Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Premiata Forneria Marconi
Emotional Tattoos
Demo

Cortex Complex
Memoirs of an Apocalypse
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/11/17
HYPERION
Dangerous Days

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
DEGIAL
Predator Reign

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

CONCERTI

22/11/17
MARILYN MANSON + GUEST
PALA ALPITOUR - TORINO

22/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

23/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
QUIRINETTA - ROMA

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/11/17
6TH COUNTED MURDER + KALIAGE
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

24/11/17
UFOMAMMUT + GUESTS
EREMO CLUB - MOLFETTA (BA)

25/11/17
THE MODERN AGE SLAVERY + DESPITE EXILE + AMBER TOWN
LA TENDA - MODENA

25/11/17
COUNCIL OF RATS + NIDO DI VESPE + MALLOY
CASEIFICIO LA ROSA - POVIGLIO (RE)

Elvenking - Two Tragedy Poets ...And a Caravan of Weird Figures
( 4616 letture )
Un albero, imponente e orgoglioso delle proprie fronde, è il soggetto universale della cover di Two Tragedy Poets...And a Caravan of Weird Figures, un soggetto ricorrente nella storia degli Elvenking. Fa capolino sulla cover del primo demo To Oak Woods Bestowed, in seguito compare sulla facciata di Wyrd e per rivederlo troneggiare solenne e selvaggio bisogna aspettare novembre 2008.

Era l’ottobre del 1997 quando l’incontro di Aydan e Jarpen, due chitarristi di Sacile, provincia di Pordenone, sentenzia la nascita degli Elvenking; correva il 2001 quando il debutto ufficiale Heatenreel vede la luce, inaugurando una felice stagione di power/folk all’insegna del tricolore nazionale. Invece è il 2008 quando il percorso del gruppo, maturato tra innovazioni ed esperimenti, trova quello che forse è il legittimo risultato di una determinata scelta stilistica: il sound dei friulani infatti, seppur contaminato da fortissime influenze folk, è sempre stato riconosciuto ed identificato in un power metal volitivo; quindi certamente folk, ma anche tanto power.

Con Two Tragedy Poets...And a Caravan of Weird Figures questo sinallagma viene meno. Le venature più pesanti vengono accantonate e riposte temporaneamente, come se dopo l’uscita di The Scythe, disco che aveva mostrato il lato più oscuro dei friulani, bisognasse giungere al polo diametralmente opposto. Così è nata l’idea di proporre un album totalmente acustico, o quasi, che concluda in un certo senso il tragitto musicale intrapreso dagli Elvenking più di dieci anni or sono.
Un folk puro -scremato dai carichi rabbiosi del metal- che mostra il lato intimistico della band, ma allo stesso tempo che non si lascia prendere troppo sul serio, esibendo oltre ai temi più malinconici, anche lati ironici e divertenti.
Un disco che racchiude la ricerca di una poetica emozionale diversa rispetto all’ultimo The Scythe: mentre in questo vi era un’indagine romantica incentrata sul tema della Morte, nel suddetto Two Tragic Poets vi è sempre questa tensione però volta al benigno, non oscura e tenebrosa.

I brani brillano di luce propria e, anche se ad un primo ascolto si può cadere in una sensazione di forte omogeneità, non lasciatevi ingannare perché il fattore acustico può sviare la comprensione. In verità è un disco vario, acceso, emozionante. Tra le composizioni che riflettono maggiormente le idee e le sensazioni introspettive e festaiole dell’album possiamo subito tirare in ballo la fantastica opener Another Afwul Hobs Tale, mostruosa nell’incedere dinamico e tambureggiante. La seguente From Blood To Stone, primo singolo estratto da questo Two Tragic Poets, si abbandona a melodie più riflessive e cadenzate - malinconia tramutata in emozioni positive ed avvolgenti. Ask a Silly Question deve annoverarsi tra i brani più riusciti, in cui sia il lato brioso che quello psicologicamente più intimo riescono ad amalgamarsi alla perfezione. Altra traccia da citare obbligatoriamente è l’impertinente Not My Final Song, nella quale ritornano ad eruttare i lapilli dei passaggi più dissacranti ed ironici. Con passo sempre allegro e colorito Miss Conception, tra tonalità rockeggianti e dirette, chiude il vivace binario di Two Tragic Poets...And a Caravan of Weird Figures.
Ulteriori fermate che la nostra locomotiva deve doverosamente effettuare lungo l’intrecciato tragitto dell’ascolto sono le splendide cover di The Winter Wake e The Wander: rivisitate in chiave acustica ardono come un ceppo nel camino. Suggestive e poetiche.
Nel dipanare la matassa si ode una melodia famosissima: quella di Heaven Is a Place On Earth, stranota hit degli eighties di Belinda Carlisle. Un passaggio sinceramente divertente per una cover senza infamia e senza lode, che spezza un po’ l’atmosfera dell’album, lasciandosi ascoltare piacevolmente.

Gli Elvenking ci regalano un album appassionante, sincero e fresco. Dal forte animo popolare e dal profumo di bosco, può essere considerato come il naturale arrivo della loro musica. Ma questo traguardo non deve stare a significare forzatamente termine della loro evoluzione stilistica e poetica. Anzi, sono certo del fatto che già la prossima uscita sarà detentrice di nuove e diverse peculiarità, perché il loro sentimento di ricerca è perpetuo, e si staglia nelle fronde e scorre come una linfa lungo i rami di un albero, magari proprio di quel salice raffigurato nel primissimo demo.



VOTO RECENSORE
80
VOTO LETTORI
54.16 su 42 voti [ VOTA]
Enomis
Mercoledì 10 Dicembre 2014, 18.28.13
12
Gran bell'album! Il migliore degli Elve secondo me, anche se non ho ancora ascoltato The Pagan Manifesto; a proposito, a quando una recensione?
Michele
Lunedì 21 Dicembre 2009, 16.49.26
11
Album stupendo,l'ho letteralmente divorato! Secondo il mio modesto parere,gli Elvenking sono il miglior gruppo italiano,e non solo! Fino ad ora non hanno fatto nemmeno un disco anche solo discreto,si vedrà cosa combineranno con il nuovo disco,di prossima uscita..
AL
Lunedì 3 Agosto 2009, 10.36.42
10
buon lavoro ma li preferisco "metal"... ho scoperto da poco i loro vecchi lavori e mi piacciono molto di più. in questo album not my final song è una spanna sopra le altre...
Jezz
Giovedì 9 Luglio 2009, 0.47.34
9
Quest'album è un vero capolavoro!
Luke25
Martedì 9 Dicembre 2008, 17.06.33
8
L'ho comprato sabato, gran bell'album veramente gli Elvenking non hanno ancora fatto passi falsi, Bravi! Bella rece e gran bell'album! voto: 82
Raven
Sabato 29 Novembre 2008, 8.59.10
7
Sinallagma non mente
mich
Venerdì 28 Novembre 2008, 20.42.58
6
e dei vecchi cd? cosa ne pensi dell'artwork interno?
Quorth_on
Venerdì 28 Novembre 2008, 20.36.15
5
Il booklet non ce l'ho perchè la label ha mandato il promo. @raven: faccio consulenza del lavoro, un indirizzo di giurisprudenza...
mich
Venerdì 28 Novembre 2008, 19.53.27
4
cosa ne pensi del booklet interno del cd?
Antonio
Venerdì 28 Novembre 2008, 15.08.06
3
mi è piaciuto un casino!! voto: 85
Khaine
Venerdì 28 Novembre 2008, 13.46.01
2
Bella rece fabio mo me procuro sto cd...
Raven
Venerdì 28 Novembre 2008, 13.21.33
1
Studi diritto?
INFORMAZIONI
2008
AFM Records
Folk Metal
Tracklist
1. The Caravan of Weird Figures
2. Another Awful Hobs Tale
3. From Blood to Stone
4. Ask a Silly Question
5. She Lives at Dawn
6. The Winter Wake
7. Heaven is a Place on Earth (Belinda Carlisle cover)
8. My Own Spider's Web
9. Not My Final Song
10. The Blackest of My Hearts
11. The Wanderer
12. Miss Conception
13. My Little Moon (bonus track)
Line Up
Damnagoras (Voce)
Aydan (Chitarra)
Elyghen (Tastiera, Violino)
Gorlan (Basso)
Zender (Batteria)
 
RECENSIONI
63
65
80
81
s.v.
ARTICOLI
26/02/2015
Live Report
ELVENKING + TRICK OR TREAT
Live23, Bosco Marengo (AL), 21/02/2015
06/11/2014
Live Report
ARKONA + ELVENKING + DIAVENT
Halloween Fest - Day 1
20/07/2012
Live Report
CRUCIFIED BARBARA + ELVENKING
Ferrock @ Parco Retrone, Vicenza, 12/07/2012
12/04/2011
Live Report
ELVENKING + FOLKSTONE + BURNING BLACK
People Club, 09/04/2011, Vicenza
02/12/2010
Live Report
ELVENKING + SECRET SPHERE + ALL MY FAITH LOST
Deposito Giordani, Pordenone, 27/11/2010
19/10/2010
Intervista
ELVENKING
In costante evoluzione
19/08/2009
Intervista
ELVENKING
Poeti, etichette e scambi di energia
14/11/2002
Intervista
ELVENKING
Parla Jarpen
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]