Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Mayhem
Daemon
Demo

Pinewalker
Migration
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

14/11/19
GREAT MASTER
Skull and Bones – Tales from Over the Seas

14/11/19
GREAT MASTER
Skull And Bones - Tales From Over The Sea

15/11/19
NECROPANTHER
The Doomed City

15/11/19
RAGNAROK
Non Debellicata

15/11/19
DESPISED ICON
Purgatory

15/11/19
GURU OF DARKNESS
Ararat

15/11/19
TULUS
Evil 1999

15/11/19
THE DEATHTRIP
Demon Sola Totem

15/11/19
WARSENAL
Feast Your Eyes

15/11/19
RAGNAROK
Non Debellicata

CONCERTI

13/11/19
IMMOLATION + RAGNAROK + MONUMENT OF MISANTHROPY + EMBRYO
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

13/11/19
DAVID ELLEFSON
SUPERNOVA - TUORO SUL TRASIMENO (PG)

14/11/19
IMMOLATION + RAGNAROK + MONUMENT OF MISANTHROPY + EMBRYO
TRAFFIC LIVE - ROMA

14/11/19
PROFANATICA + DEMONOMANCY
CENTRALE ROCK PUB - COMO

14/11/19
DAVID ELLEFSON
LET IT BEER - ROMA

15/11/19
CLAUDIO SIMONETTI`S GOBLIN
LEGEND CLUB - MILANO

15/11/19
RIVAL SONS + GUEST TBA
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

15/11/19
IMMOLATION + RAGNAROK + MONUMENT OF MISANTHROPY + EMBRYO
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

15/11/19
PROFANATICA + DEMONOMANCY
SCUUM - PESCARA

15/11/19
ARCANA OPERA + GUESTS
THE FACTORY - CASTEL D'AZZANO (VR)

Stratovarius - Nemesis
( 9886 letture )
A due anni dalla pubblicazione del confortante Elysium, tornano alla ribalta i finlandesi Stratovarius con il loro quattordicesimo album in studio intitolato Nemesis. Il lavoro, anticipato dall’uscita dell’EP Unbreakable (l’omonima song è inclusa nella tracklist del nuovo disco), è stato realizzato con la preziosa collaborazione alla sei corde di Jani Liimatainen (Sonata Arctica) e Thomas Wainola. I cori sono stati affidati, invece, ai The Shark Finns. La line up della formazione ha subìto l’ennesima modifica con l’innesto del batterista Rolf Pilve, in sostituzione di Jorg Michael. Il gruppo ha voluto fare le cose in grande, presentando varie versioni di questo Nemesis, con l’aggiunta di alcune bonus track (quattro in totale).

Sotto il profilo squisitamente musicale possiamo affermare che i segni di un certo rinnovamento, già presenti parzialmente in Elysium, trovano maggior esplicazione in questo full length. Le canzoni, infatti, si presentano in una veste più corposa e ragionata: non improntate obbligatoriamente sulla ricerca delle solite ritmiche ultraveloci, ma poste nell'ottica di una migliore e proficua accuratezza del songwriting. A trarre beneficio da questa nuova impostazione sono, in particolare, il vocalism più versatile di Timo Kotipelto e le diversificate tastiere di Jens Johansson, che sovente assurgono a protagoniste. Da evidenziare la presenza di inusuali parti elettroniche, come nell’ottima Halcyon Days (molto bello, peraltro, il video di questo brano); piacevoli le inclinazioni alla melodia nell’epicheggiante Castles in the Air -stupendo l’intro di pianoforte accompagnata dalla voce di Kotipelto- e nella struggente ballata If the Story Is Over. Il pezzo migliore del lotto è Out of the Fog, dall’andamento inizialmente marziale e munita di un accattivante refrain, nel quale si sente in dose massiccia l’apporto di Liimatainen nello sciorinare riff di rara bellezza.
Un difetto che si riscontra è l’eccessiva orecchiabilità di taluni refrain, come nel caso della già citata Unbreakable, ma alla fin fine è come voler cercare a tutti i costi il classico ago nel pagliaio, perché Nemesis va senza remore ascritto tra le migliori uscite dell'anno in corso, nonché tra le più significative dell’intera discografia degli Stratovarius (solo un gradino sotto ai capolavori del passato Episode e Visions).
Alla fine, i correttivi tesi a presentare un sound differente e più moderno hanno il merito di dare nuovo colore ad un genere asfittico come il power metal in una veste non rivoluzionaria, senza disdegnare le sonorità classiche che emergono dirompenti in tracce come Abandon, Stand My Ground e Fantasy.

Nemesis è un full length ben arrangiato, piacevolmente sperimentale e diviso tra momenti graffianti e altri melodici, insolito rispetto ai canoni del passato, senza però stravolgere la quintessenza del genere e raggiungendo un mirabile equilibrio che troverà consensi non soltanto tra i fan di vecchia data, ma anche presso altre fasce d’utenza. Forse qualche nostalgico non sarà affatto soddisfatto, occorre tuttavia fare i complimenti agli Stratovarius perché sfornare prodotti di tale fattura compositiva dopo tanti anni senza riciclarsi è da applausi a scena aperta.



VOTO RECENSORE
85
VOTO LETTORI
87.48 su 98 voti [ VOTA]
Valerio
Martedì 3 Settembre 2019, 18.37.02
129
È veramente “commovente” notare come gli altri possono denigrare con insolenza quello che scrivo, mentre io non posso permettermi alcun tipo di replica. Scrivere dovrei "entrare in una discoteca ogni tanto" è come dire: “idiota, non hai capito un caz.., perché caz.. parli?”. Cosa ben diversa sarebbe stato scrivere: “@Valerio, non sono d’accordo con le tue affermazioni, per i seguenti motivi: …”. Caro sig. @Blessed, mi auguro che tu abbia compreso la situazione e che in futuro la tua “delicatissima sensibilità” non reagisca più così esacerbatamente davanti alle mie doverose repliche difensive…
Blessed
Domenica 1 Settembre 2019, 11.35.13
128
E questo sempre per il rispetto delle opinioni altrui, vero sig. Valerio? "Stronzate", niente meno... guai a pensare che a qualcuno possa piacere e ritenere artisticamente valido altro da quello che piace a noi... certo che di campioni da tastiera ce ne sono proprio tanti eh...
Valerio
Domenica 1 Settembre 2019, 11.06.40
127
Egr. sig. Brick (and wall), se lei sostiene che brani come "halcyon days" sono così straordinari, mi deve spiegare come mai gli Strato, nel loro album successivo, Eternal, sono invece ritornati al loro stile classico e hanno radicalmente abbandonato il sound di quei brani che lei tanto osanna. Fortunatamente la band ha dei consiglieri che si dimostrano molto più intelligenti e che sanno riconoscere le stronzate fatte, e non danno certo retta a quei pochi ciarlatani che, per darsi le arie di intendersi di musica più degli altri, apprezzano ed esaltano la spazzatura...
Brick
Mercoledì 28 Agosto 2019, 20.04.08
126
Uno dei dischi power metal migliori degli ultimi 15anni. Il power metal è sempre stato un genere abbastanza stantio e pieno di clichè che sí, hanno fatto la sua fortuna, ma l’hanno anche affossato col passare degli anni. Questo disco invece èquasi un capolavoro per il genere: un suono fresco, piu prog, molto meno scontato e prevedibile dei suoi simili, soprattutto grazie a Matias e Pilve. Brani come Halcyon Days, Nemesis, Castles in the sky sono gli highlight del disco, e non sfigurano vicino ai brani ben piu blasonati di Visions,Episode o Destiny. E chi pensa che gli inserti di elettronica di Halcyon Days siano dance o mainstream dovrebbe entrare in una discoteca ogni tanto, cosi capirebbe che sono mondi completamente diversii. Usare un sintetizzatore non rende dei venduti 😂 Voto: 95
Aceshigh
Domenica 22 Aprile 2018, 12.49.53
125
Uno dei migliori album - se non addirittura il migliore - considerando la discografia senza Tolkki (per me comunque meglio ANCHE di tanti album con lui in formazione). 2/3 filler come spesso succede agli Stratovarius... ma anche 2/3 pezzi che non sfigurerebbero accanto ai loro classici. Il resto è a livelli medio-alti. Voto 84
VALERIO
Domenica 25 Febbraio 2018, 18.21.21
124
Ok Lizard, accolgo il tuo invito, evviva il fair play...
Lizard
Domenica 25 Febbraio 2018, 11.21.06
123
Valerio: uomo avvisato...
VALERIO
Domenica 25 Febbraio 2018, 11.04.00
122
Caro @jeeg80, vedo che hai il senso dell’umorismo e ti piace scherzare....
Jeeg80
Venerdì 23 Febbraio 2018, 22.07.25
121
L'hai già detto, ma che sei un pappagallo? ripeto pure io dai, forse stavolta ce la fai. A me Gigi D'Alessio non piace, per cui tieniti pure il tuo preziosissimo disco e non privarti di uno dei pezzi migliori della tua collezione.
VALERIO
Venerdì 23 Febbraio 2018, 14.06.39
120
Egr. squisito dott. @Jeeg80, cercherò di essere più esplicito: in considerazione del tuo spontaneo moto apologetico nei confronti del brano halcyon days, unico brano del disco in esame i cui ritmi ricordano le sonorità della musica commerciale da discoteca, pensavo di omaggiarti con un disco del genere, magari va meglio con Gigi D’Agostino…
Jeeg80
Lunedì 19 Febbraio 2018, 23.22.58
119
Non ho colto nè il tono nè il senso dell'ultimo intervento. Quanto a Gigi D'Alessio... non so che dirti, a me non piace, per cui tienitelo pure e non privarti di uno dei dischi migliori della tua collezione.
Valerio
Domenica 18 Febbraio 2018, 11.04.33
118
@Jeeg80 fa l’apologia di halcyon days: a questo “grande intenditore” del Power Metal vorrei proprio regalare un disco di Gigi D’Alessio, così per appagare il suo sensibile orecchio 
Jeeg80
Martedì 13 Febbraio 2018, 13.15.00
117
Davvero un album ottimo e fresco, con un sacco di spunti originali, pur senza stravolgere la sostanza. Clamorosa Halcyon Days, per quanto mi riguarda; ne avessero messe un paio così in più e lasciato perdere piattume tipo Dragons e Fantasy (senza offesa per chi le apprezza) avrei gridato al capolavoro.
VALERIO
Mercoledì 16 Agosto 2017, 10.39.27
116
Egregio sig. @metalmaniac82, evidentemente la S.V. non è disposta a tollerare il contraddittorio. È bello denigrare sprezzantemente i commenti altrui, meno piacevole invece sopportare le altrui repliche…
metal maniac82
Martedì 15 Agosto 2017, 16.05.06
115
Chi disprezza? Chi sputa? Ma che diavolo dici? Adesso però hai davvero scassato la minchia, ti inventi frasi mai dette giusto per alimentare un altro po queste chiacchiere, ormai metà dei commenti qui sono tuoi ed è una cosa francamente inguardabile. Mo basta
VALERIO
Martedì 15 Agosto 2017, 14.59.58
114
Parli bene @metal maniac 82, evidentemente non sei più un quindicenne. Nemmeno io lo sono, ma non per questo motivo sputo nel piatto dove mangiavo 20 anni fa. E' facile disprezzare la musica degli adolescenti adesso che siamo adulti...
metal maniac82
Sabato 12 Agosto 2017, 18.03.25
113
Eccerto! Musica per quindicenni, dev'esserre un bel complimento per un musicista. Mai pensato invece di evolvere l'orecchio dopo la pubertà?
VALERIO
Venerdì 20 Gennaio 2017, 18.33.24
112
Concordo in parte con Ronny 80: se è vero che gli Stratovarius cercano di dare un colpo al cerchio e uno alla botte tra una platea adolescenziale ed una più senile, è anche vero che la platea adolescenziale è imprescindibile per il Metal. Un vero metallaro si forma a 15 anni, non a 30 e meno che mai a 40. Inviterei pertanto gli Stratovarius a mantenere i piedi per terra e a non perdersi in stravaganze pseudo-innovative apprezzabili solamente dalle oramai canute platee senili…
Ronny 80
Giovedì 12 Gennaio 2017, 16.05.50
111
Eh be, questo me lo stavo perdendo, finalmente un disco power moderno e interessante. Un vero peccato che gli Strato debbano sempre accontentare ascoltatori semi-adolescenziali e altri piu' maturi, troveremo sempre album con questa doppia anima (come si fa a mettere nello stesso album Vagabond e l'immonda Eagleheart? Oppure Destiny e Rebel? vabbe gli esempi sono n-mila). Nemesis va un pelo di piu' verso i secondi, e spero non sia un caso isolato. Ottima tecnica e sound, ben fatto.
VALERIO
Lunedì 15 Agosto 2016, 13.32.03
110
Egregi signori amministratori di questo risp.le sito internet, ho avuto modo di constatare che i commenti del sottoscritto vengono sistematicamente ed immotivatamente rimossi dopo la loro pubblicazione. Con grave rammarico, rilevo che, mentre altri cybernauti sono liberi di insultare a piacimento chi vogliono, al sottoscritto viene persino negato il diritto di replicare o di difendersi dalle ingiurie altrui. Probabilmente non sono entrato nelle grazie del sig. LIZARD, il quale, più che fare gli interessi del sito internet che amministra, si preoccupa di scaricare le sue frustrazioni, accanendosi contro chi non gli lecca il culo e dimostrandosi invece molto indulgente con i commenti di chi fa parte del suo giro di conoscenze …
Vanni Fucci
Mercoledì 10 Agosto 2016, 23.08.28
109
Mah, a me le sonorità "elettroniche" di questo album piacciono un sacco, tanto che per me è il migliore degli Stratovarius da Destiny. Forse l'unico momento in cui si esagera un po' è quello intorno alla metà di Halcyon Days.
Glauco
Mercoledì 10 Agosto 2016, 22.42.17
108
Hahaha, i mitici clichè di molti metallari italiani sono monolitici e duri a morire ^^ Come dire, a loro piace solo la pizza margherita, ma come gli aggiungi i funghi... e non va più bene perchè credono sia diventata insalata hahaha. Vabbè dai, ridiamoci su, avete ragione, e acoltatevi questo gran dischetto, di rivoluzionario o strano c'è poco o nulla, di originale invece c'è parecchia robina. 80 ci sta tutto e alla grande
Massimo
Martedì 28 Giugno 2016, 20.49.17
107
e dai oh! questo Valerio qua mi ha fatto divertire! sennò i soliti commenti uguali fatti con lo stampino, sai che due palle! ma perché vi incazzate?
simo
Lunedì 27 Giugno 2016, 20.42.44
106
Ahhahaha Valerio il vero metallaro
VALERIO
Lunedì 27 Giugno 2016, 20.30.45
105
E no, non mi potete negare il diritto di difesa! Le mie sono state soltanto delle reazioni a forme più o meno velate di contestazione, fatte con modi per nulla rispettosi. La polemica era a già sopita, ma poi arriva un vero provocatore saccente come Alberto per dire che quello che affermo è basato sul nulla. Questo non è rispetto e si ha tutto il diritto di reagire! Ma forse vi sto antipatico e preferite criticare l’uomo che morde il cane …
VALERIO
Domenica 26 Giugno 2016, 16.41.34
104
Quale offesa? Donnicciola è un’offesa? Vengo messo all’indice e sottoposto a censura per così poco? Questi sono metodi da vili preti e non da Fratelli del Metallo…
Lizard
Domenica 26 Giugno 2016, 15.01.44
103
Invece Valerio, non hai capito nulla. Il rispetto è tutto e se non lo hai capito, il problema è solo tuo. Le offese non sono tollerate. Aggiungo che la discussione è andata avanti anche troppo, quindi dateci un taglio.
VALERIO
Domenica 26 Giugno 2016, 14.26.15
102
Ecco la [rimosso] Alberto/a che, con sguardo inorridito e sdegnoso, storce il naso e stigmatizza i precedenti commenti, a suo dire troppo brutali e provocatori, i quali avrebbero così offeso la sua delicata sensibilità. Alberto/a, da dove provieni, dal collegio delle orsoline? Questo è un sito di recensioni Metal dove i visitatori formulano le proprie opinioni e dove possono sorgere talvolta anche discussioni. Se la tua sensibilità [rimosso] è così fragile e delicata e si affatica a leggere 4 commenti, ciò significa soltanto che tutto sei fuorché un vero Metallaro e per questo motivo non ti puoi permettere di ficcare il naso in queste questioni...
Alberto
Giovedì 23 Giugno 2016, 11.46.35
101
Che fatica ragazzi a leggere certi topic. Più che altro ragazzi, non bisognerebbe cadere nelle provocazioni di alcuni utenti che ovunque parlano creano solo polemiche basate sul nulla . Boh andate oltre
Metal Shock
Sabato 18 Giugno 2016, 10.19.59
100
@Valerio: ch faccio "effetto camomilla" nn me l`ho aveva detto ancora nessuno, ma lo prendo come un complimento, ahahah, pero` per favore, il sig. no ti prego, mi fai sentire vecchio!! Per quanto riguarda i Falconer, beh i primi due album sono due gemme heavy power metal, con un cantante che per me va oltre il cantare ma interpreta i bran in un modo unico ed inimitabile, da` colore come su una tavolozza. Grandi!!
VALERIO
Venerdì 17 Giugno 2016, 20.59.59
99
Egr. sig. Metal Shock, devo riconoscere che i suoi commenti hanno un vero e proprio “effetto camomilla” e riescono sempre a convincermi. Inoltre ricordo come è riuscito a ben chiosare sul primo album dei Falconer, un capolavoro indiscutibile che ogni vero metallaro deve essere in grado di riconoscere …
Metal Shock
Giovedì 16 Giugno 2016, 19.43.23
98
@Valerio: le discussioni sono sempre ben accettate, sono il sale della vita, basta non arrivare agli insulti e per me si puo` dire cio` che uno vuole. Comnque io ho scritto che i Sonata sono stati influenzati dagli Strato, come a loro volta sono stati influenzati da Helloween, Malnsteen, Rainbow, ma hanno seguito una loro strada personale e copiare un canzone non li tramuta mica in band clone, se no faremmo la lista di band clone, era solo un esempio per dimostrare le loro influenze. A volte copiare una canzone e` un modo cone un`altro di omaggiare una band, senza essere un male.
Galilee
Giovedì 16 Giugno 2016, 18.09.50
97
Per quanto riguarda Nemesis, dobbiamo riconoscere che è stato un tentativo riuscito degli Stratovarius di tirar fuori qualcosa di un pò originale e di qualità dai tempi del lontano Infinite. Cosa non da poco in un genere cosi sfruttato. In questo album è palpabile la professionalità di questi musicisti e la loro passione in quello che fanno. Anche se, al sottoscritto questo genere ha stufato da un pò..
VALERIO
Giovedì 16 Giugno 2016, 17.59.48
96
errata corrige: il mio precedente si rivolge in particolare a Metal Shock, si fa confusione con tutti questi pseudonimi...
VALERIO
Giovedì 16 Giugno 2016, 17.54.19
95
Egr. sig. Metal Maniac 82, ho letto con attenzione il suo ultimo commento e francamente mi scuso per il tono un filo eccessivo usato nel mio precedente. In fondo qui siamo tutti Fratelli del Metallo e ci vogliamo bene. È anche vero che questa fratellanza non può e non deve impedire le discussioni e gli alterchi, come d’altronde capita persino nelle migliori famiglie. Entrando nel merito della diatriba, non posso condividere questa forzosa equiparazione tra gli Stratovarius e Sonata Arctica: in primo luogo il cantante KaKKo, il quale ha un timbro e uno stile molto aggressivo, che non ha nulla a che vedere con la soavità armoniosa e lontana delle frequenze di Kotipelto. Anche l’uso fatto della tastiera dei Sonata non ha nulla da spartire con gli Strato, i cui sono suoni sono più cadenzati ed improntati all’epicità tipica del Power Metal. Il fatto che un singolo brano sia riconducibile ad un altro non può far scattare in automatico l'etichetta di "cloneband". Per quanto riguarda infine NEMESIS, dobbiamo riconoscere, a mio parere, che è stato un tentativo goffo e maldestro degli Stratovarius di sdoganarsi presso generi musicali più commerciali. Mi rincuora il fatto che, da quanto mi dite, con l’ultimo album ci sia stato un frettoloso ravvedimento su tale punto, con relativa retromarcia…
Metal Shock
Martedì 14 Giugno 2016, 21.18.27
94
@Valerio: dunque qualche tempo fa avevo fatto un commento su Strato e Sonata da te osteggiato e non t ho mai risposto, ma ora vedendo i tuoi commenti ti dico: magari avro` esagerato, la mia era una battutaccia, pero` e` veri che i Sonata sono, soprattutto all`inizio, molto influenzati dagli Strato, e sul loro primo album c`e` una canzone che ` una copia di Black diamond, se non erro. Poi sono stati bravi a farsi un loro stile. Per quanto riguarda questi album, non e` che se c`e` una canzone con inserti elettronici (dance) allora gli Strato fanno chissa` cosa di scandaloso, cercano nuove vie per la loro musica, puo` piacere o no ma non e` che si siano messi a fare dance, e l`ultimo album, con un ritorno alle vecchie sonorita` ne e` una prova. Se poi il batterista ha i capelli corti e non porta chiodo e borchie fa di lui un truzzi? Non mi sembra. Oltretutto se guardi le foto della band cos`ha di strano il look non lo capisco. C`e` chi ha fatto molti di peggio in questi anni e non mi sembra che gli Stratovarius siano caduti cosi` in basso.
VALERIO
Martedì 14 Giugno 2016, 20.40.53
93
Ah, ah, ah!!! Ah, ah ah!!! Ah, ah, ah!!! “Ma cosa mi tocca leggere”, esordisce così “Metal Maniac 82”, utilizzando un’espressione che starebbe bene sulla bocca di una donnicciola la quale, vedendo la foto di un cazzo su un giornale, così esclamerebbe. Caro “metal orsolina”, con tua buona pace, se vedo il metal diventare musica dance penso di avere il diritto di insorgere. “Ancora questi discorsi nel 2016?” Dolcissima donnetta, capisco che in questa stagione mostruosa per te possa sembrare normale che gli Stratovarius diventino un gruppo di tamarri, ma non puoi pretendere che anche la vecchia guardia del metal si adegui alla tua concezione degenerata della musica…
VALERIO
Martedì 14 Giugno 2016, 17.57.48
92
E sarebbe una "cazzata" che dopo oltre 20 anni gli Stratovarius si presentino di colpo con un batterista formato truzzo e che suonino musica contaminata dance? Si vede proprio che lei non sa neanche di che cosa sta parlando....
metal maniac82
Sabato 11 Giugno 2016, 22.55.10
91
Ma cosa ci tocca leggere, cioè uno non è degno di suonare metal perché non veste metal?? Ancora questi discorsi nel 2016? Incredibile. Ma basta, godetevi quello che ascoltate piuttosto che dare importanza alle cazzate!
Marco78
Sabato 30 Aprile 2016, 13.22.30
90
Ancora io? Basta... ti prego!
VALERIO
Sabato 30 Aprile 2016, 10.58.03
89
Egregi signor Marco, lei mi dice che “non vuole essere tirato in ballo e che non gliene importa una mazza” di questo dibattito: allora mi deve spiegare per quale motivo commenta e soprattutto perché sentenzia le sue ieratiche opinioni, permettendosi persino di snobbare lo zoccolo duro dei gruppi, in realtà vera linfa vitale senza la quale il metal è già finito prima di iniziare. So che le critiche non piacciono, ma chi le fa le aspetti, e che diamine! Per quanto riguarda il commento di Metal Shock, chiedo cortesemente a questo galantuomo di indicare quali sono i brani di Ecliptica o di Silence che sarebbero riconducibili agli Stratovarius: sono proprio curioso di sentire una seria analisi tecnica di questo millantato plagio che sarebbe stato effettuato dai Sonata Arctica ai danni degli Stratovarius …
Marco78
Sabato 30 Aprile 2016, 10.32.32
88
Scusa, ma perchè tiri in ballo me? guarda che i due commenti precedenti (peraltro condivisibili...) non li ho scritti io. Se hai tanta esperienza mica è un pregio in questo caso, ma un aggravante... Per il resto non mi interessa minimamente insegnare alcunchè a nessuno, per cui smettila di tirarmi in ballo e ascolta quello che preferisci, incensando chi preferisci, etichettando ed imballando chi preferisci, contento te. Scusa, ma non me ne importa una mazza!
VALERIO
Venerdì 29 Aprile 2016, 21.48.55
87
CARISSIMO MARCO, HALCYON DAYS NON E’ UN CASO ISOLATO, MA SOLTANTO IL SEGNO DI UN TENTATIVO DI SDOGANAMENTO DEGLI STRATOVARIUS IN AMBITI MUSICALI COMMERCIALI. FACCIAMO CASO AL NUOVO BATTERISTA ROLF PLIVE: MI PUOI DIRE CHE COSA HA DI METALLARO QUESTO SIGNORE? PROPRIO UN BEL NIENTE E TRA LUI ED UN QUALSIASI TRUZZO DA DISCOTECA NON C’E’ ALCUNA DIFFERENZA. MA ANCHE TUTTI GLI ALTRI MEMBRI DEL GRUPPO HANNO CAMBIATO ABBIGLIAMENTO E STILE: TI SEI ACCORTO? PER QUANTO RIGUARDA POI IL TUO APPUNTO RELATIVO ALL’ESPERIENZA IN CAMPO MUSICALE, CORRE L’OBBLIGO DI PRECISARE CHE ASCOLTO METAL DA OLTRE 20 ANNI E CHE DA 15 ANNI ASCOLTO GLI STRATOVARIUS, DEI QUALI HO ACQUISTATO TUTTI I DISCHI TRANNE ETERNAL, POICHE’, COME TU BEN SAI, NON HO APPREZZATO LA STERZATA DI NEMESIS. ORA NON SO SE POSSO PERMETTERMI, A QUESTO PUNTO, DI ESPRIMERE UN GIUDIZIO, MA SE TU INVECE TI RITIENI UN ACCADEMICO E HAI DISCUSSO UNA TESI DI LAUREA SUGLI STRATOVARIUS, MI IMPEGNO A PRENDERE CONTATTO CON TE PER VENIRE AD ASCOLTARE OSSEQUIOSAMENTE LE TUE PREZIOSE ED ILLUMINATE LEZIONI …
Metal Shock
Venerdì 29 Aprile 2016, 19.32.17
86
I Sonata facevano un power particolare ed originale, in pratica copiavano gli Strato!
terzo menati
Venerdì 29 Aprile 2016, 18.57.22
85
Valerio...stacca il caps lock
VALERIO
Venerdì 29 Aprile 2016, 18.50.53
84
CARO MARCO, TI FACCIO UN ESEMPIO CHE RENDE BENE IL CONCETTO: CONOSCI I SONATA ARCTICA? PRIMI QUATTRO ALBUM INECCEPIBILI, STILE POWER MOLTO PARTICOLARE ED ORIGINALE. POI IL CANTANTE KAKKO SI METTE IN TESTA DI SCIMMIOTTARE I QUEEN E PARTORISCE TRE ALBUM SPAZZATURA. QUALCUNO DEVE AVERLO AVVISATO CHE STAVA FACENDO SCHIFO E ADESSO, DOPO 10 ANNI, I SONATA RITORNANO A FARE QUELLO CHE FACEVANO PRIMA. UN CONTO E' INNOVARE E MI STA BENE, MA UN ALTRO PAIO DI MANICHE E' STRAVOLGERE L'ESSENZA DI UN GRUPPO....
Marco78
Giovedì 28 Aprile 2016, 23.16.57
83
Ecco, per l'appunto, chiediti come farà una band a crescere se una parte dei suoi fan chiede sempre le stesse cose per decenni. Farai prima a stufarti tu, per poi dire, tra qualche annetto (e con un pò di esperienza musicale in più) che questa è una band morta che non sa rinnovarsi e cose simili... suvvia, rilassati e realizza che nessuno sta denigrando nessuno, però se davvero credi che Halcyon Days sia un pezzo dance, porta pazienza, su cosa vogliamo discutere? La musica non dovrebbe essere fatta a compartimenti stagni, un orrore il solo pensarlo, e allo stesso tempo è giusto non snaturarsi. Probabilmente ognuno di noi ha una sensibilità diversa su dove porre certi paletti...
VALERIO
Lunedì 25 Aprile 2016, 9.20.41
82
RISPONDENDO A MARCO 78: "HALCYON DAYS CILIEGINA SULLA TORTA"... SI' E' VERO, PER UN LP DI GIGI D'ALESSIO SICURAMENTE, MA NON PER GLI STRATOVARIUS. QUESTO SIGNORINO VIENE A PARLARE DI SPERIMENTAZIONE E DENIGRA LO ZOCCOLO DURO DEI FAN. CARO SIGNORINO, SE UNO ASCOLTA GLI STRATOVARIUS LO FA PERCHE' SI ASPETTA UN CERTO TIPO DI MUSICA. SE ASCOLTO MOZART NON MI ASPETTO IL BLACK METAL, E SE ASCOLTO GLI STRATOVARIUS NON VOGLIO SENTIRE MUSICA DANCE, SENNO' METTO SU UN ALTRO DISCO. SE UN GRUPPO STRAVOLGE LA SUA ESSENZA, NON E' PIU' NE' CARNE NE' PESCE...
J.C.
Mercoledì 13 Aprile 2016, 16.41.27
81
Passati e gli anni e dopo un buonissimo disco, ma di mestiere, come Eternal posso dire questo Nemesis resterà tra i migliori dei finnici. Sicuramente il migliore per distacco da Infinite in avanti.
Marco78
Mercoledì 13 Aprile 2016, 14.55.02
80
Un paio di pezzi in più come Halcyon Days sarebbero stati la ciliegina sulla torta. Purtroppo bisogna rendersi conto che gruppi come questo hanno uno zoccolo di fan che non chiedono altro che draghi, doppia cassa e accordi di quinta, non capendo che sono quelle le vere commercialate. Quando si tentano difficili evoluzioni e contaminazioni sopra le righe, arriva sempre nuova linfa ad un genere stanco come questo, fortunatamente questo gran disco ha più di una sorpresa in questo senso e spero in futuro vogliano sperimentare ancora di più, tra l'altro visto il background artistico che hanno alcuni membri degli strato dovrebbe essere automatico...
VALERIO
Domenica 20 Marzo 2016, 15.03.09
79
CHE DIRE DI QUESTO ALBUM… MAH, ALCUNI BRANI LASCIANO PERPLESSI: HALCYON DAYS PER ESEMPIO, CHE CI FA QUESTO BRANO DI MUSICA DANCE, MA SI SONO AMMATTITI? UNBRAEKBLE CARINA MA COMMERCIALE COME POCHI; ANCHE GLI ALTRI BRANI MOLTO ORECCHIABILI MA NULLA A CHE VEDERE CON GLI STRATOVARIUS, ECCETTO FORSE CASTLE IN THE AIR. LA VOCE DI KOTIPELTO È PARECCHIO CALATA E NON SI PUÒ NEANCHE PRETENDERE CHE INVECCHIANDO MIGLIORI. L’INNESTO DI KUPIAINEN SICURAMENTE POSITIVO, MA DA SOLO NON BASTA. CERTO CHE IL NUOVO BATTERISTA SEMBRA PROPRIO UN TRUZZO! A MIO PARERE ELYSIUM E POLARIS SI SALVAVANO, MA QUESTO ALBUM PROPRIO NO, TI SCIVOLA ADDOSSO SENZA LASCIARE IL SEGNO. COMUNQUE SEMPRE MEGLIO DI QUELLO CHE STA FACENDO TOLKKI CON I SYMPHONIA, BRANI DA INVASATI RELIGIOSI CON UN CANTANTE DALLA VOCE CHE PIÙ ODIOSA NON SI PUÒ. FORSE IN CERTI CASI VARREBBE LA PENA DI RITIRARSI, PERCHÉ L’ANDARE AVANTI A TUTTI I COSTI RISCHIA DI OFFUSCARE ANCHE IL RICORDO DEI TEMPI GLORIOSI.
Mauroe20
Giovedì 5 Novembre 2015, 21.03.16
78
Si ora mi hanno convinto senza Tolkki.Disco ispirato e suonato da dio.Idee fresche ottimo il nuovo chitarrista.Voto 80
Ludwig
Venerdì 25 Settembre 2015, 12.54.18
77
Disco che per freschezza di idee fa piazza pulita di quasi tutto il power metal degli anni 2000 (fra le poche eccezioni all'altezza mi sovvengono Silence, Masterplan, forse Hellfire's club).
Gontepartiro
Sabato 12 Settembre 2015, 10.52.02
76
Probabilmente il miglior disco metal degli ultimi quindici anni, perfetto e innovativo
Painkiller
Mercoledì 27 Maggio 2015, 7.32.26
75
Ad un primo ascolto non mi aveva detto molto, poi ne ho apprezzato sempre più le sfumature nascoste, e trovo che ci siano tanti brani davvero belli, e che tengono il loro valore nel tempo. Davvero notevole la prova di insieme della band che pare muoversi all'unisono. Suoni eccellenti, quel po' di innovazione nel proprio sound che non guasta....davvero un grande album
InvictuSteele
Lunedì 30 Marzo 2015, 14.38.11
74
Album della madonna. 85
Walterock
Giovedì 5 Febbraio 2015, 0.28.58
73
band da molti sottovalutata..autrice di grandi dischi..e questo non fa eccezione
enzo
Domenica 3 Novembre 2013, 18.00.52
72
band che adoro con kotipelto alla voce secondo me hanno toppato solo l omonimo del 2005
Gio77
Lunedì 17 Giugno 2013, 17.01.32
71
Miglior album dell'anno. Ottoma e condivisibile recensione.
Legacy
Lunedì 17 Giugno 2013, 16.01.41
70
Finalmente sono tornati!!! Ho ascoltato più volte quest album e finalmente li ho rivisti in gran forma (anche a Milano ). Che dire...questo è un gran album veramente ben fatto e ben confezionato che non ci fanno rimpiangere gli Stratovarius di una volta. Migliori canzoni: Halcyon Days, Unbreakable, Nemesis, Out Of The Fog, Fantasy e If The Story Is Over. Gli unici "filler" riscontrabili possono essere Dragons e One Must Fall. Ultimo appunto: sbaglio o l'uso degli effetti elettronici è aumentato? Bentornati Stratovarius. 89!
Diego
Giovedì 13 Giugno 2013, 21.55.27
69
Mitici Stratoforce!
TONY
Martedì 30 Aprile 2013, 12.34.45
68
Recenzione più che giusta! L'ho acquistato appena uscito e più lo si ascolta più piace. Forza Strato!
tommi
Mercoledì 10 Aprile 2013, 19.37.54
67
@le marquis non finirà proprio nel dimenticatoio secondo me...a differenza di altri album da te citati in un altra recensione...
Northcross1
Domenica 7 Aprile 2013, 1.32.54
66
@Hm is the law: Hai perfettamente ragione, di dischi meritevoli oggigiorno ce ne sono pochi, dunque meglio valutare bene quei pochi belli che ci sono! Un saluto
hm is the law
Sabato 6 Aprile 2013, 12.24.24
65
@ Gamma: concordo e più passa il tempo e più mi convinco di ciò che ho scritto in sede di recensione. Se un disco è bello è bello punto. Inutile fare riferimenti al passato, Episode e Visions rimangono i loro capolavori, ma questo disco penso che sia destinato ad essere ricordato e nel 2013 ciò è un vero e proprio miracolo vista la stagnante crisi in cui versa il metal
Gamma
Sabato 6 Aprile 2013, 11.06.44
64
A mio parere uno dei dischi più belli dei Finnici.....
Northcross1
Giovedì 4 Aprile 2013, 21.45.28
63
Ciao ragazzi! è da un po' che non ci si sente. Un particolare saluto a Rada e al Vichingo. Mi sono appena sentito quest'album e beh, che dire? Davvero un gran bell album Power! ci sono alcune canzoni fantastiche come Out of the Fog e Abandon, ed in general fino alla traccia 7 sono davvero ottime le song, tranne Halcyon Days che la trovo un filino sotto all'ottimo. Le note dolenti sono le traccie 8,9 e 10 che secondo me sono molto sottotono e non mi piacciono granchè sono dimenticabili; mentre l'ultima traccia è buona, ma non al livello delle prime 7. Detto questo per me il voto è 80-84, considerando i tempi che corrono per il power e per il fatto che gli Strato hanno cambiato sonorità, quindi complimenti! Per la questione "vecchi Strato" sono abbastanza d'accordo, nel senso che, secondo me, un Visions (non l'album, ma la title track) da' una pista a quest'album, ma i tempi cambiano e quei capolavori resteranno sempre lì, intramontabili e a nostra disposizione ogni volta che avremo nostalgia di quelle meraviglie. Un saluto a tutti
Le Marquis de Fremont
Martedì 26 Marzo 2013, 13.33.45
62
Come Monsieur Il Vichingo, visti i commenti, l'ho riascoltato. Purtroppo, contrariamente a lui, continua a non dirmi niente di speciale. Anche l'osannato video di Halcyon Days non mi sembra niente di speciale e così il pezzo. Quindi quoto il post di Jena Plissken sulla struttura un po' banalotta dei brani che tendono ad assomigliarsi un po' tutti. Finirà nel dimenticatoio come gli altri dei "nuovi" Stratovarius. A bientôt.
StratoBarium
Lunedì 25 Marzo 2013, 20.34.44
61
gia però considerando che è il singolo apri pista direi che è molto bello pur essendo ultra melodico non perde il suo spirito heavy con una venatura moderna che non permetterà ai soliti detratori del buon Timo di dire che è stantio;in conclusione 1 buon singolo che fa a pieno il suo dovere è lascia ben sperare per l'intero lavoro.
tommi
Lunedì 25 Marzo 2013, 18.47.32
60
ascoltato ora dopo tuo commento...molto pop ma ben fatto e di qualità...
StratoBarium
Lunedì 25 Marzo 2013, 16.24.24
59
ascoltato il nuovo singolo di Tolkki davvero bello anche se soft ma l'assolo come il solito FANTASTICO
il vichingo
Lunedì 25 Marzo 2013, 14.40.30
58
Ascoltato ancora una volta ed effettivamente ci sono tre-quattro pezzi davvero ottimi, un paio di buoni mentre il resto per me viaggia tra il discreto e il dimenticabile. In definitiva un buon disco di Power, un 75 ci sta.
M0RPHE01978
Domenica 24 Marzo 2013, 16.43.55
57
Era molto che non ascoltavo qualcosa di power...questo album non mi dispiace anche se non è il mio genere preferito, ha un paio di episodi minori ma nel complesso lo reputo un buon lavoro, per me è da 75.
Eagleflyfree
Sabato 23 Marzo 2013, 19.48.52
56
@Jena Plissken: la cosa incredibile è che quasi nessuno capisce che Nemesis, Polaris e Elysium rappresentano un mondo a sè stante. ATTUALMENTE, 2013, valutato lo stato generale del filone Power Metal, considerato l'impegno che richiede prpodurre un album decente, considerato che le maggiori band della scena non fanno che riciclare, un 85 su 100 è un voto giusto. Poi dire che non esistono particolarità è un'eresia, perchè bisogna sapere cosa si intende per particolarità. Stando allo stile Stratovarius quest'album è particolare eccome, ma sopratutto è Power, con tutti i suoi clichè, tabù e limiti.
Strato78
Sabato 23 Marzo 2013, 13.49.09
55
Piu' lo ascolto e piu' lo adoro recensione azzeccata e voto pure!
hm is the law
Sabato 23 Marzo 2013, 13.19.42
54
@ Jena Plissken: i recensori sono diversi quindi le valutazioni sono diverse è inutile fare paragoni, ognuno ha le proprie idee e sono espresse all'interno della recensione. Se poi non ritieni Nemesis un grande album (49 lettori sinora hanno accreditato una valutazione addirittura superiore alla mia) ci sta tutto, ma nella recensione ci sono ripoprtate tutte le osservazioni necessarie a supportare il mio 85. Saluti a presto
Jena Plissken
Sabato 23 Marzo 2013, 12.59.53
53
Ho letto la recensione, ma non la ritengo esauriente abbastanza per spiegare perché questo disco merita 85. Ripeto che stiamo parlando di 85, solo 5 punti in meno di 90, ovvero il voto che avete dato a Visions. Cos'è, Visions vale solo cinque punti in più? Seconda cosa, e più importante, dare 85 a questo e 82 a Fourth Dimension, che è uno dei migliori (se non IL migliore) degli Stratovarius, è un vero è proprio insulto...anche considerando che tracce come "Stratovarius", "Twilight Symphony", "Nightfall" stracciano una qualunque di questo Nemesis in centinaia di migliaia di pezzettini. Se date 85 a Nemesis, Fourth Dimension doveva prendere minimo (e ripeto, minimo) 95. Per non parlare del fatto poi che a Twilight Time avete dato 80. Sinceramente, più leggo le recensioni qui e più mi rendo conto che il metro di valutazione va totalmente a caso. Poi, dando un mio personale giudizio riguardo l'album. Ho ascoltato e riascoltato Nemesis diverse volte proprio per poterlo assimilare bene e giudicarlo. Il 95% delle tracce sono tutte abbastanza prevedibili in quanto a struttura, senza alcuna particolarità sperimentale e/o tecnica, che invece erano presenti sia in Elysium che negli altri album (ovviamente). In particolare Halcyon Days, Unbreakable, Stand my ground, Castles in the air, Nemesis sono tutte fin troppo orecchiabili e prive di mordente, la struttura stessa delle tracce è molto semplice, e la maggior parte di queste punta molto sul ritornello, che spesso è altrettanto orecchiabile e prevedibile. Abandon e Fantasy sono un pò meglio, nonostante anche Fantasy sia un pò troppo semplice e orecchiabile. La vera eccezione la fa "Out of the fog", l'unica che proponga qualcosa di leggermente nuovo e diverso dalle altre tracce del disco, anche se comunque non mi ha fatto gridare al miracolo. Lasciamo perdere poi "Dragons", a mio parere una delle peggiori mai composte dalla band. Questo album ha tutte tracce livellate più o meno allo stesso modo, non ce n'è nessuna che spicchi per qualche motivo, sono tutte "normali" e -ripeto- prive di qualsiasi particolarità. Un paio stento anche a definirle "Power". Nel caso venissi frainteso, sono un amante del Power Metal, nonché grande fan degli Stratovarius, e premetto che non voglio creare polemiche, ma solo esprimere un mio parere. Personalmente Elysium l'ho apprezzato molto, al contrario di Nemesis che mi ha abbastanza deluso. Forse è accostabile solo a Polaris, per quanto riguarda la qualità in sè delle tracce. Fosse per me gli darei 75/78, non di più.
Stefano
Sabato 23 Marzo 2013, 10.45.16
52
Finalmente la rece!!!!!!!!!! Scherzi a parte, ho comprato l'altro ieri il disco ed è davvero bello, richiede un paio d'ascolti e poi tutto fila liscio..che aggiungere è la naturale eoluzione ch'era iniziata nel 2009 con Polaris evolutasi con lo stabiliante Elysium del 2011 e Nemesis nel 2013 sancisce definitivamete tale evoluzione, cambiameto di suono molto distante dalle mani del padre-padrone timo tollki. In sorte, tutto bene perchè le melodie ci sono azzeccate e fresche, evitano di fare l'occhiolino ai lavori passati (eccetto "Abandon" che nel ritonello ricorda teribilmente una track di Elysium) e non ci sono ripetizioni di quanto già detto dalla band..insomma un disco onesto e bello d'ascoltare, un ottimi ritorno, bravi Stratovarius..ci vediamo il 10 Aprile all'Alcatraz di Milano!!!!!!
Painkiller
Venerdì 22 Marzo 2013, 15.52.57
51
Il timbro di Kotipelto non mi ha mai ammaliato molto, e per anni Visions e Destiny sono rimasti lì a far polvere, sebbene Kiss of judas non mi sia mai uscita dalla testa. A tratti li considero poco power e molto vicini ai TEN, che però possono vantare un gary hughes dall'ugola ben più calda e coinvolgente, e nelle parti power decisamente poco originali. Mi hanno sempre dato l'impressione di essere ad un passo dall'esplodere definitivamente ma non ci sono mai riusciti secondo me. Ho ascoltato un paio di volte l'album sul tubo ma continuo a non gradire la voce davvero poco particolare di Kotipelto, specie nei toni più bassi, e molte melodie davvero scontate. Ci ho provato ancora, ma propio non mi dicono nulla.
Doom
Venerdì 22 Marzo 2013, 11.28.45
50
Bel disco veramente , non li ho mai particolarmente apprezzati ma devo dire che questo assieme a Polaris mi sono piaciuti molto. Nel loro periodo d'oro facevo molta confusione tra loro e gli Hammerfall , non li distinguevo, sicuramente colpa di una mia ignoranza nel genere.
Radamanthis
Venerdì 22 Marzo 2013, 0.35.30
49
@hm is the law: certo, posso capirti...mettere tutti d'accordo è impossibile e anzi, complimenti per il tuo lavoro e x quello dei tuoi colleghi che ci permettono di avere tutto ciò quotidianamente con grande professionalità, precisione e passione! Continuate così!
andrea
Giovedì 21 Marzo 2013, 23.23.18
48
ottimo disco. per me il migliore dai tempi di 'visions'. svanita l'enfasi un po' retorica che caratterizzava 'destiny', 'infinity', 'elements' etc ...Kotipelto è maturato, più controllato e sobriuo, non insegue più quei super acuti che in passato mettevano in difficoltà sia le sue corde vocali sia i padiglioni auricolari dei fans. tutto l'insieme mi dà l'idea di professionisti che gestiscono al meglio un patrimonio di stile e contenuti ormai consolidato, e allo stesso tempo apportano quelle variazioni che garantiscono al lavoro una gradita e accettabile modernità. davvero memorabile la gran parte dei ritornelli, e trovo anche splendido il lavoro sulla chitarra solista , sopratutto a livello di suono . voto almeno 80
daveg68
Giovedì 21 Marzo 2013, 21.33.27
47
giusto. Da applausi. grande Disco.
BILLOROCK fci.
Giovedì 21 Marzo 2013, 20.28.13
46
hm is the law: ma che te frega se si lamentano tu fai quel che ritiieni giusto e segui il tuo percorso di recensore...
hm is the law
Giovedì 21 Marzo 2013, 20.01.03
45
@ xXx: No problem il confronto è sempre costruttivo @ Radamanthis: sai qual'è il problema e che spesso decidi per un'analisi track by track e sei criticato decidi di non farla e scontenti qualcuno, purtroppo non è semplice accontantare tutti @ Carlo: nella recensione la lode va a tutti ovviamente Matias Kupiainen in primis visto che ha composto la maggior parte dei pezzi, ma mi premeva sottolineare il miglioramento di Timo Kotipelto e lo spazio concesso a Jens Johansson derivanti proprio dal cambio di stile. L'apporto si Jani Liimatainen l'ho rimarcato perchè Out of the Fog e la bellissima ballata If the Story Is Over sono track di assoluto spessore e lui partecipa fattivamente.
piemme
Giovedì 21 Marzo 2013, 19.58.12
44
non è un brutto disco ma a me è sembrato molto insipido, suonato alla grande, ben cantato, ben prodotto, qualche innovazione ma sono proprio i pezzi che a mio parere non lasciano graché, oltre al fatto che suonani terribilmente commerciali, anche se non è per forza un difetto. Ho conosciuto gli Strato nel 1996 quando fecero da supporto al tour dei Rage, grande impatto, a fine concerto i loro brani me li ricordavo, pure alcuni riff, qui tutto passa senza lasciar traccia.
Y2J MaTTeO 2013
Giovedì 21 Marzo 2013, 19.32.40
43
Grandissimo album degli Stratovarius! decisamente superiore ad Elysium (a mio modestissimo parere) E' un album ispirato,fresco,e con un sound davvero sensazionale! Ovvio, non è Visions,però si lascia ascoltare che e una bellezza e ha davvero 3-4 canzoni molto molto belle ,tra cui, Out of the Fog, Castles in the Air, One Must Fall e If the Story is Over. Quest'ultima è la ballad più bella che gli Stratovarius hanno scritto da Coming Home in poi! Poi Dragons richiama un pò Paradise nella prima stroffa,ed è stile Tolkki seppur in chiave più moderna e fresca! Avesse avuto pure una canzone da 9-10 minuti sarebbe stato il Top ,l'apice,ma già così è davvero di un livello molto alto! Insomma: Ascoltatelo,dategli una chance, non criticatelo solo x partito preso. Potrebbe sorprendervi Voto 88
tommi
Giovedì 21 Marzo 2013, 18.52.43
42
@vichingo ascoltalo bene...le prime 5 song sono di alto livello ed il resto dell album pur dovendolo ancora approfondire a dover semba molto buono...lo trovo in ceti aspetti (vedi l uso della tastiera) fresco e perfettamente in linea coi tempi...penso che il voto come ho già detto sia corretto se non qualcosina in più...certo che se prediligi sonorità più intricate non è questo il disco ma in ambito "pop" metal o power come dovremmo definirlo calza a pennello...
il vichingo
Giovedì 21 Marzo 2013, 17.41.44
41
Una voce fuori dal coro: al momento mi sembra un lavoro discreto e niente di più, alcuni momenti epici ma alla fine della fiera niente che mi faccia gridare al miracolo.
BILLOROCK fci.
Giovedì 21 Marzo 2013, 17.28.13
40
capperi, 85 !!! Dovrò dargli ascolto approfondito, le songs proposte su Metallized non erano malvagie...
IO
Giovedì 21 Marzo 2013, 16.10.22
39
ottimo disco! il migliore da Destiny
paul
Giovedì 21 Marzo 2013, 15.56.00
38
Un disco ricchissimo di sfumature e molto molto ispirato.....e finalmente i detrattori e i criticoni per partito preso dovranno solo starsene zitti...magari si comprano anche il disco ma non lo dicono!!! ahahahahahahah grandi strato!!!
Polemico (il ritorno)
Giovedì 21 Marzo 2013, 15.37.51
37
Radamanthis, io scherzavo. Puoi scrivere quanto vuoi, ci mancherebbe altro. Ciao.
Le Marquis de Fremont
Giovedì 21 Marzo 2013, 13.39.44
36
L'ho ascoltato un paio di volte ma ho sempre fatto fatica ad arrivare alla fine. Era stato cosi anche per i precedenti Polaris ed Elysium che sono finiti velocemente nel dimenticatoio. Ora, leggendo la recensione e i commenti, andrò a riascoltarlo, forse mi è sfuggito qualcosa... Però diffido sempre degli album che "devo" ascoltare varie volte per assimilarli. Au revoir.
xXx
Giovedì 21 Marzo 2013, 13.13.14
35
si fabio sono sempre l'xXx di Reload, dai, nn prendertela è casuale che la discussione sia avvenuta cn te, nn ho nulla di pesonale, ci mancherebbe! la mia poi era una critica costruttiva nn certo un'offesa. sxo tu abbia colto il senso...
Carlo
Giovedì 21 Marzo 2013, 12.10.15
34
Grandissimo ritorno. Per me già rinati in parte con Polaris e in pieno con Elysium. Quest'ultimo ocnteneva delle vette più alte, ma Nemesis è più costante. Cmq mi spiace vedere, dalla rece e dai commenti, che a Kupiainen non venga resa giustizia. E' lui il vero artefice di questa rinascita, cavoli, guardate chi ha scritto cosa. Negli ultimi tre album ha scritto tutti i brani cardine degli album e voi andate ad incensare il pur bravo Liimatainen che in questo album ha collaborato in due brani? Non capisco. Cmq grandi Stratovarius, nessuno si sarebbe aspettato tanta grandezza dopo lo split con Tolkki. 80 meritatissimo p.s. Stand my ground mi fa impazzire!
Oldmetalheart61
Giovedì 21 Marzo 2013, 11.51.27
33
Rada non è mai pesante nè tedioso......
Radamanthis
Giovedì 21 Marzo 2013, 10.50.44
32
@Polemico: scusa x la lunghezza dei miei post, non volevo essere pesante! ok, mi fermo...
Luigi
Giovedì 21 Marzo 2013, 10.05.52
31
A me è piaciuto molto invece e Out of the Fog è davvero un gran pezzo. Apprezzavo anche il precedente, ma questo è migliore. Direi che è inutile fare paragoni con il passato, ma ci sta collocarlo dopo Episode e Visions.
davide
Giovedì 21 Marzo 2013, 8.49.29
30
secondo me trito e ritrito e completamente fallimentare!!!! mio voto?? 61
Mitra65
Giovedì 21 Marzo 2013, 8.40.31
29
Nemesis è un grandissimo disco sotto tutti i punti di vista e concordo con il termine innovativo utilizzato da qualcuno specie se consideriamo che il power metal tradizionalmente non lascia troppo spazio alle sperimentazioni. Per me Halcyon Days e Out of the Fog sono i pezzi migliori. Ottima recensione che come nello stile di Fabio dice tutto senza dilungarsi e per me è un pregio.
Polemico
Giovedì 21 Marzo 2013, 1.38.08
28
Fermate Radamanthis.
Eagleflyfree
Giovedì 21 Marzo 2013, 0.40.11
27
Il termine di paragone di quest'album è ciò che è stato fatto DOPO Stratovarius del 2005, dopo lo split e a iniziare dall'era Kupiainen, ovvero da Polaris. I paragoni con i cosiddetti fasti del passato c'entrano poco, siamo in un'altra epoca, ed in questa epoca Nemesis è un grande full lenght.
Radamanthis
Giovedì 21 Marzo 2013, 0.06.34
26
@Noceram Fhakir: il voto di questo disco dato da Fabio è 85 mentre quello di Elysium dato dalla media di 3 recensori è 62 ed il perchè di questa disparità è proprio il fatto che siano differenti coloro che hanno giudicato il disco. Inoltre forse non con questa disparità (anche se io votai ilo disco Elysium 65 mentre considero la itle track 95) ma credo sia verissimo che questo disco sia superiore a Elysium, mentre quoto te quando dici che la title track come ho detto sopra (votandola 95) vale ogni altra traccia di questo ma un disco non può essere valutato stratosferico solo per una traccia e dunque nel complesso un 65 / 70 ci sta. @I.N: condivido il termine innovativo di Power.Metal 75 in parte, per me innovativo per quanto riguarda la ricerca di linee vocali non solo high di Koti ma per l'uso della sua voce più malleabile e che meglio si amalgama al tessuto musicale risultando più calda e presente, oltre che per le musiche non sparate a 1000 ma più ragionate e lente rispetto al passato. @HM is the law: per quanto riguarda la rece è ottima di certo anche se effettivamente un pò sintetica (soprattutto la parte introduttiva di presentazione dei nuovi entrati l'avrei arricchita con qualche nozione in più) e avrei probabilmente analizzato le tracce un pò più a fondo in un simil-stile track by track ma ad ognuno il suo lavoro e se Fabio hai deciso per una rece più sintetica di altre va bene così, esaudiente comunque e in linea col pensiero della maggior parte di noi sia in termini di parole che di votazione. Anche la mia non è una critica, ma una semplice osservazione, sia chiaro! Bel lavoro a te e gran lavoro agli Strato! Welcome back Stratoforce!
I.N.
Mercoledì 20 Marzo 2013, 23.27.45
25
Innovativo?
Power. Metal 75
Mercoledì 20 Marzo 2013, 23.06.25
24
Veramente una gran bella sorpresa, disco praticamente perfetto e innovativo.. Ottima rece sintetica e precisa, voto 87
Noceram Fhakir
Mercoledì 20 Marzo 2013, 22.31.24
23
ho ascoltato finora con attenzione e "assimilato" solo circa metà disco - ovvero Halcyon days, Nemesis, Unbreakable, Fantasy e soprattutto Out of the Fog, che cercando un pò in rete ho dedotto essere le migliori del disco. mi riservo di dare un giudizio completo, ma finora per me si attesta decisamente su ottimi livelli. buona la recensione anche se non proprio esauriente, ma vabbè. quello che non capisco è: su questo sito, considerare questo un capolavoro -e ben venga, ne sono felice considerato anche l'affetto che provo per la band- e invece il precedente Elysium, disco appena sufficiente? A mio avviso, la sola title-track di Elysium vale tutte le top songs di questo lavoro. mah...
Aske
Mercoledì 20 Marzo 2013, 22.19.02
22
è vero. Comunque a me l'album è piaciuto, è una "rinascita" per gli Strato dopo quel periodo di media-bassa qualità dopo la dipartita del grassone Tolkki
hm is the law
Mercoledì 20 Marzo 2013, 22.15.38
21
@ xXx: se sei lo stesso utente che con lo stesso nome ha già discusso con me sulla recensione di Reload allora è evidente che non ci prendiamo proprio. Accetto comunque le tue critiche senza problemi. Saluti a presto.
hm is the law
Mercoledì 20 Marzo 2013, 21.59.30
20
@ Aske: i recensori sono diversi. Per me Episode è da 90 e Visions 88. Ciao!
Aske
Mercoledì 20 Marzo 2013, 21.56.54
19
85? Come Episode? è un po' esagerato...
O.O
Mercoledì 20 Marzo 2013, 21.54.09
18
Capolavoro? Sì, buona notte.
Metal4ever90
Mercoledì 20 Marzo 2013, 21.26.54
17
Uhmmm... Non mi hanno mai convinto tanto. Però, se è valido come la recensione, me lo ascolterò
hm is the law
Mercoledì 20 Marzo 2013, 21.20.57
16
APPORTATA LA CORREZIONE
hm is the law
Mercoledì 20 Marzo 2013, 21.14.59
15
Grazie di cuore dei complimenti, ma mi fa piacere soprattutto che i punti essenziali delle recensione siano stati sinora largamente condivisi , pensavo di azzardare dando 85 ed invece è un voto in linea con quello dii voi lettori. L'errore sul nome della canzone Castles in the Air sarà corretto al più presto! Infine confermo la mia predilezione per Out of the Fog, ovvio è solo una questione di gusto personale. Ciao a tutti
Radamanthis
Mercoledì 20 Marzo 2013, 20.36.47
14
Hola StratovariuS...finalmente la rece di questo bellissimo disco che ci presenta una band in formissima che sin dalle prime note di Abandon (prima top song del disco) ci fa vedere che questo album sarà un capolavoro. Proseguendo con le bellissime Unbreakable (singolo avvincente), Stand My Ground e soprattutto Halcyon Days (Top song assoluta dell'album di cui è stato realizzato un video bellissimo come da tempo non se ne vedevano) e l'altrettanto bellissima Fantasy (molto old come sound, non avrebbe sfigurato nei dischi di 10 anni fa...), poi l'altra top Out of the fog e la bella Castles in the air (non in the sky come scritto dal buon Fabio), la Tolkkieniana (si dice così?) Dragons. Segue poi il momento un pò flop One must fall per ripartire subito alla grandissima con la ballad If the story is over (ballad strappalacrime e se ci si sa fare anche STRAPPAMUTANDE...) e l'ultima song assoluta e di assoluto valore, altro top di questo disco: Nemesis. Ho il disco con le due bonus track Fireborn e Hunted anch'esse buone tracce ma giustamente relegate a bonus. La band è come detto all'inizio in forma smagliante e Timo Kotipelto "Koti" grazie a delle linee vocali azzeccatissime si esalta su tutte le varie tonalità, naturalmente quelle alte ma anche sulle medie tonalità che con Tolkki non poteva neanche prendere in considerazione. Gli altri componenti sono anch'essi in forma smagliante e su tutti il tasiterista Jens Johansson che duetta con il chitarrista Matias Kupiainen alla grande. Però condivido il pensiero di StratoBarium riguardo Jani Liimatainen che sarebbe potuto essere il vero e proprio erede di Timo Tolkki (e si è visto in questo nemesis, non a caso questo capolavoro con Jani Liimatainen è migliore in maniera esponenziale rispetto ai pur belli Polaris e Elysium). Poco da dire di Lauri Porra (Basso) e 
Rolf Pilve (Batteria) che svolgono il loro lavoro in maniera perfetta ma senza infamia e senza lode ma a livello di emozioni non potranno mai essere cancellati i grandissimi Jorg Michael e Jari Kainulainen. Che altro dire? Disco siperbo, il migliore post Tollki e di diritto nella top 5 della band, secondo solo al trittico divino di Tolkkieniana fattura da Episode a Destiny passando per il top assoluto Visions ed al pari del duo Elements (troppo sottovalutati quei due dischi, sono a mio avviso una bomba!) Il voto? per me 90. Assoluto, da avere, ascoltare, imparare ed amare!
Andrea65
Mercoledì 20 Marzo 2013, 19.25.52
13
Concordo in tutto con il recensore anche il voro
tommi
Mercoledì 20 Marzo 2013, 19.03.50
12
bravo Fabio...sei il mio recensore peferito....! aaaaahaah...ottima rece ed ottimo disco non so se da 85 devo approfondirlo ma molto ispirato e concordo anche sul video...grandi stratovarius...
Giovanni
Mercoledì 20 Marzo 2013, 18.44.34
11
Ottimo album e bellissima recensione!
sminkiato
Mercoledì 20 Marzo 2013, 17.53.04
10
Ottimo lavoro, belle melodie e abbastanza personale nei suoni. Voto 90
LAMBRUSCORE
Mercoledì 20 Marzo 2013, 17.39.53
9
Non capisco come riusciva a piacermi questo gruppo, risentendo anche vecchi pezzi, boooo....però visti live non erano male, comunque ,secondo me, hanno avuto un successo non troppo meritato.
Salvo
Mercoledì 20 Marzo 2013, 17.13.50
8
è un bel lavoro, ma personalmente ritengo un pò eccessivi i confronti con certi capolavori del passato, così come reputo eccessivo un 85. ci sta un 75 per me, che comunque testimonia un gruppo in piena forma.
StratoBarium
Mercoledì 20 Marzo 2013, 17.00.46
7
Taglio la testa al toro da grande fan degli Stratovarius (per me tali solo nel periodo d'oro ); i 2 album post Tolkki non mi sono piaciuti molto ma con questo Nemesis devo dire che si sono davvero rialzzati, parere personale ,secondo me qui c'è 1 fortissima colaborazione da parte di Jani Liimatainen , per me gli Stratovarius sono i 5 signori da episode fino a i 2 Elements ,ma se c'era qualcuno doveva sostituire Tolkki ,quello per me era Jani Liimatainen .visto la proficua collaborazione con Kotipelto non capirò mai perchè non sia entrato lui in oianta stabile negli Stato , cmq bell'disco non da 80 ma tra il 70 e 75 certamente , spero che i 2 continuino la parentesi Cain's Offering ,album per ma 1 po superiore a questo .
xXx
Mercoledì 20 Marzo 2013, 16.52.04
6
Concordo col redattore x quanto dice su questo disco, il voto lo alzerei a 88 e anche io lo catalogo come capolavoro che segue solo gli irraggiungibili episode-visions-destiny. dell'era post tolkki è il migliore in assoluto x tutte le cose che ha già menzionato fabio nella recensione. parlando della recensione però, pur condividendo i concetti e tutto sommato il voto, mi sembra scritta un pò frettolosamente e devo dire che nn m'è piaciuta molto, sopratt la parte iniziale un pò sintetica. ho letto molte rece migliori qui anche a firma dello stesso fabio, sarà una giornata storta?! precisazione: nella rece citi Castles in the Sky quando invece è Castles in the AIR. a parte ciò Out of the Fog nn mi sembra affatto il brano migliore del disco ma vabè questi sono gusti. la migliore x me Halcyon Days seguita da Abandon. sinceramente speravo di leggere una rece più approfondita (senza voler fare il maestrino, il troll o il rompiballe, solo così x consiglio e senza polemica).
MrFreddy
Mercoledì 20 Marzo 2013, 16.44.36
5
Molto bello! Con Polaris gli Stratovarius sono rinati!
ecodont
Mercoledì 20 Marzo 2013, 16.23.22
4
ecco come saper rinnovare il proprio sound in positivo. un disco fresco con molti momenti epici e degno( per quanto secondo me non al livello) di essere paragonato ad episode e visions.....insomma che tutte la band power di oggi prendano gli strato come esempio(se già non lo facevano prima). canzoni come out of the fog e castles in the air sono fantastiche....mentre sono rotolato dal ridere sentendo il parlato di fantasy.....canzone(per me) epica per la sua banalità e l'atmosfera stereotipata che l'avvolge. un capolavoro....voto 90( 93 episode e 96 visions)
P2K!
Mercoledì 20 Marzo 2013, 16.16.19
3
Sono curioso di ascoltarlo anche se ho una certa difficoltà a sentire la pronuncia di Kotepilto...
Luca "Diablo"
Mercoledì 20 Marzo 2013, 16.12.27
2
Rispetto ad Elysium si tratta senza ombra di dubbio di un deciso passo in avanti. Il songwriting è molto ispirato e finalmente gli Strato ci hanno dato un taglio con i tediosi assoli neoclassici presenti a dsmisura in Episode e Visions.
Oldmetalheart61
Mercoledì 20 Marzo 2013, 16.09.41
1
Suona fresco e abbastanza ispirato, voto 80!!!
INFORMAZIONI
2013
Edel Music
Power
Tracklist
1. Abandon
2. Unbreakable
3. Stand My Ground
4. Halcyon Days
5. Fantasy
6. Out of the Fog
7. Castles in the Air
8. Dragons
9. One Must Fall
10. If the Story Is Over
11. Nemesis
Line Up
Timo Kotipelto (Voce)
Matias Kupiainen (Chitarra elettrica)
Jani Liimatainen (Chitarra acustica)

Jens Johansson (Tastiere)
Lauri Porra (Basso)

Rolf Pilve (Batteria)

Musicisti Ospiti:
Thomas Wainola (Chitarra)
The Shark Finns (Cori)
 
RECENSIONI
85
62
s.v.
70
55
66
60
84
80
90
85
82
84
80
ARTICOLI
31/07/2012
Intervista
STRATOVARIUS
Nuovo batterista, nuovo album e...
24/01/2011
Live Report
HELLOWEEN + STRATOVARIUS
Atlantico, Roma, 19/01/2011
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]