Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Dark Tranquillity
Moment
Demo

Veritas
Threads of Fatality
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

30/11/20
COLOSSUS OF DESTINY
Last Call

30/11/20
VEIL OF SECRETS
Dead Poetry

30/11/20
GOLGATA
Tempel

04/12/20
ANGEL
A Womans Diary The Hidden Chapter

04/12/20
TAU CROSS
Messengers Of Deception

04/12/20
IRON SAVIOR
Skycrest

04/12/20
NEAL MORSE
Jesus Christ The Exorcist (Live At Morsefest 2018)

04/12/20
SCULPTOR
Untold Secrets

04/12/20
IRON MASK
Master of Masters

04/12/20
MAGIC DANCE
Remnants

CONCERTI

30/11/20
MARDUK (RIMANDATO)
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

01/12/20
ORPHANED LAND
LEGEND CLUB - MILANO

02/12/20
ORPHANED LAND
TRAFFIC CLUB - ROMA

03/12/20
ROSS THE BOSS + GUESTS (CANCELLATO!)
LEGEND CLUB - MILANO

03/12/20
NAPALM DEATH
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

04/12/20
NAPALM DEATH
TRAFFIC CLUB - ROMA

06/12/20
BORKNAGAR + SAOR + CAN BARDD
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

11/12/20
NANOWAR OF STEEL
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

18/12/20
DESTRUCTION + GUESTS (ANNULLATO!)
LEGEND CLUB - MILANO

19/12/20
SKANNERS + ARTHEMIS + GUESTS
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

J.C. JESS - Essere heavy non è di moda!
02/02/2012 (1330 letture)
Il loro ultimo disco, Battlefront, mi aveva colpito positivamente, ed è per questo che ho deciso di scavare un pò nella storia dei francesi J.C. Jess. Per capire com'è nato quest'album, che tipo di esperienza ha il gruppo e come funzionano certe cose in Francia, anche scoprendo alcune terribili similitudini col nostro Paese... ma ora bando alle ciance, Dick, chitarrista della band, è pronto a rispondere alle nostre domande. Buona lettura!

Khaine: Innanzitutto ciao Dick, grazie per quest’intervista e benvenuto su Metallized.it :-)
Dick: Hey, grazie a te ed a Metallized.it di permetterci di farci vedere nella comunità metal italiana! Ci abbiamo messo un po di tempo ma eccoci qua! :-)

Khaine: Parliamo di Battlefront, il vostro ultimo disco in studio, partendo dalla musica: chi ha scritto le canzoni e chi le ha arrangiate?
Dick: Si, allora, Battlefront è il nostro primo album ad essere stato registrato da tutto il gruppo. Quindi, in poche parole, le canzoni sono state scritte piu o meno per metà dal nostro cantante/chitarrista JC, e da me per l’altra metà. Siamo partiti da qualche demo registrato in fretta -in cantina, ognuno a casa sua- e questo materiale ha dato le direttive delle canzoni, e dopo un po' di lavoro in sala prove sono venute fuori queste canzoni presenti su Battlefront! Poi, per l’arrangiamento delle canzoni, abbiamo potuto approfittare della musicalità di ogni musicista del gruppo: è stato un lavoro proprio collettivo, per scegliere il modo di fare suonare ogni canzone, cercando di rispettare l’anima data alla canzone dal suo compositore!

Khaine: Dove avete inciso Battlefront? Quanto tempo avete impiegato?
Dick: Il disco è stato fatto tutto a casa, si può dire… è stato inciso al Savern Studio, che è di proprietà del nostro cantante JC, perchè oggi è il suo mestiere; la maggiore parte delle band della nostra provincia sono venute a registrare nel suo studio! Quindi, quanto al tempo passato sulla preparazione del Battlefront, più o meno ci abbiamo messo tre mesi, composizione inclusa. qualche notte in bianco per JC, che ha fatto il mix e il mastering perche si doveva avere il CD per iniziare il Battlefront tour, ma ce l’abbiamo fatta!

Khaine: Se aveste avuto un budget di 100.000 € per incidere Battlefront, come l’avreste registrato? Cosa sarebbe cambiato rispetto ad ora?
Dick: Eeehhh vai, con 100.000€ se ne fanno di belle cose! Guarda, per registrare il CD non penso che avremmo cambiato studio, perchè oggi abbiamo abbastanza esperienza sul modo di fare suonare la nostra musica. Il risultato sul cd è proprio la materializzazione di quello che si voleva per le nostre canzoni… Ma magari se avessimo avuto un budget di quel tipo si sarebbe potuto fare il mix da un produttore un po' famoso, solo per dare un po' piu credito al gruppo, ma sarebbe solo per fare effetto-moda… Però il bello, con un budget di 100.000 €, è che puoi fare un vero lavoro di pubblicità del tuo prodotto: giornali specializzati, merchandising, video clip, magari anche una pubblicità in TV! Ovviamente, anche un bel tour per la promozione dell'album :-)

Khaine: Parliamo del DVD di Battlefront. Perché avete deciso di includere un DVD in Battlefront?
Dick: Per la storia del DVD, visto quanto sta messa male adesso l’Industria del disco, c’e stata la volontà di offrire un prodotto un po' più attrattivo nel senso che per il prezzo di un CD c’e anche un DVD del gruppo! Penso che per il prossimo album la stessa formula sarà utilizzata, ma magari con un po' di studio report e un po' di live, e magari anche qualche stronzate per fare un po' di comedia :-)
Secondariamente, il DVD ci permette di fare vedere un po' cosa rende il gruppo sul palco, perchè siamo qua per fare casino sul palco davanti al pubblico! Ecco perche abbiamo filmato circa 3 o 4 concerti con l’aiuto dei nostri amici, e abbiamo scelto quello dove sono successi meno problemi tecnici!

Khaine: Ho visto il DVD di Battlefront e devo dire che suonate veramente bene. Per caso avete “ritoccato” il DVD in studio, oppure quello che si sente è esattamente quello che fate dal vivo?
Dick: Quello che è successo per il DVD è che abbiamo registrato ogni strumento il giorno stesso del concerto in multi tracks. Le chitarre sono state registrate con un sistema D.I. per poter aggiungere un suono piu pulito in studio. Cosi anche abbiamo potuto ritoccare uno o due solo di chitarra che sono venuti fuori in una maniera un po' strana il giorno del concerto… ( colpa delle birre senz’altro, haha!) Ma poi è anche meglio per le persone che sentono e guardano il live avere un suono bello pulito, con un mix equilibrato, e siccome abbiamo la possibilità di fare tutto quel lavoro (come lo fanno tutti) perche non farlo ;)

Khaine: Più di due anni fa ho intervistato una band francese, gli Heol Telwen (potete leggere l’intervista cliccando qui), i quali mi hanno raccontato che in Francia è molto difficile suonare heavy metal perché il nostro genere di musica è discriminato, e pertanto i musicisti metal (esclusi i nomi grossi) non riescono ad ottenere il supporto che invece è garantito agli altri musicisti. Potete confermare quest’informazione? Avete qualcosa da aggiungere in proposito?
Dick: Quello che ti e stato detto due anni fa è ancora vero oggi purtroppo… quel fatto si è verificato anche nel nostro Battlefront Tour in Francia. Su circa 30 concerti in 2 mesi, poche volte abbiamo potuto suonare con dei gruppi del nostro genere di musica. La moda oggi va al Death/Brutal/Hardcore… Addirittura, da noi, se non suoni quel tipo di musica sei gay! Aha !! Quindi i locali, oppure organizzatori di concerti, quando ti vedono arrivare con il tuo heavy metal, beh, è un po difficile concludere qualcosa. E' una moda che si vede ad ogni livello, sia nei piccoli locali che nei grandi festival metal dove la musica heavy ha poco posto purtroppo.

Khaine: Parlando della Brennus Music, come siete arrivati all’accordo discografico con loro?
Dick: Brennus Music è una casa discografica francese specializzata nel heavy metal, ed era già il distributore dei nostri primi dischi, quindi quando è uscito il Battlefront sono stati subito interessati. Cosi abbiamo una certa visibilità in Francia.

Khaine: Domanda veloce: se vi offrissero di suonare di spalla ad un artista più importante di voi, in cambio del pagamento di denaro, cosa fareste? Accettereste?
Dick: Si, certo! Oggi queste opportunità sono proprio quello che ci manca per salire un po di più nel mondo del metal. Purtroppo oggi il business funziona cosi: i promotori non vogliono piu prendere rischi con un gruppo, quindi devi pagare quasi 1.000€ a concerto per potere suonare 30 minuti prima dell'artista importante. Anche se sembra sproporzionato, purtroppo se vuoi farti conoscere è una scelta che bisogna fare, quindi ci stiamo pensando anche noi!

Khaine: Chi volesse acquistare una copia di Battlefront, o chi volesse ascoltare la vostra musica, cosa potrebbe fare?
Dick: Allora, non mi sembra che siamo distribuiti in Italia (dobbiamo lavorarci su!) quindi il modo piu semplice sarebbe di andare sul sito Brennus Music dove si possono trovare tutti CD di J.C. Jess. Ovviamente, per chi vuole ascoltare un po della nostra musica, ora siamo Myspace, Facebook, Reverbnation oppure Deezer.

Khaine: Bene Dick, l’intervista finisce qui. Ti ringrazio nuovamente per il tempo dedicatoci, mi auguro di risentirvi presto. Se ti va potrai usare lo spazio che segue per salutare i nostri Lettori :-)
Dick: Ma grazie a te Nicola, alla vostra webzine Metallized.it per il vostro lavoro e supporto alla musica heavy metal. Un saluto a tutti i lettori di Metallized.it, e speriamo di potere venire velocemente in Italia per fare casino da qualche parte! Se volete contattarci : jcjessmanagement@hotmail.fr
Un saluto a tutti! Stay rock!



Undercover
Venerdì 3 Febbraio 2012, 11.43.01
2
Il disco in questione ce l'ho ed è un gioiellino, lui è stato onestissimo e certe risposte proprio perché vere fanno girare i coglioni a manetta (scusate il francesismo).
Lizard
Venerdì 3 Febbraio 2012, 9.44.34
1
Beh... Non si può dire che si nascondano dietro un dito eh??? Raw and naked si direbbe...
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
J.C. Jess, una band sul campo di battaglia
RECENSIONI
ARTICOLI
02/02/2012
Intervista
J.C. JESS
Essere heavy non è di moda!
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]