Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Kansas
The Absence of Presence
Demo

Northern Crown
In a Pallid Shadow
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

08/08/20
STEVE VON TILL
No Wilderness Deep Enough

11/08/20
SEASON OF DREAMS
My Shelter

12/08/20
WITHIN DESTRUCTION
Yōkai

14/08/20
HALESTORM
Reimagined

14/08/20
PRIMITIVE MAN
Immersion

14/08/20
CHASTAIN
For Those Who Dare – 30th Anniversary Edition

14/08/20
HAVUKRUUNU
Uinuos Syömein Sota

14/08/20
NUG
Alter Ego

14/08/20
TERRA ATLANTICA
Age Of Steam

14/08/20
ROBBY KRIEGER
The Ritual Begins at Sundown

CONCERTI

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

09/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

11/08/20
BAD RELIGION
FESTIVAL DI RADIO ONDA D'URTO - BRESCIA

12/08/20
BAD RELIGION (SOSPESO)
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

19/08/20
PALAYE ROYALE
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

26/08/20
GRAHAM BONNET & ALCATRAZZ + GIRLSCHOOL + ASOMVEL
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

27/08/20
WOLFMOTHER + HARDCORE SUPERSTAR (SOSPESO)
PIAZZA DUOMO - PRATO

04/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (SALA SINOPOLI) - ROMA

05/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
2DAYS PROG - VERUNO (NO)

06/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
POLITEAMA GENOVESE - GENOVA

Seizon - The Amazing Journey
( 1769 letture )
Un uomo si risveglia di colpo: sente freddo, gli manca l'aria, non riesce a muoversi; quell'uomo si impaurisce ed inizia ad agitarsi, così muovendo le mani verso l'alto sente il legno e, agghiacciato, realizza di esser stato seppellito vivo. Questa scoperta, che avrebbe fatto impazzire chiunque, costringe l'uomo a lottare per la propria sopravvivenza: egli scalpita, si dimena, batte i pugni fino a che non riesce a rompere il contenitore di cui è prigioniero; conscio di dover emergere inizia a scavare: ci mette tutta la forza, tutta l'energia e la determinazione che ha in sé fino a che non riesce a vedere di nuovo la luce, a respirare ancora l'aria che indebitamente gli era stata sottratta... sembrerebbe la fine di un'incubo, ma in realtà questo non è altro che l'inizio della storia di The Amazing Journey, terza parte della saga dei Seizon and The g.h.O.S.T. Orchestra, ideata da Renato Zampieri, estroso musicista prima ancora che vicedirettore di questa webzine.

La storia che viene narrata in The Amazing Journey vuole che quest'uomo si ritrovi ad aver scavato per tanto tempo nella direzione sbagliata e quindi di ritrovarsi, letteralmente, all'altro capo del mondo, posto esattamente a sud rispetto al Paese di cui è originario: qui incontra uno strano popolo -"Red People", con cui inizia un'altrettanto strana conversazione. Lui chiede loro di aiutarlo a tornare a casa e i rossi, incuriositi ed al contempo disperati, si mostrano pronti a venirgli incontro ma solo se lui parteciperà attivamente alla guerra contro il Figuro Blu -The Blue One, ossia lo spietato dittatore contro cui questo popolo si è ribellato. Costretto dalla necessità il nostro eroe accetta la sfida e, nella resa dei conti, si unisce alle truppe dei rossi al fine di far tornare le cose al loro normale corso. Ciò che il Nostro amico non poteva sapere, però, è che in questa guerra avrebbe perduto la vita: i rossi erano infatti consci del fatto che l'unico modo, per lui, di tornare a casa era di arrivarci volando, da solo con la propria anima.

Chi conosce i Seizon si sarà quindi reso conto che la vena di The Amazing Journey, rispetto agli altri due capitoli della trilogia, è marcatamente più visiva: tutta la musica contenuta negli otto brani di quest'album strumentale è infatti stata pensata per raccontare questa storia, quasi come se ad accompagnarne l'esecuzione ci fosse un cortometraggio o uno di quei vecchi film d'epoca che tanto sono cari alle scelte stilistiche del Nostro buon Renato Zampieri. Descrivendone più specificamente la musica, si può dire che The Amazing Journey abbia un impianto molto più melodico che ritmico, in cui a farla da padrone sono lo scambio di frasi tra strumenti generalmente diversi tra loro ed il sapiente gioco di accenti realizzato sfruttando le partiture costruite per l'accompagnamento e quelle costruite per la narrazione melodica; come sempre l'album è stato inciso con l'uso dell'orchestra digitale -la g.h.O.S.T. Orchestra, per l'appunto- registrato interamente da Renato Zampieri e missato da Valerio Stirpe; a proposito del missaggio avrei qualche riserva negativa: sebbene il lavoro, ascoltato in cuffia, sia altamente soddisfacente lo stesso non può dirsi se l'ascolto avviene con l'ausilio di un normale stereo, in quanto i suoni paiono troppo omogenei l'uno all'altro, penalizzando le dinamiche che dovrebbero essere tipiche di un'orchestra -per quanto virtuale essa sia. Per carità, si tratta pur sempre di un lavoro eseguito benissimo, ma forse si poteva fare ancora meglio.

Passando ai brani veri e propri, quelli che più hanno colpito la mia immaginazione sono l'introduttiva The Awakening, l'orientaleggiante Meeting Red People e Sadness Street, di cui ho apprezzato moltissimo il rapporto tra "accompagnamento" e "frasi melodiche" di cui accennavo poco fa; molto belle anche The UpDown Land e Fighting The Blue One, brani evocativi e perfetti nel creare l'atmosfera di alienamento, la prima, e di ansia la seconda -in cui ho trovato assolutamente superlativo il passaggio di drum machine, un contrasto che riesce a fissare in modo ancora più efficace l'atmosfera fredda di cui il pezzo ha bisogno. Nel suo complesso The Amazing Journey risulta essere un album molto coerente, perchè nel bene o nel male queste caratteristiche -ossia l'essere musicale senza scadere nel banale ed il saper intrattenere senza ricorrere a formule stra-abusate ma addirittura sperimentando soluzioni innovative- si presentano in tutti i brani. Pertanto considerata l'eccellente qualità degli arrangiamenti, l'originalità della proposta -che sarebbe probabilmente ancora più apprezzabile se accompagnata da un adeguato supporto video, a mo' di cortometraggio- la bontà della produzione e la longevità del disco, che ormai ascolto da quattro mesi, non posso che invitarvi a visitare la pagina iTunes dei Seizon, così da poter scaricare The Amazing Journey sul vostro hard disk e di poter fare vostra la magnifica conclusione di una stupenda trilogia.



VOTO RECENSORE
86
VOTO LETTORI
24.15 su 19 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2009
Seizon Production
Classica/Contemporanea
Tracklist
I. The Awakening
II. Digging And Digging
III. The UpDown Land
IV. Meeting Red People
V. Sadness Street
VI. Fighting The Blue One
VII. Sacrifice For Victory
VII. End Theme
IX. God's Lament [Bonus Track]
Line Up
Renato Zampieri: programming
 
RECENSIONI
80
82
84
86
85
80
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]