punto di vista di quella che chiami "ricerca sul campo assurda" ma ti dico anche che sinceramente non mi interessa....può esserci ricerca, doris può essere un mito dell'elettronica, lui può essere un avanguardista ecc ecc....ma io dalla musica cerco altro. Penso che anche studiando per 3 anni di fila vita morte e miracoli di Bartoccetti, il risultato finale sarebbe sempre lo stesso: la sua "musica" non mi da nulla, o almeno nulla che apprezzi rispetto a quello che cerco nella musica...quindi penso che ci sia un punto per cui è giusto informarsi su un artista, ma ciò che conta alla fine è la musica se lui produce un disco...poi si possono fare i discorsi non è per tutti è elitario ecc ecc ma a volte (non parlo di te) è vero che ci può essee il rischio di idolatrare più il "rumore di fondo" che la musica stessa
Undercover
Domenica 3 Marzo 2013, 17.09.36
13
@Lux Chaos, guarda che dietro ogni disco di Bartoccetti c'è una ricerca sul campo assurda non solo a livello strumentale, io non so quanti di voi abbiano davvero approfondito musicalmente questo signiore e quanti ne abbiano letto i testi, quanti conoscano la moglie Doris Norton che per anni ha collaborato con lui ed è considerata una figura importante nel mondo dell'elettronica che conta, non stiamo parlando dei Cradle Of Filth che giocano a fare i vampiri di Twilight, qui si parla del mondo dell'occulto in maniera più seria di quanto crediate e mi dispiace leggere delle cazzate come quella di Freedom che addirittura lo paragona a quel relitto di Benson, che oddio ci può stare, non gli è piaciuto, il concept dell'album e le atmosfere saranno risultate indigeribili, è anche vero che Bartoccetti non è mai stato per tutti e non ha mai preteso di esserlo, anzi ha volutamente negato al suo essere musicisti di compromettersi con il mondo della discografia, posso comprendere anche che risulti altezzoso nelle risposte, ma prima di giudicarlo così duramente mi chiedo ci sono le basi per farlo? Seriamente pensate che questo sia un clown? Se è così, allora c'è un problema di fondo, visto che chi ha commentato lo conosce pochissimo, compreso il signor Freakindie che ha ascoltato un pezzo e ha preso per il culo il suo amico e ascoltando gli Afterhours, mi auguro per lui non gli ultimi, sarebbe quanto meno divertente come cosa anche solo a pensarla.
il vichingo
Domenica 3 Marzo 2013, 16.43.44
12
Quoto Freakindie al commento 2 per quanto riguarda gli Area.
freedom
Domenica 3 Marzo 2013, 16.39.59
11
Beh fondamentalmente mi trovo d'accordo con Freakindie, nel senso che ascoltando questo lavoro ho avuto esattamente la stessa sensazione da "colonna sonora del peggior b movie horror da rito satanico e donna nuda in una chiesa sconsacrata", lo giuro. Non mi piace, mi sembra un Richard Benson con l'aggravante del satanismo e tutte queste menate sulla magia nera che personalmente ritengo ridicole. Mi ha messo addosso un ansia e una tristezza incredibili...credo che non lo ascolterò mai più.
Undercover
Domenica 3 Marzo 2013, 14.25.20
10
Comprendo tutte le critiche, ma quest'uomo era già in giro quando la scena prog italiana era ancora al palo, quindi era già avanti a quel tempo, poi lo si può criticare, parlare di manie di grandezza, tuttavia musicalmente è geniale e sempre un passo avanti agli altri, tralasciando il fatto che il de gustibus è sempre a comandare, io lo ritengo realmente una divinità nell'ambito e che in Italia personaggi simili, che all'estero vengono realmente considerati e paragonarlo a quel "poca cosa" che è Fabban è assurdo, dovremmo tenerceli cari.
lux chaos
Domenica 3 Marzo 2013, 13.17.38
9
Freakindie: tranquillo! si, questo sito è fantastico proprio per il motivo che dici, qui si ama la musica tutta, e c'è gente con cui confrontarsi (come noti dalla richiesta del mio commento) che ha competenze notevoli e ampie!
Freakindie
Domenica 3 Marzo 2013, 13.12.24
8
X Lux:Hai ragione,ho risposto istintivamente generalizzando,quando mi volevo riferire solo a quel caso e so benissimo che ci sono metallari che rispettano e capiscono l'importanza di generi musicali differenti. Per quanto riguarda questo sito mi piace,è fatto molto bene e mi sono già reso conto da un pezzo che tratta generi anche al di fuori del metal e non è ottuso(già il fatto che in home ci sono una recensione di "Low" di Bowie e una dei Mothers of invention lo dimostra).
lux chaos
Domenica 3 Marzo 2013, 12.56.34
7
@freakindie: capisco il tuo giudizio, in parte è comune al mio, ma secondo me poi sbagli nel generalizzare il giudizio sui metallari in generale
lux chaos
Domenica 3 Marzo 2013, 12.54.58
6
Tralasciando il commento di Freakindie, non ho mai trovato neanch' io nessun motivo di interesse in quest' "artista", anzi a dire il vero mi innervosisce questo enorme spropositato contorno intellettualoide (a volte, prendete con le pinze il paragone, sembra di sentire certe vecchie risposte di Fabban, le leggi e pensi "Ma cosa cazzo sta dicendo????") che secondo me distoglie la concentrazione da una musica per me, boh, realmente banale...non so se riesco a spiegarmi...poesie per me incomprensibili recitate male su un interessante base musicale, ma niente di "divino", anzi...come dici tu undercover forse se lo può permettere, però mi interesserebbe molto sapere da te, data la stima, perchè onestamente lo ritieni una divinità musicale, a me questo personaggio che a 70 anni dedica tutta la sua vita a ste cose mi mette una tristezza infinita...senza giudicarlo e ovviamente senza giudicare chi lo ascolta, alla fine il de gustibus regna, ma mi chiedo veramente come uno possa apprezzare questa "musica"...ciao!
Freakindie
Domenica 3 Marzo 2013, 12.53.45
5
X Raven: Parto dal presupposto che del prog apprezzo vermante pochissime cose,gruppi osannati come Emerson Lake and Palmer e Yes mi fanno venire l'orticaria. Di conseguenza questo Antonius Rex che oltre al prog dei gruppi citati sopra aggiunge organi ridondanti da chiesa sconsacrata che detesto, mi risulta indigeribile e fastidioso. Io non voglio criticare,c'è a chi questo genere musicale piace;ho risposto solo alla frase di Undercover quando ha detto:"altro che questi gruppi pseudo intellettuali di oggi", e mi è ritornata in mente quella discussione ridicola fatta con il mio amico.
Sambalzalzal
Domenica 3 Marzo 2013, 12.33.18
4
Raven@ lasciando stare saggi ed esperti dell'ultima ora, a quanto pare ne vengono fuori sempre di più qua sul sito ultimamente. Avete mai trattato su qualche articolo qualcosa di The Black, Mario Di Donato o cmq avete in mente di farlo?
Raven
Domenica 3 Marzo 2013, 12.28.19
3
Per tua informazione qui sono presenti anche gli Area e svariati altri gruppi prog anche di nicchia.Senza contare numerosissimi artisti appartenenti ad altri generi. Il tuo atteggiamento superiore inoltre,senza capire su che sito ti trovi, ti qualifica automaticamente sul livello di quei bimbiminkia che vorresti sfottere.
Freakindie
Domenica 3 Marzo 2013, 12.20.44
2
Divinità musicale??? Ma fatemi il piacere. Musica pseudo esoterica mista ad inserti prog pacchiani con un risultato da colonna sonora del peggior b movie horror da rito satanico e donna nuda in una chiesa sconsacrata. A proposito di pseudo intellettuali,un giorno stavo parlando con un mio amico metallaro della scena italiana musicale negli anni. Questo mi disse:Ho scoperto un'artista che ha fatto vera musica sperimentale in Italia altro che i tuoi Afterhours,si chiama Antonius Rex. Dopo aver ascoltato un brano,l'ho sfottuto per l'intera serata e gli ho detto di andare a ripassarsi la discografia degli Area,se voleva sentire del prog intelligente e vera musica invece di una messa pacchian-satanica spacciata per arte e innovazione. Ah i metallari,non appena vedono una croce capovolta esce fuori l'eterno bimbominkia esaltato che è in loro.
Undercover
Domenica 3 Marzo 2013, 2.28.12
1
L'unica che poteva intervistarlo era Patricia e solo con lei poteva venir fuori un gioiello d'intervista simile, spettacolare... le risposte sono di una schiettezza disarmante, alle volte potrebbero sembrare anche da un po' da narcisista, ma lui se lo può veramente permettere, parliamo di una cazzo di divinità musicale altro che i fantocci pseudo-intellettuali che girano odiernamente. Lunga vita ad Antonius Rex.
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Antonius Rex
RECENSIONI
80
ARTICOLI
03/03/2013
Intervista
ANTONIUS REX
L'oscuro mondo di Antonius Rex
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]