Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Long Distance Calling
How Do We Want to Live?
Demo

Mordred
Volition
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/09/20
OSSUARY ANEX
Obscurantism Apogee

23/09/20
MYSTHICON
Silva-Oculis-Corvi

25/09/20
WHITE DOG
White Dog

25/09/20
LONEWOLF
Division Hades

25/09/20
VOUS AUTRES
Sel de Pierre

25/09/20
KATAKLYSM
Unconquered

25/09/20
MORTA SKULD
Suffer for Nothing

25/09/20
BLOODRED
The Raven/s Shadow

25/09/20
SAPIENCY
For Those Who Never Rest

25/09/20
ANNA VON HAUSSWOLFF
All Thoughts Fly

CONCERTI

23/09/20
STEVEN WILSON (ANNULLATO)
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

26/09/20
STAY STEEL FEST
SKULLS CLUB - SERRAVALLE (SAN MARINO)

27/09/20
VISIONS OF ATLANTIS + YE BANISHED PRIVATEERS + AD INFINITUM
LEGEND CLUB - MILANO

29/09/20
WITHIN TEMPTATION + EVANESCENCE
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

03/10/20
PAGAN FEST
LAGHI MARGONARA - GONZAGA (MN)

03/10/20
SKELETOON
LEGEND CLUB - MILANO

08/10/20
HOUR OF PENANCE + GUEST TBA
TRAFFIC CLUB - ROMA

08/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
TEATRO CELEBRAZIONI - BOLOGNA

09/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

09/10/20
ESOTERIC + NAGA + (ECHO) (ANNULLATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

Magnum - Princess Alice And The Broken Arrow
( 5253 letture )
A tre anni di distanza dall’ultimo e poco convincente Brand New Morning del 2004, tornano i veterani dell’art/pomp rock con la loro ultima fatica, che già dall’art-work realizzato da Rodney Matthews, sembra volere indicare il ritorno della band di Bob Catley e Tony Clarkin alle sonorità pompose degli anni ’80 e all’incantato immaginario fiabesco di album fenomenali, quali On A Storyteller’s Night del 1985 o Vigilante del 1986.
Ma Princess Alice And The Broken Arrow, tredicesimo studio album della loro lunga e ricca carriera, a differenza delle più recenti release del combo inglese, ripercorre anche e soprattutto l’elevata qualità di quei lavori che nella metà degli ’80 li resero celebri, grazie ad un song-writing ispirato e d’alta classe, capace di dar vita ad undici ottimi brani dalle melodie magniloquenti ed epiche, dalle atmosfere ora fantasiose ora eroiche, ora malinconiche ora briose, con ampie concessioni all’aspetto più melodico ed ampolloso, e persino a qualche partitura progressive, potendo fare sicuro affidamento sulla superba ed evocativa interpretazione di un Catley in grande spolvero e sull’estro artistico del chitarrista Clarkin e del tastierista Stanway, il tutto poi coronato dalla cristallina ed avvolgente produzione.
La pomposa e lunga opener When We Were Younger è caratterizzata da maestose tastiere, dal suo sapore epico e dalla coinvolgente prova del singer, fino a quel bel finale in cui si assiste all’incrociarsi di chitarra e tastiere, segue la malinconica e gustosa Eyes Wide Open, altro ottimo brano orecchiabile e di facile presa, capace di conquistare l’ascoltatore già ai primi ascolti, e lo standard si mantiene elevatissimo anche con la delicata Like Brothers We Stand, che contiene strofe in possesso di linee melodiche da brividi ed un chorus pieno ed eroico, oltre ad un bellissimo intermezzo strumentale, mentre il riff che introduce la sontuosa Out Of The Shadows lascia percepire il carattere hard-oriented dello stesso brano, che non perde tuttavia il suo mood epico e magniloquente.
Non ci sono cedimenti, e si prosegue con un altro straordinario pezzo come Dragons Are Real, ampolloso ed ancestrale, che sprigiona un forte senso di epicità, e non è da meno la delicata ballad Inside Your Head, pacata, dolce e dal gusto retrò, un po’ settantiana e prog-oriented, più frizzante ed hard invece la seguente Be Strong, sempre in possesso però di azzeccate melodie, mentre Thank You For The Day è fra le composizioni meno pompose del lotto, riuscendo ugualmente a farsi apprezzare per le sue soffuse e raffinate melodie e per il bel refrain. L’elettrizzante e grintosa Your Lies è un altro imperdibile pezzo di questa sorprendente release, che pur presentando un finale meno incisivo e riuscito, riesce comunque a mantenersi piacevole ed a tener desto l’interesse dell’ascoltatore, infatti chi apprezza il rock melodico non potrà restare indifferente di fronte alla bellezza di brani quali Desperate Times o la closer You’ll Never Sleep, in cui le melodie, magistralmente interpretate e rese dalla voce del singer e da chitarre e tastiere, sono le assolute protagoniste.
Non ci sono dubbi allora, e possiamo tranquillamente affermare che Princess Alice And The Broken Arrow non solo rappresenta una delle maggiori release dei britannici, in grado di incantare l’ascoltatore e di poter competere con i grandi album del loro passato, come Wings Of Heaven, On A Storyteller’s Night o Kingdom Of Madness, ma quest’album entrerà di certo a far parte delle migliori uscite del corrente anno nel suo specifico genere e magari anche più in generale in ambito rock/metal.



VOTO RECENSORE
86
VOTO LETTORI
52.83 su 42 voti [ VOTA]
Rob Fleming
Sabato 30 Gennaio 2016, 18.26.59
6
Proprio bello. Inside your head, When we were young, Eyes wide open e Thank you for the day sono i nuovi classici intrisi di potenza, eleganza e melodia 78
sadwings
Lunedì 13 Luglio 2015, 15.17.34
5
Il mio preferito della seconda era dei magnum 80
warrior63
Mercoledì 17 Dicembre 2014, 15.09.20
4
grande!!!non riesco a trovare un album dei Magnum che non mi faccia impazzire.
nat 63
Martedì 7 Gennaio 2014, 15.55.01
3
Magnum... Una band magnifica.Bob Catley...Una voce intonatissima e molto evocativa, fra le più riconoscibili del rock.Tony Clarkin...Songwriter e chitarrista eccezionale,mai sopra le righe:grande tecnica sempre al servizio delle songs.Mark Stanway...Ottimo tastierista di lungo corso:grandi tappeti sonori su cui si vanno ad inserire voce e chitarra.Magnum fra le migliori band di tutti i tempi (anche se un pò sottovalutati).
paolo69
Martedì 17 Luglio 2012, 6.23.44
2
Uno dei lavori migliori di una band grandissima e sottovalutatissima...
Sandro70
Giovedì 23 Giugno 2011, 21.15.17
1
Uno dei migliori dischi dei Magnum e di conseguenza trattasi di capolavoro. Mi piange il cuore vedere che nessuno ha commentato un album simile. Ottima recensione.
INFORMAZIONI
2007
SPV/Audioglobe
Hard Rock
Tracklist
1. When We Were Younger
2. Eyes Wide Open
3. Like Brothers We Stand
4. Out of the Shadows
5. Dragons Are Real
6. Inside Your Head
7. Be Strong
8. Thank You for the Day
9. Your Lies
10. Desperate Times
11. You'll Never Sleep
Line Up
Bob Catley (vocal)
Tony Clarkin (guitar)
Mark Stanway (keyboards)
Al Barrow (bass)
Jimmy Copley (drums)
 
RECENSIONI
78
72
75
75
76
80
87
65
80
86
73
90
86
89
ARTICOLI
03/03/2014
Intervista
MAGNUM
Una nuova giovinezza
14/01/2011
Intervista
MAGNUM
Uomini di poche parole
12/02/2008
Intervista
MAGNUM
Parla Tony Clarkin
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]