Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Armored Saint
Punching the Sky
Demo

Lazy Legs
Moth Mother
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

30/10/20
ARKHERON THODOL
Rituals of the Sovereign Heart

30/10/20
CURIMUS
Garden of Eden

30/10/20
THEM
Return to Hemmersmoor

30/10/20
DEEP RIVER ACOLYTES
Alchemia Aeterna

30/10/20
OCCULT BURIAL
Burning Eerie Lore

30/10/20
STALKER
Black Majik Terror

30/10/20
VISIONS OF ATLANTIS
A Symphonic Journey To Remember

30/10/20
SVARTSYN
Requiem

30/10/20
STORMBRINGER
Stealer of Souls

30/10/20
URIAH HEEP
Fifty Years in Rock

CONCERTI

30/10/20
ULVEDHARR + GUESTS
DRUSO - RANICA (BG)

30/10/20
OTTONE PESANTE
INK CLUB - BERGAMO

30/10/20
HELLUCINATION + NEBULAE
TRAFFIC CLUB - ROMA

31/10/20
DEATHLESS LEGACY + DAMNATION GALLERY
CRAZY BULL CAFE' - GENOVA

31/10/20
OTTONE PESANTE
IL CASTELLO - PARMA

31/10/20
CLAUDIO SIMONETTI`S GOBLIN + VICOLO INFERNO
LOCOMOTIV CLUB - BOLOGNA

02/11/20
SCOTT STAPP
NEW AGE CLUB - RONCADE (TV)

03/11/20
FIT FOR A KING + GUESTS
CIRCOLO SVOLTA - MILANO

04/11/20
W.A.S.P. (CANCELLATO)
HALL - PADOVA

05/11/20
W.A.S.P. (CANCELLATO)
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

Lord Vampyr - Vampyria/Blood Bathory (Demo 2007)
( 4432 letture )
...Dracula. Il nostro idolo... è grande, e noi ammiriamo la grandezza. È forte, e noi ammiriamo la forza. Agisce con la sicurezza di una creatura che ha energia, potere e volontà. Ma la sua energia è senza grazia, il suo potere senza responsabilità, e la sua volontà si esercita nella morte.
Basta una breve riflessione per capire com'è seducente la sua scelta. Egli ha stipulato un patto col diavolo: ha fermato l'attimo che fugge. Per questo, Faust ha rischiato la dannazione. Ecco, quindi, la figura creata da Bram Stoker, una figura che ci costringe a confrontarci con i misteri primordiali: la morte, il sangue, l'amore, e il loro reciproci legami. E il risultato cui Stoker perviene è questo: ci fa comprendere, attraverso la nostra esperienza, perché si dice che il vampiro sia invisibile allo specchio. Egli c'è, ma noi non lo riconosciamo, dal momento che il nostro stesso viso lo cela...
Leonard Wolf, prefazione a Dracula di Bram Stoker


Perché aprire la recensione di questa ultima fatica di Lord Vampyr (ex Theatre des Vampires) con questa considerazione su quello che il sottoscritto ritiene uno dei più meravigliosi romanzi gotici mai scritti?
Mi è venuto naturale ...leggendo il testo di Vampyria (l'unico a disposizione nel libretto), scoprendo che questo disco è stato pubblicato in 666 copie o guardando la prosperosa modella che sovrasta la copertina totalmente ignuda in una vasca da bagno piena di sangue (by the way, si vede che è acqua colorata).
Amo le atmosfere gotiche oscure, sono tra le mie preferite, divoro i romanzi o i racconti che ne sono permeati, e allo stesso modo faccio fatica ad accettare molte delle derive moderne che hanno in un certo senso contaminato queste tematiche (e ogni riferimento a “Beautiful con i canini/Twilight” NON è puramente casuale).
Prima che mi saltiate addosso: non sto brutalmente paragonando le tematiche dei testi di un artista navigato come Lord Vampyr al ciarpame pubblicato dalla Meyer, ma solo dicendo che, va bene il “teatro”, va bene l'attitudine vampiresca un po' superficiale di molti gothster odierni, ma dato che lavoriamo su un tema bistrattato e abusato, cercare di farlo con originalità - senza continuare a raschiare il fondo di clichès più che inflazionati - forse sarebbe stato più saggio.

Ma dato che è soprattutto di musica che devo trattare vediamo di conoscere meglio – e senza ulteriori indugi - questo nuovo lavoro made in Italy.
È praticamente impossibile mettere in piedi un discorso unitario su ciò che ho tra le mani, dal momento che la release in questione è essenzialmente uno split: contiene 4 nuovi brani (più un remix) facenti parte di un EP denominato Vampyria, e 4 brani estratti dalla demo Blood Bathory, pubblicata dal gruppo nel 2007; considerata la consistente differenza stilistica tra le due parti credo sia meglio affrontare l'analisi in modo separato.

I nuovi pezzi ci portano in territori che se proprio mi obbligassero ad etichettare definirei come symphonic/elettro/goth, di quello che potrebbe fare una buona figura se mandato da qualche dj attivo nelle discoteche dark (come la celebre Vampyria a cui è dedicata la titletrack); dico potrebbe perché il risultato finale non è esattamente entusiasmante.
Tutti i pezzi si fondano su una sezione ritmica di tutto rispetto, retta però dalla chitarra ritmica (spesso in palm muted) e dalla frizzante batteria di Aeternus, in quanto il basso - almeno in questa prima parte del cd – (a parte rari episodi) latita quanto l'immagine di un vampiro davanti allo specchio.
Buono anche il lavoro della chitarra solista che riesce a tirar fuori dal cilindro dei discreti assoli.
Insomma vi starete giustamente chiedendo cosa non va, beh tutto il resto: il lavoro dei synth che curano in particolar modo la parte elettronica risulta poco omogeneo e spesso confuso, con inserti (non solo elettronici) evitabilissimi che contribuiscono a complicare inutilmente le canzoni (il pianoforte che ritmicamente risuona dietro Tomorrow Is a New Sad Day ne è il palese esempio), per non parlare poi dei più che pacchiani organi da cattedrale gotica...
Altro capitolo negativo è quello voci: al di là del gusto personale, il confronto tra i vocalists è vinto a mani basse da Lady Noir, ragazza dotata di una discreta estensione e di una buona tenuta a cui si possono rimproverare solo sporadici vocalizzi fuori contesto (leggi Vampyria); purtroppo in negativo mi ha colpito Lord Vampyr, ha delle buonissime capacita nei cantati harsh oltre che una buonissima voce su tonalità medio-alte, perché insistere tanto su un cantato basso che non mi pare affatto nelle sue corde?
A peggiorare la situazione ci si mettono anche gli effetti applicati alle voci e l'overdubbing mal gestito che rendono alcuni passaggi davvero poco comprensibili.
In definitiva i pezzi nel complesso risultano ripetitivi (sopratutto nei ritornelli), e seppur alla lunga diventino orecchiabili restano comunque poco ispirati; non ho volutamente infierito sul remix discotecaro di Vampyria perché già solo ritmicamente parlando “non è ballabile”.

Paradossalmente, la seconda parte del disco – composta da brani relativamente datati - risulta la migliore: qui il genere cambia totalmente e vira verso un melodic black che potrebbe ricordarvi i primissimi Cradle of Filth.
Batteria violenta e malvagia che martella possenti blast beat oltre che decisi tappeti di doppia cassa, su cui si innesta un basso finalmente più udibile (specie nei momenti di primo piano che gli vengono lasciati).
Le due 6 corde sviscerano un riffing black più tecnico del consueto con la giusta dose di distorsione (compreso il tipico ronzio degli abusi sulla manopola della presenza) e le tastiere - qui più ricercate - suonano molto meglio rispetto al nuovo lavoro (eccezion fatta per Both's Citadel Part 2 in cui le trovo ancora un po' fuori contesto).
Lord Vampyr qui sfodera una prova più che buona con un cantato quasi tutto harsh a tonalità medio-alte (niente growl) più che appropriato visto il contesto. E di nuovo, visti i buoni risultati perché avventurarsi in territori che sappiamo poco congeniali?

Valutare il tutto diventa complesso, inizialmente pensavo che potesse essere una buona idea assegnare un voto alle due parti e fare una media matematica ma purtroppo non posso non constatare una palese involuzione della band; non basta inserire dei buoni brani datati in un nuovo lavoro per salvare la situazione.
Intendiamoci credo sia un lavoro che potrebbe pure piacere a qualche fan particolarmente accanito ma è – a mio parere - pieno di scelte più che opinabili che hanno rovinato di molto il risultato finale, ragion per cui mi vedo costretto (a malincuore dato che si tratta di una band tricolore) a bocciare questa release, con la speranza però che in un futuro che spero prossimo siano in grado di trovare una loro via, personale, lontana dai clichés e dalle facili pacchianerie che di certo non aiutano a spiccare nella massa.



VOTO RECENSORE
58
VOTO LETTORI
28.54 su 37 voti [ VOTA]
Boris "Karloff"
Lunedì 7 Gennaio 2013, 0.56.25
12
La seconda parte spacca davvero! Grande Lord Vampyr.
Kristian666
Mercoledì 12 Dicembre 2012, 14.09.23
11
Anch'io preferisco la seconda parte, senza voci femminili e molto più cattiva. no comment per la copertina
Sambalzalzal
Lunedì 5 Dicembre 2011, 18.14.08
10
@Flag Of Hate ahahahahahahah! Hai ragione!
KKK
Mercoledì 31 Agosto 2011, 2.05.48
9
Grande Lord Vampyr !!! il cd spacca il c**o!!!!
Francesco the Impaler
Domenica 8 Maggio 2011, 19.45.56
8
Vado contro corrente. Il CD o meglio l'EP a me è piaciuto e sinceramente non capisco le recensiioni negatiive. Non è certamente un capolavoro ma visto e considerato quello che esce ultimamente dall'Italia, questo è senzadubbio un buon lavoro. Anch'io preferisco Blood Bathory, la seconda parte, quella più cattiva e black.
Antichrist Emily
Venerdì 15 Aprile 2011, 18.11.51
7
"Endre Bathory's Death" la track n. 6 da sola vale il prezzo del cd...stupenda! Anche a me piace di più la seconda parte. Comunque non date troppo retta a recensioni e voti, se siete amanti del genere acquistate questo CD, non ve ne pentirete!
Tepes 666
Giovedì 14 Aprile 2011, 5.51.36
6
Il cd non è male, preferisco la seconda parte (Blood Bathory) però la canzone "Vampyria" a me piace parecchio! Bravo Lord Vampyr!
Hal
Giovedì 31 Marzo 2011, 19.13.58
5
Brutto, Brutto davvero...soldi buttati al cesso...che rosicata dovevo aspettare la recensione...
Belial
Mercoledì 30 Marzo 2011, 21.42.28
4
copertina estremamente kitch, però Dance of the Witches era un buonissimo disco se non ricordo male. Il voto dei lettori mi sembra la solita frecciatina nella speranza che la band sia in ascolto più che una valutazione sensata...
Flag Of Hate
Mercoledì 30 Marzo 2011, 21.19.13
3
L'artwork è una trashata assurda, sembra la copertina di un film porno ungherese. Visto il voto dei lettori, deduco che lo sia anche il contenuto musicale. Ma ho troppo rispetto per i miei timpani per accertarmene di persona....
raw
Mercoledì 30 Marzo 2011, 21.12.33
2
sì, ma dai, 0.5 di media non è un voto, è una presa in giro XD
Flight 666
Mercoledì 30 Marzo 2011, 21.07.08
1
Sei stato clemente alla fine...
INFORMAZIONI
2010
Vampyria Records
Gothic/Black
Tracklist
Vampyria:
1. Vampyria
2. My Secret
3. Take Me Away From Here
4. Tomorrow is a New Sad Day
5. Vampyria (Remix)
Blood Bathory (Promo 2007):
6. Endre Bathory's Death
7. Dark Thoughts
8. Both's Citadel Part 1
9. Both's Citadel Part 2
Line Up
Lord Vampyr - Vocals
Lady Noir - Vocals
Seth666 - Guitars
Prometherion - Guitars
Aerioch - Bass
Endymion - Keyboards
Aeternus - Drums
 
RECENSIONI
58
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]