Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Primal Fear
Apocalypse
Demo

Talbot
Magnetism
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/08/18
HOPELEZZ
Stories Of A War Long Forgotten

24/08/18
ANCESTORS
Suspended In Reflection

24/08/18
PAUL FERGUSON
Remote Viewing

24/08/18
DIABOLOS DUST
The Reaper Returns

24/08/18
FOSCOR
Les Irreals Versions

24/08/18
THE AMITY AFFLICTION
Misery

24/08/18
DIABOLOS DUST
The Reaper Returns

24/08/18
SEPTEKH
Pilgrim

24/08/18
DARK MILLENNIUM
Where Oceans Collide

27/08/18
EMINENCE
Minds Apart

CONCERTI

21/08/18
ORIGIN + GUEST
CIRCOLO SVOLTA - MILANO

22/08/18
DYING FETUS + TOXIC HOLOCAUST + GOATWHORE
DAGDA LIVE CLUB - RETORBIDO (PV)

22/08/18
ORIGIN + GUEST
FREAKOUT CLUB - BOLOGNA

23/08/18
PICTURE + SØNDAG
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

24/08/18
BLAZE BAYLEY + WHITE SKULL + I AM LETHE
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

24/08/18
SEXPERIENCE + STONEDRIFT
I MERCENARI BIRRERIA - VIADANA (MN)

25/08/18
ANGEL WITCH + METHEDRAS + ANGUISH FORCE
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

25/08/18
METAL REDENTOR FEST
SPAZIO LUPARDINE - REGGIO CALABRIA

25/08/18
BEERAPOCALYPSE NIGHT
IL CHIRINGUITO 2.0 - PRATO

28/08/18
FLOGGING MOLLY + STREET DOGS
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

NEFFA - Parla l'ex batterista dei Negazione
14/09/2006 (25010 letture)
Forse i piu' giovani (e non solo loro) ne sono all’oscuro, ma Neffa e' stato parte integrante del progetto culto hardcore\ punk che negli anni 80 fece proseliti: i mitici Negazione! Riviamo con lui quei momenti, per un vero e proprio tuffo nel passato...Intervista a 360° per nostalgici e non…

Tanto per essere chiari fin dall'inizio, apriamo con il commento di Saverio Sgaramella, cantante dei Woptime: "Quei ragazzi dovrebbero entrare nel Guinness dei primati dell’ HC. Sono stati i primi in Italia a mixare punk e metal, a registrare in maniera professionale, ad avere l’intuizione di cosa fare per essere una band degna di tale nome. Li hanno amati, odiati, usati, esaltati, imitati, boicottati, invidiati. Nel bene e nel male sono stati una band fondamentale. Solo gli idioti possono negarlo" . L’ex-batterista Jeff Pellino, alias Neffa, ha qualche cosa da aggiungere a riguardo?
I Negazione migliori, secondo me, sono stati quelli de "Lo Spirito Continua". Il batterista ai tempi era il mitico Fabrizio Fiegl, che tra l'altro scrisse il bellissimo testo della title track. Penso che tutti i risultati raggiunti dal gruppo siano da imputare alle grandi qualità manageriali del bassista Marco Mathieu, al geniale e intuitivo talento creativo di Tax e alla voce graffiante e inconfondibile di Zazzo, nonchè alla sua biblica pazienza nel sopportare gli ego molto sviluppati dei 2 già citati. Anche se ai tempi non c'ero, posso provare a indovinare che l'apporto di Fabrizio fu soprattutto lo spirito che diede al gruppo la forza di fare tutte le cose di cui parla Sgaramella, e aggiungerei, la capacità di pestare di brutto alla batteria. Quando Fabri se ne andò, il gruppo divenne sostanzialmente un gruppo di 3 persone che cambiava molto spesso batterista.

Estate 1990: ecco 100%, disco registrato e mixato al Tango Studio di Eindhoven in Olanda. Qual'e' il tuo ricordo di quel periodo? C'e' qualche aneddoto particolare legato alle registrazioni?
Le registrazioni furono un po' stressanti perchè si cominciava la mattina abbastanza presto e io ai tempi non mi alzavo presto. Per questo motivo ero sempre un po' cotto e visto che registravamo insieme, onde evitare di commettere errori che avrebbero causato ritardi, man mano mi misi a semplificare le mie parti di batteria e così, per quanto mi riguarda, userei le parole "batteria di servizio" e cioè al servizio della musica, senza passaggi mirabolanti. Ovviamente il lato positivo è che a 23 anni mi trovavo in un gruppo che aveva un nome importante, in un bellissimo studio e con un bravissimo fonico, per di più ad Eindhoven con del buonissimo fumo. Se ricordo bene ci misi del mio nella scelta del titolo. Sicuramente la scritta a pennarello del titolo è mia.

Con 100%, le porte si spalancarono: New Music Seminar di New York (prima band italiana invitata, insieme gli eroi dance del periodo, Black Box, leggi "Ride on time"), una tournee' con i canadesi D.O.A. (band di Joey Shithead, massimo complesso punk di Vancouver) e una tournee europea...
Fu esclusivamente il grande lavoro di contatti svolto da Marco a portarci in America. Sicuramente la musica dei Negazione era un biglietto da visita di tutto rispetto, ma sono comunque convinto che senza il lavoro di telefono di Marco questo obiettivo non sarebbe stato raggiunto. Da quando entrai nel gruppo capii che un tour americano era il grande sogno dei Negazione e sono felice che questo sogno si sia avverato ai tempi della mia militanza nel gruppo. Per quanto riguarda le cronache di quei giorni, ci sono ricordi molto dolci e altri amari, ma sono cose troppo private per parlarne ora. Sicuramente avrei un racconto molto lungo da fare, fu un'esperienza grandissima.

Dopo la tua dipartita, nel settembre del 1990, ecco il Monsters of Rock con AC/DC e Metallica, di fronte a 45mila persone. Come mai lasciasti la band quasi all'apice del successo (se non completamente all'apice)?
Lasciai il gruppo agli inizi di quell'estate, col sogno di tornare negli States per suonare laggiù. I motivi della mia decisione furono svariati. Da una parte aumentava la mia frustrazione per il fatto che il gruppo stentava a evolversi, soprattutto, penso, per una certa mono-dimensionalità della voce di Zazzo, che se da una parte era una delle grandi fortune del gruppo, dall'altra non permetteva al gruppo di prendere una piega più melodica che probabilmente lo stesso Tax avrebbe voluto prendere. Ai tempi ci piaceva molto il filone descendents-all...c'è da considerare anche che io non credo di avere messo una singola nota nel disco 100% e quindi il mio impiego si limitava alla sola batteria. Avevo voglia di una situazione musicale più stimolante e così decisi di uscire dalla band. Agli aspetti musicali bisogna aggiungere quelli personali. L'unica persona gentile e rispettosa era Zazzo, ma con gli altri c'erano spesso scazzi o incomprensioni. Il gruppo mi rimborsava interamente le spese ma non mi pagava e sostenevano che neanche loro prendevano soldi, poi seppi che la spesa di casa se la facevano alla grande e mi resi conto di essere un po' sfruttato. Sicuramente a me piaceva l'idea di stare in un gruppo "famoso" e che faceva molti concerti e a loro devo molta della mia esperienza e di una certa attitudine a non comportarmi da sprovveduto nel mondo della musica. Però il gioco non valeva più la candela. L'episodio finale la dice tutta sul mio rapporto coi Negazione. Quando decisi di abbandonare la band diedi un preavviso di 2 mesi, perchè nonostante alcune volte avessi pensato di andarmene sbattendo la porta, volevo lasciare in modo responsabile nei confronti del progetto e con rispetto reciproco. Così si arrivò a un ultimo concerto con Casino Royale e Isola Posse. Immediatamente dopo il concerto Marco e Tax mi evitarono e dovevo stargli proprio sul cazzo, visto che mi lasciarono fuori dalla sala prove senza neanche darmi i soldi per prendere il treno per Bologna e senza rivolgermi la parola. Non ci potevo credere...meno male che li avevo avvisati 2 mesi prima!così furono delle loro amiche che mi accompagnarono in stazione e mi diedero i soldi per il biglietto. Furono delle grandi e anche se non ricordo i loro nomi o i loro volti, ricorderò per sempre quel gesto.lascio invece ai lettori il giudizio sul comportamento dei negazione, aggiungerò solo che Zazzo non avrebbe mai fatto così, ma era troppo succube degli altri 2. Con Marco non ci parlammo per lungo tempo. La cosa più divertente è che dopo qualche mese entrai nell'Isola Posse come batterista e, abituato agli sbattimenti coi negazione, mi ritrovai praticamente in gita coi miei migliori amici. Lì mi aiutavano a portare la batteria e per giunta mi pagavano! Il caso volle che ci furono un paio di concerti in cui c'erano anche i Negazione e loro avevano sempre quell'aria di gente un po' in sbattimento che non sembrava si stesse divertendo. Io invece stavo da dio e si vedeva...

In molti, ancora adesso, si chiedono come un batterista hardcore\punk si sia trasformato (con successo) in un cantante hip-hop\rap (tanto per non far nomi, Sangue Misto e i Messaggeri della Dopa) fino alle raffinate e sperimentali produzioni attuali...
A me interessava la musica. Non mi sono chiesto prima dei 30 anni cosa volessi fare e così lungo la strada ho preso strade alternative, spesso attratto più dalla filosofia di vita che non dalla forma musicale stessa. Devo l'amore per l'hard core a Stefano Cesca, ex bassista degli Irha di Bologna e del mio primo gruppo pallido e i sieropositivi e devo l'amore dell'hip hop anche a molta gente conosciuta a Torino nel mio periodo di militanza coi Negazione. Comunque fu Marco Mathieu il primo a farmi sentire in anteprima gli Nwa e io li esportai subito a Bologna, dove non li conosceva ancora nessuno.

In molti dimenticano gli Impact di Ferrara (band che insieme ad Indigesti, Raw Power, gli stessi Negazione e Declino, ha costituito la base dell’ hardcore in Italia)...altra esperienza nel settore estremo che vale la pena ricordare...
Gli impact erano delle gran brave persone. Con loro mi divertii un casino e registrammo un disco (con mio fratello nel ruolo di fonico, esattamente come accade nei miei dischi di ora...) purtroppo il disco non uscì...non ricordo perchè uscii dal gruppo, ma non fu certo per motivi di scazzo. Ora che ci penso, forse fu proprio per entrare nei Negazione.

Che ricordo hai dei tuoi compagni d'avventura? Sei ancora in contatto con loro? Come hanno accolto la tua scelta di cambiare totalmente genere?
Marco era intelligente e molto determinato, troppo poco diplomatico per fare il manager. Tax era geniale e per questo lo ammiravo ma, almeno nei miei confronti, è rimasto sempre un po' chiuso. Zazzo è quello con cui ho passato più tempo, perchè era quasi sempre lui a ospitarmi nelle mie trasferte a torino.una persona gentile e perfino troppo disponibile.a volte mi chiedevo come facesse a non mandare a fare in culo tutto.non sono rimasto particolarmente in contatto con loro, anche se penso che ci siamo un po' seguiti da lontano, se non altro io l'ho fatto.

Ad onor del vero, anche altri componenti dei Negazione hanno abbracciato fedi sonore differenti: Michele e’ un DJ produttore tecno a Berlino, Fabrizio ha suonato con i Camels in Effect, lo stesso Tax, agli inizi degli anni 90, provo' esperienze alternative hip hop\metal\house con i F.A.R. Insomma, i Negazione sono stati un bel trampolino di lancio...
Fabri è stato anche un dj fondamentale nella scena reggae-dance hall di Bologna. Con lui feci uno special reggae per il suo sound system. Cantavo un pezzo sul fumo sulle note di "La Solitudine" della Pausini!

Parole di Tax, prese da un’altra intervista: "Neffa è sempre stato così, un tipo divertente, già quando era con noi. In mezzo al suo nuovo "ambiente" fa anche la sua porca figura"... c'e' qualche cosa che vorresti dirgli tramite queste pagine?
Non saprei...dette così sembrano un po' offensive, sicuramente faccio la mia porca figura nel mio nuovo ambiente, anche se io non faccio parte di nessun ambiente...se volessi lanciare una frecciata a Tax, gli direi che ogni volta che mi sono trovato in un progetto in cui si era perso lo spirito iniziale ho sempre deciso di chiudere e cambiare pagina. I Negazione in cui militavo con lui, invece, sembravano un guppo in cui le persone non si volevano più tanto bene come prima, ma si manteneva vivo il progetto con ogni sforzo. Questo mi sembra un compromesso più grande di qualsiasi compromesso che abbia mai fatto io.

Qual e’ stata l’ultima volta che hai sentito un pezzo dei Negazione?
Non saprei.... long long time ago...

Ascolti ancora qualcosa di "estremo"?
Adoro i Queens Of The Stone Age. Resto più legato all'hard rock.dopo tanto tempo penso che il gruppo metal più duro di tutti siano stati i Black Sabbath. E il cantante più hard-core...James Brown! Sembra una provocazione, ma guardatevi un suo concerto degli anni 60 o 70 e poi ditemi...

Domanda surreale: se un giorno ti riproponessero di rientrare nei Negazione?
Sarei ancora capace di pestare come allora e l'idea di suonare la batteria o cantare in un gruppo hard rock-punk-metal non mi dispiacerebbe, ma non mi piacerebbe riesumare un vecchio progetto. I fantasmi non muoiono più di una volta.

Hai ricordi di band come CCM, Declino, Kina, Upset Noise, Raw Power, Crash Box, IRI, Putrid Fever, Wretched? E conservi ancora dischi di quel periodo?
Io sono arrivato sulla scena italiana verso la fine di quell'onda. Giusto il tempo di vedere alcuni gloriosi concerti all'epoca del vecchio Leoncavallo.

Back to my friend, Yesterday pain, Parole, Fall apart (an' tear it down), Brucia di vita, Sempre in bilico. Il giorno del sole, Lo spirito continua e Tutti pazzi...cosa ti viene in mente?
Che al primo provino venni scartato perchè non ero ancora pronto.un anno più tardi, dopo la parentesi con gli impact, tornai più tosto e mi presero. Alla prima prova avevo il fiatone dopo 10 minuti. Ma qualche tempo dopo le mie braccia erano grosse il doppio e pestavo pesante!

Un aggettivo, una frase per i Negazione che furono...
Determinati, organizzati e originali

Qual’ era l’approccio alla musica di Jeff Pellino e qual’ e’ quello dell’ attuale Neffa?
Come ti ho detto, ai tempi il mio unico interesse era stare in un gruppo affermato che suonasse molto in giro e coi negazione ho fatto tantissima esperienza che mi è stata fondamentale. Ora mi interessa molto di più la composizione e la creazione della musica, l'alchimia della ricerca dei suoni in studio. Mi interessa meno l'aspetto del live.

So che ti senti molto vicino al blues, pensi di aver trovato finalmente la formula giusta? E se si, come sei arrivato a questo risultato sonoro? Una costante ricerca o qualche cosa che nasce e cresce direttamente nell’anima?
Spero di non trovare mai la formula giusta, altrimenti dovrei smettere. Il mio modo è comunque quello di affidarmi totalmente all'istinto e all'ispirazione, cercando di non veicolare la musica.in parole povere vado io dove mi porta la musica e non il contrario. Questo concetto risponde in parte anche alla fatidica domanda che mi fanno e cioè il perchè dei miei numerosi cambi di direzione.

Sinceramente, durante l'intervista, qualche lacrimuccia nostalgica e' scesa?
Ricordo tempi fantastici e nonostante i vari scazzi, esperienze di vita e viaggi intrapresi con persone che rimarranno per sempre nella mia storia

Grazie mille per la disponibilita' e naturalmente in bocca al lupo per il nuovo “Alla fine della Notte”. Il finale e' a tua disposizione.
Fine.



Area
Mercoledì 23 Maggio 2018, 8.57.19
81
@No Fun, era per dire che in Francia quelli che anni fa ascoltavano Rap lo ascoltano ancora oggi anche se hanno 40 o quasi 50 anni e che anche i più giovani di solito ascoltano sia il passato che il presente sia Francese che Americano e la sanno da matti! Purtroppo in Italia non é proprio così.... tolti gli appassionati vecchi e nuovi, molti di quelli che ascoltavano allora durante il successo d Sottotono, Articolo 31 o Neffa era gente che finita la moda é sparita, ma anche oggi ci sono una marea di "Casuals" tra ragazzine e ragazzi che spesso non vanno oltre l'adolescenza... Cioé per dire qui da noi la Trap non viene ascoltata da gente che ha più di 19 anni a differenza che negli U.S.A... e a me che non piace la cosa non mi urta. @duke, bene e mi fa piacere che ti diverti ad ascoltarlo, per quanto caparezza sia qualcosa che esuli dal rap in senso stretto, però di fatto é un genere che non hai approfondito e credimi che non basterebbe un anno...
duke
Martedì 22 Maggio 2018, 22.58.57
80
area?a me piace il metal....non ho molto interesse verso il rap.....ma Caparezza e i beastie boys hanno sinceramente attirato la mia attenzione con dei dischi molto rock oriented....come potevo ignorarli ?il resto mi interessa ben poco...
No Fun
Martedì 22 Maggio 2018, 16.50.57
79
@Area, ah ah purtroppo per motivi anagrafici mi ero già reso conto che non fosse popolare solo tra i giovani infatti quelli con cui parlavo che ascoltavano hip hop lo facevano dai primi anni novanta, e i dischi che ho citato infatti sono dei novanta, conosco anche qualcosa di più recente ma mi sembrano cose più commerciali, La Fouine, Booba, Orelsan, tra alcuni di questi c'erano anche state delle faide con relative sparatorie, per fortuna senza vittime, poi non so se era roba seria o era solo uno scimmiottare i gangsta (ammesso che sia serio fare faide per il rap, ma su questo non mi pronuncio).
Area
Martedì 22 Maggio 2018, 16.33.54
78
@No Fun, ah piccola precisazione... in Francia é il genere più popolare tra i giovani, ma va detto che chi lo ascoltava 20 anni fa lo ascolta e lo supporta ancora oggi. In Italia molti di quelli che lo ascoltavano oggi hanno quasi tutti smesso di interessarsi o hanno altro a cui pensare, negli ultimi anni poi dopo che é tornato di moda con le cose più Pop e con la Trap l'età si é sempre più abbassata anche ai live, raramente il pubblico supera i 18/19 anni. Un limite di molti appassionati (quindi non la massa) in Italia é che ascoltano solo la roba Italiana, gli nomini delle cose americane fondamentali e non sanno che risponderti.
Area
Martedì 22 Maggio 2018, 16.21.34
77
@No Fun, Eh si in Francia é un fenomeno Pop che fattura parecchio da inizio anni 90. Molti hanno cominciato facendo dei dischi per le Major e ancora oggi dopo 20 anni sono lì. E' il Genere di musica più popolare in Francia tra i giovani. In Italia anche adesso da una decina di anni é così anche se la roba che gira non mi piace, mentre negli anni 90 salvo poche ottime eccezioni (Articolo, Sottotono, Neffa, Lou X, Frankie etc) che vendevano bene, tutto il resto era per lo più un fenomeno "Alternativo/Underground" con qualcuno che arrivava a fare magari un disco per la major ma poi non riusciva a vendere tanto. Tuttavia il Top del top resta il Rap Americano da sempre e di ogni periodo.
No Fun
Martedì 22 Maggio 2018, 14.02.59
76
@Area, ascolterò senz'altro. Dell'hip hop conosco solo qualcosa di quello francese (a parte alcuni americani superfamosi come Public Enemy, Beastie Boys, Cypress Hill etc) perché sono stato un po' in Francia e lì lo ascoltavano veramente tutti, lo sentivi ovunque, quando ho detto che in Italia io ascoltavo rock punk metal ma che non avevo mai ascoltato rap mi hanno guardato come fossi un marziano.
Area
Martedì 22 Maggio 2018, 13.27.05
75
@No Fun, con la sola eccezione di Oxmo puccino possiedo i dischi fondamentali della gente da te citata (almeno su CD visto che in Vinile erano poco reperibili e costosi prima della ristampe), a cui mi sento di aggiungere anche i Fonky Family di "Si dieu veut" e gli Ideal J con "Le combat continue"... soprattutto il primo vattelo a cercare se non l'hai ascoltato, poi volendo fallo tuo e fai girare l'economia. @duke, uhm interessante... quindi deduco che tu abbia comprato e ascoltato gran parte dei dischi Rap Italiani che hanno fatto la storia in Italia no? Sai di solito chi dice così praticamente si ascolta solo Caparezza e tutti gli altri del passato e del presente non se li calcola di striscio. Oh beninteso che i primi 3 album di caparezza sono dei bei prodotti e che lui di musica la sà tantissimo e che fa dei gran bei live.
Galilee
Martedì 22 Maggio 2018, 11.58.45
74
Baldazzi uber alles.
No Fun
Martedì 22 Maggio 2018, 11.51.49
73
Truce Baldazzi anche non è male
Elluis
Martedì 22 Maggio 2018, 11.35.16
72
@duke concordo con te al 100% !
duke
Martedì 22 Maggio 2018, 11.12.00
71
se si deve parlare di hip hop rap....in italia il piu' interessante e' Caparezza.....testi interessanti....musica suonata con strumentazione rock....eccezionale dal vivo....non semplici basi fatte con il computer...
No Fun
Martedì 22 Maggio 2018, 10.54.01
70
Ciao, mi intrometto in questa discussione sull'hip hop per consigliare, a chi fosse interessato e a chi capisse la lingua, l'ascolto di hip hop francese, non sono un esperto ma ho ascoltato e apprezzato Ministère Amer (quelli della colonna sonora del film L'Odio): 95200; NTM (un acronimo per un' espressione comune nel gergo francese che letteralmente vuol dire "fotti tua mamma"): Paris sous les Bombes; Doc Gyneco: Première Consultation, un album suonato con veri strumenti e con testi ironici che parlano di malessere, donne, vita di quartiere; e poi IAM, storico gruppo hip hop di Marsiglia; Oxmo Puccino e tanti altri, la scena hip hop francese è veramente molto varia interessante e soprattutto con molto seguito. Ciao.
Area
Martedì 22 Maggio 2018, 9.00.26
69
@Galilee: Mah guarda parlando dell' Italia nei 90 (visto che negli USA aveva la scelta di almeno 3 territori con 3 sound diversi e altrettanti argomenti) tolti 4/5 gruppi massimo la maggiorparte parlava di Hip Hop e dell'odio verso i suckeroni. Infatti quelli che avevano più successo erano quelli che parlavano anche di altro. Oggi lo dicono anche quelli che li odiavano in un noto documentario, ma la guerra agli Articolo 31 é stata la cosa più stupida del mondo.
Area
Martedì 22 Maggio 2018, 8.49.47
68
@Hattori hanzo: Si ma insisto tolti loro, neffa da solo e pochissimi altri in un paio di pezzi la maggior parte parlava dello spirito hip hop, di quanto fanno schifo i sucker... si insomma del nulla. Se Articolo 31, Sottotono, Frankie, Lou X e i Lyricalz hanno avuto successo é perché avevano più di un argomento da trattare, alcuni anche dei beat meno ostici e monotoni. Dal 2006 fino al 2014 credo si é parlato di lusso a volte, problemi vari e un po di amore (almeno chi era in Major), dal 2015 con la Trap (che nonostanti apprezzi la Dirty South a me non piace) invece le tematiche sono un misto tra quelle gangsta e l'amore per le marche costose (soprattutto questo) e tutto questo in Italia.
Hattori hanzo
Lunedì 21 Maggio 2018, 17.34.31
67
@Area , sul discorso delle canne , intendevo che da lì in poi si è iniziato a celebrare altro , anche in Italia , ma questo è un discorso veramente ampio.....
Area
Lunedì 21 Maggio 2018, 16.59.11
66
@Hattori hanzo: Lo conosco bene quel pezzo dei Camelz... ma il disco in cui é contenuto non mi fa impazzire a causa del fatto che non mi piace la voce di alcuni di loro. Ho avuto la possibilità di pigliare il Vinile ristampato credo due anni fa, ma oprai per altro. Delle cose storiche in CD ho qualche prima stampa (Otierre, Sottotono, Chief e Soci , SR Raza, Lyricalz etc) e qualche ristampa (Kaos, Gatekeepaz etc) Circa il discorso del Rap Americano... dici bene anzi benissimo. Il Top é quello Americano e così sempre sarà. Purtroppo in Italia non sono in pochi ad ascoltare solo quello Italiano.
Hattori hanzo
Lunedì 21 Maggio 2018, 15.36.27
65
@Area , buondì , ho quasi tutti i cd e vinili comprati all'epoca , e sono niente confronto all Hip hop americano 😱, vedevo spesso i Radical Stuff brekkare al muretto , beccavo spesso T. C. all'astra games di Milano (noto ritrovo di metallari ) , Rusty ecc. , loro però rappavano in inglese , il primo pezzo puramente Hip Hop in italiano è sfida il buio di speaker dee mo (che però è un punk😁😁 , tutto il resto è storia e ognuno la vede come vuole , se vuoi sentire un bel dissing a Neffa ti consiglio 10sacchi x ogni smi della FCE rende bene l'idea...
Area
Lunedì 21 Maggio 2018, 13.22.56
64
@LAMBRUSCORE, Mah in realtà a me quel pezzo lì non fa impazzire, mi limito a definirlo piacevole/orecchiabile. Il disco in cui é contenuta però, che segnò il passaggio dal Rap al "Pop" come dicono tutti, in realtà é un disco Soul/Funky suonato benissimo da musicisti professionisti. Detto questo io preferisco il Neffa Rap, quello dei primi due album e dei Sangue Misto(una crew storica rispettata da il Rap non lo ascolta), il Neffa dei Negazione era un batterista, così che fece anche per gli Isola Posse prima di prendere in mano il microfono e quello venuto dopo un cantante Soul/Pop. Tutto qui.
LAMBRUSCORE
Lunedì 21 Maggio 2018, 12.58.29
63
@Area, credo che la canzone parli di canne, comunque ascoltala pure, a me fa proprio venire il voltastomaco lo stesso. Neffa: mo va' a pomdor, cle mei!!! Cioè, vai a raccogliere i pomodori, che è meglio -riferito a Neffa-
Area
Lunedì 21 Maggio 2018, 9.27.06
62
Comunque ragazzi mi spiace ma "La mia signorina" va capita... non é una canzone d'amore che parla di una donna sappiatelo. In seconda istanza Neffa adesso fa dell'altro ma come sottilineato anche da altri ha una band incredibile insieme a lui ai concerti e nei dischi. Dire che ha fatto questi cambiamenti per la fama é non sapere le cose. Lui e la gente delle Posse (che non sono stati i primi a fare Rap in Italia, quelli furono i Radical Stuff a Milano e i Power Mc's a Roma che non erano Posse) hanno iniziato a fare Rap perché venivano da un ambiente HC Punk, poi a furia di lavorare su beat e a comprare/collezionare dischi Soul, Jazz, Funk etc. si é appassionato al canto e ci ha provato anche lui. Tutto qui ed é stato un processo naturalissimo.
Area
Lunedì 21 Maggio 2018, 9.19.24
61
@Hattori hanzo: No Neffa e Deda senza Gruffetti erano SM Clique come riportato su "Nella luce delle 6" e sul remix di "Cose Difficili" dei Casino Royale. Comunque non é proprio esatto il discorso dei testi... di canne ne parlavano loro e ogni tanto anche gli altri, putroppo la maggiorparte parlava quasi solo di Hip Hop o di quanto gli facessero schifo i suckers, questo é stato controproducente. Le uniche eccezioni erano i Sottotono (che io adoro per via delle sonorità West), Lyricalz (di cui ho solo il secondo e ultimo CD) e Lou X che era a metà tra il Gangsta Rap e il politico. Purtroppo ci sono state delle guerre inutili che si potevano tranquillamente evitare e che portarono a una crisi tremenda tra la fine dei 90 e la metà dei 2000 come sai.
Hattori hanzo
Venerdì 18 Maggio 2018, 22.36.26
60
😁😁 Beh , era il loro stile , e che Stile...rispetto a quello che è venuto dopo , acqua fresca
Galilee
Venerdì 18 Maggio 2018, 22.12.40
59
Esatto, solo... erano un po monotematici. AHAHAH..
Hattori hanzo
Venerdì 18 Maggio 2018, 22.10.34
58
Comunque i sangue misto e molti della vecchia scuola parlavano solo di canne......
Hattori hanzo
Venerdì 18 Maggio 2018, 22.08.21
57
@Galilee , né so' qualcosa.....😱
Galilee
Venerdì 18 Maggio 2018, 22.01.10
56
Ma difatti ora lo è. È pure la sua carriera solista. Però dal vivo ha una band che suona bene e sa divertire coi suoi rimandi blues funky etc. Certo nulla di che. D Hattori. Non ricordo, son passati tanti anni. Nel momento in cui li vidi inoltre ero una cattivo ragazzaccio, e l'unico motivo per cui m'interessavano era che parlavano di droghe varie.. gioventù bruciata. La mia.
Hattori hanzo
Venerdì 18 Maggio 2018, 21.56.08
55
@Area , ho tutti quei cd e vinili originali , chicopisco compreso , ma non è un gran che , per me , per quanto riguarda la roba americana ho centinaia di vinili da paura , però quasi esclusivamente East Coast , vorrei citare i Non Phixion , giusto perché il loro logo l'ha fatto un nostro Amicone , per il soul il discorso è troppo ampio per parlarne qua , però il primo disco dei Jefferson Airplane , l'ha suonato e registrato Sly Stone giusto per parlare di rock ,Isaac Hayes il black moses eccellente.....
duke
Venerdì 18 Maggio 2018, 21.35.51
54
personaggio poco interessante..(i negazione invece sono dei grandi).... neffa con la sua ricerca della popolarita' partecipazione a sanremo inclusa ...mi risulta indigesto .....trascurabile....
Hattori hanzo
Venerdì 18 Maggio 2018, 21.17.22
53
@Galilee , se c'era Dj Gruff , erano i SxM se no i messaggeri della dopa , c'era molta differenza . La prima apparizione dei Sangue misto compare nella rapadopa , più che nell' Isola posse che era appunto uma posse/collettivo , dopo il disco dei messaggeri è Gruff che ha portato avanti la faccenda....la parte pop di Neffa , per me è trascurabile , visto anche live gratis un paio di volte , niente di che , invece Gruff se si parla di Turntablism insegna ancora oggi....
patrick
Venerdì 18 Maggio 2018, 21.05.07
52
ovvero sapere dei negazione , di tax e dei negazione è come fare uno speciale sui minor treat .....in due balzelli si racconta dei negazione , ma degli altri?????' mgz , gli angeli i fluxus ecc ecc fatela meglio sta sorta di monografia | intervista con un personaggio che ha lambito il rock duro per pochissimo tempo.....davvero ( neffa bah )
patrick
Venerdì 18 Maggio 2018, 21.01.08
51
ma vi siete bevuti il cervello???? è come vedere una monografia degli slayer su vogue
Galilee
Venerdì 18 Maggio 2018, 20.07.20
50
Difatti i Sangue misto li avrò visto e metà anni 90....anzi forse 98. Io e la mia Signorina era fichissima. Comunque anche le cose piu orecchiabili non sono poi così da popolo bue. Neffa ha comunque dietro una band che suona a lo fa bene. Dal vivo poi traspare tutto cio che non si sente su disco.
LAMBRUSCORE
Venerdì 18 Maggio 2018, 19.53.31
49
Neffa adesso farebbe meglio a tacere, visto la roba da popolo bue che ha pubblicato da solista, bleaahh, ho il vomito, tipo quello che ha scritto Steelminded....
Steelminded
Venerdì 18 Maggio 2018, 18.41.42
48
Io e la mia signorina
Area
Venerdì 18 Maggio 2018, 16.45.32
47
@Galilee: Comunque caspita i Sangue Misto ad Aosta? Non pensavo che nei primi 90 facessero dei concerti in quella zona.
Area
Venerdì 18 Maggio 2018, 16.44.16
46
@Galilee: In realtà ho sempre cercato di non precludermi nulla, non sono un metallaro anche se ho provato ad ascoltare solo metal per un periodo, ovviamente fallendo miseramente. Su questo sito tuttavia ci sono diverse recensioni di dischi Punk, Rock Italiano, Alternative, Hard Rock, Crossover ecc e anche delle interviste come queste a personaggi come Neffa. Io tutte queste cose le ho ascoltate e comprate. Ci mancano solo le recensioni dei Beatles, che spero qualcuno abbia voglia di fare un giorno. Ah comunque ti consiglio "Brown Sugar" di D'Angelo. Ultimamente ho ascoltato molto "The Dude" di Quincy Jones e se non lo conosci di consiglio anche questo.
Galilee
Venerdì 18 Maggio 2018, 16.15.47
45
In questo momento ad esempio, Isaac Hayes.
Galilee
Venerdì 18 Maggio 2018, 16.12.59
44
Allora, gli Isola Posse non li ho visti dal vivo. Ma Neffa come personaggio lo conobbi in questo modo. Era il 90 credo, frequentavo la seconda superiore? Forse, e mi regalarono una cassettina con sopra gli Isola, ice T, 7 Second, Fugazi.. Uno strano mix. I Sangue misto invece li vidi ad Aosta, come Neffa. X Area. Su D' Angelo devo approfondire. Rap poca roba, mi fermo ad una decina di artisti. Con la black music spazio ovunque. Beh, i nomi che fai son mica da poco. Anche solo Parliament/funkadelic tanta roba.
Area
Venerdì 18 Maggio 2018, 16.03.31
43
@Galilee: Ai tempi dei Sangue Misto nel 94 io ero in prima elementare e li ho conosciuti attraverso Neffa solo alla fine di quella decade. Sinceramente invidio chi ha potuto vederseli dal vivo. Anche se é una Crew che ha goduto di fama/culto religioso (e non é un esagerazione) solo adesso ma non al tempo in cui vennero fuori. E la cosa é abbastanza bizzarra. Comunque anche a me piace "La Black Music" anche se me piace soprattutto il Rap (e non solo quello Italiano come parecchi)... se apprezzare gente come Joe, D'angelo o Tyrese o roba più antica come Quincy Jones, MIchael Jackson, Booker T & MG's o i Parliament/Funkadelic é sufficente allora posso considerarmi un appassionato. Il problema come dicevo é che parlare di ste cose su sto sito mi sa che é proibito XD jajaja
Area
Venerdì 18 Maggio 2018, 15.55.35
42
@Hattori hanzo: Dopo tutta questa divagazoine... benché pensi anch'io che Neffa non fosse il miglior MC Italico, lo reputo certamente tra i migliori a causa del suo flow e degli abili giochi di parole. Prima di smettere fece Chicopisco (di cui non ho il CD e mi persi anche la ristampa in Vinile di pochi anni fa) dove aveva preso a rappare in modo intricatissimo e veloce. Già in 107 Elementi e anche prima su "Ora non ridi più" su Fastidio di Kaos (anche di questo e quello dopo ho una ristampa su CD) aveva incominciato a fare dei ritornelli Cantati. A me la sua voce piace e "Arrivi e Partenze" era un disco a metà tra Pop e Funk e Soul di gusto sessantiano.
Area
Venerdì 18 Maggio 2018, 15.48.46
41
@Hattori hanzo: Si il nick l'ho scelto a caso per trovare qualcosa di semplice, ma si riferisce alla band Italiana. Tra le varie cose mi piace molto tutta quella carrellata di band Prog Italiche anni 70 (anche quelle Britanniche). Il Rap lo ascolto ormai da tantissimo tempo, iniziai con quello Americano e le mie cose preferite sono quelle West Coast G-Funk Californiane (Above the Law, Snoop, Pac, Dogg Pound etc) e quelle Dirty South degli anni 90/2000. Ovviamente anche la roba East sempre dei 90. Con le cose Italiane di cui ho soprattutto CD (sempre stata molto avara di ristampe in generale come scena) il mio periodo preferito é quello che va dai 90 alla metà del 2000. Anche le cose più commerciali come i Sottotono. Ma sono cose che su sto sito penso sia proibito recensire XD
Hattori hanzo
Venerdì 18 Maggio 2018, 13.39.54
40
@d.r.i. , ( bel nick ) , complimenti , grande sound quello del gemello!!
d.r.i.
Venerdì 18 Maggio 2018, 13.30.35
39
@Hattori hanzo: a proposito, appena presi biglietti per Aphex Twin a Torino!
Hattori hanzo
Venerdì 18 Maggio 2018, 1.09.13
38
@galilee , anche io vidi l'isola posse , SxM , Onda rossa , e poi tutta la roba più Hip Hop F.C.E. ,Kaos , colle der fomento ecc. , fino a joe cassano ho seguito molto ,il mio preferito è GRUFF , tieni presente che il primo vinile che ho comperato con la mia paghetta è stato "Licensed to ill" dei Beastie Boys , era il 1986 e avevo 13 anni , da lì ho amato tutta la musica da Aphex Twin agli Zeke , per fare dalla A alla Z , passando per Sam Cooke e Al Green , Ohio Players , Mandrill e poi la Fania All Stars...... davvero tanta roba , fai conto che ascolto 2/3 dischi al giorno , penso che più che ore potremmo discutere giorni😁😁!!!
Galilee
Giovedì 17 Maggio 2018, 21.37.43
37
Neffa lo conobbi con un disco degli Isola posse all star, se non erro. Poi lo vidi dal vivo coi sangue misto e infine da solista. Oddio ormai ha già dato, ma come personaggio è notevole. Caro Hattori se ti piace la black music potremmo discorrere per ore. È il mio pane.
Hattori hanzo
Giovedì 17 Maggio 2018, 21.27.59
36
@Area , sono anche io una hip hop headz , adoro tutta la black music ,soul , funky reggae R'nB, faccio fatica solo con il blues ( Mea culpa ) che comunque ascolto , ho anche io un sacco di vinili e ho seguito da vicino la storia delle posse a milano , concordo con quanto dici riguardo al percorso di crescita , e poi ognuno ha il suo...Riassumendo , per me è stato un buon batterista , un ottimo M.C. ( anche se sopravvalutato , sempre per me ) , e un cantante mediocre . Se il nick è per il gruppo , complimenti.
Area
Giovedì 17 Maggio 2018, 8.54.37
35
Comunque dicevo... chi ha commentato non ha fatto caso ad alcune cose sul percorso di Neffa. Intanto lui suonava con i Negazione ok? Bene... lo sapete che molti dei primi che fecero Rap in Italia nel periodo della Posse venivano da esperienze e contesti HC Punk e Raggamuffin? Chi fa e chi ascolta Rap (questo almeno fino a qualche anno fa) apprezza generi correllati alla "Black Music", quindi a furia di ascoltare anche queste cose é abbastanza naturale che ti venga voglia di cimentarti nel canto. Lo ha detto lui stesso altrove che tutta la musica che ha fatto fino adesso é stata "di percorso".
Area
Giovedì 17 Maggio 2018, 8.47.22
34
Interessante questa intervista! E' vecchiotta ormai, ma non l'avevo mai letta. Ho letto anche i commenti sotto il mio e... beh tralasciando che pur amando tanti generi diversi, sono un ascoltatore decennale di Rap Americano e Italiano (spcifico che i dischi li ho comprati) e quello che mi viene da dire é che le cose vanno bene così e devono restare così. Lui come tutti nella vita ha cercato di non precludersi nulla e l'ha detto lui stesso in svariate interviste: Iniziò come tutti con le cose Italiane e straniere anni 60/70, poi ascoltò e suonò anche l'hardcore con i Negazione e infine passò a fare Rap facendo la storia del genere qui da noi e successivamente la passione per la musica Soul e Jazz ha preso il sopravvento e la voglia di cantare era troppo forte.
Luca
Mercoledì 1 Novembre 2017, 12.55.28
33
Ma Neffa stava con una sua corista di Settimo Torinese?
patrik
Domenica 22 Marzo 2015, 1.13.20
32
già molto brava la cantante se è rimasta nel gruppo..... spiccava su gli altri nel periodo in cui li ho visti dal vivo , fà piacere sentir parlare di loro.
gianmarco
Domenica 22 Marzo 2015, 1.06.19
31
ops una esercitazione, cmq grandissimi
patrik
Domenica 22 Marzo 2015, 1.04.28
30
infatti mi ricordavano di loro e del passaggio al consorsio suonatori indipendenti con la comp materiale resistente
patrik
Domenica 22 Marzo 2015, 1.01.24
29
hahaha ok vive la resistance: si son talmente ammorbiditi che non mi sarei aspettato un tal salto
gianmarco
Domenica 22 Marzo 2015, 0.53.52
28
i disciplinatha son tornati con un concerto tra cori alpini e delle mondine . Han fatto un boxset discografia e il documentario "Questa Non è Un ' esercitazione".
patrik
Sabato 21 Marzo 2015, 22.31.35
27
i messaggeri della dopa in realtà non se li cagava quasi nessuno anche se erano bravi e i b-boy facevano ridere a quei tempi .E i ritmo tribale e i disciplinata ( l'h dove stava?) ,chi se li ricorda?
patrik
Sabato 21 Marzo 2015, 22.26.57
26
un po fuori tema con metallized ma va bene così se a qualcuno piace l'hardcore anni 80/90 consiglio i nerorgasmo con cui condividono uno split i negazione. e da riesumare i primi ritmo tribale, i kina ( gia citati da dario) sono ipervalidi e i gruppi post negazione : ovvero i fluxus ( di mathieu) non male davvero ( anche se molto orientati sugli helmet ) e gli angeli ( di tax ) molto puunk .... e poi una band in cui ha militato tax che ben poco a che fare con l'hardccore e molto demenziali ''Mgz e le signore'' e poi ragazzi vogliamo dimenticare i prozac ....hahahah no i prozac no. maledetti anni 90 quante belle cose e anche no......
ObscureSolstice
Sabato 21 Marzo 2015, 15.48.12
25
Non mi ricordavo proprio....ci sono rimasto male pensando al neffa del presente. Un vero polistrumentista...certo che uno dall'hardcore, poi al rap, cambiando al pop e passare a sanremo col cappello da pescatore...oddio, è come un politico che si siede in qualsiasi sedia che vede appena gli offrono i soldi. Non è invidia, è paraculaggine. Merita più rispetto Jovanotti a sto punto
doomale
Venerdì 20 Marzo 2015, 21.38.50
24
Io mi ero proprio scordato che Neffa aveva fatto parte dei Negazione....Little dreamer e Behind the door li consumai da sbarbatello...Lo spirito continua purtroppo non l'ho mai avuto...Ho comunque rispetto per questo artista anche per quello che ha fatto con i Sangue Misto e I Messageri della Dopa...il resto non mi interessa ma cmq Respect.
Iome
Venerdì 20 Marzo 2015, 21.23.46
23
Oddio... Quanto tempo!!!
Arrraya
Mercoledì 3 Aprile 2013, 9.28.45
22
Se la memoria non mi inganna, vedemmo il Giovane Neffa (o comunque un batterista dei Negazione, come dichiarò) ai giardini di Porta Nuova a Torino il giorno prima dei Metallica,Megadeth e Suicidal tendencies nel '93, cercava fumo. Sinceramente non ricordo benissimo il viso ma sembrava lui. bei ricordi, ma ancor piu bello è stato il miglior lavoro dei Negazione: Little Dreamer, il vero apice della band, "Ho pianto", "il giorno del sole" e "Serenità di un attimo", le perle di un epoca ,di una poetica insospettabile. I Negazione sono stati veramente qualcosa di speciale.
Metal Maniac
Martedì 2 Aprile 2013, 22.09.10
21
io la prima volta che sentii parlare di neffa fu ai tempi dei messaggeri della topa... ehm scusate... dopa... vedevo spesso il video di "aspettando il sole" e all'epoca mi piaceva parecchio... riascoltata poco tempo fa dopo anni, sarà perchè ho cambiato preferenze musicali, sarà perchè sono cresciuto, ho avuto la sensazione di una canzone parecchio sonnolenta... a dirla tutta, preferisco molto di più "quelli che benpensano" di frankie hi-nrg mc come esempio di hip-hop italiano... tornando a neffa, come tutti penso rimasi shockato pochi anni dopo nel vederlo cantare canzoncine smielate tipo "la mia signorina" e mi chiesi il perchè di una cambiamento tanto radicale... poi quando scoprii che agli inizi era addirittura il batterista di un gruppo punk-hardcore allora realizzai che "il cambiamento" fa evidentemente parte di questo artista a tutto tondo, sempre voglioso di reinventarsi e alla ricerca di nuove sfide. "OGGI NON C'E' SOLO INTORNO A ME - SALVAMI, RISPLENDI E SCALDAMI - VOGLIO SOLE, CERCO NUOVA LUCE NELLA CONFUSIONE, DI UN GUAGLIONE..."
RapeT85
Martedì 2 Aprile 2013, 13.19.21
20
neffa... un esempio di artista musicale polivalente, ogni volta che leggo qualcosa su di lui mi sorprende.. stima massima.. un solo appunto.. chi è michele che fa il dj produttore techno a berlino??
enz
Venerdì 30 Luglio 2010, 15.28.42
19
ma come si fa dire che è un grande uno che dice: ai tempi il mio unico interesse era quello di stare in un gruppo famos, arrivista e privo di qualsiasi minima attitudine, in una parola POSER comunque grazie per l'interessante intervista
enz
Venerdì 30 Luglio 2010, 15.26.50
18
ma come si fa dire che è un grande uno che dice arrivista e privo di qualsiasi minima attitudine, in una parola POSER comunque grazie per l'interessante intervista
trox
Martedì 8 Giugno 2010, 23.57.33
17
Neffa... in ogni cosa che ha fatto, e che fa, è sempre stato un grande! E' uno che sa il fatto suo e soprattutto "è un suddito devoto della musica" come diceva ai tempi dei messageri. Complimenti x l'intervista.
Giasse
Sabato 8 Agosto 2009, 8.49.15
16
Intervistiamo Neffa e abbiamo il paraocchi? Ahahahahah
Raven
Venerdì 7 Agosto 2009, 22.12.11
15
Chi scusa?
andrea
Venerdì 7 Agosto 2009, 21.26.06
14
fate cacare, avete i paraocchi e non capite un cazzo
Chicopisco
Sabato 9 Febbraio 2008, 12.37.05
13
Mi direste per piacere come si fa a contattare neffa? Vorrei fargli anche io un'intervista...
Yossarian
Domenica 16 Dicembre 2007, 18.38.00
12
Ke fine del c....
Francesco Gallina
Lunedì 1 Ottobre 2007, 10.34.58
11
Volevo solo evitare di trascendere, avrei tante paroline da dirgli, e poche riportabili in questo spazio.
metal defender
Lunedì 27 Agosto 2007, 16.04.01
10
La mia idea sulla strada presa da Neffa è la stessa che si fece Francesco Gallina sui Judas Priest quando pubblicarono Turbo. Chissa se anche allora predicò rispetto per tutti. Bisogna dire però che i Priest si sono ravveduti, Neffa (e, per esempio, i Metallica) ancora no. Lo faranno? Ci conto poco.
kobra
Venerdì 24 Agosto 2007, 17.23.06
9
"Sulla strada percorsa attualmente da Neffa ognuno avrà la sua idea" ha scritto Francesco Gallina. Ebbene, ecco la mia: E' PASSATO DALL' HARDCORE A SANREMO! MAMMA MIA, CHE TRISTEZZA!!
Saverio Sgaramella
Domenica 11 Febbraio 2007, 13.50.46
8
Leggendo quest' intervista mi sono ricordato di un sacco di cose,quello che dice jeff,e vero,me lo ricordo,quanti bocconi amari dovette ingoiare,lavori di merda,spero che qualche buon ricorddo gli amici di Torino gli lo abbiano lasciato!Bell'intervista.
napa
Sabato 23 Dicembre 2006, 17.31.24
7
veramente complimenti. con questa intervista secondo me hai chiarito un dubbio che coinvolge molti ma molti ragazzi come me. molto interessante sentire le parole di colui che ha partecipato ad un progetto (negazione) che ha riscosso molto successo negli anni che furono. per quanto mi riguarda, a 17 anni posso solo ascoltare file su file scaricati da internet, e leggere recensioni come questa, cercando di immedesimarmi nel periodo che fu. non so cosa darei per rivivere in quegli anni. complimenti
massi
Sabato 18 Novembre 2006, 4.54.34
6
questa itw è molto interessante! grazie
killing
Venerdì 22 Settembre 2006, 0.16.35
5
Non fate cosi, altrimenti mi monto la testa Colgo l'occasione per ringraziare Neffa per la sua incredibile disponibilità!
Rob
Venerdì 22 Settembre 2006, 0.03.38
4
Bravo Dario, bella l'intervista. Complimentoni.
Thomas
Sabato 16 Settembre 2006, 11.07.31
3
Articolo piacevole e interessante, complimenti
.ilsegugio.
Venerdì 15 Settembre 2006, 22.00.41
2
ottimo lavoro.
francesco Gallina
Giovedì 14 Settembre 2006, 14.49.47
1
Bravo Dario, certi retroscena vanno conosciuti da tutti. I Negazione sono stati importanti al pari dei Raw Power per conto mio. Sulla strada percorsa attualmente da Neffa ognuno avrà la sua idea, l'importante è sempre rispettare tutti.
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Neffa
ARTICOLI
14/09/2006
Intervista
NEFFA
Parla l'ex batterista dei Negazione
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]