Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Wheel
Moving Backwards
Demo

E.G.O
Everything Goes On
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

19/07/19
SCOTT STAPP
The Space Between the Shadows

19/07/19
CANCER
Ballcutter

19/07/19
LINGUA IGNOTA
Caligula

19/07/19
WORMED
Metaportal

19/07/19
CROWN THE EMPIRE
Sudden Sky

19/07/19
CULT OF EXTINCTION
Ritual in the Absolute Absence of Light

19/07/19
FALLS OF RAUROS
Patterns In Mythology - Album Cover

19/07/19
SABATON
The Great War

21/07/19
SHARKS IN YOUR MOUTH
Sacrilegious

26/07/19
HATRIOT
From Days Unto Darkness

CONCERTI

17/07/19
NICK MASON
ARENA SANTA GIULIANA - UMBRIA JAZZ

17/07/19
YAWNING MAN
THE CONCEPT - LECCO

18/07/19
KING CRIMSON
ARENA SANTA GIULIANA - PERUGIA

18/07/19
NICK MASON
PIAZZA DELLA LOGGIA - BRESCIA

18/07/19
ROCK INN SOMMA (day 1)
SOMMA LOMBARDO (VA)

18/07/19
YAWNING MAN + HERBA MATE
SIDRO CLUB - SAVIGNANO SUL RUBICONE (FC)

19/07/19
PORTO LIVE METAL FEST
PORTO ANTICO - GENOVA

19/07/19
ROCK INN SOMMA (day 2)
SOMMA LOMBARDO (VA)

19/07/19
HELLUCINATION + GUESTS
HILL METAL FEST - MOTTOLA (TA)

19/07/19
YAWNING MAN + ELEPHARMERS + COSMIC SKYLARK
SET TO SUN FESTIVAL c/o TORRE DI BARI' - BARI SARDO (NU)

Accept - Restless and Live
14/02/2017
( 2186 letture )
Se c’è oggigiorno un gruppo storico dell’heavy metal classico in forma smagliante, questo risponde al nome di Accept, una band che sta letteralmente vivendo una seconda giovinezza, coronata sia da ottimi album in studio che da una ritrovata e costante attività live che sta (ri)portando la band in estesi tour per tutto il globo. Gran parte del merito di questa condizione di grazia va a Mike Tornillo, un singer che ha saputo integrarsi perfettamente nella band e che, vista la resa, non fa assolutamente rimpiangere il mitico UDO che, a onor del vero, troviamo ultimamente impegnato con i suoi Dirkschneider in un vasto tour commemorativo della sua militanza negli Accept. Senza dilungarci troppo in futili polemiche su chi sia più o meno titolato a riproporre i pezzi storici e a portare avanti il moniker della band, quello che tutti possono constatare è che la resa dal vivo degli Accept, da sei anni a questa parte, è senza ombra di dubbio portentosa. Legittimo quindi celebrare questa smagliante forma arricchendo la già folta discografia con un nuovo live album prodotto dalla Nuclear Blast, che per l’occasione ha previsto diverse versioni di Restless and live con l’apice del ricco cofanetto comprendente DVD + doppio CD.

Se il DVD mostra la band impegnata da headliner in quel del Bang Your Head del 2015, il doppio CD -oggetto di questa recensione- contiene invece estratti di diverse esibizioni sempre eseguite nel tour del 2015 in Russia (Mosca e San Pietroburgo) e in Germania (Hannover e Saarbrücken) le quali vanno a definire una setlist di ben ventisette tracce per un totale di oltre due ore del miglior repertorio del gruppo tedesco.La compattezza è l’aggettivo più adatto per descrivere l’anima vincente degli Accept. Infatti, se il padre/padrone Wolf Hoffman è ovviamente il pilastro di tutta la band, non possiamo non menzionare il bassista Peter Baltes, sempre presente fin dalle origini. Ma altrettanto importanti sono gli innesti di Christopher Williams alla batteria e dell’ex Grave Digger e Ribellion Uwe Lulis alla chitarra. Ricordiamo che i due musicisti furono ingaggiati solo pochi mesi prima dell’inizio del tour, andando a sostituire rispettivamente Stefan Schwarzmann ed Hermann Frank -presenti invece nei recenti lavori in studio- e, senza batter ciglio per chi ha avuto il piacere di vederli all’opera live, hanno dimostrato di essere ingranaggi perfettamente rodati. Forza di questo doppio disco è senza ombra di dubbio la ricchezza del materiale, ben bilanciato sul repertorio classico della band, ovvero pezzi storici ed imprescindibili quali London Leatherboys, Living for Tonite, Losers and Winners, Midnight Mover, Restless and Wild e Balls to the Wall, ben miscelati con il repertorio più recente estratto dagli ultimi due lavori, gli ottimi Stalingrad e Blind Rage.
Ed è proprio con un brano estratto dall’ultimo disco che l’ascolto di Restless and Live incendia subito il cuore; Stampede è, infatti, un perfetto pezzo d’apertura, così come la successiva doppietta estratta da Stalingrad: la relativa titletrack e la folgorante Hellfire. Ottima anche la diretta 200 Years da Blind Rage, preceduta dalla parentesi di due brani ottantiani che investono senza soluzione di continuità l’ascoltatore. Fin dai primi minuti di ascolto, Restless and Live mostra inoltre un’accurata produzione in grado di restituire un suono avvolgente e ben bilanciato; registrazione e mixaggio sono tecnicamente ineccepibili e, nonostante l’impressione complessiva apra a più di un interrogativo su eventuali aggiustamenti in studio, la cosa più importante è che l’ascolto di Restless and Live restituisca l’energia e il trasporto che la band di Solingen propone nei propri show. Evitando una descrizione didascalica di ogni singolo brano per ovvie ragioni di spazio, ci soffermiamo su un paio di episodi del materiale recente che riteniamo particolarmente meritevoli di attenzione: From the Ashes We Rise e Shadow Soldiers, due canzoni ricche di pathos, grazie alla magistrale interpretazione di Mike Tornillo, in grado di trasmettere con il suo ruvido timbro un mix di sensazioni ancor più emozionanti quando ascoltate in sede live. Sui pezzi storici, come detto, ben poco c’è da aggiungere; oltre trent’anni di carriera hanno già detto tutto ed in particolare la doppietta Fast As a Shark e Metal Heart in chiusura di disco ci ricordano che, quando si tratta di ottimo heavy metal, l’anno di composizione non conta.

Al netto delle eventuali polemiche su possibili aggiustamenti in studio che scatenano sempre opinioni discordanti, specialmente tra i metallari più attempati e puristi legati tradizionalmente e sentimentalmente a produzioni un po' più ruvide, Restless and Live suona terribilmente convincente ed efficace. Un prodotto che celebra e certifica ulteriormente la rinascita di una band che in molti davano per finita e che è invece ancora qui a farci gioire.



VOTO RECENSORE
80
VOTO LETTORI
87.71 su 7 voti [ VOTA]
Philosopher3185
Venerdì 12 Luglio 2019, 0.48.08
13
Questo è un signor live! altrochè..non mi stanca mai,in effetti l'unica critica che posso muovere a questo album è la mancanza di alcuni classici-come ha detto Maurizio qui' sotto-ma per il resto è un live carico e bello potente,la band è rodata e Tornillo se la cava alla grande anche nei classici della band.
Maurizio
Martedì 6 Febbraio 2018, 19.00.18
12
Bella sintesi del penultimo tour. Effettivamente dal vivo il sound è proprio questo e lo spettacolo dura due ore precise. Buon approccio per quei quattro che non li conoscono anche se mancano troppe perle del passato (Breaker, Hellhammer, Up to the limit, I'm a Rebel ecc. Ecc..). Promozione alla grande comunque.
Philosopher3185
Giovedì 10 Agosto 2017, 23.43.26
11
Ottimo prodotto;ma io aspetto ma il nuovo album!e sono sicuro non mi deludera'!
Philosopher3185
Giovedì 10 Agosto 2017, 23.43.26
10
Ottimo prodotto;ma io aspetto ma il nuovo album!e sono sicuro non mi deludera'!
Fra
Martedì 27 Giugno 2017, 21.38.52
9
Il DVD è strepitoso, anche se non ho la versione Blu-Ray ma ahimè... Solo una critica muovo a Hoffman e soci, dov'è Breaker, dov'è Burning, dov'è I'm A Rebel, o qualcosa da Russian Roulette? Peccato anche per Uwe Lulis che resta un po' troppo dietro le quinte e inquadrato pochissime volte (un piccolo assolo in Losers And Winners). Voto 84.
El Gringo
Giovedì 16 Febbraio 2017, 22.27.50
8
Un po dispiace anche a me che non ci sia nulla da russian roulette, primo lp che acquistai degli Accept nel lontano "86. Comunque ancora numeri uno e cd-dvd live bomba, da avere senza scuse.
Metal Shock
Mercoledì 15 Febbraio 2017, 15.31.30
7
Cd live da paura e dvd ottimo da parte di una delle band storiche che ha ancora senso che esista e vada avanti, considerando che i pezzi nuovi non sfigurano al confronto dei vecchi. Grandi Mark Wolf e Peter, peccato per Uwe un po`in ombra. Udo chi???????
Metal Shock
Mercoledì 15 Febbraio 2017, 15.31.05
6
Cd live da paura e dvd ottimo da parte di una delle band storiche che ha ancora senso che esista e vada avanti, considerando che i pezzi nuovi non sfigurano al confronto dei vecchi. Grandi Mark Wolf e Peter, peccato per Uwe un po`in ombra. Udo chi???????
sadwings
Mercoledì 15 Febbraio 2017, 13.45.56
5
si ma hanno addirittura messo bulletprofo una buona canzone che impallidisce rispetto ad ogni canzone di russian rulette.
Mic
Mercoledì 15 Febbraio 2017, 13.29.16
4
Agli accept Russian roulette non piace. Sempre evitato in sede Live. Invece udo con la sua band lo tiene in consideraziobe
Maurizio 76
Mercoledì 15 Febbraio 2017, 12.04.12
3
solo un neo, manca tv war o qualsiasi cosa da russina roulette. Merita 85
verginella superporcella
Mercoledì 15 Febbraio 2017, 10.53.03
2
il solito sound da supermarket della plastica della nuclear blast ne ammazza ogni velleita' di diventare uno dei pilastri live della storia metal. la solita nuclearblastata. tutti i dischi uguali
Red Rainbow
Mercoledì 15 Febbraio 2017, 8.22.38
1
Band davvero in stato di grazia da seconda giovinezza, Hoffman alle soglie della leggenda, Tornillo dirkschneiderianamente sugli scudi, praticamente ogni dettaglio porta a considerarlo un album irrinunciabile per vecchi e nuovi fans ma... ma per la miseria, neanche una traccia da Russian Roulette ?!?!
INFORMAZIONI
2017
Nuclear Blast Records
Heavy
Tracklist
CD 1
1. Stampede
2. Stalingrad
3. Hellfire
4. London Leatherboys
5. Living for Tonite
6. 200 Years
7. Demon's Night
8. Dying Breed
9. Final Journey
10. From the Ashes We Rise
11. Losers and Winners
12. No Shelter
13. Shadow Soldiers
14. Midnight Mover

CD 2
1. Starlight
2. Restless and Wild
3. Son of a Bitch
4. Pandemic
5. Dark Side of My Heart
6. The Curse
7. Flash Rocking Man
8. Bulletproof
9. Fall of the Empire
10. Fast As a Shark
11. Metal Heart
12. Teutonic Terror
13. Balls to the Wall
Line Up
Mark Tornillo (Voce)
Wolf Hoffmann (Chitarra)
Uwe Lulis (Chitarra)
Peter Baltes (Basso)
Christopher Williams (Batteria)
 
RECENSIONI
80
73
79
88
72
75
79
84
90
83
88
79
72
70
ARTICOLI
31/01/2017
Live Report
SABATON + ACCEPT + TWILIGHT FORCE
Live Club, Trezzo sull'Adda (MI) - 25/01/2017
21/08/2010
Intervista
ACCEPT
Il sangue delle nazioni
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]